Alfonso Maruccia

FMI, nuova vittima del cyber-crimine

Il Fondo Monetario Internazionale subisce un cyber-attacco dalla portata ancora tutta da valutare. A rischio l'economia mondiale e il sostegno ai paesi con i conti in difficoltà?

Roma - La notizia arriva dal New York Times e viene confermata a denti stretti da un portavoce dell'importante organizzazione internazionale: l'FMI, il Fondo Monetario Internazionale, è stato attaccato dai cyber-criminali, la breccia è oggetto di un'indagine interna e sono ancora tutte da valutare le conseguenze di quella che potrebbe rappresentare una seria minaccia all'intero assetto dell'economia mondiale.

Responsabile della gestione dell'economia globale e della fornitura di fondi di emergenza per i paesi in grave difficoltà finanziaria, il Fondo Monetario Internazionale ha nei mesi scorsi subito un "cyber-attacco sofisticato e su larga scala". Lo staffo interno dell'FMI è stato informato dell'accaduto questa settimana, mentre si è scelto di non riferire ancora alcun dettaglio al pubblico.

Il nuovo attacco "sofisticato e su larga scala" è il secondo subìto dall'FMI nella storia recente e l'ultimo di una lunga serie di cyber-attacchi alle infrastrutture telematiche, e arriva in un momento non particolarmente felice per l'organizzazione: a poca distanza dall'arresto di Dominique Strauss-Kahn e in piena fase di transizione verso un nuovo presidente in grado di mettere mano ai molti dossier attualmente aperti sul tavolo dell'economia mondiale.
E proprio il contenuto informatico dei suddetti dossier è tra le preoccupazioni più impellenti di chi vede nel cyber-attacco all'FMI un colpo al cuore dell'assetto finanziario planetario: i server di Washington dovrebbero contenere informazioni riservate - e potenzialmente esplosive - sulla salute monetaria dei principali paesi del mondo, nelle mani sbagliate tali informazioni potrebbero avere effetti altamente deleteri per tutti.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia FMI, nuova vittima del cyber-crimine
Ordina