Roberto Pulito

Le conquiste di USB 3.0

Nel corso dell'anno corrente usciranno altri 80 milioni di dispositivi provvisti della nuova connessione SuperSpeed. Nel 2013 sarà la volta di smartphone e tablet

Roma - La società di analisi di mercato In-Stat ha elaborato una nuova stima riguardante la diffusione dello standard SuperSpeed. Secondo il report il 2011 sarà un anno d'oro per USB 3.0. La connessione dovrebbe inoltre convivere senza problemi con l'interconnessione Thunderbolt che raggruppa in un solo cavo diverse filosofie input/output.

Nel corso dell'anno circa 80 milioni di dispositivi USB 3.0 si uniranno ai diversi sistemi presenti sul mercato che già supportano la tecnologia. Come noto, lo standard SuperSpeed è grado di garantire una velocità di trasferimento (teorica) pari a 4,8 Gbit/s (circa 600 MB/s).

Advanced Micro Device, che ha scelto di non sostenere Thunderbolt, sarà il portabandiera della nuova avanzata Universal Serial Bus, ma anche Intel inizierà a supportare nativamente il nuovo standard senza più ricorrere ai controller aggiuntivi. Il cambio di filosofia consentirà la produzione di motherboard PC più snelle ed economiche.
Videocamere e fotocamere saranno ovviamente determinanti nella diffusione dello standard, ma secondo gli analisti anche smartphone e tablet avranno il loro peso. 1,2 miliardi di telefoni cellulari già includono una "normale" porta micro-USB ma entro il 2013 ci si aspetta di vedere i primi dispositivi mobile equipaggiati con SuperSpeed 3.0.

Roberto Pulito
Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia Le conquiste di USB 3.0
Ordina
  • Chi è che si farà carico di tutta la gestione di quella mole di dati ad alta velocità?
    L'host.
    Scordarsi quindi un RAID, ed aspettarsi un calo brutale di prestazioni nei laptop.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Chi è che si farà carico di tutta la gestione di
    > quella mole di dati ad alta
    > velocità?
    > L'host.
    > Scordarsi quindi un RAID, ed aspettarsi un calo
    > brutale di prestazioni nei
    > laptop.

    Devi considerare la porta USV al pari di un tubo.
    Attravrso quel "tubo" passano fino a tot giga di dati.
    Chi deve pompare quei dati non è USB 3.0 e così deve essere.


    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Chi è che si farà carico di tutta la gestione di
    > > quella mole di dati ad alta
    > > velocità?
    > > L'host.
    > > Scordarsi quindi un RAID, ed aspettarsi un calo
    > > brutale di prestazioni nei
    > > laptop.
    >
    > Devi considerare la porta USV al pari di un tubo.
    > Attravrso quel "tubo" passano fino a tot giga di
    > dati.
    > Chi deve pompare quei dati non è USB 3.0 e così
    > deve
    > essere.

    No, così dev'essere per il mondo barbone wintel.

    Chi fa le cose per bene, progetta l'interfaccia intelligente ed autonoma. E possibilmente host-indipendente, in modo che i dispositivi possano comunicare tra loro in modo autonomo. E con una connessione fisica daisy chain, in modo che ad 1 singola porta si possano collegare un numero virtualmente infinito di dispositivi. E con protocolli intelligenti che permettono trasferimenti sincroni, asincroni e isocroni.
    ADB, SCSI, SAS, Firewire, Thunderbolt, sono esempi di interfacce intelligenti.
    Parallela, seriale, USB sono esempi di interfacce stupide.
    ruppolo
    33147
  • Si ma ci sarà un motivo se sono anche le più diffuse.

    Forse perchè è più economico produrle...?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...... .......
    > Si ma ci sarà un motivo se sono anche le più
    > diffuse.
    >
    > Forse perchè è più economico produrle...?

    Anche le biciclette sono più economiche da produrre delle automobili...
    ruppolo
    33147
  • ....ruppolo sei il solito, vai a parare sempre li !
    Aspetta che Jobs passi la staffetta e ne riparliamo.

    IL Firewire pur esistendo su PC e a parità di prezzo è quasi inesistente
    per lo stesso motivo, da 5 a 10€ in più solo perchè è Firewire e su prodotti che costano dai 20 ai 100€ è una percentuale che va ad incidere.

    Se dopo come utente Apple a te va bene spendere 4 volte tanto un prodotto tecnologicamente Uguale son problemi tui, di certo alla massa non va.

    Io attendo l'LGA2011 pur sapendo di spendere 4 volte, ma mi sono imposto un mio budget che è sui 3000€ ma son affari miei, la media è sui 800€ per un PC.
    Be&O
    1122
  • se costano 1/8 delle intelligenti, mi sa che le intelligenti muoiono
    vedi SCSI fantastico... ma in ambito HOME è MORTO !
    Be&O
    1122
  • - Scritto da: Be&O
    > vedi SCSI fantastico... ma in ambito HOME è MORTO!

    Anche in ambito professionale, direi... ormai è tutto SAS, FC o FCoE...
  • - Scritto da: ruppolo
    > Chi fa le cose per bene, progetta l'interfaccia
    > intelligente ed autonoma. E possibilmente
    > host-indipendente, in modo che i dispositivi
    > possano comunicare tra loro in modo autonomo. E
    > con una connessione fisica daisy chain, in modo
    > che ad 1 singola porta si possano collegare un
    > numero virtualmente infinito di dispositivi. E
    > con protocolli intelligenti che permettono
    > trasferimenti sincroni, asincroni e
    > isocroni.

    Che nel mondo reale serve a... ?

    > ADB, SCSI, SAS, Firewire, Thunderbolt, sono
    > esempi di interfacce
    > intelligenti.
    > Parallela, seriale, USB sono esempi di interfacce
    > stupide.

    Anche il Betamax era tecnicamente superiore al VHS.
    Funz
    13021
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Guybrush
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > > Chi è che si farà carico di tutta la gestione
    > di
    > > > quella mole di dati ad alta
    > > > velocità?
    > > > L'host.
    > > > Scordarsi quindi un RAID, ed aspettarsi un
    > calo
    > > > brutale di prestazioni nei
    > > > laptop.
    > >
    > > Devi considerare la porta USV al pari di un
    > tubo.
    > > Attravrso quel "tubo" passano fino a tot giga di
    > > dati.
    > > Chi deve pompare quei dati non è USB 3.0 e così
    > > deve
    > > essere.
    >
    > No, così dev'essere per il mondo barbone wintel.
    >
    > Chi fa le cose per bene, progetta l'interfaccia
    > intelligente ed autonoma. E possibilmente
    > host-indipendente, in modo che i dispositivi
    > possano comunicare tra loro in modo autonomo. E
    > con una connessione fisica daisy chain, in modo
    > che ad 1 singola porta si possano collegare un
    > numero virtualmente infinito di dispositivi. E
    > con protocolli intelligenti che permettono
    > trasferimenti sincroni, asincroni e
    > isocroni.
    > ADB, SCSI, SAS, Firewire, Thunderbolt, sono
    > esempi di interfacce
    > intelligenti.
    > Parallela, seriale, USB sono esempi di interfacce
    > stupide.

    quale mondo barbone WIntel?

    Thunderbolt di Intel adesso nn serve ad una mazza

    nn appena servira' la adotteranno anche i Notebook Dell, Asus,Sony Hp etc etc


    sei tu che paghi salato Apple per cose che ad oggi nn servono ancora ad una mazza..paghi solo il marketing


    far pubblicita' occulta ai Notebook Apple con la mela ben inquadrata nei film costa salato

    la paghi tu come sempre non Apple
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 giugno 2011 17.50
    -----------------------------------------------------------
    Fiber
    3605
  • Non ci si è appena accordati che il caricabatterie dei cellulari (e quindi degli smartphone) deve essere in formato Micro USB?
    E già lo cambiano?
    GGG
    78
  • Solo per l'europa mi pare...
    non+autenticato
  • - Scritto da: GGG
    > Non ci si è appena accordati che il
    > caricabatterie dei cellulari (e quindi degli
    > smartphone) deve essere in formato Micro
    > USB?
    > E già lo cambiano?

    Il 3.0 è compatibile con il passato anche per i dati, figurati per l'alimentazione.
  • No il micro usb 3.0 è diverso dal micro usb 2.0
    (e non compatibile, purtroppo)
    http://media.bestofmicro.com/USB3-SuperSpeed-exter...
    non+autenticato
  • - Scritto da: lo ZIo
    > No il micro usb 3.0 è diverso dal micro usb 2.0
    > (e non compatibile, purtroppo)
    > http://media.bestofmicro.com/USB3-SuperSpeed-exter

    Da questa foto, vedendo la forma, mi sa che ovunque ci sia una "presa" micro-usb 3, ci entra tranquillamente una micro-usb 2. Quindi, in futuro, tutti i dispositivi con presa micro-usb 3 saranno compatibili con i caricatori micro-usb 2.
    Prozac
    5083