Cristina Sciannamblo

UK, l'emorragia di dati sensibili non si arresta

Spariti 20 laptop daglli uffici del servizio di sanitÓ nazionale del Regno Unito. Uno degli apparecchi conteneva i dati relativi a quasi 9 milioni di persone. Le indagini sono in corso

Roma - Le grane per il National Health Service (NHS) britannico non sembrano terminare. Dopo essere presumibilmente finito tra le grinfie di LulzSec, il servizio di sanità nazionale d'Oltremanica deve ora fare i conti con lo smarrimento di un laptop da parte di un dipendente con notevoli rischi per la privacy dei pazienti.

Il fatto è accaduto a Londra circa tre settimane fa. Il PC smarrito conteneva i dettagli non protetti relativi a oltre 8,63 milioni di persone e i record concernenti 18 milioni di visite ospedaliere, interventi chirurgici e procedure. L'apparecchio sarebbe stato sottratto dall'archivio del London Health Programmes, organizzazione di ricerca medica operante sotto l'autorità del NHS.

Sulla vicenda stanno indagando l'Information Commissioner's Office (ICO) e Scotland Yard. Secondo quanto riportato dal Sun, i dati smarriti non includevano i nomi dei pazienti, ma questi possono essere comunque identificati dai codici di avviamento postale e dalle informazioni relative al sesso e all'etnia.
Si tratta di una perdita ingente di informazioni sensibili, esperienza alla quale il Regno Unito non è nuova. Il computer in questione, infatti, rientra nel gruppo di 20 laptop scomparsi dalle stanze della medesima organizzazione. 8 di questi PC sono stati ritrovati, mancano all'appello i restanti 12.

Sebbene l'evento sia stato classificato come furto, non è ancora completamente chiaro se i computer, del valore di 10mila sterline (circa 11mila euro) ciascuno, siano stati rubati, smarriti o dismessi.

Il centro medico coinvolto ha confermato la perdita dei laptop, ma non ha confermato la mole di informazioni coinvolte, il contenuto e se i dati siano stati compromessi, affermando di voler proseguire con le indagini interne. Una dichiarazione ufficiale del NHS comunica che le policy interne dispongono che dati presenti negli hard disk siano cancellati manualmente dopo che i record vengono eleborati.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • SicurezzaDati perduti? Colpa del capoSarebbero le alte sfere gli anelli deboli della catena di sicurezza di un'azienda. Che rischia di fare della sua forza, la chiusura, la sua debolezza: con gravi conseguenze economiche. E intanto in California...
  • AttualitàUK, l'emorragia di dati non si rimarginaUn altro hard disk perso, altre centinaia di migliaia di dati in circolazione. La responsabilitÓ? Dei dipendenti poco consapevoli e negligenti
  • AttualitàAnonymous, scatta l'Operazione TurchiaBombardato il sito del ministero per le Telecomunicazioni turco, reo di aver annunciato un massivo piano di filtraggio dei contenuti in Rete. Nel mirino del gruppo di cyberdissidenti anche la NATO. Intanto, LulzSec torna a colpire
9 Commenti alla Notizia UK, l'emorragia di dati sensibili non si arresta
Ordina
  • Questi meritano la forca.
    Come si fa a tenere i dati di 9MLN di pazienti in un laptop?
    E poi come fanno a costare un tale patrimonio? Sono forse quelli super-resistenti con standard militari?

    Suvvia, questa gente deve andare a pelare patate".....
    non+autenticato
  • > Come si fa a tenere i dati di 9MLN di pazienti in
    > un laptop?

    Aggiungerei: dati IN CHIARO

    Servizio IT gestito da IDIOTI
    non+autenticato
  • Se fossero i laptop con standard militari avrebbero sistemi di cifratura avanzatissimi... non i dati di 9mln di pazienti in chiaro...

    Cose folli... mi sa che non solo in Italia assumono a caso.

    - Scritto da: Terenzio
    > Questi meritano la forca.
    > Come si fa a tenere i dati di 9MLN di pazienti in
    > un
    > laptop?
    > E poi come fanno a costare un tale patrimonio?
    > Sono forse quelli super-resistenti con standard
    > militari?
    >
    > Suvvia, questa gente deve andare a pelare
    > patate".....
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Mia sorella ha un assegno di ricerca in statistica in una grande università italiana. Ogni ricercatore gestisce grosse quantità di dati, specialmente quelli che studiano la statistica demografica.
    Ora, vi giuro che è vergognoso come gestiscono i dati. L'università in vari casi fornisce gli archivi ma la gestione degli stessi è affidata ai singoli ricercatori senza alcun tipo di supporto informatico o policy di sicurezza. Qualche ricercatore fa analisi su dati risultanti da sperimentazioni mediche di nuovi farmaci o sulla situazione dei contagi delle varie malattie e ne seguono la loro evoluzione.
    Sapete dove sono costretti a fare questi calcoli? Sul loro portatile. Figo no?
    non+autenticato
  • La domanda è una sola: sono dati anonimi? In teoria dovrebbero esserlo.

    Altrimenti sono tutti passabili di denuncia, chi li ha forniti e chi li conserva.

    Comunque ho notato fa tempo che nel mondo accademico la riservatezza delle informazioni è un concetto molto blando: è proprio la cultura dello scienziato che porta a condividere.

    Basta vedere le vulnerabilità intrinseche del protocollo SMTP per rendersi conto del tipo di approccio.ù
    non+autenticato
  • Quoto tutto, peggio che in Italia..
    - Scritto da: Terenzio
    > Questi meritano la forca.
    > Come si fa a tenere i dati di 9MLN di pazienti in
    > un
    > laptop?
    > E poi come fanno a costare un tale patrimonio?
    > Sono forse quelli super-resistenti con standard
    > militari?
    >
    > Suvvia, questa gente deve andare a pelare
    > patate".....
    non+autenticato
  • Laptop da 10.000 sterline non li ho mai visti, forse sono placcati in oro e con diamanti.

    Magari il valore totale è 10.000.
  • non credere, fanno certe truffe ai danni della PA che nemmeno immagini

    10.000 sterline probabilmente comprendono anche i software pagati, quelli si, a peso d'oro

    proprio oggi discutevo con una persona sul prezzo dei chromebook e sul fatto che, secondo lui, con quel prezzo non sarebbero arrivati lontani

    beh se i prezzi per normali laptop sono questi allora i chromebook sono praticamente regalatiA bocca aperta
    non+autenticato