Mauro Vecchio

Italia, connettività in zona retrocessione

Il Belpaese bissa il 22esimo posto dello scorso anno, almeno secondo l'ultimo studio commissionato da Nokia Siemens Networks. Scarsi gli investimenti in tecnologie legate alla connettività. Boom nel settore mobile

Roma - Un nuovo studio, commissionato dai vertici di Nokia Siemens Networks e condotto dalla London Business School per analizzare nel dettaglio il grado di connettività utile in 50 paesi del pianeta. La telco finlandese ha così presentato risultati non certo incoraggianti per il Belpaese.

La cosiddetta Connectivity Scorecard ha infatti analizzato non soltanto le varie infrastrutture legate alla connettività, ma anche l'adozione e il conseguente utilizzo delle varie tecnologie relative da parte dell'utenza finale. Gli ultimi risultati di questo indice globale ICT hanno ancora premiato i paesi del Nord Europa, in primis Svezia e Danimarca.

Decisamente indietro l'Italia, che ripete il 22esimo posto per il secondo anno consecutivo, prima di Ungheria, Polonia e Grecia (fanalino di coda con un connectivity score di 4.22). Trionfatrice della classifica è stata la Svezia (7.84), seguita a ruota da Stati Uniti (7.82) e Danimarca (7.47).
"Il concetto di connettività utile ci ricorda che la tecnologia da sola non può certo risolvere i problemi economici e sociali, ma va considerata piuttosto come uno strumento utile per raggiungere gli obiettivi", ha spiegato l'amministratore delegato di Nokia Siemens Networks Italia Maria Elena Cappello.

L'Italia avrebbe così accumulato un notevole ritardo rispetto alle altre economie avanzate, recuperabile soltanto a partire da un maggior flusso di investimenti nel settore ICT. Il Belpaese ha però fatto registrare buoni risultati nel settore mobile, con un'utenza complessiva pari all'89,5 per cento.

Pessimi risultati invece per quanto concerne l'utilizzo medio di Internet, attualmente assestato intorno al 50 per cento della popolazione. Meno di un quinto dei cittadini utilizza la Rete per transazioni finanziarie, a fronte di una media del 50-60 per cento in Europa. Boom per l'attivazione delle SIM card: 150 ogni 100 abitanti.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàL'Italia e l'alfabeto digitaleNel corso di un convegno romano, Nokia Siemens Network ha presentato la nuova edizione dello studio sulla digitalizzazione mondiale. Scende ancora l'Italia, agli ultimi posti per infrastrutture
  • AttualitàAgcom e la banda larga in serie BIl presidente Calabrò lancia l'allarme: meno del 50 per cento le abitazioni connesse in broadband. E il mobile rischia l'intasamento. La banda larga favorisce il mercato legale dei contenuti, con una nuova legge sul copyright. La relazione annuale dell'Authority
  • AttualitàUK, lentezza ufficialeI limiti della banda larga reale rispetto a quella promessa sono stati confermati anche dall'autorità garante. Invocate regole per la trasparenza
16 Commenti alla Notizia Italia, connettività in zona retrocessione
Ordina
  • E' la prima colpevole, in italia, di questa superproliferazione di sim & cellulari.
    Sia per la faccenda fashion/status symbol ,sia perche' MOLTA gente non sa' una mazza di internet e tcp/ip, pero' "lo vede in televisione e dal cuggino" e "con la comodita' del prepagato che non ti manda la pericolosa bolletta" , comprano kg di telefoni e ,peggio (oltre al tel), di cosiddette chiavette (o chiavate?) internet, che SPESSO nascondono tutta la cupidigia delle telco.
    Imbrogli legalizzati come scatti anticipati, KB caps, traffic shaping, throttrling, slot su bts esauriti, ecc.
    Troppa gente purtroppo si "informa" dal cuggino o dalla pubblicita' di totti(!) e piglia ste chiav(ate|ette) anche e sopratutto quando della mobilita' NON se ne fa un accidente , e spende molto spesso DI PIU' di quello che avrebbe speso prendendo una piu' affidabile ADSL wired. "Affidabile" nel senso che, PER DEFINIZIONE (e a parita'/analoghe di condizioni), una connessione wired e' SEMPRE piu' stabile e coerente di quella wireless, per banali questioni radioelettriche di interferenze, riflessioni, ostacoli, potenza emessa, che sul wired sono presenti in misura molto minore.

    Ovviamente esiste anche gente digital divided, che e' costretta a beccarsi il wireless... ma sono mollllti meno di quelli che comprano le sim datiCon la lingua fuori


    Poi chiaramente si innesta un procedimento "vizioso/virtuoso" per cui le telco, visto che il marketing sul wireless funziona, spinge a maggiori offerte (anche se producono una SELVA oscena di offerte/promozioni/gratis, poi ogni anno condannate dall'antitrust) e in parte anche a maggior concorrenza... (vendi tanto, i prezzi tendono a scendere).. il che e' ovviamente un bene... ma a prezzo di imbrogliare legalmente molta gente, imho
    non+autenticato
  • Credo che la media sia errata. Da un rapporto della GSM World As. , nel 2009 c'erano 104 Milioni di sim . Oggi credo che abbiamo sfondato i 110 Milioni su scarsi 60 Mil di abitanti
    non+autenticato
  • In realtà il ranking a me pare troppo basso in generale.

    L'osservatorio Europeo ha pubblicato un rapporto a maggio e l'unica cosa che recriminava dell'Italia (rispetto alle altre nazioni "evolute" d'Europa) era il fatto che i cittadini usano poco l'eCommerce e il web in generale.

    Il resto dei valori (copertura inclusa) non erano molto peggiori di altre nazioni considerate come esempio, perché ormai la situazione si sta stabilizzando ovunque e fare ranking per pochi migliaia di utenti in meno è stupido. Noi italiani paghiamo ancora molto caro le coperture in zone abusive o di alta montagna.

    Per dirne una: la Finlandia sono anni che si prende fondi straordinari perché la copertura è tutt'altro che adeguata alla media europea...
    non+autenticato
  • - Scritto da: zorro
    > Per dirne una: la Finlandia sono anni che si
    > prende fondi straordinari perché la copertura è
    > tutt'altro che adeguata alla media
    > europea...

    Fonte? Link?
    non+autenticato
  • Pessimi risultati invece per quanto concerne l'utilizzo medio di Internet [...] Boom per l'attivazione delle SIM card: 150 ogni 100 abitanti

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    A bocca storta
    non+autenticato
  • bhe, ora capisco i denari che guadagnano con quelle tariffe truffa dati.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > bhe, ora capisco i denari che guadagnano con
    > quelle tariffe truffa
    > dati.

    Ma CHE SENSO HA che ci siano 150 sim ogni 100 abitanti? Voglio dire, va bene che ci sia qualcuno che ne ha piu' di una, ma ADDIRITTURA che la media sia una e mezza a persona?!? In un Paese in cui Internet invece viene utilizzato da neanche la meta' delle persone? La verita' e' che da queste cifre pare un Paese che sta dietro alle cazzate e che parla parla senza sapere un cazzo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Popopopopop o
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > bhe, ora capisco i denari che guadagnano con
    > > quelle tariffe truffa
    > > dati.
    >
    > Ma CHE SENSO HA che ci siano 150 sim ogni 100
    > abitanti? Voglio dire, va bene che ci sia
    > qualcuno che ne ha piu' di una, ma ADDIRITTURA
    > che la media sia una e mezza a persona?!?

    hai presente i call center x pilotare certi voti ?
    hai presente chi cambia continuamente scheda sim per delinquere ?
    hai presente i telefonini delle ditte che vengono dati a piu' persone ogni tot. mese dopo che finisce il contratto a tempo determinato ?
    non+autenticato
  • Ciao Picchiatell o !

    > hai presente chi cambia continuamente scheda sim
    > per delinquere
    > ?

    Mah, guarda per quanto riguarda la mia esperienza personale anche senza andare a prendere situazioni al limite come quelle da te descritte io conosco tanta (forse pure troppa) gente che ha comodamente 3-4 SIM personali.
    Quella per parlare con la morosa, quella per gli amici, quella per il lavoro quella che non sa neppure lui perché e poi ci sono quelli che dio solo sa perché cambiano numero di cellulare ogni mese ed infatti è impossibile chiamarli.
    Per cui un rapporto SIM/persone di 1.5:1 non mi sembra affatto campato per aria.
    Probabilmente lo scemo sono io che ho la stessa SIM dal '98 e non ho mai avuto particolari problemi.
  • - Scritto da: Popopopopop o
    > Ma CHE SENSO HA che ci siano 150 sim ogni 100
    > abitanti? Voglio dire, va bene che ci sia
    > qualcuno che ne ha piu' di una, ma ADDIRITTURA
    > che la media sia una e mezza a persona?!? In un
    > Paese in cui Internet invece viene utilizzato da
    > neanche la meta' delle persone? La verita' e' che
    > da queste cifre pare un Paese che sta dietro alle
    > cazzate e che parla parla senza sapere un
    > cazzo.

    Perche' non e' cosi'? Cifre a parte
  • Dalla mia ragazza l'ADSL non arriva, ed ha una SIM per il cellulare e un'altra per la chiavetta internet.
  • > Dalla mia ragazza l'ADSL non arriva, ed ha una
    > SIM per il cellulare e un'altra per la chiavetta
    > internet.

    quando la metà degli italiani non usa la rete in assoluto dubito che questo faccia lievitare le sim a 1.5 procapite per usare la rete....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sgabbio
    > bhe, ora capisco i denari che guadagnano con
    > quelle tariffe truffa
    > dati.

    beh quelle a tempo delle chiavette sono fantastiche il 70% del tempo la rete e' a 0....
    non+autenticato
  • per non parlare degli scatti ci 15 minuti, che se ti riconnetti prima, te ne conteggiano un'altro!
    Sgabbio
    26178
  • finalmente quest'anno il più grande operatore mobile italiano ha fatto uscire un piano tariffario illimitato a 189€.. se il problema sono i conteggi anticipati dei minuti c'è la soluzione, neanche troppo costosa.
    non+autenticato