Alfonso Maruccia

Zoosh, pagare via ultrasuoni

Una startup californiana promette pagamenti istantanei e comunicazioni wireless sicure qui e ora, senza la necessità di acquistare un nuovo smartphone dotato di chip specializzato in applicazioni NFC

Roma - Le applicazioni Near Field Communication (NFC) rappresentano un interesse primario per quanti, come Google e Apple, hanno puntato tutto sull'espansione del mobile in ogni ambito di utilizzo - comunicazione e pagamenti istantanei in primis. Il principale svantaggio della tecnologia NFC è quello di richiedere un chip specializzato presente sullo smartphone, ed è in questa evidente "debolezza" che Naratte intende mettere casa con la sua tecnologia di comunicazione nota come Zoosh.

Nata dal lavoro di un team di 12 persone precedentemente impiegate presso il gotha dell'industria della Silicon Valley (Google, Qualcomm, Texas Instruments, Apple), Zoosh svolge le stesse funzioni della tecnologia NFC ma piuttosto che usare un chip dedicato codifica le comunicazioni in maniera sicura sulle frequenze degli ultrasuoni.

Sfruttando le caratteristiche avanzate dei nuovi smartphone (CPU potenti, microfoni con capacità più raffinate), Zoosh è in grado di trasmettere una quantità di dati comparabile a quella dei chip NFC ed è perfettamente operativa in ambienti rumorosi e senza la connessione online.
Naratte - un'azienda che ha sin qui lavorato grazie ai 5 milioni di dollari di fondi elargiti da un ignoto investitore - promette di abilitare comunicazioni a corto raggio tra smartphone e punti vendita, scambi di dati tra smartphone e ogni genere di applicazione che possa giovare di questa tecnologia.

La società californiana evidenzia in particolare la doppia convenienza della sua adozione rispetto a una riconversione completa verso una infrastruttura NFC pura: gli utenti non hanno bisogno di acquistare un nuovo smartphone - Zoosh si integra facilmente in una qualunque "app" - i gestori di negozi devono limitarsi a spendere poche decine di dollari (30) contro gli 850 potenzialmente necessari a riconvertire il loro punto vendita.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessGoogle, portafogli intelligenteL'esordio di Google Wallet, l'anticipato servizio di pagamento mobile, battezzato dalla denuncia di PayPal. Google avrebbe approfittato di suoi segreti industriali e si sarebbe appropriata di suoi dipendenti chiave
21 Commenti alla Notizia Zoosh, pagare via ultrasuoni
Ordina
  • Interessante come applicazione, pero' mi chiedo.   Oggi ci domandiamo se le radiazioni dei cellulari (bassa energia e lunga esposizione) facciano male oppure no. Ci dovremmo fare la stessa domanda per queste onde ultrasoniche, un esposizione prolungata potrebbe (il condizionale è d'obbligo!) essere dannosa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fisico
    > Interessante come applicazione, pero' mi chiedo.
    > Oggi ci domandiamo se le radiazioni dei
    > cellulari (bassa energia e lunga esposizione)
    > facciano male oppure no. Ci dovremmo fare la
    > stessa domanda per queste onde ultrasoniche, un
    > esposizione prolungata potrebbe (il condizionale
    > è d'obbligo!) essere
    > dannosa.
    sicuramente al caneA bocca aperta
    non+autenticato
  • tecnicamente, direi che mamma natura ci ha resi immuni dagli ultrasuoni (ovviamente di scarsa potenza), così come da una infinita gamma di altre frequenze sonore ed elettromagnetiche.

    Ciò detto ... quanti pagamenti pensi di dover o di riuscire a fare in un giorno?

    Se ti preoccupi della quantità di ultrasuoni, probabilmente sarai la persona che salverà l'economia italiana!

    Sorride
  • Il fatto che non puoi udire un ultrasuono non significa che non faccia male inoltre, come ho scritto, è la lunga esposizione quello che mi preoccupa.
    Ovviamente un singolo utente farà pochi pagamenti con questo metodo, ma chi lavora al punto vendita? E quali sono le conseguenze per chi deve stare nelle vicinanze? Sono domande aperte la cui risposta non mi sembra banale.
    non+autenticato
  • concordo.
    l'avevo buttata un po' sul ridere.
    mi auguro che la potenza sia irrisoria, e che i pagamenti possano essere fatti soltanto in prossimità di una 'cassa' ad ultrasuoni.

    pagamenti 'a distanza' sono pericolosi, perché al primo difetto nel protocollo, la gente se ne potrebbe approfittare anche da luoghi insospettabili.
  • - Scritto da: Fisico
    > Il fatto che non puoi udire un ultrasuono non
    > significa che non faccia male inoltre, come ho
    > scritto, è la lunga esposizione quello che mi
    > preoccupa.

    Visto che è la tecnologia più usata sulle donne incinte direi che è sicura, no?

    > Ovviamente un singolo utente farà pochi pagamenti
    > con questo metodo, ma chi lavora al punto
    > vendita?

    Viste le potenze in gioco, dormirei tranquillo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippO
    > - Scritto da: Fisico
    > > Il fatto che non puoi udire un ultrasuono non
    > > significa che non faccia male inoltre, come ho
    > > scritto, è la lunga esposizione quello che mi
    > > preoccupa.

    > Visto che è la tecnologia più usata sulle donne
    > incinte direi che è sicura, no?

    > > Ovviamente un singolo utente farà pochi
    > > pagamenti con questo metodo, ma chi lavora al
    > > punto vendita?

    > Viste le potenze in gioco, dormirei tranquillo...

    Io no: questa cosa consente potenzialmente ai nostri device di comunicare tra loro senza che ce ne accorgiamo.
    krane
    22544
  • > Io no: questa cosa consente potenzialmente ai
    > nostri device di comunicare tra loro senza che ce
    > ne
    > accorgiamo.


    Potenzialmente si`.
    Ma visti i (potenziali, ma quasi certi) problemi di filtraggio di cui all'altro post, vedo molto difficile che i device possano comunicare senza essere uditi.

    A meno di non dotarli di trasduttori adequati. Ma nell'articolo si parla dell'hardware correntemente presente sugli smartphone.
    non+autenticato
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: pippO
    > > - Scritto da: Fisico
    > > > Il fatto che non puoi udire un ultrasuono non
    > > > significa che non faccia male inoltre, come ho
    > > > scritto, è la lunga esposizione quello che mi
    > > > preoccupa.
    >
    > > Visto che è la tecnologia più usata sulle donne
    > > incinte direi che è sicura, no?
    >
    > > > Ovviamente un singolo utente farà pochi
    > > > pagamenti con questo metodo, ma chi lavora al
    > > > punto vendita?
    >
    > > Viste le potenze in gioco, dormirei
    > tranquillo...
    >
    > Io no: questa cosa consente potenzialmente ai
    > nostri device di comunicare tra loro senza che ce
    > ne
    > accorgiamo.

    questa mi pare un po' grossa.. tu sai dire quando i tuoi device comunicano via bluetooth o wifi o simili?
  • - Scritto da: p4bl0
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: pippO
    > > > - Scritto da: Fisico
    > > > > Il fatto che non puoi udire un
    > > > > ultrasuono non significa che
    > > > > non faccia male inoltre, come
    > > > > ho scritto, è la lunga esposizione
    > > > > quello che mi preoccupa.

    > > > Visto che è la tecnologia più usata
    > > > sulle donne incinte direi che è
    > > > sicura, no?

    > > > > Ovviamente un singolo utente farà
    > > > > pochi pagamenti con questo
    > > > > metodo, ma chi lavora al
    > > > > punto vendita?

    > > > Viste le potenze in gioco, dormirei
    > > > tranquillo...

    > > Io no: questa cosa consente potenzialmente
    > > ai nostri device di comunicare tra loro
    > > senza che ce ne accorgiamo.

    > questa mi pare un po' grossa.. tu sai dire quando
    > i tuoi device comunicano via bluetooth o wifi o
    > simili?

    Non uso apparecchi che comunicano con wifi o bluetooth...

    Lo sapevi che quando aggiorni il tuo tom tom i dati dei tuoi eccessi di velocita' vengono girati alla questura ?
    krane
    22544
  • Questa non la sapevo! Hai maggiori info in merito?
  • Ora, non so sui "moderni smartphone", ma di solito la banda in ingresso ai microfoni e quella di uscita sull'auricolare/altoparlante e` filtrata al massimo ai 20 KHz, soglia dell'udibile.

    Se e` cosi` anche per "i moderni smartphone", come facciano a generare ultrasuoni con hardware commerciale mi incuriosisce.

    Codificare un segnale su una portante a frequenza audio non e` un problema. Ma l'eventuale filtro come viene bypassato?
    non+autenticato
  • Anche meno di 20khz... la banda audio telefonica è di 4khz (quindi la frequenza di campionamento è di 8khz), perchè la linea telefonica tradizionale era dimensionata sulla voce umana, e mi risulta che tale specifica sia rimasta invariata pure quando è stato sviluppato il gsm-umts etc.
    Ora, trattandosi di un applicazione che gira interamente sul telefono posso suppore l'utilizzo del solo l'auricolare e microfono, ma dato l'impiego finale, dubito che quei trasduttori siano stati dimensionati per una banda passante oltre i 10khz.... e comunque per inviare qualche centinaio di byte al secondo, sufficenti per qualche sorta di stringa e qualche valore numerico, teoricamente dovrebbe bastare... in fin dei conti i vecchi modem che andavano in banda fonica, facevano 3,5 Kbyte/sec.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sisko212
    > Anche meno di 20khz... la banda audio telefonica
    > è di 4khz (quindi la frequenza di campionamento è
    > di 8khz), perchè la linea telefonica tradizionale
    > era dimensionata sulla voce umana


    Certo. I 20KHz diciamo che erano il massimo ipotizzabile, supponendo una possibile "alta fedelta`" di questi "moderni smartphone".


    > Ora, trattandosi di un applicazione che gira
    > interamente sul telefono posso suppore l'utilizzo
    > del solo l'auricolare e microfono, ma dato
    > l'impiego finale, dubito che quei trasduttori
    > siano stati dimensionati per una banda passante
    > oltre i 10khz....


    Il mio stesso dubbio.


    > e comunque per inviare qualche
    > centinaio di byte al secondo, sufficenti per
    > qualche sorta di stringa e qualche valore
    > numerico, teoricamente dovrebbe bastare... in fin
    > dei conti i vecchi modem che andavano in banda
    > fonica, facevano 3,5
    > Kbyte/sec.


    Non ci piove.

    Ma suppongo che l'ultrasuono fosse per evitare di sentire un rumore tipo modem ad ogni "transazione", non tanto per guadagnare in velocita` di trasmissione.
    non+autenticato
  • L'idea secondo me è abbastanza geniale.
    Per me questa è inventiva, creare qualcosa di nuovo con quello che già si ha.
    Vedremo l'implementazioneSorride
  • - Scritto da: Delian
    > L'idea secondo me è abbastanza geniale.
    > Per me questa è inventiva, creare qualcosa di
    > nuovo con quello che già si
    > ha.
    > Vedremo l'implementazioneSorride
    Il "dettaglio" dove purtroppo cascano in tanti...
    non+autenticato