Claudio Tamburrino

Sony, giustificazioni per l'attacco

Il colosso videoludico, sostengono i suoi vertici, sarebbe stato attaccato perché protettore del copyright

Roma - Sony torna a parlare degli attacchi informatici che in questi ultimi mesi hanno costretto offline PlayStation Network e altri suoi siti e compromesso i dati dei suoi utenti.

Secondo il CEO Sir Howard Stringer a causare le ostilità che hanno portato all'offensiva sarebbe stata la posizione dell'azienda giapponese nei confronti del diritto d'autore: "Siamo entrati nel mirino degli attacchi perché abbiamo cercato di proteggere la nostra proprietà intellettuale, i nostri contenuti e i nostri videogiochi".

In questo modo la giapponese cerca di far rientrare gli attacchi subiti tra quelli in generale lanciati contro il diritto d'autore. Sembra, insomma, voler ridurre a una delle tante battaglie che si addensano intorno al copyright le proteste degli utenti che ritenevano la PlayStation modificabile utile non tanto o comunque non solo per i videogiochi pirata, ma anche per far girare sistemi operativi alternativi e in particolare Linux. (C.T.)
Notizie collegate
  • AttualitàSony: PSN quasi prontoQuesta è la settimana per rivedere online PlayStation Network e gli altri servizi. Tranne lo store musicale Qriocity. Microsoft, intanto, con gli hacker gioca la carta della simpatia
  • AttualitàSony: meno password rubate del previstoPrimi commenti da parte della giapponese sugli attacchi subiti da LulzSec. Che in ogni caso si è ritagliata forse qualcosa di più dei consueti 15 minuti di celebrità
12 Commenti alla Notizia Sony, giustificazioni per l'attacco
Ordina
  • La frase "Siamo entrati nel mirino degli attacchi perché abbiamo cercato di proteggere la nostra proprietà intellettuale, i nostri contenuti e i nostri videogiochi" e' assolutamente corretta.

    Manca il seguito pero'. Ossia "Li abbiamo protetti a discapito degli utenti, con ogni mezzo lecito e illecito. Abbiamo messo dei rootkit nei cdrom, del crippleware che rende piu scomodo agli utenti paganti l'uso dei ns prodotti. Abbiamo messo dei layer crittografici su un hardware che vendiamo (e che pero' pretendiamo non venga sfiorato) e quando sono stati bypassati abbiamo perseguitato ragazzini, scatenato la polizia e inveito contro il mondo. "
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > La frase "Siamo entrati nel mirino degli attacchi
    > perché abbiamo cercato di proteggere la nostra
    > proprietà intellettuale, i nostri contenuti e i
    > nostri videogiochi" e' assolutamente
    > corretta.
    >
    > Manca il seguito pero'. Ossia "Li abbiamo
    > protetti a discapito degli utenti, con ogni mezzo
    > lecito e illecito. Abbiamo messo dei rootkit nei
    > cdrom, del crippleware che rende piu scomodo agli
    > utenti paganti l'uso dei ns prodotti. Abbiamo
    > messo dei layer crittografici su un hardware che
    > vendiamo (e che pero' pretendiamo non venga
    > sfiorato) e quando sono stati bypassati abbiamo
    > perseguitato ragazzini, scatenato la polizia e
    > inveito contro il mondo.
    > "

    bel post ma manca lo stile, dovevi aggiungere,
    "-Poi sono arrivati gli hackers e i dati dei clienti che dovevamo proteggere sono finiti in rete
    -ma erano bravi questi hackers?
    -NO
    -allora erano pirla i vostri sistemisti"
    LUL
    non+autenticato
  • > bel post ma manca lo stile, dovevi aggiungere,
    > "-Poi sono arrivati gli hackers e i dati dei
    > clienti che dovevamo proteggere sono finiti in
    > rete
    > -ma erano bravi questi hackers?
    > -NO
    > -allora erano pirla i vostri sistemisti"
    > LUL

    e anche:
    - avevamo detto che il nostro mattone nero non era bucabile, sfidando il mondo
    - non abbiamo mai permesso la legale copia di backup
    abbiamo evaso le tasse mettendo linux e poi quando abbiamo potuto l'abbiamo tolto perchè era fastidioso
    - dopo che ci hanno bucato non abbiamo capito la lezione e abbiamo continuato a ledere i diritti degli utenti (vedi controlli del PSN).
    - oltre a bucarci il PSN dopo una decina di giorni ci hanno bucato anche altri nostri siti perchè siamo incompetenti e boriosi
    non+autenticato
  • - Scritto da: lol
    > > bel post ma manca lo stile, dovevi aggiungere,
    No calma lo stile c'eraOcchiolino


    > > "-Poi sono arrivati gli hackers e i dati dei
    > > clienti che dovevamo proteggere sono finiti in
    > > rete
    > > -ma erano bravi questi hackers?
    > > -NO
    > > -allora erano pirla i vostri sistemisti"
    > > LUL
    >
    > e anche:
    > - avevamo detto che il nostro mattone nero non
    > era bucabile, sfidando il
    > mondo
    > - non abbiamo mai permesso la legale copia di
    > backup
    > abbiamo evaso le tasse mettendo linux e poi
    > quando abbiamo potuto l'abbiamo tolto perchè era
    > fastidioso
    > - dopo che ci hanno bucato non abbiamo capito la
    > lezione e abbiamo continuato a ledere i diritti
    > degli utenti (vedi controlli del
    > PSN).
    > - oltre a bucarci il PSN dopo una decina di
    > giorni ci hanno bucato anche altri nostri siti
    > perchè siamo incompetenti e
    > boriosi
    Ma mi piace come avete proseguito!Sorride
    Vera anche la faccenda della frode per far passare la psx come PC e non come console eheh..
    non+autenticato
  • Prima installano rootkit sui PC dei loro clienti (paganti), poi eliminano funzionalità da remoto sulle console (regolarmente vendute), poi hanno pure il coraggio di lamentarsi se i loro server (non protetti) sono stati bucati e i dati dei loro clienti (non cifrati) sono stati rubati.
    Funz
    12995
  • basta non comprare e non fare più comprare SONY.

    Fine della favola (e dell'azienda).
    non+autenticato
  • - Scritto da: hermanhesse
    > basta non comprare e non fare più comprare SONY.
    >
    > Fine della favola (e dell'azienda).

    Data la diversificazione delle attività Sony un boicottaggio totale è impossibile. Dovresti rinunciare praticamente a ogni forma di intrattenimento.
    E poi, per uno che boicotta ce ne sono mille che non lo fanno. I boicottaggi contro le multinazionali sono inutili.
    Sony prevarrà, come sempre.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real
    > - Scritto da: hermanhesse
    > > basta non comprare e non fare più comprare SONY.
    > >
    > > Fine della favola (e dell'azienda).
    >
    > Data la diversificazione delle attività Sony un
    > boicottaggio totale è impossibile. Dovresti
    > rinunciare praticamente a ogni forma di
    > intrattenimento.
    > E poi, per uno che boicotta ce ne sono mille che
    > non lo fanno. I boicottaggi contro le
    > multinazionali sono
    > inutili.
    > Sony prevarrà, come sempre.

    è vero hai ragione..
    quando glieli bucano di nuovo i server?
    perchè sembra che questo boicottaggio gli abbia fatto parecchio male
    non+autenticato
  • > Data la diversificazione delle attività Sony un
    > boicottaggio totale è impossibile.

    Quoto. Il boicottaggio non esiste. Esiste l'obsolescenza. Come per blockbusters.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real
    > - Scritto da: hermanhesse
    > > basta non comprare e non fare più comprare SONY.
    > >
    > > Fine della favola (e dell'azienda).
    >
    > Data la diversificazione delle attività Sony un
    > boicottaggio totale è impossibile. Dovresti
    > rinunciare praticamente a ogni forma di
    > intrattenimento.
    > E poi, per uno che boicotta ce ne sono mille che
    > non lo fanno. I boicottaggi contro le
    > multinazionali sono
    > inutili.
    > Sony prevarrà, come sempre.

    Intanto, da parte mia, sono anni che Sony non vede un centesimo.
    Funz
    12995
  • Beh, tecnicamente basta sempre optare per le alternative quando si ha la possibilità di scegliee e questo già può fare abbastanza (io faccio così infatti).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Funz
    > Prima installano rootkit sui PC dei loro clienti
    > (paganti), poi eliminano funzionalità da remoto
    > sulle console (regolarmente vendute), poi hanno
    > pure il coraggio di lamentarsi se i loro server
    > (non protetti) sono stati bucati e i dati dei
    > loro clienti (non cifrati) sono stati
    > rubati.

    Ed è quello che ha detto, senza dirlo.
    Sono stati attaccati per le loro posizioni in materia di difesa del copyright.
    Violazione del domicilio informatico
    Violazione del segreto della corrispondenza
    Violazione del diritto di proprietà
    Violazione dei diritti umani (libertà di espressione)

    serve altro?

    GT