Mauro Vecchio

Copyright, disconnessioni lampo in Finlandia

Un'associazione locale antipirateria ha pizzicato un gruppo di cinque abbonati dell'ISP Elisa. E un giudice di Helsinki ha obbligato il provider a sbatterli fuori dalla Rete. Polemiche da parte del Partito Pirata locale

Roma - A muoversi con fermezza sono stati i rappresentanti di una delle principali associazioni antipirateria in terra finlandese - in inglese Copyright Information and Anti-Piracy Centre (CIAPC) - che già si erano scagliati contro il provider locale Elisa per ottenere il blocco degli accessi alla Baia più famosa del P2P.

Un articolo apparso tra le pagine online della testata specializzata TorrentFreak ha ora rivelato in esclusiva una nuova offensiva legale, annunciata dallo stesso CIAPC in collaborazione con la divisione finlandese della International Federation of Phonographic Industry (IFPI).

Un gruppo di cinque abbonati dell'ISP Elisa è stato dunque accusato di violazione del diritto d'autore, avendo messo in condivisione illecita migliaia di brani. Stando alle dichiarazioni dello stesso CIAPC, si tratterebbe di comuni netizen dell'area di Helsinki, trascinati in aula secondo gli attuali dettami della legge locale a tutela del copyright.
Secondo TorrentFreak, una corte di Helsinki ha emanato una specifica ingiunzione per tre dei cinque casi portati davanti al giudice competente. I responsabili di Elisa saranno ora costretti a disconnettere i tre netizen punti dai signori del diritto d'autore.

Sorpreso il Partito Pirata finlandese, che ha sottolineato come la misura adottata dalla corte sia eccessiva e ignori totalmente i diritti fondamentali degli utenti. Nessuna notifica d'avviso sarebbe stata mai inviata agli utenti, che non avrebbero subito alcuna sanzione pecuniaria. Solo una messa al bando dai vasti meandri del web.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàP2P, la Nuova Zelanda riattiva la ghigliottinaNuove smentite dopo i ripensamenti annunciati in seguito al report commissionato dalle Nazioni Unite. Wellington non avrebbe alcuna intenzione di rivedere le attuali predisposizioni di legge a tutela del copyright
  • AttualitàNazioni Unite, un report contro le disconnessioniUna condanna nei confronti dell'adozione di massa di misure come quelle introdotte in Francia e Regno Unito. Il diritto di connessione sarebbe inalienabile rispetto alle richieste da parte dei legittimi detentori dei diritti. La relazione di un consulente dell'ONU
  • AttualitàCopyright, si muove il blocco olandeseLe autorità pensano all'oscuramento di tutti quei siti legati alla violazione del copyright. Ma anche ad una più generica revisione legislativa, con l'eliminazione dell'equo compenso e migliori adozioni del concetto di fair use
14 Commenti alla Notizia Copyright, disconnessioni lampo in Finlandia
Ordina
  • Universal Declaration of Human Rights

    Article 19

    Everyone has the right to freedom of opinion and expression; this right includes freedom to hold opinions without interference and to seek, receive and impart information and ideas through any media and regardless of frontiers.

    http://www.un.org/en/documents/udhr
    non+autenticato
  • Infatti non gli hanno impedito di parlare...
    non+autenticato
  • > Infatti non gli hanno impedito di parlare...

    ...seek, receive and impart...

    Almeno leggi!

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
    > Universal Declaration of Human Rights
    >
    > Article 19
    >
    > Everyone has the right to freedom of opinion and
    > expression; this right includes freedom to hold
    > opinions without interference and to seek,
    > receive and impart information and ideas through
    > any media and regardless of
    > frontiers.
    >
    > http://www.un.org/en/documents/udhr

    per l'appunto questo ragazzo si potrebbe rivolgere allo corte internazionale dell'Aia e chiedere che venga ripristinato il suo diritto...lo puo' fare eccome se lo puo' fare...
    non+autenticato
  • Tanto sono disconnessi magari da casa loro, ma nulla gli impedisce di usare la connessione di un vicino, o una chiavetta, o un internet point, o il pc a lavoro...

    E mettiamo che siano disconnessi da casa, e ci vivono 3 persone.
    Perchè se Tizio viene condannato, anche Caio, Sempronio e Ciccio non devono avere più il diritto di connettersi?
    non+autenticato
  • Nelle guerre muore anche qualche innocente, e qualche colpevole viene giustiziato sul posto, senza processo.
    Succede, nelle guerre.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > Nelle guerre muore anche qualche innocente, e
    > qualche colpevole viene giustiziato sul posto,
    > senza processo.
    >
    > Succede, nelle guerre.
    Nelle guerre e non nell'abonimevole tentativo di storpiare le leggi per mantenere lo status quo di un sistema corrotto e antiquato (qualcuno ha detto copyright?).

    In un paese cosiddetto civile e democratico, la responsabilità ricade su chi ha commesso realmente un'infrazione e non su chiunque altro sia estraneo alla vicenda e la cui unica "colpa" sarebbe quella di aver avuto a che fare con il trasgressore. Lo stato non può pretendere di far pagare le tasse ai parenti perché tu sei un evasore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: La vespa Teresa
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Nelle guerre muore anche qualche innocente, e
    > > qualche colpevole viene giustiziato sul posto,
    > > senza processo.
    > >
    > > Succede, nelle guerre.
    > Nelle guerre e non nell'abonimevole tentativo di
    > storpiare le leggi per mantenere lo status quo di
    > un sistema corrotto e antiquato (qualcuno ha
    > detto
    > copyright?).
    >
    > In un paese cosiddetto civile e democratico, la
    > responsabilità ricade su chi ha commesso
    > realmente un'infrazione e non su chiunque altro
    > sia estraneo alla vicenda e la cui unica "colpa"
    > sarebbe quella di aver avuto a che fare con il
    > trasgressore. Lo stato non può pretendere di far
    > pagare le tasse ai parenti perché tu sei un
    > evasore.

    dipende da quale magistrato ti capita di essere giudicato...se ha un cervello funzionale...e conosce i diritti fondamentali dell'uomo ed e' egli stesso una persona retta ed onesta...fa queste considerazioni...viceversa se sta con i lobbisti...per vedere riconosciuti i tuoi diritti e' necessario prima dare un'occhiata al tuo conto bancario...
    non+autenticato
  • Guarda non ti rispondo come meriti, perché non mi va di essere querelato.
  • > Succede, nelle guerre.

    Il prossimo potresti essere TU !
  • Se non altro per non contraddirlo ... A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Varie85
    > Tanto sono disconnessi magari da casa loro, ma
    > nulla gli impedisce di usare la connessione di un
    > vicino, o una chiavetta, o un internet point, o
    > il pc a
    > lavoro...
    >
    > E mettiamo che siano disconnessi da casa, e ci
    > vivono 3
    > persone.
    > Perchè se Tizio viene condannato, anche Caio,
    > Sempronio e Ciccio non devono avere più il
    > diritto di
    > connettersi?

    No...perche' gli interessi delle lobby sono il sale della democrazia (citaz.) per alcune persone...mentre i diritti costituzionali dei cittadini non contano nulla...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky

    > No...perche' gli interessi delle lobby sono il
    > sale della democrazia (citaz.) per alcune
    > persone...mentre i diritti costituzionali dei
    > cittadini non contano
    > nulla...

    se i diritti fondamentali non vengono garantiti allora uno ha tutto il "diritto" di sentirsi autorizzato, in caso di estromissione dalla rete, di accedere (via Wi-Fi o altri mezzi) alla stessa connessione del lobbista di turno che l'ha fatto incriminare, e sfruttarla per far valere il suo diritto [ora negato] come e quando gli pare.

    non si dovrebbe fare, lo so, ma visto che tanto i diritti costituzionali non sono garantiti...

    ecco, questa è la situazione che si viene a creare quando si dimostra di non voler garantire diritti che devono essere garantiti; una situazione dove ognuno si sente autorizzato a fare come gli pare. tanto che hai da perdere? niente, i tuoi diritti non te li avrebbero garantiti comunque, quindi chi te lo fa fare di rispettare quelli degli altri?
    non+autenticato
  • e' chiaro che se una nazione legittima l'hadopi, i 900 anni dopo la morte dell'ultimo dei co-autori, e tanti altri imbrogli, altre nazioni (e politici e giudici) si sentono legittimati a seguire l'infamia.
    Declinata sotto forme diverse. E questa -forse- non e' neanche delle peggiori. (sono peggio quelli che cancellano siti interi perche ci sono dei LINK o dei file inutili (.torrent) a qualcosa)
    non+autenticato