Mauro Vecchio

UE, nuovi tetti per il roaming

Annunciata una ulteriore riduzione delle tariffe in vigore. Le chiamate effettuate non potranno superare i 35 centesimi. Drastico calo dei prezzi relativi allo scambio di dati

Roma - "Questi nuovi massimali tariffari ridurranno temporaneamente i prezzi al dettaglio per le chiamate vocali effettuate e ricevute mentre ci si trova in un altro stato membro dell'UE". Così ha esordito l'attuale Commissario Europeo per l'Agenda Digitale Neelie Kroes, intervenuto ad annunciare un ulteriore calo delle tariffe legate al roaming internazionale.

A partire da oggi, tutti gli operatori di telefonia mobile dovranno dunque adeguarsi ai nuovi tetti massimi imposti dalle autorità del Vecchio Continente, nel tentativo di estirpare il fenomeno delle cosiddette bollette gonfiate. Le chiamate effettuate dovranno ora avere un costo limite di 35 centesimi al minuto - tasse escluse - contro i 39 centesimi imposti nel giugno 2010.

Anche il tetto per le chiamate in ricezione è stato abbassato di 4 centesimi, dagli iniziali 15 agli attuali 11. Rimasto invece invariato il costo massimo legato all'invio di un breve messaggio di testo: 13 centesimi, come fin dal 2009. Una riduzione ancora più corposa è stata poi prevista per lo scambio di dati, che appunto in roaming non potrà superare i 50 centesimi per MB, contro gli 80 attualmente previsti.
Questi nuovi massimali tariffari resteranno dunque in vigore fino al 30 giugno 2012, in attesa di ulteriori regolamentazioni da parte della stessa Unione Europea. L'obiettivo resta quello di arrivare al roaming zero - allineamento dei costi delle chiamate nazionali e internazionali - entro il 2015, come annunciato tempo fa dalla stessa Neelie Kroes.

"Occorre affrontare i problemi legati al roaming alla radice - ha spiegato il Commissario - mediante una strategia strutturale di lunga durata: per questo la Commissione si accinge a presentare nuove proposte globali per offrire soluzioni a lungo termine al problema fondamentale, ossia la mancanza di competitività sui mercati del roaming".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
11 Commenti alla Notizia UE, nuovi tetti per il roaming
Ordina
  • Il vero problema non e' tanto il roaming internazionale, e' il costo di delivery NAZIONALE per le chiamate ai cellulari.

    Di fatto dal mio ufficio pago di meno chiamando un cellulare australiano (!!!) che un cellulare H3G, questo perche' un operatore puo' addebitare cifre folli all'operatore del chiamante quando viene chiamato un "suo" numero.

    Operatori come H3G fanno tariffe per cui praticamente regalano il servizio al loro cliente e poi.... spolpano chi lo chiama con il costo di delivery.

    A questo dovrebbe essere posto un limite: se una telefonata da un tuo cliente a un altro tuo cliente costa in media X allora non puo' essere piu' di un terzo di X l'instradamento da un altro operatore al tuo cliente (un terzo per la gestione amministrativa del rapporto, un terzo per la rete da cui "esce" la chiamata e un terzo per quella in cui "entra").

    Regole simili esistono in altri paesi e danno un po' di trasparenza.

    Noi ci troviamo operatori che dicono "puoi chiamare a 1 centesimo al minuto", poi pero' non precisano che se ti chiama tua moglie da casa paga 80 centesimi al minuto.

    A.
  • Intanto in Italia è nata Tim Young:
    1000 sms vs tutti 1 GB internet
    a 6 euro mensili.

    Può essere attivata da tutti quelli che non hanno ancora compiuto 31 anni.A bocca aperta
    All'estero esiste qualcosa di simile?
    non+autenticato
  • All' estero con 25 euro al mese circa (alcune volt emeno circa 20 alcune volte piu' circa 40) ricevi cell gratis, 1GB di traffico (dopo di che la rete funziona ma piu' lenta), 250 min e non so quanti SMS
    non+autenticato
  • - Scritto da: Difensore
    > All' estero con 25 euro al mese circa (alcune
    > volt emeno circa 20 alcune volte piu' circa 40)
    > ricevi cell gratis, 1GB di traffico (dopo di che
    > la rete funziona ma piu' lenta), 250 min e non so
    > quanti
    > SMS

    Beh, una tariffa simile a quella che fa la Tre.
  • lo faranno facilmente... XD alzeranno i prezzi di tutte le tariffe nazionali
  • Se tutti gli operatori mobili operassero come mvno autorizzati nell'intera Unione Europea avremmo una concorrenza maggiore

    Ci vuole anche la possibilità di trasferire il numero verso ogni operatore europeo e un solo prefisso internazionale in modo da eliminare discriminazioni di prezzo in base al paese chiamato o alla posizione dove si genera o si riceve la chiamata.

    2015 non lontano ma preferirei avere queste cose al più presto.
    non+autenticato
  • 883 inum
    non+autenticato
  • - Scritto da: bla blah
    > 883 inum

    883 è il prefisso non legato a area geografica utilizzato per i numeri voip che se si parlano via internet non hanno costo ma se vengono chiamati da numeri legati a area geografica vengono tariffati alla tariffa più alta come se fossero chiamate tra paesi molto distanti.

    Per lo spazio geografico dell'Unione Europea esiste il 388 ma per non avere discriminazioni tariffarie occorrerebbe che la Commissione Europea imponesse che le chiamate verso questo prefisso non possono avere prezzi diversi dalle chiamate nazionali.
    Quindi sostituire tutti i prefissi nazionali con un solo prefisso della Unione Europea entro una data stabilita o alla data stabilita contribuisce ad abbassare i prezzi.

    Oltre che per il mobile anche per i numeri fissi si dovrebbe avere libertà di spostarli in ogni area, si potrebbe cominciare in Italia con la riduzione ad aree regionali, se il problema è sostituire le centrali degli operatori in modo che le zone pronte possano offrire questo servizio ma l'obiettivo è eliminare i prefissi che indicano aree ma avere un solo grande mercato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nick sack
    > ma il traffico dati?

    "Una riduzione ancora più corposa è stata poi prevista per lo scambio di dati, che appunto in roaming non potrà superare i 50 centesimi per MB, contro gli 80 attualmente previsti."

    Quello che non mi torna è che attualmente con H3G mi costa 2 euro al MB.
    Teo_
    2644
  • - Scritto da: Teo_
    > - Scritto da: nick sack
    > > ma il traffico dati?
    >
    > "Una riduzione ancora più corposa è stata poi
    > prevista per lo scambio di dati, che appunto in
    > roaming non potrà superare i 50 centesimi per MB,
    > contro gli 80 attualmente
    > previsti."
    >
    > Quello che non mi torna è che attualmente con H3G
    > mi costa 2 euro al
    > MB.
    Tim costa 5 euro per 50 MB,
    oppure 2 euro per 10 MB (giornalieri o settimanali, a scelta).
    non+autenticato