Claudio Tamburrino

Italia, la notte degli Anonymous

Identificate dalla Polizia più di 30 persone collegate con il gruppo e ritenute responsabili degli attacchi subiti da alcuni siti istituzionali e aziendali italiani. Identificato un cosiddetto "leader"

UPDATE Modificato il terzo paragrafo per includere le informazioni diffuse nel pomeriggio dalla polizia ticinese.

Roma - La Polizia Italiana ha identificato quelli che ritiene i vertici delle propagini nostrane del gruppo Anonymous.

L'operazione, soprannominata Secure Italy, condotta dagli investigatori del Centro Nazionale Anticrimine Informatico (CNAIPIC) della Polizia delle Comunicazioni coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma, ha visto 32 perquisizioni in Italia e una in Svizzera con l'aiuto della Polizia Cantonale ticinese, e alla fine la denuncia di 3 persone.
Tra questi sarebbe stato indicato come promotore, qualcuno parla proprio di capo del gruppo di hacktivisti, un 26enne italiano residente nel Canton Ticino che usava in rete il nickname phre, che nulla pare abbia a che fare con il suo vero nome (contrariamente a quanto detto in mattinata): le forze dell'ordine svizzere sarebbero entrate nella sua abitazione all'alba per perquisire le macchine da cui sarebbero stati gestiti, secondo le forze dell'ordine, gli attacchi.

In totale le persone coinvolte nelle indagini sarebbero 36, tra cui alcuni minorenni: tutti sarebbero con diversi gradi legati ai recenti attacchi informatici che hanno preso di mira nell'Operazione Italia i siti istituzionali di Camera, Senato, Palazzo Chigi e Agcom e quelli di aziende come Eni, Finmeccanica e Unicredit. Il rischio per loro, tuttavia, non è l'arresto ma probabilmente una causa civile intentata dalle "vittime".

Gli arresti e le perquisizioni coincidono peraltro con l'agitazione della Rete italiana nei confronti della nuova delibera Agcom che rischia, secondo parte degli osservatori, di costituire un bavaglio per la rete italiana e che avrebbe potuto spingere verso ulteriori azioni gli Anonymous italiani. Anche per questo le autorità si sono premurate di sottolineare che non si tratta di perseguire i reati di opinione, ma solo i danni causati che sarebbero ingenti anche se la politica delle aziende colpite è quella di non rivelare nulla.

Il Ministero degli Interni ha comunque invocato massima allerta dopo l'operazione Secure Italy che potrebbe innescare reazioni da parte del resto degli Anonymous internazionali.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàApple, Fox e Florida le ultime vittime AntiSecMentre l'account Twitter di Fox annunciava la morte del Presidente Obama, un server Apple senza nessun dato degli utenti veniva violato, così come il registro elettorale della Florida
  • AttualitàContrappunti/ Non credo a Calabròdi M. Mantellini - Può un authority con lance spuntate farsi largo e ordine su una questione ampia e complicata come il diritto d'autore in Rete? Può questa Agcom riuscire a fare gli interessi dei tutelati? Ovvero i cittadini?
203 Commenti alla Notizia Italia, la notte degli Anonymous
Ordina
  • Ma nessuno si concentra sul fatto di quante aziende, anche fra le più importanti in Italia, abbiano dei sistemi esterni e dei processi interni così insicuri che anche dei ragazzini possono bucare?

    Come facciamo a continuare a credere a tali aziende? Quali sono i processi interni che sovraintendono la security? Dove è il limite? Forse investire sulla security costa più del danno di essere bucati?

    Questi degli anonymous dovrebbero essere premiati per il fatto di mettere in luce: A) quanto sia imporante la sicurezza, B) quanto siano insicuri i nostri dati
    non+autenticato
  • Anzi aggiungo: la Polizia dovrebbe, come prima cosa, presentarsi in queste aziende/enti (di cui molti pubblici, quindi pagati con i nostri soldi) bucati così facilmente a fare il quanto grado ai responsabili IT e della security, verificare i sistemi, aggiornare i software, verificare le policy, ...
    non+autenticato
  • ma se invece andassero in Parlamento? li c'è pieno di cose da fare
    non+autenticato
  • Può darsi ma in parlamento ci sono poche persone mentre se fai la somma di quanti posti vengono occupati da persone incapaci in tutte queste aziende ... vedrai che i numeri sono immensamente più grandi.

    Sono tutte aziende i cui vertici sono "nominati" e le cui seconde/terze linee dirigenziali sono "portate" dai "nominati" i quali "portati" a loro volta "porteranno" altri "portati"

    In tutte queste anziende vi sono i nostri (cioè dei cittadini) dati. Ed i nostri dati sono importanti, ed è importante che vengano tenuti nel più grande rispetto in ogni loro forma o transazione.
    non+autenticato
  • non hanno rubato niente..hanno bloccato il servizio.

    non si discute il concetto, si discute che uno scolaretto che non darebbe uno schiaffo nemmeno ad una mosca venga trattato come un pericolossiSSSSimo criminale....

    mentre quelli veri vengono trattati come pashà e comanano pure
    non+autenticato
  • - Scritto da: abracadabra
    > non hanno rubato niente..hanno bloccato il
    > servizio.
    >
    cioè come se avessero versato colla nelle serrature per impedire l'apertura dell'ufficio o del negozio. In ogni caso è stato cagionato un danno.

    > non si discute il concetto, si discute che uno
    > scolaretto che non darebbe uno schiaffo nemmeno
    > ad una mosca venga trattato come un
    > pericolossiSSSSimo
    > criminale....
    >
    guarda callisto tanzi non ha mai fatto del male ad una mosca e non lo vedo nelle poste a fregare la pensione alla vecchiette con minacce e percosse, eppure...

    > mentre quelli veri vengono trattati come
    > pashà e comanano
    > pure

    se devi rubare, ruba almeno da pagarti un buon avvocato A bocca storta
  • se bloccavano il sito del PD non succedeva niente..
    di mezzo c'e chi sai tu.

    e non fare esempi scemi, per colpa di Tanzi migliaia di famiglie si sono rovinate la vita e hanno fatto la fame e LUI LO SAPEVA...

    torna a giocare a pac-man e pensa al GF 2012..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eros
    > Anzi aggiungo: la Polizia dovrebbe, come prima
    > cosa, presentarsi in queste aziende/enti (di cui
    > molti pubblici, quindi pagati con i nostri soldi)
    > bucati così facilmente a fare il quanto
    > grado ai responsabili IT e della security,
    > verificare i sistemi, aggiornare i software,
    > verificare le policy,
    > ...

    Posso fare una domanda scema?
    Con quali competenze verificherebbero i suddetti sistemi?
  • - Scritto da: Eros
    > Ma nessuno si concentra sul fatto di quante
    > aziende, anche fra le più importanti in
    > Italia, abbiano dei sistemi esterni e dei
    > processi interni così insicuri che anche dei
    > ragazzini possono
    > bucare?
    >
    > Come facciamo a continuare a credere a tali
    > aziende? Quali sono i processi interni che
    > sovraintendono la security? Dove è il
    > limite? Forse investire sulla security costa
    > più del danno di essere
    > bucati?
    >
    > Questi degli anonymous dovrebbero essere premiati
    > per il fatto di mettere in luce: A) quanto sia
    > imporante la sicurezza, B) quanto siano insicuri
    > i nostri
    > dati

    Bucare ok, ma un DDoS come pensi di fermarlo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Eros
    > Ma nessuno si concentra sul fatto di quante
    > aziende, anche fra le più importanti in
    > Italia, abbiano dei sistemi esterni e dei
    > processi interni così insicuri che anche dei
    > ragazzini possono
    > bucare?

    Fai prima a contare quelle che li hanno messi in sicurezza, cosi', almeno ti bastano le dita di due mani (non tutte, ovviamente).

    > Come facciamo a continuare a credere a tali
    > aziende? Quali sono i processi interni che
    > sovraintendono la security? Dove è il
    > limite? Forse investire sulla security costa
    > più del danno di essere
    > bucati?

    Finche' tutti i reparti IT vengono sub-sub-sub appaltati a dei cocopro un tanto al chilo, che risultati pretendi di ottenere?

    > Questi degli anonymous dovrebbero essere premiati
    > per il fatto di mettere in luce: A) quanto sia
    > imporante la sicurezza, B) quanto siano insicuri
    > i nostri dati

    E c'era bisogno degli annymous?
    Sono anni che diciamo queste cose, anche qui sul forum di PI.

    Tutte le volte che in passato qualcuno ha provato a mettere in evidenza le vulnerabilita' nei sistemi aziendali, invece dei ringraziamenti si e' beccato diffide, e questo e' il risultato.
  • - Scritto da: panda rossa
    > E c'era bisogno degli annymous?

    A quanto pare sì ...

    > Sono anni che diciamo queste cose, anche qui sul
    > forum di
    > PI.

    ... finché ce le diciamo fra noi ...


    > Tutte le volte che in passato qualcuno ha provato
    > a mettere in evidenza le vulnerabilita' nei
    > sistemi aziendali, invece dei ringraziamenti si
    > e' beccato diffide, e questo e' il
    > risultato.

    ... Tipico. Purtroppo.
    non+autenticato
  • In uno stato dove il re di tutte le frodi è capo del governo, dove un buon numero dei suoi sudditi è indagato, dove un buon numero di elettori non conosce la storia, dove un buon numero di figli di elettori vuole diventare calciatore e velina.......

    ma cosa vi aspettate???????

    questi ragazzetti è gia assai se sono sensibili ai problemi del mondo..dovrebbero dirgli bravi, non per il gesto ma perchè usano il cervello non solo per farsi le pippe.

    Un bel esame di coscienza i nostri politici dovrebbero farselo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: abracadabra

    > Un bel esame di coscienza i nostri politici
    > dovrebbero
    > farselo...

    E se lo stanno facendo... giungendo alla conclusione che c'e' in giro gente non ancora lobotomizzata al punto giusto e quindi stanno provvedendo alla bisogna.
    Che cosa credevi?
  • ma su canale5 che c'è stasera?

    PS: mi hanno peccato.


    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • beccato...che tristezza
    non+autenticato
  • http://www.corecomitalia.it/?p=2810

    Per la reda: credo che la cosa meriti un suo articolo.
    A proposito: io personalmente alle coincidenze non ci credo per niente.
    non+autenticato
  • da ieri mattina sono diventato un anonymous, è entrata la polizia con un mandato di perquisizione a casa della mia ragazza sequestrando tutto (anche un computer comprato dopo il 13 febbraio, giorno nel quale "avrei intentato l'attacco"), mi hanno chiamato minacciando di indagare/denunciare tutta la famiglia della mia ragazza se non avessi detto la verità, ovviamente la mamma della mia ragazza è arrabbiata con me, non con il PM che ha firmato questa porcata, ora tutti credono che io sia un "criminale informatico" con l'unica colpa di aver usato la sua connessione a Internet. Siamo veramente un paese di buffoni e bigotti, la madre della mia ragazza non può usare il suo computer nuovo e io rischio di essere indagato...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco Nalon
    > da ieri mattina sono diventato un anonymous,
    > è entrata la polizia con un mandato di
    > perquisizione a casa della mia ragazza
    > sequestrando tutto (anche un computer comprato
    > dopo il 13 febbraio, giorno nel quale "avrei
    > intentato l'attacco"), mi hanno chiamato
    > minacciando di indagare/denunciare tutta la
    > famiglia della mia ragazza se non avessi detto la
    > verità, ovviamente la mamma della mia
    > ragazza è arrabbiata con me, non con il PM
    > che ha firmato questa porcata, ora tutti credono
    > che io sia un "criminale informatico"
    > con l'unica colpa di aver usato la sua
    > connessione a Internet. Siamo veramente un paese
    > di buffoni e bigotti, la madre della mia ragazza
    > non può usare il suo computer nuovo e io
    > rischio di essere indagato...

    E perche' pensi siano venuti da te ? Che accuse hanno presentato ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Marco Nalon
    > > da ieri mattina sono diventato un anonymous,
    > > è entrata la polizia con un mandato
    > di
    > > perquisizione a casa della mia ragazza
    > > sequestrando tutto (anche un computer
    > comprato
    > > dopo il 13 febbraio, giorno nel quale
    > "avrei
    > > intentato l'attacco"), mi hanno
    > chiamato
    > > minacciando di indagare/denunciare tutta la
    > > famiglia della mia ragazza se non avessi
    > detto
    > la
    > > verità, ovviamente la mamma della
    > mia
    > > ragazza è arrabbiata con me, non
    > con il
    > PM
    > > che ha firmato questa porcata, ora tutti
    > credono
    > > che io sia un "criminale
    > informatico"
    > > con l'unica colpa di aver usato la sua
    > > connessione a Internet. Siamo veramente un
    > paese
    > > di buffoni e bigotti, la madre della mia
    > ragazza
    > > non può usare il suo computer nuovo
    > e
    > io
    > > rischio di essere indagato...
    >
    > E perche' pensi siano venuti da te ? Che accuse
    > hanno presentato
    > ?

    Semplice! Il soggetto aveva un computer, un oggetto atto a compiere crimini che lo ha reso repentinamente sospetto!A bocca aperta
    non+autenticato
  • Usava Linux e aveva installato nmap.


    > E perche' pensi siano venuti da te ? Che accuse
    > hanno presentato
    > ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marco Nalon
    > con l'unica colpa di aver usato la sua
    > connessione a Internet.

    Dipende per cosa l'hai usata...
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Marco Nalon
    > > con l'unica colpa di aver usato la sua
    > > connessione a Internet.

    > Dipende per cosa l'hai usata...

    Appunto, e a quanto dice l'articolo le accuse sono piuttosto inconsistenti.
    krane
    22544
  • - Scritto da: Marco Nalon
    > da ieri mattina sono diventato un anonymous,
    > è entrata la polizia con un mandato di
    > perquisizione a casa della mia ragazza
    > sequestrando tutto (anche un computer comprato
    > dopo il 13 febbraio, giorno nel quale "avrei
    > intentato l'attacco"), mi hanno chiamato
    > minacciando di indagare/denunciare tutta la
    > famiglia della mia ragazza se non avessi detto la
    > verità, ovviamente la mamma della mia
    > ragazza è arrabbiata con me, non con il PM
    > che ha firmato questa porcata, ora tutti credono
    > che io sia un "criminale informatico"
    > con l'unica colpa di aver usato la sua
    > connessione a Internet. Siamo veramente un paese
    > di buffoni e bigotti, la madre della mia ragazza
    > non può usare il suo computer nuovo e io
    > rischio di essere
    > indagato...

    dovremo crederci?
    non+autenticato
  • Le accuse presentate sono dei tentativi di connessione anomala al sito www.governo.it, se non hai voglia di crederci non so che dirti, io so di non far parte di anonymous, non ho avuto accesso al canale irc di anonymous, non ho cercato di bucare il sito del governo e spero che dopo le analisi sul mio computer almeno mi chiedano scusa...Mi da solo fastidio che arrivino così dal nulla dopo 5 mesi (se fossero stati sicuri che sia uno di anonymous mi avrebbero già denunciato).

    E se non hanno denunciato neanche gli altri, ho seri dubbi sul fatto che centrino tutti qualcosa...
    Spero inoltre che l'istanza di dissequestro urgente venga accolta in breve periodo, visto che con il computer la madre della mia ragazza ci lavora...
    non+autenticato
  • Mi sono dimenticato la parte più bella.
    Il PM ha disposto il sequestro delle macchine per analizzarle vietando però di smontarle/aprirle...Quindi l'unica cosa che possono fare è una mezza analisi accendendole magari con una live...
    non+autenticato
  • se hai eseguito URL "malformed" di fatto e' un hacking ai fini legali perche' non c'e' alcun modo per cui tu possa averlo fatto per errore o per caso, non puoi fare un sql injection o lanciare uno script di scansione ad esempio per errore a meno che qualcuno avesse installato un bot remoto sul tuo pc ma ovviamente non mi sembra il caso quindi conclusione possono benissimo lanciare accuse ben precise contro di te.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Marcellus
    > a meno che qualcuno avesse installato un
    > bot remoto sul tuo pc ma ovviamente non mi sembra
    > il caso

    In base a che cosa non ti sembra il caso?
    Se il pc ha windows (cosa piu' che probabile visto che appartiene ad una madre), allora e' altrettanto probabile che sia infetto e controllato da una botnet.

    O non ti sembra il caso?

    > quindi conclusione possono benissimo
    > lanciare accuse ben precise contro di
    > te.

    Un PM puo' lanciare tutte le accuse che vuole.
    Le accuse pero' vanno anche provate, non basta lanciarle.

    (E la responsabilita' penale e' sempre personale, e prevede che l'azione sia stata fatta con dolo.)
  • Qualcuno mi spiega come sia possibile andare a rompere le scatole a 33 persone, ma alla fine indagarne solamente 3 ?
    Non che sia la prima volta, ma ste indagini come cavolo le svolgono?

    G.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gabriele
    > Qualcuno mi spiega come sia possibile andare a
    > rompere le scatole a 33 persone, ma alla fine
    > indagarne solamente 3 ?
    > Non che sia la prima volta, ma ste indagini come
    > cavolo le svolgono?
    > G.

    Senza parlare delle accuse poi...
    krane
    22544
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)