Alfonso Maruccia

Dropbox scivola sulle condizioni d'uso

Il discusso servizio di cloud storage inciampa ancora una volta sulle regole di utilizzo: prima pretende di avere un diritto divino nei confronti dei dati degli utenti, poi fa marcia indietro

Roma - Dropbox ancora una volta nella bufera: il popolare (e discusso) fornitore di servizi di "cloud storage", già accusato di pratiche di sicurezza scorrette e di inadeguatezza nel garantire la salvaguardia delle informazioni, deve ora fare i conti con una reazione negativa da parte dei suoi utenti dopo un'improvvida modifica in senso "padronale" dei termini di utilizzo del servizio.

La nuova vampata di polemiche sui pericoli e le illusioni dello storage remoto è scaturita dalle nuove condizioni di uso di Dropbox, in cui veniva specificato che la società si arrogava sostanzialmente il diritto di gestire, modificare, trasmettere, concedere e "subaffittare" i dati degli utenti a proprio totale piacimento.

Il prevedibile panico che ne è scaturito ha portato Dropbox a compiere un repentino dietrofront, a cui ha fatto seguito una ulteriore modifica delle condizioni di uso del servizio in cui è ora specificato in maniera chiara e diretta che la proprietà delle informazioni resta nelle mani dei netizen.
L'utente "resta proprietario dei suoi contenuti", recita la nuova policy di Dropbox mondata delle misure padronali, è "il solo responsabile per la sua condotta, il contenuto dei file e delle cartelle, e le comunicazioni con gli altri mentre utilizza il servizio". A Dropbox resta il diritto di gestire, modificare e maneggiare in totale libertà i dati, dice la policy, ma solo in funzione di somministrazione del servizio di cloud storage al meglio delle sue possibilità.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
25 Commenti alla Notizia Dropbox scivola sulle condizioni d'uso
Ordina
  • gli ho lasciato i miei dadi...che ne facciano un buon brodo
    non+autenticato
  • ...Dall'inglese:

    Drop: "abbandonare"

    Box: ?

    Quindi: "abbandonare nel Box" ?!

    con questo nome io non mi fiderei neanche di affidargli un pezzettino di carta con la lista della spesa.
  • - Scritto da: sentinel
    > ...Dall'inglese:
    >
    > Drop: "abbandonare"
    >
    > Box: ?
    >
    > Quindi: "abbandonare nel Box" ?!
    >
    > con questo nome io non mi fiderei neanche di
    > affidargli un pezzettino di carta con la lista
    > della
    > spesa.


    drop= lasciar cadere
    box= scatola

    quindi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: pietro
    > - Scritto da: sentinel
    > > ...Dall'inglese:
    > >
    > > Drop: "abbandonare"
    > >
    > > Box: ?
    > >
    > > Quindi: "abbandonare nel
    > Box"
    > ?!
    > >
    > > con questo nome io non mi fiderei neanche di
    > > affidargli un pezzettino di carta con la
    > lista
    > > della
    > > spesa.
    >
    >
    > drop= lasciar cadere
    > box= scatola
    >
    > quindi?

    lasciar cadere i tuoi dati nella loro scatola (e non solo nella loro...Occhiolino )
  • Prima di caricarli in dropbox.
    Anche i normali backup dovrebbero essere crittografati ma... vabbhe!!Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pessimismo e fastidio
    > Prima di caricarli in dropbox.
    > Anche i normali backup dovrebbero essere
    > crittografati ma... vabbhe!!
    >Con la lingua fuori

    Anche tutte le email aziendali andrebbero sempre crittografate... Come da consigli dell'unione europea dopo l'indagine su Echelon.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > Anche tutte le email aziendali andrebbero sempre
    > crittografate... Come da consigli dell'unione
    > europea dopo l'indagine su
    > Echelon.

    Ah, ah, ah, ricordo quando ho buttato lì quella frase in riunione con i colleghi e i capi del mio ufficio (tecnico / commerciale). Risultato? Sguardi straniti e battutine su chi mi credevo di essere, James Bond?A bocca aperta
    Nemmeno i nostri tecnici IT sembrano interessati, ma probabilmente sono rimasti scornati pure loro e da molto più tempo.
    Intanto tutta la corrispondenza della mia ditta con clienti e fornitori, ordini e offerte, continua a viaggiare via mail in chiaro...
    Funz
    12993
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: krane

    > > Anche tutte le email aziendali andrebbero
    > > sempre crittografate... Come da consigli
    > > dell'unione europea dopo l'indagine su
    > > Echelon.

    > Ah, ah, ah, ricordo quando ho buttato lì
    > quella frase in riunione con i colleghi e i
    > capi del mio ufficio (tecnico / commerciale).
    > Risultato? Sguardi straniti e battutine su
    > chi mi credevo di essere, James Bond?
    >A bocca aperta
    > Nemmeno i nostri tecnici IT sembrano interessati,
    > ma probabilmente sono rimasti scornati pure loro
    > e da molto più tempo.
    > Intanto tutta la corrispondenza della mia ditta
    > con clienti e fornitori, ordini e offerte,
    > continua a viaggiare via mail in
    > chiaro...

    Stessa esperienzaSorride A parte per le mie comunicazioni personali ovviamente.
    krane
    22544
  • Questi dei vostri dati fanno ciò che vogliono, perché VIVONO DI QUESTO.

    SVEGLIATEVI, TORDI!
    ruppolo
    33147
  • aggratis non si può pretendere nulla.
    sta all'utilizzatore decidere che file mettere per il sync, se ci metti un txt con le password della banca, non è colpa degli altri...
  • - Scritto da: ruppolo
    > Questi dei vostri dati fanno ciò che
    > vogliono, perché VIVONO DI
    > QUESTO.
    >
    > SVEGLIATEVI, TORDI!

    Hai ragione da vendere, sacripante!

    Ma ora tutti di corsa a condividere le ultime foto coi nostri amici su Facebook! E mi raccomando, non dimenticate di taggare le foto, di rispondere ai sondaggi e di comunicare a quali eventi parteciperete (e quando partecipate, fate il check-in!).

    E tutto comodamente dal vostro iPhone!

    --
    JackRackham
    non+autenticato
  • quindi ognuno si deve fare una piccola web farm in casa per poter far si che gli altri non si facciano gli affari propri?
    purtroppo facebook è "come qundo gli amici ti vengono a trovare e tu gli fai vedere le foto delle vacanze" e quindi è una cosa normale, però chi ci mette la piattaforma ci lucra. l'importante è che questa cosa si sappia, ma mi pare che di ignari ce ne siano a milioni, comunque è un concorso di colpa, fb non dice, l'ignaro non si informa e vive in un mondo fatato.
  • - Scritto da: lellykelly
    > quindi ognuno si deve fare una piccola web farm
    > in casa per poter far si che gli altri non si
    > facciano gli affari
    > propri?


    E perche` no?

    Se esistesse un sistema semplice, affidabile (incluso backup, manutenzione, ecc.) e possibilmente economico per farlo, quale sarebbe la controindicazione? (ci stiamo lavorando Occhiolino)

    Chiaro che fatto in casa, qualcosa spendi, mentre dropbox e` aggratis. Ma il compromesso e` sempre sul "quanto valuti la proprieta` (effettiva) dei tuoi dati".


    > purtroppo facebook è "come qundo gli
    > amici ti vengono a trovare e tu gli fai vedere le
    > foto delle vacanze"


    Non proprio.

    E` come far vedere le foto agli amici, e dare il permesso al tizio che ha stampato le foto di poter fare piu` o meno qualsiasi cosa (di legale, anche se non tutti rispettano le leggi, e anche se ci sarebbe da chiedersi "ma quali leggi?") con una copia delle tue foto.


    > e quindi è una cosa
    > normale, però chi ci mette la piattaforma ci
    > lucra. l'importante è che questa cosa si
    > sappia, ma mi pare che di ignari ce ne siano a
    > milioni, comunque è un concorso di colpa, fb
    > non dice, l'ignaro non si informa e vive in un
    > mondo
    > fatato.


    Peccato che ce ne siano talmente tanti, di questi gonzi...

    E quando l'amico tuo e` un gonzo, anche tu sei esposto. Volente o nolente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jack Rackham
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Questi dei vostri dati fanno ciò che
    > > vogliono, perché VIVONO DI
    > > QUESTO.
    > >
    > > SVEGLIATEVI, TORDI!
    >
    > Hai ragione da vendere, sacripante!
    >
    > Ma ora tutti di corsa a condividere le ultime
    > foto coi nostri amici su Facebook! E mi
    > raccomando, non dimenticate di taggare le foto,
    > di rispondere ai sondaggi e di comunicare a quali
    > eventi parteciperete (e quando partecipate, fate
    > il
    > check-in!).
    >
    > E tutto comodamente dal vostro iPhone!

    Bene bene, il GRANDE FRATELLO vi controlla!!!
  • contenuto non disponibile
  • Io ho risolto in altro modo: nell'area dropbox ho messo un file contenitore di truecrypt e lo monto automaticamente quando avvio il sistema.... andassero a leggere quelloSorride

    JC
  • contenuto non disponibile
  • Bhe considera che io parlo di una macchina quasi sempre accesa per cui l'aggiornamento in bg non lo vedo proprio.

    Comunque sto vedendo anche boxcripto proprio dopo averlo scoperto qui ma temo che sotto mac non sia utilizzabile... pero ancora non son certo...

    JC
  • Con EncFS riesco a ovviare abbastanza bene.
    Monto una cartella usando encfs all'interno di dropbox, al cui interno i file sono criptati e quando modifico un file sincronizzo solo quello
    non+autenticato