Claudio Tamburrino

Facebook, videochiamate contro Google+

Esordisce lo strumento sviluppato con Skype e Zuckerberg accenna alla concorrenza: Mountain View ha trovato la sua killer app sociale?

Facebook, videochiamate contro Google+Roma - È ufficiale l'esordio della videochat su Facebook, la "straordinaria funzionalità" preannunciata dal CEO Mark Zuckerber e implementata in collaborazione con Skype.

Mentre continua ad essere forte la richiesta e l'attenzione da parte degli utenti verso Google+, Facebook ha quindi deciso di non perder tempo e ha fatto esordire con la sua prima contromossa: la videochiamata integrata alla sua chat che sfrutta una versione di Skype ottimizzata per la piattaforma del social network.

Sarà possibile chiamare un proprio amico o attraverso la chat, oppure con l'apposito bottone per la chiamata che apparirà in alto a destra del profilo di un amico online. Sarà inoltre possibile, in caso di mancata risposta, lasciare un videomessaggio che comparirà nella posta.
Facebook ha inoltre fatto esordire l'opzione chat di gruppo: permette di aggiungere persone in chat o di sfruttare la funzionalità nei gruppi.

Il rapporto Skype-Facebook, peraltro, ha anche altri aspetti: da qualche settimana per gli utenti vi è la possibilità di commentare ed esprimere il proprio apprezzamento per uno status Facebook direttamente dal servizio VoiP. Resterà ora da verificare l'effetto dei 750 milioni di utenti di Facebook sulle capacità di Skype e la nuova opzione sulle performance della chat del social network, che solo nell'ultimo anno è riuscito a migliorare il servizio.

Sul fronte videochat, peraltro, Google+ sembra esser in vantaggio, almeno perché con il suo corrispettivo "Hangouts" garantisce la possibilità di videochiamate di gruppo.

In ogni caso, gli ultimi discorsi di Mark Zuckerber sembrano lanciare il guanto di sfida al nuovo tentativo sociale di Google: "Aziende che si concentrano su un solo aspetto saranno sempre meglio di quelle che fanno un po' tutto".

Il CEO di Facebook, d'altronde, ha avuto modo di studiare il nuovo servizio di Mountain View: è tra i primi iscritti quello con più contatti. Del meccanismo di funzionamento dei Circles, appreso dunque con l'utilizzo, ha criticato indirettamente la "condivisione asimmetrica": per Zuckerberg è di primaria importanza che tutti gli appartenenti di un gruppo si conoscano reciprocamente, come avviene con la biunivoca richiesta di amicizia e conferma di amicizia del suo Facebook, mentre Google Circles ha un sistema di condivisione asimmetrico, in cui solo il creatore di un gruppo conosce potenzialmente tutti i componenti di esso.

Google, peraltro, non resta a guardare le contromosse di Facebook senza agire: sembra che per accedere a Google+ non vi sia più bisogno di essere invitati da qualcuno. L'accesso resta comunque non privo di ostacoli: si rischia rimanere fuori in quanto l'accettazione di nuovi utenti rimane legata a un numero massimo di nuovi account attivabili al giorno.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
42 Commenti alla Notizia Facebook, videochiamate contro Google+
Ordina
  • Nonostante l'immenso hype, dopo una settimana di uso Google+ sembra essere già defunto.
    All'inizio tutti postavano e provavano le feature. Poi piano piano si sono accorti che è un clone di Facebook (sebbene implementato molto meglio) e non avevano voglia di tenere 2 tab aperti e postare le stesse cose di qua e di là.
    Visto che tutti gli amici non si sposteranno in massa su G+ (a parte i pochi geek), alla fine non ha senso. Un social network ha bisogno di utenti.

    Vedremo dopo il lancio pubblico ma ho seri dubbi...
    non+autenticato
  • E' un pò difficile spostare tutti gli amici li, se gli inviti sono limitati...
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Homer J.
    > Nonostante l'immenso hype, dopo una settimana di
    > uso Google+ sembra essere già
    > defunto.

    IYMO. IMHO invece è molto ricco di contenuti, ovviamente non solo forniti da Google. Ci sono già utenti che lo utilizzano efficacemente e che mi interessa seguire. Questo mi è sufficiente per restare su G+.

    > All'inizio tutti postavano e provavano le
    > feature. Poi piano piano si sono accorti che
    > è un clone di Facebook (sebbene implementato
    > molto meglio) e non avevano voglia di tenere 2
    > tab aperti e postare le stesse cose di qua e di
    > là.

    Improbabile che chi è già in G+ sia così assiduo frequentatore di Facebook: tanti vi sono migrati proprio perché Facebook-haters (come me in parte) e perché volevano effettivamente qualcosa di diverso. O almeno di più esclusivo, cosa che tuttora è assolutamente. (Del genere che non sentono la nostalgia di "Tizio che conosci appena ha appena lanciato il pinguino 1148 metri!
    apps.facebook.com" oppure "Altro tizio di cui non ti frega proprio niente ha espanso il suo Zoo privato e ora può ottenere più animali esotici. Vuole condividere animali extra con i membri della sua famiglia. Incassa subito il tuo bonus.")


    > Visto che tutti gli amici non si sposteranno in
    > massa su G+ (a parte i pochi geek), alla fine non
    > ha senso. Un social network ha bisogno di
    > utenti.

    E se i geek bastassero? Non a Google, ma agli utenti di G+? Se rimane così comunque continuerò a frequentarlo, e spero anche quelli che già adesso lo frequentano. Se Google continuerà ad investirci, senza disperdersi in altri social progetti, man mano si popolerà.
  • - Scritto da: histor91

    > IYMO. IMHO invece è molto ricco di
    > contenuti, ovviamente non solo forniti da Google.
    > Ci sono già utenti che lo utilizzano
    > efficacemente e che mi interessa seguire. Questo
    > mi è sufficiente per restare su
    > G+.

    Bhà... a me non funziona nemmeno il "+1"...

    > Improbabile che chi è già in G+ sia
    > così assiduo frequentatore di Facebook:
    > tanti vi sono migrati proprio perché
    > Facebook-haters (come me in parte) e perché
    > volevano effettivamente qualcosa di diverso. O
    > almeno di più esclusivo, cosa che tuttora
    > è assolutamente. (Del genere che non sentono
    > la nostalgia di "Tizio che conosci appena ha
    > appena lanciato il pinguino 1148
    > metri!
    > apps.facebook.com" oppure "Altro tizio
    > di cui non ti frega proprio niente ha espanso il
    > suo Zoo privato e ora può ottenere più
    > animali esotici. Vuole condividere animali extra
    > con i membri della sua famiglia. Incassa subito
    > il tuo
    > bonus.")

    Con facebook puoi fare in modo che questi commenti non appaiano, vedremo su google+, se e quando sarà più incasinato... per il momento è esclusivo perché popolato solo dai geek che hanno ricevuto un invito.

    > E se i geek bastassero? Non a Google, ma agli
    > utenti di G+? Se rimane così comunque
    > continuerò a frequentarlo, e spero anche
    > quelli che già adesso lo frequentano. Se
    > Google continuerà ad investirci, senza
    > disperdersi in altri social progetti, man mano si
    > popolerà.

    Vedremo quando sarà più frequentato se varrà la pena.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ziovax
    > Bhà... a me non funziona nemmeno il "+1"...

    Di tutti i bug che sono stati segnalati, del +1 nessuno ha mai lamentato niente. Sarà che saprai usarloDeluso

    > Con facebook puoi fare in modo che questi
    > commenti non appaiano, vedremo su google+, se e
    > quando sarà più incasinato... per il momento è
    > esclusivo perché popolato solo dai geek che hanno
    > ricevuto un
    > invito.

    Come fai ad impedire post irritanti sullo stream di Facebook? C'è la funzione "blocca commenti bimbiminkia" che li seleziona per te?

    > Vedremo quando sarà più frequentato se varrà la
    > pena.

    Puoi già entrare (dandoti un po' da fare) e testare già il prodotto. Io lo uso anche se ci sono ancora pochissime persone che conosco (solo 3), grazie alle tante altre persone che scrivono post interessanti e che puoi seguire liberamente (non c'è da chiedere alcuna amicizia).
  • WOW! Sei in possesso dei dati di utilizzo di un servizio che è solo in fase pilota! Ma chi sei! Larry Page???
    O forse, più semplicemente, sei un ROSICONE-FACEBOOKIANO?
    Io voto per quest'ultima.
    non+autenticato
  • non mi piace più la chat di facebook, perchè non rispetta la privacy,,,,,se qualcuno per sbaglio entra nel profilo può vedere con chi si è chattato più di frequente...oltre al fatto che tutto quello che succede in chat viene ritrasmesso nei messaggi,,,,,,è una cosa incasinata,,,penso che le cose debbano essere fatte per migliorare un servizio, non per complicarlo,,,,,non era necessaria una video chat,,,già esiste skipe per questo,,,pensiamo ai milioni di utenti minorenni all'uso improprio che ne possono fare....penso che la chat debba ritornare come era prima,,,,,andava benissimo,,,tanti saluti
    non+autenticato
  • - Scritto da: anto stella
    > non mi piace più la chat di facebook,
    > perchè non rispetta la privacy,,,,,se
    > qualcuno per sbaglio entra nel profilo può
    > vedere con chi si è chattato più di
    > frequente...oltre al fatto che tutto quello che
    > succede in chat viene ritrasmesso nei
    > messaggi,,,,,,è una cosa incasinata,,,penso
    > che le cose debbano essere fatte per migliorare
    > un servizio, non per complicarlo,,,,,non era
    > necessaria una video chat,,,già esiste skipe
    > per questo,,,pensiamo ai milioni di utenti
    > minorenni all'uso improprio che ne possono
    > fare....penso che la chat debba ritornare come
    > era prima,,,,,andava benissimo,,,tanti
    > saluti

    Punteggiatura obrobriosa a parte, il salvataggio delle chat nei messaggi è sempre stato problematico e poco chiaro: per molto tempo ho pensato, a torto, che la chat fosse messaggistica istantanea e per questo cancellata alla fine della conversazione.

    Per quanto riguarda i minorenni: pensa cosa potranno fare con Hangouts!Con la lingua fuori

    Comunque concordo: su Facebook la videochiamata non mi pareva una funzione da implementare urgentemente! Non è necessario avere G+ per farlo, si può anche con Skype e Gtalk. Potevano risparmiarsi un'implementazione improvvisata e disastrosa e testarla meglio, aspettando il tempo necessario.
  • "per Zuckerberg è di primaria importanza che tutti gli appartenenti di un gruppo si conoscano reciprocamente, come avviene con la biunivoca richiesta di amicizia e conferma di amicizia del suo Facebook, mentre Google Circles ha un sistema di condivisione asimmetrico, in cui solo il creatore di un gruppo conosce potenzialmente tutti i componenti di esso."
    Ma se con la nuova chat di gruppo,un componente del gruppo puà invitare amici che non è detto abbiano gli altri componenti della chat?????
    non+autenticato
  • m$ ha yahoo, skype, tra un po' pure facebook...
    google ha youtube, gmail (mavà), e altro che non so.
    apple twitta.
    esiste una maniera di comunicare aggratise non controllata da dei brutti e cattivi???
  • eh, ma chi li conosce... (però se non si diffonde la voce... grazie)
  • jabber è usato da google per esempio.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: lellykelly
    > esiste una maniera di comunicare aggratise non
    > controllata da dei brutti e
    > cattivi???

    eh... credo di no!
    non+autenticato
  • - Scritto da: lellykelly
    > m$ ha yahoo, skype, tra un po' pure facebook...
    > google ha youtube, gmail (mavà), e altro che
    > non
    > so.
    > apple twitta.
    > esiste una maniera di comunicare aggratise non
    > controllata da dei brutti e
    > cattivi???

    Segnali di fumo.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)