Mauro Vecchio

Copyright, Spagna e siti di indexing

Infuria nei tribunali di Barcellona la lotta tra signori del diritto d'autore e quei siti votati all'archiviazione di link verso contenuti illeciti. Mentre Elrincondejesus si becca una multa, Index-web viene assolto

Roma - Era il marzo dello scorso anno quando gli alti rappresentanti della Sociedad General de Autores y Editores (SGAE) - in breve, la SIAE spagnola - scatenavano un'agguerrita crociata legale contro Jesus Guerra, responsabile del sito di indexing Elrincondejesus.com. Un più che corposo insieme di link, sulla piattaforma di Guerra per indirizzare gli utenti verso contenuti accessibili sia a mezzo torrent che via eMule.

Un tribunale di Barcellona aveva successivamente assolto il sito, sottolineando come un pacchetto di indirizzi web non costituisse una violazione del diritto d'autore. In aggiunta, lo stesso gestore della piattaforma aveva dichiarato di non aver mai tratto profitto dalle attività di indexing, data la totale assenza di pubblicità sul sito. I vertici di SGAE si erano subito preparati per ricorrere in appello.

Dopo un anno esatto, una corte d'appello della città catalana aveva dato ragione ai detentori dei diritti, stabilendo una sanzione pecuniaria di 3,500 euro circa per Elrincondejesus.com. Il sito di Guerra aveva messo comunque a disposizione del pubblico una serie di opere protette dal diritto d'autore, ospitate su piattaforme come Megaupload e RapidShare.
La sentenza in appello mobilitava ancora una volta i rappresentanti legali di Guerra, in attesa di un'altra decisione circa le attività online di un sito simile a Elrincondejesus.com. Lo stesso tribunale di Barcellona ha ora assolto anche il sito Index-web.com, ritornando su un principio giuridico più volte applicato in terra iberica (si veda il caso Rojadirecta): il mero accorpamento di link non costituisce violazione diretta del copyright.

Una decisione che potrebbe ostacolare i piani della cosiddetta Ley Sinde, che in Spagna vorrebbe introdurre il blocco di tutti quei siti colti in violazione del diritto d'autore. Le autorità statunitensi non hanno esitato a chiudere i domini .com e .org di Rojadirecta, sito di indexing sportivo già dichiarato innocente da due corti di Madrid.

I legali di Guerra - Javier de la Cueva e David Bravo - hanno ora sottolineato come quella su Index-web.com sia una sentenza cruciale per assolvere una volta per tutte gli spazi online votati all'archiviazione dei link. Su questa base verrà gettato il prossimo ricorso per conto di Elrincondejesus.com, nel tentativo di non pagare i 3.500 euro di multa chiesti dalla corte d'appello di Barcellona.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàCopyright, non aprite quel sigilloIl governo di Washington ha chiesto ad una corte di New York di respingere il contropiede legale del sito di indexing sportivo Rojadirecta. Restituire i domini .com e .org porterebbe a nuove pericolose violazioni del diritto d'autore
  • AttualitàKino.to, pioggia di arresti sui link illecitiUna massiva operazione di polizia ha portato all'arresto di 13 operatori della piattaforma tedesca, descritta come una vera e propria organizzazione criminosa. Chiuse le attività del sito di indexing di link al P2P
  • AttualitàSpagna, saracinesche sul file sharing?Al Congreso si discuterà di una modifica sostanziale all'attuale legge sui servizi della società dell'informazione. La tutela della proprietà intellettuale giustificherà l'interruzione delle attività di un sito web
15 Commenti alla Notizia Copyright, Spagna e siti di indexing
Ordina
  • ..milioni di utenti.
    A parte la schizofrenia totale dei tribunali, che sono stritolati dal seguire una volta la logica/il buonsenso e l'altra lobbisti (travestiti o meno da politici), NESSUNO potra' mai accettare l'imbroglio costantemente perpetrato di definire un http link, un file .torrent , un magnet link , una VIOLAZIONE DI COPYRIGHT! Il copyright di chi??? del W3C? della bittorrent, inc?? Questo imbroglio io lo trovo insopportabile.

    Mai in nessun modo una manciata di byte cosi scritti <A href="http://www.w3.org/>; W3C Web site </A> potra' violare chichessia copyright.
    Ne mai in nessun modo un file binario di 3Kbyte formattato secondo le specifiche bittorrent potra' violare chichessia copyright.
    E' una immane distorsione e presa per il gulo costante, che fa solo incazzare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > ..milioni di utenti.
    > A parte la schizofrenia totale dei tribunali, che
    > sono stritolati dal seguire una volta la
    > logica/il buonsenso e l'altra lobbisti
    > (travestiti o meno da politici), NESSUNO potra'
    > mai accettare l'imbroglio costantemente
    > perpetrato di definire un http link, un file
    > .torrent , un magnet link , una VIOLAZIONE DI
    > COPYRIGHT! Il copyright di chi??? del W3C? della
    > bittorrent, inc?? Questo imbroglio io lo trovo
    > insopportabile.

    Si tratta di favoreggiamento, specie nella fattispecie del torrent che contendo un codice hash è pensato inequivocabilmente per un tipo unico di file ad esso associato. Mentre un tempo con napster uno poteva dire ho cercato "I love you" una canzone non coperta da diritto d'autore e per sbaglio ho scaricato "I love you" di tal cantante XYZ il cui brano è sotto coyright, ecco questo con i torrent non può accadere.
    Quindi se su un sito ci sono migliaia di questi torrent messi lì con tanto di descrizione c'è poco da stupirsi che poi parta un'indagine.

    Tu dirai: ma allora chiudiamo Google, Bing, chiudiamo Internet!
    E io ti dico: ok
    non+autenticato
  • >Mentre un tempo con napster uno poteva dire ho cercato "I love you" una
    >canzone non coperta da diritto d'autore e per sbaglio ho scaricato "I love
    >you" di tal cantante XYZ il cui brano è sotto coyright, ecco questo con i
    >torrent non può accadere.
    >Quindi se su un sito ci sono migliaia di questi torrent messi lì con tanto
    >di descrizione c'è poco da stupirsi che poi parta un'indagine.
    In realtà ora succede anche questo, sugli ultimi client torrent ci sono sistemi di ricerca piuttosto efficaci...
    non+autenticato
  • I link sono diversi dai contenuti linkati.

    > Tu dirai: ma allora chiudiamo Google, Bing,
    > chiudiamo Internet!
    > E io ti dico: ok

    Ecco, appunto, da questa affermazione si capisce tutto...

    Mi fa venire in mente quando dichiarato da un ex-presidente di univideo (unione italiana editoria audiovisiva, associazione di categoria aderente a confindustria), secondo il quale:
    Internet in fondo non serve all'Umanità e non serve al Mondo

    Da 01:23

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
    > I link sono diversi dai
    > contenuti
    > linkati.
    >
    > > Tu dirai: ma allora chiudiamo Google, Bing,
    > > chiudiamo Internet!
    > > E io ti dico: ok
    >
    > Ecco, appunto, da questa affermazione si capisce
    > tutto...
    >
    > Mi fa venire in mente quando dichiarato da un
    > ex-presidente di univideo (unione italiana
    > editoria audiovisiva, associazione di categoria
    > aderente a confindustria), secondo il
    > quale:
    > Internet in fondo non serve
    > all'Umanità e non serve al Mondo

    >
    >
    > Da 01:23
    >
    > ABOLIRE IL COPYRIGHT
    >
    > Pirata

    Lo ricordo, sembra un discorso impeccabile.
    non+autenticato
  • >> Mi fa venire in mente quando dichiarato da un
    >> ex-presidente di univideo (unione italiana
    >> editoria audiovisiva, associazione di
    >> categoria aderente a confindustria),
    >> secondo il quale:
    >> Internet in fondo non serve all'Umanità
    >> e non serve al Mondo
    >>
    >> Da 01:23


    > sembra un discorso impeccabile.

    No, no, non sembra neanche, è proprio un'assurdità.

    ABOLIRE IL COPYRIGHT


    Pirata
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
    > > Tu dirai: ma allora chiudiamo Google, Bing,
    > > chiudiamo Internet!
    > > E io ti dico: ok
    >
    > Ecco, appunto, da questa affermazione si capisce
    > tutto...

    "ma come facciamo a capire quali sono gli innocenti,
    e quali gli eretici da bruciare?"
    "uccideteli tutti, Dio distinguera' i suoi"

    Mauro
  • Mi spieghi cosa starei violando ?

    011011010110100101100011011100100110111101110011011011110110011001110100 = 7170403

    sequenza binaria = equivalente decimale.


    Saluti
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco
    > Mi spieghi cosa starei violando ?
    >
    > 01101101011010010110001101110010011011110111001101
    >
    > sequenza binaria = equivalente decimale.
    >
    >
    > Saluti

    Certo e allora? Una sequenza di 0 e di 1 che copia un file coperto da diritto d'autore.
    Altrimenti uno ti può sfasciare l'auto e dire: ma erano solo una serie di atomi con una determinata struttura. Quale è il problema?
    non+autenticato
  • > Altrimenti uno ti può sfasciare l'auto e dire: ma
    > erano solo una serie di atomi con una determinata
    > struttura. Quale è il problema?

    Il problema è che sono atomi, non bit!

    Ritenta, sarai più fortunato Annoiato

    ABOLIRE IL COPYRIGHT

    Pirata
    non+autenticato
  • > Tu dirai: ma allora chiudiamo Google, Bing,
    > chiudiamo
    > Internet!


    No, io dico: chiudiamo i sostenitori del copyright. E buttiamo via la chiave.
    non+autenticato