Cristina Sciannamblo

Microsoft vuole i responsabili di Rustock

Redmond ha istituito una taglia pari a 250mila dollari e la offre a chiunque sia in grado di fornire informazioni utili a identificare i gestori della botnet

Roma - Nonostante Rustock sia stata sostanzialmente smantellata, Microsoft ha deciso di istituire una taglia di 250mila dollari (oltre 176mila euro) per chiunque fornisca informazioni utili all'identificazione, arresto e condanna di coloro che controllano la botnet responsabile di aver contagiato circa un milione di computer in tutto il mondo.

"Sebbene l'obiettivo principale delle nostre operazioni legali e tecniche - si legge sul blog di Redmond - sia stato quello di bloccare e distruggere le minacce che Rustock ha generato agli utenti colpiti, crediamo anche che i gestori delle botnet debbano fare i conti con le proprie azioni".

Nonostante, dunque, Microsoft sia riuscita a immobilizzare i tentacoli delle rete malevola, l'intento di identificare i responsabili dei danni rimane particolarmente sentito. Chiunque potrà aggiudicarsi il cospicuo premio pecuniario, purché siano rispettate le singole legislazioni nazionali. (C.S.)
Notizie collegate
  • SicurezzaMicrosoft, attacco alla botnetRedmond si dice ancora una volta vittoriosa contro un network malevolo specializzato nello spam elettronico. Rustock č fuori gioco, ma potrebbe tornare presto a far danni
  • AttualitàL'FBI sventra la botnet. Dal di dentroI federali concludono l'operazione all'assalto della botnet Coreflood, ordinando ai PC "zombificati" di disconnettersi dalla rete malevola dopo aver preso il controllo dei server di comando e controllo
  • SicurezzaConficker cambia ancora formaIl worm pių pestifero e pericoloso degli ultimi mesi continua a fare la parte del leone nell'attuale panorama del malware. Gli specialisti di Symantec analizzano gli upgrade del codice malevolo
4 Commenti alla Notizia Microsoft vuole i responsabili di Rustock
Ordina