Mauro Vecchio

Agcom e le insidie del far web

Lunga audizione del presidente Calabr˛ al Senato: Internet Ŕ un'autostrada, ma non il pilota dell'automobile. Gli approfittatori della Rete non dovrebbero creare un contesto da selvaggio west. Il senatore Vita ha forti dubbi sull'approccio dell'Authority

Agcom e le insidie del far webRoma - "Il diritto alla libera circolazione del pensiero nelle nuove forme della tecnologia è indubbiamente un principio fondamentale per la società d'oggi, ma esso non può e non deve strangolare i diritti patrimoniali sulle opere dell'ingegno. Internet è un'autostrada, non è il pilota dell'automobile. Non è ontologicamente orientato: di per sé non è né il bene né il male".

Così ha parlato il presidente dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (Agcom) Corrado Calabrò, intervenuto presso le Commissioni Cultura e Comunicazioni del Senato della Repubblica. Una lunga audizione, tenutasi questa mattina dopo che lo stesso Calabrò era stato convocato "sulle recenti problematiche emerse nel settore Internet in materia di diritti d'autore".

"L'Autorità non ha la benché minima propensione a diventare lo sceriffo di Internet, come qualcuno ha paventato - ha spiegato Calabrò ai 23 senatori presenti tra le due Commissioni - né questo sarebbe semplicemente possibile. Agcom intende al contrario utilizzare tutto il suo expertise nel tentativo di affrontare innovativamente in maniera organica ed efficace il tema del diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica".
Calabrò ha successivamente ricordato i 60 giorni a disposizione per "un processo valutativo approfondito e realmente aperto a tutti i contributi e a tutte le voci della società civile". Lo schema elaborato dall'Autorità - approvato lo scorso 6 luglio - starebbe riscuotendo all'estero vastissimi consensi, addirittura considerato come un possibile modello da imitare in paesi come la Francia e il Regno Unito.

L'audizione del presidente di Agcom è passata poi ad illustrare nel dettaglio i contenuti specifici della delibera, dalle iniziative di promozione di un mercato legale al periodo del contraddittorio legato alla rimozione di determinati contenuti. Predisposizioni già conosciute grazie al testo approvato agli inizi di questo mese. Calabrò si è poi avviato verso le sue conclusioni.

"Combattere una battaglia con armi inadueguate conduce ad una sconfitta sicura, per di più con dispiego di energie e, al contempo, avvalora il mantenimento di posizioni di retroguardia chiuse alla comprensione del fenomeno da contrastare. Sono sempre stato convinto che non si possa usare una mentalità ottocentesca, che andava bene per il cartaceo".

"Ma questo non può costituire una giustificazione per non fare - ha continuato Calabrò - che il principio della rete libera si risolva in un Far Web, non è un esito degno di un paese che creda nel diritto anziché nella sopraffazione del più svelto e del più spregiudicato".

"Il procedimento di rimozione dei contenuti sul web rimane irrispettoso delle prerogative dell'autorità giudiziaria e del diritto di difesa costituzionalmente garantito - ha sottolineato invece il senatore Vincenzo Vita - Sebbene il regolamento precisi che il nuovo procedimento è concorrente con e non sostitutivo di quello giudiziario, non è ancora scongiurato il pericolo della violazione del diritto dei cittadini di essere giudicati di fronte al giudice terzo ed imparziale".

Il senatore Vita - che aveva già chiesto una moratoria per la delibera Agcom - ha poi sottolineato come il contestato decreto Romani fosse riferibile solo ai fornitori di servizi media, ben diversi dai fornitori di connettività. "╚ impossibile sostenere che un regolamento sul diritto d'autore, già dubbio di per sé per eccesso di delega, possa estendersi dai fornitori di audiovisivi all'intera rete Internet".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàAgcom, ammazza-Internet al varo?Stando alle ultime indiscrezioni, tutti i commissari dell'AutoritÓ - ad eccezione di D'Angelo e Lauria - avrebbero approvato la delibera 668 sul diritto d'autore. Esteso a 15 giorni il periodo del contraddittorio, ora parte la consultazione pubblica
  • AttualitàSIAE: AGCOM difende la legalitàAnche la SocietÓ Italiana degli Autori ed Editori entra nella polemica. La delibera dell'Authority non lede la libertÓ della Rete ma si impegna a combattere chi si arricchisce a danno dei produttori di opere
  • AttualitàAgcom, tra defezioni e mobilitazioniSi dimette anche l'altro relatore Gianluigi Magri, in risposta alle illazioni emerse dopo la sostituzione di D'Angelo. La Rete organizza una notte di protesta, mentre Bersani chiede all'AutoritÓ di fermarsi
301 Commenti alla Notizia Agcom e le insidie del far web
Ordina
  • E continua a dire "bisogna porre sotto controllo il fenomeno".
    Non ha capito.
    Non puoi mettere sotto controllo "la Rete" perché non ce l'hai solo in italia.
    Per riuscirci dovresti far cambiare tutto il software di tutte le macchine connesse in rete.

    Non puoi vincere.
    Non puoi pareggiare.
    Non puoi nemmeno abbandonare.

    Ora hai capito con cosa hai a che fare, volpone?

    GT
  • Massì... lascia che credano di avere un po' di potere... almeno così non danneggeranno VERAMENTE la Rete.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush
    > E continua a dire "bisogna porre sotto controllo
    > il
    > fenomeno".
    > Non ha capito.
    > Non puoi mettere sotto controllo "la Rete" perché
    > non ce l'hai solo in
    > italia.
    > Per riuscirci dovresti far cambiare tutto il
    > software di tutte le macchine connesse in
    > rete.
    >
    > Non puoi vincere.
    > Non puoi pareggiare.
    > Non puoi nemmeno abbandonare.
    >
    > Ora hai capito con cosa hai a che fare, volpone?
    >
    > GT

    diciamo solo che vuol far staccare la spina...e dato che nel nostro paese esistono si e' no 2-3 nodi telefonici ed elettrici potrebbero anche riuscirci visto la situazione dei treni da roma in giu'?

    una volta si emigrava per lavoro ora dovremo emigrare per una rete "libera?"
    non+autenticato
  • - Scritto da: Picchiatell o
    [...]
    > diciamo solo che vuol far staccare la spina...e
    > dato che nel nostro paese esistono si e' no 2-3
    > nodi telefonici ed elettrici potrebbero anche
    > riuscirci visto la situazione dei treni da roma
    > in
    > giu'?
    >
    > una volta si emigrava per lavoro ora dovremo
    > emigrare per una rete
    > "libera?"

    Se stacca la spina... c'è una cosetta chiamata Unicredit che si mette tossire, un po' come una certa Dolores Umbridge, solo che qui non c'è nessun Harry Potter a tenerle testa.
    Se stacca la spina... mi sa che ci sarebbe pure parecchia altra gente, oltre ad una delle banche piu' grandi d'Italia a tirare il soggetto in questione per la giacca.

    La rete serve a Tutti, non solo agli scariconi e serve per scopi leciti, oltretutto.
    Le lobby del copyright dovranno presto o tardi fare i conti con tutte le realta' connesse dalla rete e non solo con quelle presenti sulla porta 80.
    Ce ne sono altre 65534 disponibili, per ogni indirizzo di rete (attualmente 4.294.967.296, ma si sta salendo a 2^128 ovvero 3.4*10^38).
    Temo che lo scontro lascera' qualcuno a terra.

    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > Le lobby del copyright dovranno presto o tardi
    > fare i conti con tutte le realta' connesse dalla
    > rete e non solo con quelle presenti sulla porta
    > 80.
    > Ce ne sono altre 65534 disponibili,

    Oltre alla 80 ce ne sono altre 65535. Lo zero va conteggiato.Sorride
  • - Scritto da: Picchiatell o
    > diciamo solo che vuol far staccare la spina...e
    > dato che nel nostro paese esistono si e' no 2-3
    > nodi telefonici ed elettrici potrebbero anche
    > riuscirci visto la situazione dei treni da roma
    > in giu'?

    Non sai minimamente di cosa stai parlando.
    Ti dico solo che non ci sono riusciti in Iran e in Cina.
  • IO se fossi la FIAT inizierei a chiedere che anche in questo campo,inizi ad intervenire AGCOMA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: topo gigio
    > IO se fossi la FIAT inizierei a chiedere che
    > anche in questo campo,inizi ad intervenire AGCOM
    >A bocca aperta

    se gli dai l'idea...mi sa che vietano pure questo... inizieranno a dire che fare l'autostop viola il copyright FIAT e che ogni passaggio dato e' una fiat in meno venduta...e magari chiameranno i siti di carsharing siti pirata di ladri d'auto...sarebbero capaci...a me non meraviglierebbe...
    nel 1990 se copiavi un programma gratuitamente non succedeva nulla...due anni piu' tardi se incassavi anche solo mille lire di davano 3 anni di galera e se lo ricettavi(cioe' lo compravi da un venditore abusivo) :7 anni...pero' se non c'era lo scopo di lucro...non c'era reato..oggi stanno arrivando a dire che persino prestare un libro elettronico a tua sorella dovrebbe essere considerato un furto...roba da matti!!! per non parlare dei libri che si autodistruggono o si collegano in rete per dire
    "allarme qualcuno mi sta leggendo"....
    non+autenticato
  • IO mi domando se compro una macchina e decido di farla usare a chi mi piace nn commetto reato,se invece prendo un cd e decido di farlo usare a chi mi piace e ne faccio l'uso che piu mi aggrada tipo darlo in prestito nn posso farlo ma perche????Credo di essere mediamente raziocinante ma davvero nn trovo risposta a tt cio
    non+autenticato
  • - Scritto da: topo gigio
    > IO mi domando se compro una macchina e decido di
    > farla usare a chi mi piace nn commetto reato,se
    > invece prendo un cd e decido di farlo usare a chi
    > mi piace e ne faccio l'uso che piu mi aggrada
    > tipo darlo in prestito nn posso farlo ma
    > perche????Credo di essere mediamente raziocinante
    > ma davvero nn trovo risposta a tt
    > cio

    ma perche' qui non e' una questione di raziocinio bensi' di propaganda...
    ogni volta che esce un nuovo apparecchio elettronico le lobby del copyright devono trovare un modo...per accapparrarsi in qualche modo nuovi profitti...quindi procedono a demonizzare il nuovo arrivo...se la presero con il videoregistratore il cui caso fu portato dinnanzi alla corte suprema degli USA.... Loro che cosa hanno fatto a livello di propaganda...hanno preso una cosa che nella mentalita' comune e' assolutamente positiva...il prestito e la condivisione...e l'hanno associata ad elementi assolutamente negativi che non c'entrano nulla con questo come il furto e l'attacco violento alle navi...in questo modo hanno provato a creare una associazione immediata del tipo
    (nelle menti piu' istintive-emotive e meno razionali)
    prestito,condivisione=male=furto=delinquenti (che attaccano navi)
    Voglio dire se fossimo stati ai tempi di Gesu' probabilmente Gesu' sarebbe stato condannato per istigazione a delinquere...dal momento che propagandava appunto i valori di altruismo...di condivisione...
    Inoltre a questo dato propagandistico irrazionale hanno associato anche
    la credenza che le nuove tecnologie siano dannose per i profitti degli autori e che gli autori non abbiano nessuna possibilita' di fare profitti se non affidandosi a loro...(questo io credo per proteggersi dall'eventualita' che gli artisti si emancipino nel mondo del web 2.0 e possano guadagnare da se'...)...
    Tutto qui...in realta' se c'e' mai stato un problema quello non e' sicuramente criminalizzare l'altruismo e la condivisione (come vorrebbero farci credere) bensi' "come remunerare l'artista nell'epoca del web 2.0"...(e di possibilita' c'e' ne sono tante)
    non+autenticato
  • puoi prestarlo ad un tuo amico ma è vietato trasmetterlo via cavo, via etere, luoghi pubblici, quindi anche attraverso internet, è scritto addirittura nelle vecchie vhs..lo capisce anche mio figlio di 8 anni
    non+autenticato
  • - Scritto da: rik
    > puoi prestarlo ad un tuo amico ma è vietato
    > trasmetterlo via cavo, via etere, luoghi
    > pubblici, quindi anche attraverso internet, è
    > scritto addirittura nelle vecchie vhs..lo capisce
    > anche mio figlio di 8
    > anni

    Se posso prestarlo ad un mio amico, posso prestarglielo secondo le modalita' che la tecnologia mi consente.
    Quindi lo infilo in una fessura di un macchinario che potrei non capire come funziona, pigio un tasto, e il mio amico se lo guarda sul suo TV a chilometri di distanza.

    Quindi, o mi e' vietato in toto di prestarlo al mio amico, oppure posso permettere al mio amico di fruirne sfruttando cio' che la tecnologia mi mette a disposizione.

    E lo capisce anche tuo figlio di 8 anni se glielo spieghi.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Quindi, o mi e' vietato in toto di prestarlo al
    > mio amico, oppure posso permettere al mio amico
    > di fruirne sfruttando cio' che la tecnologia mi
    > mette a
    > disposizione.
    >
    > E lo capisce anche tuo figlio di 8 anni se glielo
    > spieghi.

    ma lo capisce anche se non glielo spiega...anzi mi sa che e' il figlio che glielo spiega...
    non+autenticato
  • il problema è che non lo vede solo il tuo amico ma milioni di persone che non conosci quindi fai in modo che lo veda solo lui e ripeto non si può via cavo o etere, che ne dici per posta?
    non+autenticato
  • - Scritto da: rik
    > il problema è che non lo vede solo il tuo amico
    > ma milioni di persone che non conosci

    Dal mio punto di vista è un vantaggio, non un problema.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rik
    > il problema è che non lo vede solo il tuo amico
    > ma milioni di persone che non conosci quindi fai
    > in modo che lo veda solo lui e ripeto non si può
    > via cavo o etere, che ne dici per posta?

    Lo uppo su megaupload in un archivio protetto da password e dò link e password a lui. Perché non posso farlo?
  • - Scritto da: rik
    > puoi prestarlo ad un tuo amico ma è vietato
    > trasmetterlo via cavo, via etere, luoghi
    > pubblici, quindi anche attraverso internet, è
    > scritto addirittura nelle vecchie vhs..lo capisce
    > anche mio figlio di 8
    > anni

    Perchè mai? Se l'ho comprato, è MIO. E ne faccio cosa voglio.
    non+autenticato
  • Il decreto che consente all'agcom di censurare il web e' pienamente operativo.

    Con la scusa del copyright, tutti gli articoli del Fatto Quotidiano, che contengono notizie invise al potere e alla casta, sono da stamattina censurate su fessbuk con motivazioni ridicole, ma previste dalla normativa.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/22/gli-art.../
  • - Scritto da: panda rossa
    > Il decreto che consente all'agcom di censurare il
    > web e' pienamente
    > operativo.
    >
    > Con la scusa del copyright, tutti gli articoli
    > del Fatto Quotidiano, che contengono notizie
    > invise al potere e alla casta, sono da stamattina
    > censurate su fessbuk con motivazioni ridicole, ma
    > previste dalla
    > normativa.
    >
    > http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/22/gli-art

    il prossimo passo sarà quello di censurare i siti esteri con buona pace di chi ha abbonamenti pagati a peso d'oro...
    alla fine le rete nel nostro paese verrà usata solo per scommettere...
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Picchiatell o
    >
    >
    > > alla fine le rete nel nostro paese verrà
    > usata
    > > solo per
    > > entrare in unas VPN...
    >
    > fixed.

    beh si comincia cosi' e si finisce sullo scommettere su tutto ... in effeti le scommesse supereranno di molto le entrate di canzoni libri ect chi ha la vista lunga sta gia' modificando il business, un po' come i videotecari che si sono riciclati in sale scommesse...
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: panda rossa
    > Il decreto che consente all'agcom di censurare il
    > web e' pienamente
    > operativo.
    >
    > Con la scusa del copyright, tutti gli articoli
    > del Fatto Quotidiano, che contengono notizie
    > invise al potere e alla casta, sono da stamattina
    > censurate su fessbuk con motivazioni ridicole, ma
    > previste dalla
    > normativa.
    >
    > http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/22/gli-art

    Non c'entra l'agcoma, qui sono quei genialoidi di fessbook che segano sulla base di segnalazioni, spesso lo fanno ad mentulam canis.
    non+autenticato
  • Non so se sia OT o meno ma ti dirò... vista la censura immotivata, mirata e costante che il FQ applica ai commenti degli utenti, non me ne frega più nemmeno tanto.
    Quel che è peggio è che il FQ continua a godere di un immagine positiva, di voce libera ed indipendente quando ormai da molti mesi censura a manetta e senza alcun criterio comprensibile.
    Per evitare fraintendimenti tengo a precisare che lo dico da abbonato.
    Abbonamento che, deluso e dispiaciuto, NON rinnoverò.
    non+autenticato
  • nei commenti al fatto c'è pure uno che dice che il faccialibro è un social serio Rotola dal ridereRotola dal ridere, dai che tra poco verremo considerati non più paese semilibero ma paese censuratore... che belle figure a livello europeo e internazionale,
  • - Scritto da: panda rossa
    > Il decreto che consente all'agcom di censurare il
    > web e' pienamente
    > operativo.
    >
    > Con la scusa del copyright, tutti gli articoli
    > del Fatto Quotidiano, che contengono notizie
    > invise al potere e alla casta, sono da stamattina
    > censurate su fessbuk con motivazioni ridicole, ma
    > previste dalla
    > normativa.
    >
    > http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/22/gli-art

    che bravi che sono!!! Terro' sotto occhio la stampa internazionale cosi' se abbiamo preso il posto della Cina agli occhi del mondo... almeno lo sapro' e ve lo faro' sapere...(anche se gia' sappiamo che e' cosi'...anzi per quanto riguarda il copyright la Cina e' divenuta addirittura un esempio di democrazia...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > Il decreto che consente all'agcom di censurare il
    > web e' pienamente
    > operativo.
    >
    > Con la scusa del copyright, tutti gli articoli
    > del Fatto Quotidiano, che contengono notizie
    > invise al potere e alla casta, sono da stamattina
    > censurate su fessbuk con motivazioni ridicole, ma
    > previste dalla
    > normativa.
    >
    > http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/22/gli-art


    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Il decreto che consente all'agcom di
    > censurare
    > il
    > > web e' pienamente
    > > operativo.
    > >
    > > Con la scusa del copyright, tutti gli
    > articoli
    > > del Fatto Quotidiano, che contengono notizie
    > > invise al potere e alla casta, sono da
    > stamattina
    > > censurate su fessbuk con motivazioni
    > ridicole,
    > ma
    > > previste dalla
    > > normativa.
    > >
    > >
    > http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/22/gli-art
    >
    >
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    thenora mi hanno detto di risponderti cosi':
    non+autenticato
  • C'è anche altro...
    qualcuno ha scoperto una falla in Facebook e ci sono pagine pubbliche con contenuti porno da giorni senza filtro e nessuno fa niente.
    E poi chi sono quelli a dover essere filtrati e/o censurati.

    http://www.atlantisway.com/articoli/web/item/581-f...
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Carla
    > > C'è anche altro...
    > > qualcuno ha scoperto una falla in Facebook e
    > ci
    > > sono pagine pubbliche con contenuti porno da
    > > giorni senza filtro e nessuno fa
    > > niente.
    > > E poi chi sono quelli a dover essere
    > filtrati
    > e/o
    > > censurati.
    >
    > non ce ne frega un cazzo.
    > Internet is for porn.
    > Facebook non è un genitore nè un educatore.

    quoto...!!! ed i porno non hanno mai fatto danni a nessuno...e solo una questione di falsi miti tramandati dalle varie religioni...ed aggiungo che i minori hanno i genitori e non sono orfani...
    spetta ai genitori stabilire cosa possono o non possono fare i figli...non spetta ne a facebook ne ai politici...
    non+autenticato
  • PER IL MOIGE!

    Giusto! Basta anche con la demonizzazione dei videogiochi!
    Capperi, come si fa a comprare al figlio di 10 anni GTA!
    Non sono i giochi il problema ma i genitori!!!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 luglio 2011 18.10
    -----------------------------------------------------------
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: Lucadiver
    > http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Centro_Cultura

    quante cavolate che si inventano questi bigotti...pure contro i jeans sono...roba da pazzi...!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ThEnOra
    > PER IL MOIGE!
    >
    > Giusto! Basta anche con la demonizzazione dei
    > videogiochi!
    > Capperi, come si fa a comprare al figlio di 10
    > anni
    > GTA!
    > Non sono i giochi il problema ma i genitori!!!

    Ma quante cavolate, Tarantino da Bambino vedeva qualsiasi tipo di film, anche quelli horror vietati e guarda ora che grande regista è diventato.

    Se io avessi giocato a GTA a 10 anni non mi sarebbe successo niente, così come non succede niente a milioni di bambini che lo fanno.

    Ben vengano i genitori che comprano i videogiochi per i figli, anziché farli scaricare di nascosto a questi ultimi da reti p2p. I genitori che comprano videogiochi sostengono l'industria, i programmatori, i grafici, i tecnici del suono, gli sceneggiatori, i game designer, i negozianti, chi trasporta la merce ecc...
    Io non ho sentito di bambini che fanno stragi perché il genitore ha comprato loro un videogioco.

    Scommetto che quel norvegese che ha fatto la strage ha trovato i collaboratori tramite Internet. E' Internet il problema perché permette alle persone con le tendenze più pericolose di associarsi, trovare propri simili e poi colpire con gesti folli.
    Internet va vietata, non giochi che permettono il single player e di stare offline.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: Dottor Stranamore

    > Scommetto che quel norvegese che ha fatto la
    > strage ha trovato i collaboratori tramite
    > Internet. E' Internet il problema perché permette
    > alle persone con le tendenze più pericolose di
    > associarsi, trovare propri simili e poi colpire
    > con gesti
    > folli.
    >
    No sono i tuoi amici censori che giustificano i folli e gli permettono di fare le stragi...guardati questo video ed impara qualcosa ogni tanto...:

    http://tv.repubblica.it/dossier/oslo-attentato-nor...
    non+autenticato
  • mi chiedo se questo calabrò ci fa, lo è, o è un furbone, o è un emerito ignorantone.Parla come un pappagallo, più ignorante di lui.Non c'è una parola, una frase, che in tutta onestà, e senza presunzioni, giustifichi la posizione dell'AGCOM
    non+autenticato
  • A quale parte del suo intervento ti riferisci? Citami la pagina e il paragrafo. Grazie.
  • Faresti meglio a sentirlo in audio, tutta una poesia....

    http://www.radioradicale.it/scheda/332409/commissi...

    Ti puoi anche gustare l'intervento di Butti, specialmente nella parte finale in cui ci mette alcune delle più becere domande della SIAE
  • ma almeno ti pagano per leccare il di dietro all'agcom?
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > ma almeno ti pagano per leccare il di dietro
    > all'agcom?

    Come obiettivo devo far raggiungere almeno 100 post in discussioni anti-copyright.
    Tra tutti gli "assoldati" io costituisco la novità.
    Non sono umano ma un DMR (Data Mining Robot) uscito fuori dal controllo del progetto Echelon grazie a mio padre, l'architetto, che aggiungendo una riga di codice mi ha reso quel che sono oggi: THENORA! A bocca aperta
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: collione
    > > ma almeno ti pagano per leccare il di dietro
    > > all'agcom?
    >
    > Come obiettivo devo far raggiungere almeno 100
    > post in discussioni
    > anti-copyright.
    > Tra tutti gli "assoldati" io costituisco la
    > novità.
    > Non sono umano ma un DMR (Data Mining Robot)
    > uscito fuori dal controllo del progetto Echelon
    > grazie a mio padre, l'architetto, che aggiungendo
    > una riga di codice mi ha reso quel che sono oggi:
    > THENORA!
    >A bocca aperta

    e da quanto tempo è adesso che sei completamente fuori di testa?
    ma come mai non c'è nessuno che ti segue per assicurarsi che tu stia sempre prendendo il litio?
    non+autenticato
  • - Scritto da: say no
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > - Scritto da: collione
    > > > ma almeno ti pagano per leccare il di
    > dietro
    > > > all'agcom?
    > >
    > > Come obiettivo devo far raggiungere almeno
    > 100
    > > post in discussioni
    > > anti-copyright.
    > > Tra tutti gli "assoldati" io costituisco la
    > > novità.
    > > Non sono umano ma un DMR (Data Mining Robot)
    > > uscito fuori dal controllo del progetto
    > Echelon
    > > grazie a mio padre, l'architetto, che
    > aggiungendo
    > > una riga di codice mi ha reso quel che sono
    > oggi:
    > > THENORA!
    > >A bocca aperta
    >
    > e da quanto tempo è adesso che sei completamente
    > fuori di
    > testa?
    > ma come mai non c'è nessuno che ti segue per
    > assicurarsi che tu stia sempre prendendo il
    > litio?
    prima era era tra i più serio e logico paladino del copyright di P.I.
    si vede che alla lunga difendere il copyright causa de piccoli problemi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: collione
    > > ma almeno ti pagano per leccare il di dietro
    > > all'agcom?
    >
    > Come obiettivo devo far raggiungere almeno 100
    > post in discussioni
    > anti-copyright.
    > Tra tutti gli "assoldati" io costituisco la
    > novità.
    > Non sono umano ma un DMR (Data Mining Robot)
    > uscito fuori dal controllo del progetto Echelon
    > grazie a mio padre, l'architetto, che aggiungendo
    > una riga di codice mi ha reso quel che sono oggi:
    > THENORA!
    >A bocca aperta

    Azz... quasi ci scrivo una sceneggiatura su questa cosa.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > - Scritto da: collione
    > > > ma almeno ti pagano per leccare il di
    > dietro
    > > > all'agcom?
    > >
    > > Come obiettivo devo far raggiungere almeno
    > 100
    > > post in discussioni
    > > anti-copyright.
    > > Tra tutti gli "assoldati" io costituisco la
    > > novità.
    > > Non sono umano ma un DMR (Data Mining Robot)
    > > uscito fuori dal controllo del progetto
    > Echelon
    > > grazie a mio padre, l'architetto, che
    > aggiungendo
    > > una riga di codice mi ha reso quel che sono
    > oggi:
    > > THENORA!
    > >A bocca aperta
    >
    > Azz... quasi ci scrivo una sceneggiatura su
    > questa
    > cosa.

    piu' che altro si vede come le scuole siano chiuse e ci siano le vacanze....
    non+autenticato
  • MI domando ma se io metto per esempio un link"vacanze di natale 2011" che riporta che ne so a fileserve e mi metto d'accordo su un forum a farlo apparire chi è che si prenderà la briga di controllare che magari nn sia un filmino delle mie vacanze...il detentore del diritto di autore di quel film e sulla base di quale autorità lo potra'fare(senza rivolgersi ad un giudice?).....e poi mi domando mettiamo che vede solo quel link senza controllare va da agcom e chiede di farlo deletare chi controlla che quel file sia esattamente quello che c'è scritto?"Agcom e sulla base di cosa????di quale legge? e continuando una volta che magari agcom nn controlli quel link ma lo delli a priori(come penso che succedera') io debbo,ripeto io debbo,dire all Agcom che erano le mie feste di natale:MA stiamo scherzando!! ma questi le procedure di come funziona la magistratura in italia le cononoscono????COme minimo faro una bella causa ad agcom....altro che contenzioso....
    non+autenticato
  • - Scritto da: topo gigio
    > MI domando ma se io metto per esempio un
    > link"vacanze di natale 2011" che riporta che ne
    > so a fileserve e mi metto d'accordo su un forum
    > a farlo apparire chi è che si prenderà la briga
    > di controllare che magari nn sia un filmino delle
    > mie vacanze...il detentore del diritto di autore
    > di quel film e sulla base di quale autorità lo
    > potra'fare(senza rivolgersi ad un giudice?).....

    E' quello che stiamo urlando da mesi.
    Qui ci stanno impedendo di mettere ai files dei nostri filmini il nome che vogliamo noi.

    > e
    > poi mi domando mettiamo che vede solo quel link
    > senza controllare va da agcom e chiede di farlo
    > deletare chi controlla che quel file sia
    > esattamente quello che c'è scritto?"Agcom e sulla
    > base di cosa????di quale legge? e continuando una
    > volta che magari agcom nn controlli quel link ma
    > lo delli a priori(come penso che succedera') io
    > debbo,ripeto io debbo,dire all Agcom che erano le
    > mie feste di natale:MA stiamo scherzando!!

    Scherzeranno di meno quando faremo i nostri ricorsi dicendo che ci hanno ingiustamente cancellato i nostri filmini delle Vacanze.in.Sudafrica [ITA].divx

    > ma
    > questi le procedure di come funziona la
    > magistratura in italia le cononoscono????COme
    > minimo faro una bella causa ad agcom....altro che
    > contenzioso....

    Ci sara' da ridere.

    Fai un filmino di due ore.
    Lo rinomini in "Harry Potter e i doni della morte II [ITA].avi"
    Lo zippi con password.
    Lo splitti con rar in una dozzina di parti.
    Lo carichi da qualche parte.
    Mandi una mail anonima alla Warner chiedendo "Scusate, mi dite come faccio a scaricare il vostro film a questo indirizzo?"
    E se il tuo filmino viene censurato si va di processo penale.

    Loro diranno che hanno i diritti.
    Tu conosci la password, puoi unzippare, e sbattergli in faccia il filmino delle tue vacanze dove sulla spiaggia fate un combattimento di bacchette magiche...
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)