Luca Annunziata

Linux 3.0, la terza era

Un progresso deciso del numero di versione per segnare un avanzamento storico del progetto. Più che una major release, l'inizio dell'età adulta del Pinguino

Roma - Non è forse un caso che Linus Torvalds abbia deciso, nell'anno in cui si festeggiano le 20 candeline, di traghettare il kernel Linux alla release 3.0. Il debutto nella notte (dopo qualche esitazione) del nuovo ramo ufficiale di sviluppo segna davvero una svolta generazionale per il Pinguino: perché se la lista delle innovazioni e delle novità non è probabilmente altrettanto corposa o significativa come quella che segnò il passaggio dalla 2.4 alla 2.6, di certo Linux 3.0 è un prodotto completo e dalla flessibilità e qualità quasi senza pari sul mercato.

Complice anche un approccio disinvolto di Google alla numerazione delle versioni del software, negli ultimi mesi si è assistito spesso e in diversi contesti alla decisione di cambiare il modo in cui le versioni del software vengono catalogate. Se per gli utenti finali la svolta più significativa è senz'altro coincisa con il passaggio da parte di Mozilla a un ciclo di sviluppo con cadenza settimanale invece che mensile, con il rilascio in rapida successione di Firefox 4 e Firefox 5, è indubbio che nella decisione di varare la numerazione 3.X di Linux conti senz'altro anche il desiderio di rendere più facilmente comprensibile ed evidente i progressi ottenuti nel suo sviluppo.

Linux 3.0 incorpora in ogni caso parecchie novità che lo differenziano non poco da quanto visto nel 2003 al lancio di Linux 2.6. Nel corso degli anni si sono stratificate quelle che, da un certo punto in avanti e sotto molti aspetti, sono state vere e proprie major release (il ramo stable del kernel resta per il momento fissato sulla 2.6.39.3), ed è davvero difficile pensare che quanto oggi ci sia dentro il Pinguino sia lontano parente di quanto visto 8 anni fa. Il numero di righe di codice, seppure un dato assolutamente non indicativo, è più che raddoppiato: il solo kernel viaggia oggi stabilmente poco sotto le 15 milioni di righe, dopo aver superato indenne anche offensive legali che hanno provato a minarne le basi.
Tra le principali novità del nuovo ramo (elencate per esteso nel chilometrico changelog) ci sono il supporto alle APU AMD comprese nei processori di classe Llano, supporto esteso alle configurazioni wireless delle reti e ai filtri di controllo in tempo reale del traffico, supporto definitivo allo storage Xen, alle CPU e ad altri componenti hardware recentemente immessi in commercio, senza dimenticare le sperimentazioni di nuovi filesystem o il miglioramento dei driver di quelli già supportati. Un importante lavoro è poi iniziato nel ramo ARM del kernel, dopo che negli scorsi mesi lo stesso Torvalds (e non solo) aveva criticato il codice realizzato espressamente per questa piattaforma che vive un autentico boom grazie alla diffusione di dispositivi mobile.

Provare, in ogni caso, a riassumere tutte le novità di Linux 3.0 è un'impresa complicata. Tanto più che la sua natura estremamente modulare lo ha reso nel tempo adattato e adattabile a una ampia varietà di dispositivi (Linux può essere alla base del software di un cellulare o di un mainframe), e al suo interno si trova supporto ad hardware legacy davvero datato: un "peso" che costituisce al contempo una seccatura, basti pensare alla disinvoltura con cui Apple taglia periodicamente i ponti col passato, e un vantaggio competitivo notevole.

La numerazione del kernel Linux seguirà infine una nuova metodologia da oggi in avanti: la prossima release dovrebbe essere contrassegnata come 3.1, anche se permangono alcune problematiche ideologiche e pratiche su come gestire questa novità. Parecchie componenti sono ormai state "adattate" alla numerazione a quattro valori (es: 2.6.39.3), pertanto il kernel per il momento a livello di codice è ancora definito come "3.0.0". Non è escluso che possa verificarsi una frattura della definizione impiegata a livello pratico e quella a livello codice: tra le priorità del maintaner Torvalds sembra proprio che ci sia anche la ferma intenzione di rendere più comprensibile la gestione e l'evoluzione di Linux, pertanto difficilmente lo si vedrà cedere su questioni di "marketing" come questa.

Luca Annunziata
178 Commenti alla Notizia Linux 3.0, la terza era
Ordina
  • Dopo un paio d'ore che ca##eggio su un portatile di due anni fa che faceva fatica con vista, usando :

    Linux enzo-machine 3.0.0-7-generic #8-Ubuntu SMP Fri Jul 22 20:24:22 UTC 2011 i686 i686 i386 GNU/Linux

    con lxde come desktop manager, firefox 6, libreoffice 3,3,2, torcs e altro, mi sono accorto del seguente consumo di memoria:

    enzo@enzo-machine:~$ free
                 total       used       free     shared    buffers     cached
    Mem:       1990004    1045124     944880         0     125168     630084
    -/+ buffers/cache:     289872    1700132
    Swap:     1951740         0    1951740

    In pratica, per fare le stesse cose dopo due ore Vista mi aveva swappato alcuni giga di disco ed era diventato lento fino all'inusabile.
    Qui la ram effettivamente utilizzata è meno di 300 mb e di swapping non se ne parla, potrei toglierlo. Certo, i portatili in genere allocano piu ram per le loro funzioni aggiuntive e su un desktop consumerei meno memoria, ma anche cosi non mi sembra di esagerare....
  • Guarda non dirmelo, io avevo un problema simile. Avevo preso un netbook con sopra Windows 7 starter: non puoi capire che delirio hanno combinato i tizi che hanno realizzato Windows 7 starter, per fare anche la più semplice operazione(tipo aprire VLC per vedere un video) vanno via anche più di 35 secondi! Così ho installato Linux Mint è ora va molto ma molto meglio!!!
    In sostanza, M$ Windows = Merda
    non+autenticato
  • - Scritto da: linux mint
    > In sostanza, M$ Windows = Merda

    Poche parole ma ben scelte.. ti quoto!
    non+autenticato
  • windows 7 starter non sarebbe proprio dovuto esistere, è un obbrobrio, una mostruosità che solo a Redmond potevano creare

    se windows 7 ha delle specifiche hardware ben precise, allora fissate quelle e basta

    ma no, loro devono far vedere di avercelo più lungo, e di riuscire a far girare 7 pure sul tostapane e allora vengono fuori mostruosità come la starter
    non+autenticato
  • - Scritto da: freude
    > Dopo un paio d'ore che ca##eggio su un portatile
    > di due anni fa che faceva fatica con vista,
    > usando

    anche, tu, pero'! te le vai a cercare: Vista... ahahahahha
    non+autenticato
  • Vabbéddài, non puoi paragonare GUI come quella di Vista con LXDE, tutt'alpiù il paragone si può fare con KDE (che comunque con 2 giga di RAM gira alla grande!).
    A parte questo LXDE è veramente gustosissimo da utilizzare, quando avranno messo a posto un paio di cosette penso che sarà il mio desktop preferito (ovviamente con base Debian non Ubuntu).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > Vabbéddài, non puoi paragonare GUI come quella di
    > Vista con LXDE, tutt'alpiù il paragone si può
    > fare con KDE (che comunque con 2 giga di RAM gira
    > alla
    > grande!).
    Ecco infatti.Sorride
    > A parte questo LXDE è veramente gustosissimo da
    > utilizzare, quando avranno messo a posto un paio
    > di cosette penso che sarà il mio desktop
    > preferito (ovviamente con base Debian non
    > Ubuntu).
    L'avevo provato un annetto fa e non era male, anche se soffriva ancora di qualche "difetto di gioventù". Su LXDE si basa Lubuntu, che si propone come distro per macchine vecchie per utenti non smanettoni, vale la pena di provarla.
  • Talmente avanti che il num di versione mette in crisi l'intero sistemaA bocca aperta
    Siamo veramente alla frutta.
    non+autenticato
  • Non è che potresti spiegarti meglio??
    non+autenticato
  • E' dura per certa gente contare dopo il 3 Sorpresa
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pino
    > Talmente avanti che il num di versione mette in
    > crisi l'intero sistema
    >A bocca aperta
    Veramente ha solo messo in crisi i driver proprietari nvidia che erano programmati per compilare i rami 2.4 e 2.6.

    Ma dopo un giorno sono arrivate già le prime beta pronte per la release 3.0.

    > Siamo veramente alla frutta.
    Dei troll anti-linux si.
    Siete alla frutta.
    Darwin
    5126
  • Certo che ormai su PI gli utenti postano solo commenti del cazzo, tipo: "Ne rimarrà solo 1, Windows" e gli atri: "No ti sbagli, vincerà Linux alla fine" e così via all'infinito! Ma commenti tecnici niente? E commenti costruttivi? Boh! Oddio volete fare paragoni, fateli con dati alla mano, utilizzando benchmark e quant'altro!!
    E' vero anche che il livello degli articoli non è eccellente, ma almeno gli utenti possono contribuire ad arricchire il contenuto informativo dell'articolo stesso!
    non+autenticato
  • È il motivo per cui in genere non scrivo su PI. Però tra i mille troll e fanboy capita spesso di trovare qualche persona ragionevole e intelligente con cui scambiare pareri tecnici.
  • Mi sa che il post di Matteo quì sotto non rientri in quelli "ragionevole e intelligente"
    non+autenticato
  • Scusa, di Pino Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: All
    > Certo che ormai su PI gli utenti postano solo
    > commenti del cazzo, tipo: "Ne rimarrà solo 1,
    > Windows" e gli atri: "No ti sbagli, vincerà Linux
    > alla fine" e così via all'infinito! Ma commenti
    > tecnici niente? E commenti costruttivi? Boh!
    > Oddio volete fare paragoni, fateli con dati alla
    > mano, utilizzando benchmark e
    > quant'altro!!
    > E' vero anche che il livello degli articoli non è
    > eccellente, ma almeno gli utenti possono
    > contribuire ad arricchire il contenuto
    > informativo dell'articolo
    > stesso!

    Lo facevo anni fa, adesso vengo su PI a trollare, cazzeggiare e fare flame con ruppolo ed altri. ormai PI serve solo a questo.
    non+autenticato
  • il solito caos che gira sempre intorno a linux!
    non+autenticato
  • i troll invece non scompariranno mai Sorride
    non+autenticato
  • E' questo il bello di PI Sorride
    non+autenticato
  • Domanda stupida... subito dopo il mio messaggio c'era una risposta che diceva che "i troll sono rinchiusi qui cosi' non possono far danni" e ora è sparita... rimozione del proprietario o censura? Mah
    non+autenticato
  • l'importante è crederciA bocca aperta

    per la serie "la speranza dei winari è l'ultima a morire" Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Secondo me linus è un sistema operativo penoso e chi dice il contrario lo fa chiaramente perchè è pagato da chi produce linus senza rendersi conto che si rende ridicolo davanti agli occhi di tutta la gente normale come
    me e tutti quelli che usano windows. O magari poi ci sono quelli ke dicono che lo usano perchè fanno il nerd che sa usare il computer (e quindi non conosco la grammatica) e non sanno che anche su panorama una volta hanno scritto che chi usa linus sono haker di una setta che vuorrebbe hakerare il sito di microsoft per metterci dei virus. Se linus è un sistema tanto bello mi spiegate come mai non vendono i computer con su linus eh? La verita fa male A VOI CHE PRODUCETE LINUS!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vista User
    > Secondo me linus è un sistema operativo penoso e
    > chi dice il contrario lo fa chiaramente perchè è
    > pagato da chi produce linus senza rendersi conto
    > che si rende ridicolo davanti agli occhi di tutta
    > la gente normale
    > come
    > me e tutti quelli che usano windows. O magari poi
    > ci sono quelli ke dicono che lo usano perchè
    > fanno il nerd che sa usare il computer (e quindi
    > non conosco la grammatica) e non sanno che anche
    > su panorama una volta hanno scritto che chi usa
    > linus sono haker di una setta che vuorrebbe
    > hakerare il sito di microsoft per metterci dei
    > virus. Se linus è un sistema tanto bello mi
    > spiegate come mai non vendono i computer con su
    > linus eh? La verita fa male A VOI CHE PRODUCETE
    > LINUS!

    Gli smartphone con Android, sono roba da nerd?
    e Ubuntu?
    provare prima di parlare?
    no eh?

    ah ma forse tu parli del direttore di Radio Deejay

    ah ma forse sei ironico Sorride
  • - Scritto da: il solito bene informato
    > - Scritto da: Vista User
    > > Secondo me linus è un sistema operativo
    > penoso
    > e
    > > chi dice il contrario lo fa chiaramente
    > perchè
    > è
    > > pagato da chi produce linus senza rendersi
    > conto
    > > che si rende ridicolo davanti agli occhi di
    > tutta
    > > la gente normale
    > > come
    > > me e tutti quelli che usano windows. O
    > magari
    > poi
    > > ci sono quelli ke dicono che lo usano perchè
    > > fanno il nerd che sa usare il computer (e
    > quindi
    > > non conosco la grammatica) e non sanno che
    > anche
    > > su panorama una volta hanno scritto che chi
    > usa
    > > linus sono haker di una setta che vuorrebbe
    > > hakerare il sito di microsoft per metterci
    > dei
    > > virus. Se linus è un sistema tanto bello mi
    > > spiegate come mai non vendono i computer con
    > su
    > > linus eh? La verita fa male A VOI CHE
    > PRODUCETE
    > > LINUS!
    >
    > Gli smartphone con Android, sono roba da nerd?
    > e Ubuntu?
    > provare prima di parlare?
    > no eh?
    >
    > ah ma forse tu parli del direttore di Radio Deejay
    >
    > ah ma forse sei ironico Sorride

    Linus è una roba no global comunista probabilmente lo vendono alle bancarelle del mercatino
    non+autenticato
  • Il miglior intervento di sempreA bocca aperta
    non+autenticato
  • Ma in realtà credo che sia lo stesso tizio che trolleggia su usenet con identiche caratteristiche ( artefatte o meno ) . Non conosce l'italiano, erroi grammaticali, giudizi grossolani...quindi come al solito..

    DON'T FEED THE TROLL
  • no! questo troll ha buone potenzialità comiche, lascialo fare!
    non+autenticato
  • no, quello è il mitico dovella, il vero faro della civilità winara

    odiato dai linari e dai macachi e ridicolizzato dai winari stessiA bocca aperta
    non+autenticato
  • > Linus è una roba no global comunista
    > probabilmente lo vendono alle bancarelle del mercatino

    se mai lo regalano ... mi è capitato di vedere bancarelle dove regalavano dvd di linux a fiere (non erano necessariamente comunisti però)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rodio
    > > Linus è una roba no global comunista
    > > probabilmente lo vendono alle bancarelle del
    > mercatino
    >
    > se mai lo regalano ... mi è capitato di vedere
    > bancarelle dove regalavano dvd di linux a fiere
    > (non erano necessariamente comunisti
    > però)

    dai non deludiamolo

    vi posta una bella foto fatta ad una fiera
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vista User
    > Linus è una roba no global comunista
    > probabilmente lo vendono alle bancarelle del
    > mercatino
    Si, ma sai qual è il bello?
    Che se ti vendono un sistema gnu/linux (è questo il nome corretto) sulla bancarella al mercatino, è pure LEGALE! Prova a farlo con windows vista... Rotola dal ridere
  • - Scritto da: Vista User
    > Linus è una roba no global comunista
    > probabilmente lo vendono alle bancarelle del
    > mercatino

    Questa è la pura verità: i fattoni che usano linux perché è "libre, equosolidale e di sinistra" e vendono a 5 euro le copie masterizzate di una versione obsoleta di Ubuntu nelle bancarelle dei centri sociali.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)