Mauro Vecchio

In caso di pirateria, accendere il semaforo

Una proposta educativa da parte di una collecting society in terra d'Albione: un simbolo verde indicherebbe la presenza di un sito legale. La luce rossa inviterebbe a fermarsi, per evitare incidenti di sharing

Roma - Un vero e proprio semaforo del web, che all'improvviso si è acceso nella mente dei vertici della Performing Rights Society (PRS) For Music, organizzazione britannica che raccoglie le royalties relative a circa 10 milioni di brani musicali. Una proposta non punitiva ma educativa, che rientri tra le prossime strategie di promozione del mercato digitale legale annunciate dal famigerato Digital Economy Act (DEA).

Le luci nel traffico online saranno due, gestite dalla stessa industria con l'ovvia partecipazione dei principali search engine della Rete. L'utente che cercherà un brano di Bob Dylan si ritroverebbe davanti ad una sorta di incrocio del diritto d'autore. Con il verde potrà procedere, perché quel determinato sito è stato giudicato legale. Con il rosso dovrà fare attenzione alle insidie nascoste nella condivisione selvaggia.

Si tratta solo di informazione, non di un eventuale blocco dei siti. I vertici di PRS For Music hanno subito sottolineato come la proposta non rappresenti una misura atta a contrastare in maniera diretta il fenomeno della pirateria. Con il pulsante verde vicino al nome del sito, l'utente sarà tranquillo e potrà procedere con i suoi acquisiti totalmente legali. Ma cosa succede in caso di segnale rosso?
Una finestra pop-up avvertirebbe gli ignari: il sito non ha acquisito regolarmente i legittimi diritti di licenza. C'è chi ha sottolineato come gli scariconi della Rete non si facciano certo intimidire da un bollino rosso. Si attende ora la risposta del governo di Londra, che attende a breve il parere di Ofcom sulla praticabilità delle stesse misure introdotte dalla cura Mandelson al P2P.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUK, giovani pirati cresconoSecondo le ultime statistiche, il download illecito dei film č cresciuto del 30 per cento negli ultimi cinque anni. Merito - o colpa - delle tecnologie legate al broadband e delle nuove, indifferenti generazioni di utenti
  • AttualitàDisconnessioni? Niente paura, siamo inglesiUn sondaggio commissionato dal provider britannico BE Broadband metterebbe i brividi ai signori del copyright. Solo l'1 per cento degli utenti smetterebbe di scaricare contenuti dopo l'introduzione del Digital Economy Act
  • AttualitàUK, la lista del copyrightI signori del diritto d'autore contro 100 siti legati alla condivisione selvaggia di musica e film. In attesa che il Digital Economy Act faccia il suo ingresso in terra britannica. Ma gli ISP non ci stanno e dichiarano battaglia
23 Commenti alla Notizia In caso di pirateria, accendere il semaforo
Ordina
  • e su i siti a luci rosse che semaforo ci metteranno ?

    bye albe
    non+autenticato
  • Niente, perchè l'iniziativa riguarda la musica e non i film-xxx.
  • Può sembrare stupida ma non è una cattiva idea molte persone acquistano musica online su siti che pensano legali ma non lo sono, pertanto quelle persone vengono truffate.
    per chi vuole avere tutto gratis non c'è legge o tecnica che regga...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fininsvest
    > Può sembrare stupida ma non è una cattiva idea
    > molte persone acquistano musica online su siti
    > che pensano legali ma non lo sono, pertanto
    > quelle persone vengono
    > truffate.

    Perche' vengono truffate?
    Volevano musica, hanno avuto musica.
    Truffa e' se invece di musica avessero ricevuto pernacchie.
  • La cosa strana è che ci sia chi paga per qualcosa che è assolutamente naturale come respirare e camminare, ovvero ascoltare.

    (salvo naturalmente malattie, incidenti o disgrazie varie, che meritano tutto l'aiuto e la comprensione del caso)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fetente
    > La cosa strana è che ci sia chi paga per qualcosa
    > che è assolutamente naturale come respirare e
    > camminare, ovvero
    > ascoltare.
    >

    se vuoi ti spedisco la registrazione di mio nipotino che picchia pentole e padelle. Gratis.
  • - Scritto da: Fininsvest
    > Può sembrare stupida ma non è una cattiva idea
    > molte persone acquistano musica online su siti
    > che pensano legali ma non lo sono, pertanto
    > quelle persone vengono
    > truffate.

    Mah, non credo che ci sia così tanta gente così. Alla fine se trovi un prezzo esageratamente basso rispetto ai siti "legali", è ovvio che uno capisce che c'è la fregatura.
    Almeno speroSorride

    > per chi vuole avere tutto gratis non c'è legge o
    > tecnica che
    > regga...

    Poi cosa impedisce ai vari TPB di piazzare il bollino sulle loro homepage?
    Funz
    12989
  • Perchè non scrivere nel banner "Gesù ti guarda!" ... in occidente potrebbe avere un buon effetto deterrente. Il messaggio potrebbe essere personalizzato a seconda della religione più diffusa.
    Mi ricordo di una trasmissione di Cecchi Paone sui dinosauri nella quale disse che in un meeting internazionale, una della ipotesi più accreditata a riguardo dell'estinzione dei dinosauri fu che erano scomparsi in una faglia spazio-temporale ... mi piacerebbe sapere quali fossero le meno accreditate ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123

    > ... mi piacerebbe sapere quali fossero le meno
    > accreditate
    > ...

    La spiegazione ufficiale biblica e' quella che non furono ammessi sull'arca di Noe'.
  • aaaaaah ... chissà cosa avranno fatto a Noè ... magari gli hanno ca**to sulle rose in giardino e lui per ripicca ha costruito un'arca piccola senza l'area "dinosauri" Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • A supporto di ciò sembrano essere stati trovati resti di un vangelo apocrifo in cui si parlava della costruzione dell'arca, e di frammenti di parole pronunciate da Noè mentre costruiva l'arca "D**osau*i Bas*ar*i! ... le m*e ros*..." ... alcuni hanno pensato ad una qualche preghiera andata persa nel tempo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > A supporto di ciò sembrano essere stati trovati
    > resti di un vangelo apocrifo in cui si parlava
    > della costruzione dell'arca, e di frammenti di
    > parole pronunciate da Noè mentre costruiva l'arca
    > "D**osau*i Bas*ar*i! ... le m*e ros*..." ...
    > alcuni hanno pensato ad una qualche preghiera
    > andata persa nel
    > tempo.
    In caso sarebbe stato
    "Dns'r bst'rd lm r's"
    A quanto ricordo le vocali a quei tempi non si usavano nella parola scritta.

    GT
  • E nel caso di scambio di un HD da 'n'TB con un altro altrettanto pieno cosa si accende? L'idea che forse i prezzi sono sproporzionati rispetto a quello che viene offerto, che eredi campino sul lavoro degli autori per anni a venire, che ci mangino sopra troppe persone oltre al produttore ecc non si accende mai? Mah ...
    non+autenticato
  • Pensino a vendere invece di accendere i semafori. Il loro compito è produrre contenuti e piazzarli sul mercato. Se pensano di guadagnare senza far nulla hanno sbagliato di grosso. Il mercato si è evoluto, se il loro parassitare poteva essere redditizio negli anni passati ora non è più così, ne prendano atto. La pirateria è solo un sintomo, loro stessi sono la malattia.

    Non sono più disposto a regalare 25 euro per pagare la dose quotidiana a qualche "artista" ed il pizzo ad una casa discografica senza scrupoli.

    È finita la pacchia, molti cinema hanno chiuso per via dell'estate e non apriranno questo autunno. Fate voi i conti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: contrario

    > Non sono più disposto a regalare 25 euro per
    > pagare la dose quotidiana a qualche "artista"

    Sacrosanto.
    Chi ha ucciso la Winehouse sono proprio coloro che hanno acquistato la sua musica.

    Nessun artista muore piu' di fame, ma molti muoiono per la troppa ricchezza.

    Se ami un artista, scaricalo.
  • ehm..... questo ragionamento non ha senzo. Anche perchè la winehouse non faceva più un album da anni ormai....

    Ci sarebbe il fantomatico terzo suo lavoro che detta dagli adetti ai lavori è già pronto.....
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 luglio 2011 15.33
    -----------------------------------------------------------
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > ehm..... questo ragionamento non ha senzo. Anche
    > perchè la winehouse non faceva più un album da
    > anni ormai....

    Quelli che ha fatto erano forse in distribuzione gratuita?
    A me risulta che costino 20 euro come tutti gli altri.
  • Di fatto la tecnologia esiste gia' per fare questo.
    E' sufficiente che PRS paghi per ogni link "verde" cliccato e ogni motore di ricerca del pianeta sara' ben felice di accontentare una richiesta tanto originale.

    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > E' sufficiente che PRS paghi per ogni link
    > "verde" cliccato e ogni motore di ricerca del
    > pianeta sara' ben felice di accontentare una
    > richiesta tanto
    > originale.

    Come, basta una citofonata a gugol per far mettere un bollino rosso a chi ti da fastidio, qualunque cosa sia!
    Io quel semaforino, lo chiamerei censura sponsorizzata.
    non+autenticato
  • Libertà d'espressione non vuol dire libertà di sparare cassate a destra e manca!

    Il primo censore è chi la osteggia, a priori.