Claudio Tamburrino

USA, Operazione Antipedoporno

72 accusati di abusi sessuali su minori: al centro, un forum internazionale dedito allo scambio di materiale pedopornografico

Roma - Il Dipartimento di Giustizia (Department of Justice, DoJ) con l'Operazione Delego, in cui ha collaborato con l'Immigration and Customs Enforcement, ha identificato 72 persone accusate di abusi sessuali su bambini di 12 anni o meno e di scambio di materiale pedopornografico attraverso un Web-forum chiamato "Dreamboard".

"Utilizzando metodi sofisticati per evitare le forze dell'ordine, i membri di Dreamboard - spiega il DoJ - sono accusati di aver sfruttato l'anonimato e le potenzialità di Internet per agevolare gli atti orribili di abusi sessuali su minori e lo scambio di materiale pedopornografico".

Il gruppo si serviva di server proxy, cifratura, nickname anonimi come "Beast", "Bones" o "Jailbird" e amministratori dei circuiti in cui vengono scambiati i contenuti pedopornografici che attuavano una pressante politica di selezione dei membri, a cui era richiesta una costante partecipazione al forum con la sottoscrizione regolare di nuovo materiale.
L'assistente procuratore generale che si è occupato del caso, Lanny A. Breuer, ha parlato di "crimini tanto orribili da non poter essere descritti a parole": si parla in totale di così tanti contenuti da poter riempire di 16.000 DVD.

52 dei 72 accusati sono già stati arrestati: i capi di imputazione sono abuso su minori, associazione a delinquere a fini pedopornografici e per la diffusione di pedopornografia. 13 si sono già dichiarate colpevoli. 20 sono "conosciuti solo per la loro identità online". 19 sono persone che vivono fuori dagli Stati Uniti, in 13 diversi paesi: Canada, Danimarca, Ecuador, Francia, Germania, Ungheria, Kenya, Olanda, Filippine, Qatar, Serbia, Svezia e Svizzera. Il DoJ sta collaborando con la Judicial Cooperation Unit (Eurojust) dell'Unione Europea

Si tratta di una delle più grandi operazioni statunitensi recenti in tema di pedopornografia, un crimine che a livello globale prolifera: solo il governo cinese ha arrestato, da ultimo, 369 sospetti di traffico di minori.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàPedoporno, retata europeaSgominata una rete che collegherebbe oltre 670 predatori sessuali. Tra le vittime, oltre 200 minori. Europol annuncia i risultati di 3 anni di indagini
  • AttualitàUSA, condannato per il pedoporno che non c'è60 giorni di carcere, due di libertÓ vigilata e 200 ore di servizi sociali: questa la condanna per il ragazzo che aveva prodotto il video beffa nel quale comparivano minorenni che ascoltavano una canzone dai contenuti sessuali espliciti
37 Commenti alla Notizia USA, Operazione Antipedoporno
Ordina
  • tra tutti i commenti non c'e' nessuno che sia daccordo con l'operazione.

    la meta' fanno i pignoli sul numero dei dvd, il restante rompe le balle sulla censura e parla di cose che non centrano una cippa con l'articolo.

    Mah... e poi la gente si meraviglia perche' in italia nessuno va in galera.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fatto bene
    > tra tutti i commenti non c'e' nessuno che sia
    > daccordo con
    > l'operazione.
    >
    > la meta' fanno i pignoli sul numero dei dvd, il
    > restante rompe le balle sulla censura e parla di
    > cose che non centrano una cippa con
    > l'articolo.
    >
    > Mah... e poi la gente si meraviglia perche' in
    > italia nessuno va in
    > galera.


    quindi se un giornale se ne uscisse con:

    arrestato corriere della droga
    la polizia: in macchina aveva mille tonnellate di cocaina


    chiunque direbbe che forse c'è una leggera esagerazione nel titolo sarebbe pro droga e pro mafia ?
  • l'altro giorno cercavo info su "suicidi di massa".
    Mi imbatto nel pià grande suicidio di massa: 911 morti a Jonestown.
    Mi documento un po' e trovo articoli che linkano il falso suicidio di massa al progetto MK ultra.
    Cerco info su MK ultra.
    Mi imbatto in un saccod i materiale tra cui il seguente video dell'(coo-?)autrice di Trance-formation of America, Cathy O'Brien.
    Mi vedo tutti e 7 i video. In pratica nel progetto Mk ultra di controllo mentale sia la tortura fisica, psicologica, gli abusi sessuali su bambini e molte tecniche di controlo - a quanto dice la O'Brien - venivano utilizzate su diretta pianificazione e controllo da parte dei poteri occulti e non (Cia, logge massoniche, politici).

    Ora, potrebbe essere tutto vero o tutto falso, la certezza non la avrò mai e le conclusioni le traete voi stessi.
    consiglio in ogni caso il video. Lungo, ma una volta che avrete visto la prima parte non smetterete più di andare avanti:

    non+autenticato
  • tra la pedo-pornografia/pedofilia (PPP) e censura su internet; faccio una necessaria premessa, necessaria per dare il giusto contesto a come la penso della PPP; sono sempre stato contrario alla pena di morte, per il semplice motivo che davanti ad un seppur minimo rischio di errore giudiziario, diventa irrimediabile, ma davanti alla PPP (non me ne frega un piffero se ci sono quelli che "solo" guardano, perché il loro guardare intanto è premessa al "fare" e poi, in ogni caso, alimenta chi "fa" per riprendere e vendere il materiale) il mio limite di tolleranza si abbassa a zero; rimane solo la Legge a dover applicare la pena (poi se il padre del bambino/bambina, accertata la colpevolezza dell'indiziato, volesse procedere di persona, veda un po' lui...), previa indagine e accertamento della colpevolezza, a cui segue esecuzione immediata, punto. In merito alla censura, seguito a credere nella sua assoluta inutilità; polizie nazionali, Interpol, ONU, ecc., conoscono il fenomeno e sanno   (evidentemente) come rintracciare anche i più abili e sfuggenti siti di PPP; facciano il loro lavoro con diligenza e colpiscano i colpevoli e non il mezzo, neutrale ed innocente per definizione.
  • Apprezzo la vendetta e chi la cerca ha la mia stima: forse anch'io lo farei se qualcuno facesse del male ad un mio caro (incluso il mio bassotto).
    Odio invece la pena di morte: demandare le tue urgenze alla legge è barbaro e criminale.
    Il lavoro sporco devi fartelo da solo. Tenendo presente un antico detto cinese: "l'uomo che vive di vendetta dovrà scavare due fosse"
  • A parte che atti di giustizia privata sono vietati credo i tutti i paesi democratici del mnondo, l'unico monopolio che accetto e quello.

    Per il resto il discorso di chi a parto il thread si contraddice. Prima dice che è contrario alla pena di morte, perchè anche il minimo errore giudiziario, diventa irreparabile (considerando comunque che è una violazione dei diritti umani...), poi con l'evvenuale pedofilo vuole l'esecuzione immediata, dimenticando che in passato ci sono stati dei madornali errori giudiziari che hanno rovinato la vita a moltissime persone innocenti, gente che per non sopportare la morte sociale, si è pure tolta la vita.

    Cioè... non è una incoerenza assurda ?

    Poi per quanto riguarda la vendetta, il conte di montecristo non insegna ?
    Sgabbio
    26177
  • Hai letto male il mio post iniziale: ho parlato di certezza della colpa, pur sapendo quanto è difficile accertare al 100% una colpa; è per questo che dico, a freddo, che solo la legge, neutrale e super partes, può e deve agire per una pena del genere; punizione legale e vendetta personale sono cose diverse; la legge, cioè le istituzioni statali, hanno il preciso compito di rendere sicura la vita dei cittadini (faccio un discorso di pura teoria, l'applicazione è altro problema) e nel caso, non certo improbabile ed infrequente che non ci riesca, punisce il colpevole; la punizione, in questi specifici casi, e la pena estrema, nascono dalla necessità di eliminare il rischio di recidiva, cosa certa data la natura della perversione, che ha completamente devastato quei normali limiti umani che almeno ci fanno astenere da certe tentazioni (che per certi versi possono essere anche comprensibili: una ragazzina che sta crescendo può anche assumere caratteristiche fisiche quasi da donna e l'occhio può anche essere tratto in inganno, ma uno sguardo di passaggio è una cosa, cercare di portarsela a letto, ben altro fatto; figuriamoci la violenza e lo sfruttamento delle immagini di una violenza!). Quello che io genitore posso arrivare a fare non ha niente a che vedere con legalità e giustizia, ecco perché non è questione di rimandare ad altri il lavoro sporco per non volersi sporcare le mani (come ha detto Il Solito Ben Informato), ma per, cedendo alle emozioni, evitare ingiustizie. Dal canto mio, è una certezza come il sorgere del Sole tutte le mattine (almeno per altri 5 miliardi di anni...): se becco chicchessia a toccare mia figlia (non mi riferisco al fidanzatino, che comunque verrà gentilmente scaraventato fuori di casa Indiavolato...), neanche un miracolo di Dio potrà farlo sopravvivere; passerò beatamente la mia vita in carcere e poi, se un Dio esiste, avrò cura di chiedergli quando (visto che è onnipotente, onnisciente e di infinita saggezza e noi siamo suoi prediletti figli Rotola dal ridere) pensava di aggiustare la mente e l'anima degli esseri umani; se poi vorrà darmi un calcio sul mulo e dirmi: "fatti i razzi tuoi, che c'ho un Universo da mandare avanti e imparate a rispettarvi, massa di Cogl**ni!", mi toccherà pure di stare zitto, ma lo stupratore starà già urlando all'Inferno, con un forcone piantato nei cabbasisi...

         P.S. Non rompete sulla questione dell'ironia sulle caratteristiche divine: se un Dio del genere esiste, ci ha palesemente lasciato il libero arbitrio, quindi regole e leggi divine non hanno ragione di esistere, in particolare quando contraddicono la natura, da Dio stesso creata; figuriamoci se Dio può fare un tale disastro nel creare l'Uomo e poi inventarsi regole, leggi e permettere le guerre sante contro gli infedeli (tanto per citare un'attività tanto di moda negli ultimi millenni) per rimediare, anzi come unica maniera per rimediare; credete pure in Dio, ci mancherebbe altro, ma TUTTI i problemi umani hanno fonte umana e dagli uomini (ma anche dalle donne) vanno risolti; seguito a credere nel rispetto degli altri come unica reale soluzione alle difficoltà della vita, ma non sono una pecora e l'aggressione, in particolare quella nei confronti dei bambini e/o ragazzini, merita un'adeguata risposta, come dicevo.
  • - Scritto da: mikronimo
    > Hai letto male il mio post iniziale: ho parlato
    > di certezza della colpa, pur sapendo quanto è
    > difficile accertare al 100% una colpa; è per
    > questo che dico, a freddo, che solo la legge,
    > neutrale e super partes, può e deve agire per una
    > pena del genere;

    scusa i termini ma questo è un ragionamento, giusto, sì, ma utopico ed inutile. La legge può anche essere perfetta e superpartes ma gli uomini non lo sono e in casi del genere giurie, avvocati e a volte anche giudici, si fanno trascinare dalle grida dell'opinione pubblica.
    Considera anche il fatto che un'accusa di pedofilia è infamante a livello assoluto: non importa che tu venga giudicato innocente al 100%, sarai marchiato a fuoco per il resto della tua vita.

    > punizione legale e vendetta
    > personale sono cose diverse; la legge, cioè le
    > istituzioni statali, hanno il preciso compito di
    > rendere sicura la vita dei cittadini

    la vita dei cittadini si rende sicura prevenendo i crimini, mettendo in condizione la gente di non commetterne e questo implica comprendere perché la gente può tendere a delinquere.
    Ma pensiamo seriamente che chi ci governa voglia eliminare il crimine? assolutamente no: il crimine è una di quelle onde da cavalcare per mantenere il potere; riuscire a convincere la gente a vivere nel terrore significa poterla guidare dove si vuole e farle accettare ciò che si vuole. Ogni volta che George Bush dichiarava che lo stato d'allerta s'era alzato (anche senza un motivo chiaro) i consumi si impennavano. Il crimine fa bene a questa economia.

    > la punizione, in questi specifici
    > casi, e la pena estrema, nascono dalla necessità
    > di eliminare il rischio di recidiva,

    Certo, è ovvio che eliminando il criminale elimini la possibilità di "recidiva"... ma ti rendi conto di cosa dici? parli di disporre della vita di una persona. Chi ci dà questo diritto?
    e pensi davvero che la punizione funzioni come deterrente? come dicevo in un altro post, negli Stati Uniti vige la pena di morte per l'omicidio volontario, eppure sono il paese con il più alto numero di omicidi al mondo.
    A cosa serve la punizione allora? E' il classico capro espiatorio da sacrificare per far contenta l'opinione pubblica, proprio come quando, un tempo, si sacrificavano gli animali per far contenti gli dei... ma siamo nel 2000 o no?

    > cosa certa
    > data la natura della perversione, che ha
    > completamente devastato quei normali limiti umani
    > che almeno ci fanno astenere da certe tentazioni

    io invece credo che la perversione cresca all'aumentare della repressione: più veniamo educati a spingere nel nostro profondo le nostre emozioni ed i nostri problemi, tenderanno a riemergere in altre forme, irrazionali, incomprensibili ed eventualmente cruente.
    Senti mai ai TG cosa si dice delle persone che ammazzano un famigliare? "era una persona tranquilla, gentile, salutava sempre, non disturbava, pagava sempre le bollette..."

    > ma uno sguardo di passaggio è una cosa,
    > cercare di portarsela a letto, ben altro fatto;
    > figuriamoci la violenza e lo sfruttamento delle
    > immagini di una violenza!).

    un inciso sullo sfruttamento delle immagini di violenza : perché quando si parla di internet si dice sempre che ha incrementato il commercio di immagini pedopornografiche mentre sta uccidendo il commercio della musica? Forse si vuole semplicemente demonizzare internet ingigantendo un fenomeno che esiste a malapena... o forse i discografici dovrebbero copiare il modello di business dei pedofili...

    > Quello che io
    > genitore posso arrivare a fare non ha niente a
    > che vedere con legalità e giustizia, ecco perché
    > non è questione di rimandare ad altri il lavoro
    > sporco per non volersi sporcare le mani (come ha
    > detto Il Solito Ben Informato), ma per, cedendo
    > alle emozioni, evitare ingiustizie.

    Sarò drastico, ma io dico: se qualcuno uccide un tuo caro o lo perdoni o lo uccidi a tua volta. Pretendere che rimanga in carcere a vita o che venga ucciso dallo stato è la cosa più ingiusta che esista, perché per evitare di imbarbarire la tua anima, vuoi che ogni membro della società si macchi del tuo crimine. Hai mai letto "il ritratto di dorian grey"?

    > (non mi riferisco al fidanzatino, che
    > comunque verrà gentilmente scaraventato fuori di
    > casa Indiavolato...)

    se avessi una figlia non esiterei a metterle un letto matrimoniale in camera appena possibileSorride tanto, che tu glielo permetta o meno, se avrà voglia di farlo lo farà comunque, quindi tanto vale che lo faccia in un posto sicuro

    > se un Dio esiste, avrò
    > cura di chiedergli quando (visto che è
    > onnipotente, onnisciente e di infinita saggezza e
    > noi siamo suoi prediletti figli Rotola dal ridere) pensava
    > di aggiustare la mente e l'anima degli esseri
    > umani; se poi vorrà darmi un calcio sul mulo e
    > dirmi: "fatti i razzi tuoi, che c'ho un Universo
    > da mandare avanti e imparate a rispettarvi, massa
    > di Cogl**ni!", mi toccherà pure di stare zitto,

    Ti consiglio tre film: se esiste davvero un Dio onniscente è solo un bastardo ipocrita ma per fortuna c'è un Satana che ci ama e ci asseconda come Al Pacino in L'Avvocato del Diavolo , se esistono un paradiso ed un inferno con le regole che ci insegnano i preti, allora è molto simile al film Constantine in cui sono due superpotenze in piena "guerra fredda" e la posta in palio sono le nostre anime e se esiste un aldilà in cui siamo coscienti, allora probabilmente sarà molto simile a quello che si vede in Beetlejuice Occhiolino
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 agosto 2011 22.04
    -----------------------------------------------------------
  • Hai ragione sull'utopia della legge che protegge e punisce, ma infatti intendevo riferirmi (forse l'ho accennato in un altro post) alla Legge (L maiuscola) come ente, non certo agli uomini che la amministrano, corruttibili, egoisti e solo alla ricerca del proprio tornaconto; sempre altrove ho detto che la pena di morte non mi è mai piaciuta, ma in questo specifico caso (pedofilia e/o stupro) me ne frego proprio; non deve essere un deterrente (sono piene le carceri di tutto il mondo e i cimiteri USA di fessi, o disperati, che hanno detto: "io sono troppo furbo, non mi farà MAI prendere"); La repressione come fonte della perversione? Si può anche essere, ma credo solo nelle persone veramente traumatizzate (o malate/deviate a livello mentale) e cresciute senza un minimo di corretta educazione e in un Italia giardino ecclesiastico il tabù del sesso e la relativa educazione, sono quanto meno problematici; il sesso si fa da sposati (Rotola dal ridere), ma è una spinta naturale che nessuno ci insegna o ci indirizza a uno sfogo naturale (pare che la prostituzione sia, salvo poi cercarsi qualcuno da violentare, l'unica soluzione), perché anche la masturbazione, in mancanza di altro, è vietatissima (?). Mia figlia verrà educata 1.alla conoscenza del sesso, suoi rischi e conseguenze; la scelta sarà sua, con la guida mia e di sua madre; 2.alle arti marziali (sotto la mia diretta supervisione e direzione: 25 anni di esperienza mi rendono adatto al compito): la preferisco in carcere per eccesso di difesa e/o omicidio, che vittima, sempre che prima non lo abbia fatto fuori io; quello che dici tu sul letto matrimoniale è (+o-) quello che dico da tanti anni anche io a certe persone (che dicono: "i figli, ma in particolare le femmine, andrebbero legati al termosifone"), sapendo benissimo quello che succede nei bagni delle scuole e sapendo che i genitori, nella stragrande maggioranza dei casi, evita accuratamente di insegnare certe cose ai propri figli, per poi lamentarsi se informazioni ed esperienze avvengono nella peggiore delle condizioni; la mia battuta era ironica e faceva solo la differenza tra il sesso, magari un po' precoce, e lo stupro; li ho visti già tutti e tre i film che mi consigli ed in particolare Constantine, proprio per il contesto, mi è piaciuto. Vedo che su questo tema ci è, ad entrambi, abbastanza chiaro, che almeno le religioni monoteistiche, sono pure invenzioni umane (vivono di contraddizioni assolute, negando la realtà delle cose e propugnando la supremazia religiosa, solo per cercare, con discreto successo, di controllare le persone); fa presto, adesso, la Chiesa a invocare la tolleranza, quando finché ha avuto il potere militare e politico, non ha perso occasione per massacrare: l'infedele, il sospetto di eresia, la strega, l'omosessuale e quant'altro, dove peraltro, la tolleranza è solo il primo passo (proprio il minimo assoluto, perché io tollero un fastidio, un dolore e questo non può bastare) e solo il rispetto (che è fregarsene completamente di quello che fanno le persone, fino a che non fanno del male ad altre persone: non mi interessa con chi fanno sesso, che dio pregano, che lavoro fanno, che musica ascoltano, pur cercando di capirli e ascoltarli solo per quello che sono come persone); ma lo so che è pura utopia e questo è un mondo dove si elogia il "buono", per quanto di male viene espresso intorno a lui, come se (e spesso lo è) fosse un'eccezione. Ciao, alla prossima.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 06 agosto 2011 00.54
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: mikronimo
    > Hai ragione sull'utopia della legge che protegge
    > e punisce, ma infatti intendevo riferirmi (forse
    > l'ho accennato in un altro post) alla Legge (L
    > maiuscola) come ente, non certo agli uomini che
    > la amministrano, corruttibili, egoisti e solo
    > alla ricerca del proprio tornaconto; sempre
    > altrove ho detto che la pena di morte non mi è
    > mai piaciuta, ma in questo specifico caso
    > (pedofilia e/o stupro) me ne frego proprio;

    tanti princìpi... ma troppe eccezioni, mi pare.

    > non deve essere un deterrente (sono piene le carceri
    > di tutto il mondo e i cimiteri USA di fessi, o
    > disperati, che hanno detto: "io sono troppo
    > furbo, non mi farà MAI prendere");

    non credo sia questione di arroganza, quanto di incoscienza ed incapacità di vedere oltre le proprie azioni e i bisogni del momento, come dire: quello che voglio prendo e non concepisco il poter essere punito

    > La repressione come fonte della perversione? Si può anche
    > essere, ma credo solo nelle persone veramente
    > traumatizzate (o malate/deviate a livello
    > mentale) e cresciute senza un minimo di corretta
    > educazione

    esistono infiniti livelli di repressione... chi veramente riesce a crescere libero? in quanti modi veniamo indottrinati a pensare ciò che altri vogliono che pensiamo?
    Se proprio devo dirla tutta, sono ideologicamente contrario al concetto di nucleo famigliare ristrettoSorride non trovo giusto che due persone che molto probabilmente condividono ideali e modi di pensare, si permettano di educare un figlio senza tollerare intromissioni esterne. Difficilmente riusciremo ad inculcare volontariamente qualcosa ai nostri figli, piuttosto saranno loro ad assorbire da noi ciò che vogliono. Io penso che un bambino dovrebbe assorbire da più adulti possibile.Occhiolino
    Ma queste sono mie idee personali.

    > Ciao, alla
    > prossima.

    Alla prossima
  • Grazie a Dio!
    ora potremo dormire sonni tranquilli! i nostri figli sono più al sicuro ora che questa pericolosa rete di 72 persone divise tra 13 paesi è stata sgominata! Eh sì... la pedofilia è proprio la piaga più grande e vergognosa della nostra società, se non ci fosse bisognerebbe inventarla !

    Ma siamo proprio sicuri che tutte queste persone abusino sessualmente di bambini? ho letto su focus che di queste "retate" di pedofili, l'80% deve essere rilasciato per assenza di prove o per non aver commesso il fatto.
    E poi non sarebbe meglio capire le cause di questa violenza? cosa spinge un uomo (o una donna) a far del male, abusare sessualmente o anche solo provare attrazione per preadolescente? magari se troviamo l'origine di questo male, potremmo aiutare queste persone a conoscere i propri demoni e permetter loro di vivere serenamente...


    E' vero! dobbiamo lavorare per estirpare il male che affligge queste persone e tutto il mondo: INTERNET!
    servono più leggi! di più!... no, ancora di più! servono delle leggi che se anche solo scrivi bambino e sesso nella stessa frase ti facciamo sbattere in galera! e se poi ti diverti a disegnare ragazze e ragazzi che sembrano minorenni e gli fai compiere atti sessuifici, allora la tua mente è malata e devi finire in galera!
    E poi censura, censura e ancora censura.
  • - Scritto da: il solito bene informato

    > E' vero! dobbiamo lavorare per estirpare il male
    > che affligge queste persone e tutto il mondo:
    > INTERNET!
    > servono più leggi! di più!... no, ancora di più!
    > servono delle leggi che se anche solo scrivi
    > bambino e sesso
    >
    nella stessa frase ti facciamo
    > sbattere in galera! e se poi ti diverti a
    > disegnare ragazze e ragazzi che
    > sembrano
    minorenni e gli fai compiere
    > atti sessuifici, allora la tua mente è malata e
    > devi finire in
    > galera!
    > E poi censura, censura e ancora censura.

    E poi arrestiamo tutti i fan dei Nirvana e buttiamo via la chiave, maledetti pedofili, che hanno comprato l'LP solo per la foto di copertina.

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • E dove lo mettiamo "Virgin Killer" degli Scorpions? Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • > Ma siamo proprio sicuri che tutte
    > queste persone abusino sessualmente di bambini?
    > ho letto su focus che di queste "retate" di
    > pedofili, l'80% deve essere rilasciato per
    > assenza di prove o per non aver commesso il
    > fatto.

    Appunto, come dicevo in altro commento, gli abusi su minori avvengono per la maggior parte dei casi tra le mura domestiche e raramente (purtroppo) vengono alla luce.

    > E poi non sarebbe meglio capire le cause di
    > questa violenza? cosa spinge un uomo (o una
    > donna) a far del male, abusare sessualmente o
    > anche solo provare attrazione per preadolescente?

    Si tratta semplicemente di una perversione, al pari di quelli che si eccitano con le donne mature o con gli animali. Viene giudicato un crimile orribile solo per un fatto culturale, in certi paesi, ancora oggi, è perfettamente normale che un uomo maturo sposi una ragazzina minorenne (e non parlo di 17-enni, dai 14 anni in su, a volte anche meno).
    non+autenticato
  • - Scritto da: ospite
    > > Ma siamo proprio sicuri che tutte
    > > queste persone abusino sessualmente di
    > bambini?
    > > ho letto su focus che di queste "retate" di
    > > pedofili, l'80% deve essere rilasciato per
    > > assenza di prove o per non aver commesso il
    > > fatto.
    >
    > Appunto, come dicevo in altro commento, gli abusi
    > su minori avvengono per la maggior parte dei casi
    > tra le mura domestiche e raramente (purtroppo)
    > vengono alla
    > luce.
    >
    > > E poi non sarebbe meglio capire le cause di
    > > questa violenza? cosa spinge un uomo (o una
    > > donna) a far del male, abusare sessualmente o
    > > anche solo provare attrazione per
    > preadolescente?
    >
    > Si tratta semplicemente di una perversione, al
    > pari di quelli che si eccitano con le donne
    > mature o con gli animali. Viene giudicato un
    > crimile orribile solo per un fatto culturale, in
    > certi paesi, ancora oggi, è perfettamente normale
    > che un uomo maturo sposi una ragazzina minorenne
    > (e non parlo di 17-enni, dai 14 anni in su, a
    > volte anche meno).

    Quindi in quei casi basta che lui dia il consenso per essere filmato mentre e' a letto con la moglie ed ottieni un filmato pedoterronuclearsatanista perfettamente legale, o sbaglio ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane

    > Quindi in quei casi basta che lui dia il consenso
    > per essere filmato mentre e' a letto con la
    > moglie ed ottieni un filmato
    > pedoterronuclearsatanista perfettamente legale, o
    > sbaglio ?

    Probabile. Legale nel suo paese, ovviamente, comunque illegale negli altri.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ospite
    > - Scritto da: krane

    > > Quindi in quei casi basta che lui dia il
    > > consenso per essere filmato mentre e' a
    > > letto con la moglie ed ottieni un filmato
    > > pedoterronuclearsatanista perfettamente
    > > legale, o sbaglio ?

    > Probabile. Legale nel suo paese, ovviamente,
    > comunque illegale negli altri.

    E se da un altro paese un fruitore si limitasse a guardare lo streaming ? Sarebbe illegale ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: ospite
    > Si tratta semplicemente di una perversione, al
    > pari di quelli che si eccitano con le donne
    > mature o con gli animali.

    scusa ma paragonare quella che è semplice gusto (a meno che non parliamo di quelli che si eccitano con le 90enni...) con una deviazione sessuale come il sesso con gli animali è un po' travisanteSorride
    Io penso che la "normalità" nella sessualità esista e che sia quella vissuta da una persona normale; per "normale" non intendo di sicuro qualcuno aderente alle convenzioni della società, ma una persona in contatto con se stesso e consapevole delle proprie sensazioni e sentimenti. Ad esempio eccitarsi con un paio di scarpe o per un bel piede è normale, chi invece si mette a "fare all'amore" con le scarpe o i piedi di una donna ignorando la donna, diventa deviato. L'amore di una persona dovrebbe trasferirsi a chi quell'amore è in grado di recepirlo e ricambiarlo; quando il nostro amore si rivolge ad oggetti o animali (che possono amarci in un certo modo, ma di sicuro non come potrebbe farlo una persona) significa che c'è una visione distorta della realtà, provocata dall'assuefazione ad un concetto troppo personale di amore.
    Il mio non è assolutamente un giudizio, solo una riflessione. Ognuno può fare quello che gli pare, finché non fa del male a qualcuno.
    Da qui si arriva alla pedofilia: anche senza violenza "cruenta" su di un minore di, ad esempio, 10 anni, dubito che ci sia una qualche forma di amore da parte dell'adulto, quanto il bisogno di relazionarsi con una propria parte innocente, che sia sofferente o perduta. Non per niente è nota la relazione tra le perversioni di un pedofilo e il suo passato, quasi sempre di violenze subite a sua volta (non solo fisiche).
    Anche senza scomodare la violenza sui bambini, spesso mi chiedo perché alcuni di noi provino tanta compassione e tenerezza nei confronti di un bambino o di un cucciolo... infondo tutti noi, chi più, chi meno, abbiamo avuto adulti intorno che hanno tentato di farci crescere troppo in fretta, facendoci vivere la nostra "fanciullezza" come un peso.

    > Viene giudicato un
    > crimile orribile solo per un fatto culturale, in
    > certi paesi, ancora oggi, è perfettamente normale
    > che un uomo maturo sposi una ragazzina minorenne
    > (e non parlo di 17-enni, dai 14 anni in su, a
    > volte anche
    > meno).

    Viene giudicato un crimine orribile non per un fatto culturale, ma perché il sesso in sé, nella nostra società, viene considerato "un crimine orribile". Una volta, sentendo una canzone di Caparezza per radio, Io Vengo dalla Luna, sono semplicemente inorridito: in un pezzo fa

    Ce l'hai con me perché
    ti fotto il lavoro
    ti fotto la macchina
    ti fotto la tipa sotto la luna


    ebbene, per radio i primi due "fotto", intesi come rubare, sono passati, mentre il terzo veniva censurato. Sarà anche banale ma è molto esemplificativo, considerando che siamo il giardinetto della chiesa cattolica.
    Il sesso è scoperta, individualità, libertà e amore: tutte cose che fanno paura a chi sta sopra di noi e cerca costantemente di vestirci con la tuta grigia di 1984 e ad odiare e temere il prossimo. Allora si cerca, fin da bambini e con ogni mezzo, ad associare le parole "infanzia" e "sesso" all'idea di "crimine". Non inorridisco all'idea che i bambini si possano interessare al sesso, ma credo che debbano farlo nei loro modi, cioè come un gioco e senza l'interferenza degli adulti, che nella gran parte dei casi lo vivono in un modo atrofizzato dalle convenzioni.
    Nella cultura islamica è convenzione per una minorenne sposare un uomo adulto (spesso anche vecchio) perché è indottrinata a farlo: fin da piccola viene "assegnata" al suo sposo e passa la sua infanzia ad essere educata (e non con carezze) a servire il suo uomo, e deve servirlo fino alla sua morte e quindi deve essere giovane e in forze. Non è certo un esempio di vivere la sessualità in modo libero. Se poi parliamo delle società africane, considera che non hanno la nostra aspettativa di vita... quindi devono fare le cose un po' in frettaSorride
    La nostra cultura interviene con la "differenza generazionale": un ragazzo di 15-18 anni ha interessi diversi dai miei, che ne ho 30 (e qualcosa); pensa a cose diverse, parla di cose diverse... e in modo diverso. Dettagli (anche perché si tratta di stronzate) ma spesso è un'ostacolo quasi insormontabile. Ciò non esclude che si possa essere attratti da una ragazza che abbia da poco raggiunto la maturità sessuale e ciò non deve escludere a priori, come fa invece la legge, che una ragazza o un ragazzo di 13-14 anni possano decidere per la propria vita sessuale. Ricordo il caso scoppiato in america di una insegnante trentenne rimasta incinta di un suo studente di tredici anni; nessuna pietà per lei e per il loro amore dichiarato e la donna si fece 7 mesi di carcere. Uscita da poco, fu colta di nuovo in fallo, di nuovo incinta dello stesso ragazzo: questa volta furono 7 anni di carcere. Due o tre anni fa stavo leggendo casualmente una rivista di gossip e trovai un articolo su loro due: una coppia felice, lui 23enne e lei 40enne, con due figli bellissimi.
    Allora dico: perché tanta intransigenza? perché tentare di rovinare quattro vite? perché non ascoltare realmente chi certe storie le vive in prima persona, invece di estorcere confessioni o assumere l'incapacità di intendere e volere da parte del minorenne? (incapacità che non viene contemplata quando invece commette un crimine, stranamente... come dice il commissario Winchester: "la legge è impotente nell'aiutare, non nel punire").
    Non dimentichiamo anche che questa intransigenza è spesso causa di equivoci, come i casi di "ninfette" troppo cresciute per la loro giovane età, che sono perfettamente in grado di circuire e ricattare un adulto non altrettanto forte.
    Sento delle sirene fuori... devo chiudereA bocca aperta
  • - Scritto da: il solito bene informato

    > Allora dico: perché tanta intransigenza? perché
    > tentare di rovinare quattro vite? perché non
    > ascoltare realmente chi certe storie le vive in
    > prima persona, invece di estorcere confessioni o
    > assumere l'incapacità di intendere e volere da
    > parte del minorenne?

    Ci sono situazioni difficili da regolamentare per legge.
    E la questione che tu hai sollevato e' una di queste.
    E hai citato un caso particolare che mette in evidenza i limiti di questa legge.
    Ma questo caso particolare e' uno, e fa scalpore perche' e' uno.
    Quanti sono invece quelli che grazie a questa legge, si e' impedito a persone di commettere crimini e danni? Forse qualcuna di piu'.

    Un altro caso e' la situazione del fine vita.
    La legge italiana parla chiaro: staccare volontariamente i tubi di un malato terminale e' omicidio, e di omicidio sono stati condannati coloro che hanno staccato i tubi come atto di amore nei confronti del loro genitore o cognuge malato terminale.

    Fortunatamente la legge italiana prevede dei margini di pena, e i giudici che hanno giudicato quei casi hanno emesso sentenza di condanna ma senza richiedere una pena. A norma di legge. Considerando caso per caso.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: il solito bene informato
    >
    > > Allora dico: perché tanta intransigenza?
    > perché
    > > tentare di rovinare quattro vite? perché non
    > > ascoltare realmente chi certe storie le vive
    > in
    > > prima persona, invece di estorcere
    > confessioni
    > o
    > > assumere l'incapacità di intendere e volere
    > da
    > > parte del minorenne?
    >
    > Ci sono situazioni difficili da regolamentare per
    > legge.
    > E la questione che tu hai sollevato e' una di
    > queste.
    > E hai citato un caso particolare che mette in
    > evidenza i limiti di questa
    > legge.
    > Ma questo caso particolare e' uno, e fa scalpore
    > perche' e'
    > uno.
    > Quanti sono invece quelli che grazie a questa
    > legge, si e' impedito a persone di commettere
    > crimini e danni? Forse qualcuna di
    > piu'.

    hm... sei sicuro? in quasi tutti gli Stati degli Uniti vige la pena di morte per l'omicidio volontario, eppure è la nazione con più omicidi al mondo.
    Le leggi e le pene non mi pare che funzionino granché come deterrente.

    > Un altro caso e' la situazione del fine vita.
    > La legge italiana parla chiaro: staccare
    > volontariamente i tubi di un malato terminale e'
    > omicidio, e di omicidio sono stati condannati
    > coloro che hanno staccato i tubi come atto di
    > amore nei confronti del loro genitore o cognuge
    > malato
    > terminale.
    >
    > Fortunatamente la legge italiana prevede dei
    > margini di pena, e i giudici che hanno giudicato
    > quei casi hanno emesso sentenza di condanna ma
    > senza richiedere una pena. A norma di legge.
    > Considerando caso per
    > caso.

    il caso è diverso. Da anni sul "fine vita" i legislatori italiani stanno provando ad emettere decreti, leggi, ordinanze, circolari che sono semplicemente incostituzionali. In seguito ad accuse di omicidio (al padre di Eluana, al medico che ha "spento" Piergiorgio Welby) i giudici hanno giudicato in base all'articolo 32 della costituzione ed al codice deontologico dei medici.
  • Una risposta degna di nota. Fa strano trovare qualcuno con cervello in mezzo ai trollsSorride
  • Notizia odiosa, certo, ma notizie come queste sono regolarmente strumentalizzate per far passare norme censorie altrettanto odiose, che con la pedopornografia niente hanno a che fare anche se vorrebbero far pensare il contrario.
    La Carlucci insegna.
  • più che altro, fanno mega retate, arrestano centinaia di persone, 4 sono i veri pedofili, altri sono rovinati a vita.
    Sgabbio
    26177
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)