Claudio Tamburrino

BlackBerry e le conseguenze della sommossa

Attaccato il sito della canadese: aveva offerto aiuto alla polizia londinese nel contesto dei disordini che infiammano le città britanniche

Roma - La crew hacker Team Poison ha attaccato e preso il controllo del blog ufficiale di BlackBerry. Un'offensiva scatenata in risposta al coinvolgimento indiretto della canadese nei fatti che stano infiammando Londra.

Per prendere le distanze dai vandali dotati di BlackBerry da utilizzare per inviare messaggi via BB Messenger in modo da comunicare, coordinarsi e condividere i risultati dei loro saccheggi, la canadese aveva offerto alla polizia tutta la sua collaborazione: pur affermando di non poter decifrare i singoli messaggi che passano attraverso i suoi server, il suo annuncio sembrava aprire a questa possibilità.

È proprio questa ipotesi, d'altronde, a non piacere agli hacker di Team Poison, che hanno dichiarato che, pur non appoggiando i saccheggi e gli atti di violenza compiuti a danno di cittadini e piccoli commercianti, è sempre "a supporto delle proteste contro forze di polizia e di governo".
Contro BlackBerry, ora, la crew minaccia di impiegare le informazioni raccolte sui suoi dipendenti, compresi nomi, indirizzi e numeri di telefono. (C.T.)
Notizie collegate
  • AttualitàFumo su Londra, fuoco sui social networkLa polizia punta il dito contro Twitter e gli altri social media, BlackBerry Messenger si trova costretto a prendere le distanze dai suoi utenti che si sono resi protagonisti dei saccheggi
  • AttualitàLulzSec: può bastareUltimi dati rilasciati e comunicato d'addio del gruppo che dice di aver voluto solo portare il caos per 50 giorni. Non una guerra, insomma, ma una parentesi particolarmente movimenta. Che altri potrebbero trasformare in rivoluzione
2 Commenti alla Notizia BlackBerry e le conseguenze della sommossa
Ordina