Claudio Tamburrino

Jodie Foster a caccia di alieni, LHC di cicli di calcolo

SETI ha racimolato abbastanza soldi per proseguire le sue operazioni. E LHC chiede cicli di calcolo

Roma - In un'occasione che vede il ruolo interpretato coincidere con la vita reale, Jodie Foster, che in Contact era la dottoressa alla ricerca di vita extraterrestre Ellie Arroway, è tra i donatori che hanno permesso al SETI Institute di continuare ad impiegare i suoi telescopi per scrutare il cielo in cerca di alieni.

La star, così come l'astronauta dell'Apollo Bill Anders e migliaia di altre persone, hanno così permesso all'ente non profit di ricerca di raccogliere 200mila dollari e superare per il momento i suoi problemi di risorse, questione per cui aveva lanciato un sito per la raccolta di fondi. Potrà così continuare ad operare con l'Allen Telescope Array (ATA), il telescopio che scruta i cieli alla ricerca di forme di vita e le cui operazioni erano state interrotte ad aprile.

Al pubblico chiede collaborazione anche il Large Hadron Collider (LHC): con il progetto LHC@home 2.0 mette a disposizione dei privati una piattaforma attraverso cui possono offrire parte della potenza di calcolo dei propri PC per effettuare alcune delle simulazioni di collisioni tra particelle sperimentate al CERN.
Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàIl bosone di Higgs, presto su tutti gli schermiLa cattura della particella di Dio sarebbe oramai alla portata degli scienziati del CERN e del TEVATRON. Trovato il recinto dentro cui cercarla, non resta che fare la sua conoscenza
  • TecnologiaSETI, ET non può chiamare TerraIl progetto per la ricerca di vita extraterrestre ridimensiona pesantemente le ambizioni per l'immediato futuro. In ibernazione l'array di antenne costruito per lo scopo esclusivo di sondare lo spazio alla caccia di ET
42 Commenti alla Notizia Jodie Foster a caccia di alieni, LHC di cicli di calcolo
Ordina
  • Dopo tutti questi anni, viene il dubbio che si sia scelto l'approccio sbagliato. Per quale motivo una ipotetica civiltà aliena dovrebbe comunicare usando le onde radio come facciamo noi? Non è un assunzione troppo antropocentrica? Magari siamo circondati da tracce di altre civiltà ma non ce ne accorgiamo perchè sono troppo diverse dal modo in cui noi e la nostra tecnologia riusciamo a precepire l'universo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mah
    > Dopo tutti questi anni, viene il dubbio che si
    > sia scelto l'approccio sbagliato. Per quale
    > motivo una ipotetica civiltà aliena dovrebbe
    > comunicare usando le onde radio come facciamo
    > noi? Non è un assunzione troppo antropocentrica?
    > Magari siamo circondati da tracce di altre
    > civiltà ma non ce ne accorgiamo perchè sono
    > troppo diverse dal modo in cui noi e la nostra
    > tecnologia riusciamo a precepire
    > l'universo.

    sei davvero in gamba tu. Magari gli scienziati della nasa questa cosa non l'hanno prevista... perchè non vai a dirglielo?
    non+autenticato
  • SETI non c'entra niente con la NASA. E' un organizzazione no profit che in questi anni ha ricevuto varie critiche da parte di altri scienziati, ed è stata anche accusata di usare un approccio "pseudoscientifico". Cerca pure in giro.
    non+autenticato
  • Se le leggi della fisica sono uguali anche in altre parti dell'universo è probabile che altre civiltà abbiano perlomeno iniziato con le onde hertziane.
    Ciò non toglie naturalmente che una civiltà evolvendosi escogiti nuovi e più efficienti mezzi, ma se consideri l'universo come uno sterminato contenitore spazio-temporale puoi sempre imbatterti in segnali lasciati da quella civiltà in un tempo passato, così come i primi segnali televisivi prodotti dall'uomo ora viaggiano fuori dal sistema solare.. ricordi l'inizio del film Contact?
    non+autenticato
  • ...Basta aspettare ancora circa un anno e quattro mesi
    e verrà il giorno.
  • - Scritto da: sentinel
    > ...Basta aspettare ancora circa un anno e quattro
    > mesi e verrà il giorno.

    Quando non succederá niente qualcuno come il pastore americano dirá che c'é stato qualche piccolo errore di calcolo nella interpretazione dei calendari maya e la fine del mondo é rimandata di qualche mese.
    non+autenticato
  • In fondo, l'apocalisse è un business...
    non+autenticato
  • Vedrai che salterà fuori che il calendario Maya era buggato e loro avevano problemi con le unità di calcolo delle divisioni...
    C'era una patch, in effetti, ma sono arrivati gli spagnoli di Pizarro prima che la potessero installare.
    883
  • - Scritto da: dfghjk
    > - Scritto da: sentinel
    > > ...Basta aspettare ancora circa un anno e
    > quattro
    > > mesi e verrà il giorno.
    >
    > Quando non succederá niente qualcuno come il
    > pastore americano dirá che c'é stato qualche
    > piccolo errore di calcolo nella interpretazione
    > dei calendari maya e la fine del mondo é
    > rimandata di qualche
    > mese.

    a dire il vero l'hanno già rimandata ai primi mesi del 2013, ma NESSUNO sembra averci fatto caso.Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Doomguy

    > > pastore americano dirá che c'é stato
    > qualche
    > > piccolo errore di calcolo nella
    > interpretazione
    > > dei calendari maya e la fine del mondo é
    > > rimandata di qualche
    > > mese.
    >
    > a dire il vero l'hanno già rimandata ai primi
    > mesi del 2013, ma NESSUNO sembra averci fatto
    > caso.
    >Occhiolino

    caspita, si sono pure preparati la parata di culoA bocca aperta
    Funz
    12995
  • ho installato il client BOINC su Ubuntu 11.04, tutto ok, dalla schermata puoi scegliere a quale progetto partecipare. Ho scelto SETI@home, qualche minuto di setup e download dei primi file da elaborare.
    Nonostante i settaggi, ho provveduto a disinstallare il tutto perchè il mio PC (athlon 2.0 GHz e 1 GB ram) è poco potente e rallentava un pò tutto. Mi riprometto di reinstallare il tutto quando avrò un PC più potente e multicore.

    Per chi non l'avesse capito, non è che il proprio PC si occupa direttamente di osservare le onde radio del cielo ma è il server del radiotelescopio che scandaglia lo spazio, accumula tanti dati da elaborare scarta quelli che rappresentano solo "rumore" e tenendo quelli che potrebbero rappresentare delle onde non proprio "naturali".

    Per far questo occorre potenza di calcolo bruta e tempo. Perciò, i computer del radiotelescopio si occupano di spedire ai vari client SETI@home connessi parte di quei dati. I client li elaborano e ritornano il risultato. E così si procede.
    non+autenticato
  • Mettiamola così:

    Se loro sono meno intelligenti di noi, non saranno in grado di decifrare i nostri messaggi e, in ogni caso, contattare una civiltà più arretrata della nostra non avrebbe molto senso.

    Se loro sono più intelligenti di noi, ricevono i nostri messaggi, si sbellicano dalle risate ed evitano accuratamente di risponderci (immaginatevi una civiltà superiore che riceve le nostre trasmissioni TV con Platinette o Vittorio Sgarbi che urla: "capra, capra, capra, ..., for (i = 0; i < 10000; i++);)

    Se loro sono intelligenti quanto noi è meglio lasciar perdere visto che dovremmo dialogare con gli equivalenti di Bossi, d'Alema, Berlusconi, Calderoli, cumpare Tunine di Pietre & C.

    Tutto ciò, ovviamente, trascurando lo spazio / tempo ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > Mettiamola così:
    >
    > Se loro sono meno intelligenti di noi, non
    > saranno in grado di decifrare i nostri messaggi
    > e, in ogni caso, contattare una civiltà più
    > arretrata della nostra non avrebbe molto
    > senso.
    >
    > Se loro sono più intelligenti di noi, ricevono i
    > nostri messaggi, si sbellicano dalle risate ed
    > evitano accuratamente di risponderci
    > (immaginatevi una civiltà superiore che riceve le
    > nostre trasmissioni TV con Platinette o Vittorio
    > Sgarbi che urla: "capra, capra, capra, ..., for
    > (i = 0; i < 10000;
    > i++);)
    >
    > Se loro sono intelligenti quanto noi è meglio
    > lasciar perdere visto che dovremmo dialogare con
    > gli equivalenti di Bossi, d'Alema, Berlusconi,
    > Calderoli, cumpare Tunine di Pietre &
    > C.
    >
    > Tutto ciò, ovviamente, trascurando lo spazio /
    > tempo
    > ...
    E tutte queste "perle di saggezza" dette da Alvaro VitaliSorride lolSorride
    non+autenticato
  • ci manca pure che contribuisca a creare qualche casino con l'LHC!
    sai la soddisfazione di sapere che il calcolo finale che crea qualche buco nero o instabilità del continuum spaziotemporale è partito proprio dal mio pc.. Triste
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giggetto
    > ci manca pure che contribuisca a creare qualche
    > casino con
    > l'LHC!
    > sai la soddisfazione di sapere che il calcolo
    > finale che crea qualche buco nero o instabilità
    > del continuum spaziotemporale è partito proprio
    > dal mio pc..
    >Triste

    Hai raagione. Io ho il terrore che creinoo un infundibulo crono sinclastico.
    non+autenticato
  • no, il disastro non partirà dal tuo pc, a meno che tu non abbia windows 98, che mi dicono produca buchi neri ogni tanto..
    non+autenticato
  • Vedo che ne capisci un sacco di fisica...

    - Scritto da: Giggetto
    > ci manca pure che contribuisca a creare qualche
    > casino con
    > l'LHC!
    > sai la soddisfazione di sapere che il calcolo
    > finale che crea qualche buco nero o instabilità
    > del continuum spaziotemporale è partito proprio
    > dal mio pc..
    >Triste
    non+autenticato
  • dai... togli il dvd di ritorno al futuro
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)