Claudio Tamburrino

Boiron: dal principio attivo al lieto fine

L'intervento originale nei confronti del blogger italiano Ŕ stato esagerato: l'ad italiana Ŕ intervenuta per diluire la questione, chiedere scusa per eventuali incomprensioni e cercare di chiarire le posizioni della sua azienda

Roma - Si è chiusa la vicenda che vedeva la casa farmaceutica omeopatica Boiron contrapposta ad un blogger italiano.

L'amministratore delegato di Boiron Italia Silvia Nencioni ha scritto direttamente all'autore di Blogzero Samuele Riva, dicendosi dispiaciuta delle minacce di querela e cercando di recuperare la situazione: non era nelle intenzioni della sua azienda, scrive adesso, minacciare la libertà di espressione o ricorrere alle vie legali.

L'intervento che ha scatenato la vicenda, spiega insomma, non aveva quell'intento e se così è stato percepito allora l'azienda ha sbagliato.
L'unico intento era quello di chiedere la rimozione di alcune frasi ritenute, anche dagli osservatori, lesive dell'immagine dell'azienda e dei suoi utenti. E non bloccare del tutto il dibattito in materia di omeopatia, rispetto a cui si dice sempre pronta al dialogo. (C.T.)
Notizie collegate
  • AttualitàDiffamazione, se l'omeopata minaccia il blogBoiron chiede ad un blogger italiano la rimozione di opinioni ritenute diffamanti. Le denunce omeopatiche hanno lo stesso effetto di quelle tradizionali?
  • Diritto & InternetIntermediari chi?di G. Scorza - La Commissione Europea Ŕ a caccia di soluzioni per delimitare la responsabilitÓ degli intermediari della comunicazione. Mentre si affollano sentenze che spingono le piattaforme a vigilare sui loro utenti
49 Commenti alla Notizia Boiron: dal principio attivo al lieto fine
Ordina
  • "non aveva quell'intento e se così è stato percepito allora l'azienda ha sbagliato"

    Prima mincaccia poi si accorge di aver lanciato un boomerang e si arrampica sugli specchi per evitare i danni.

    L'intento l'aveva...e lo abbiamo letto tutti... e la minaccia non è una percezione di quanlche sempliciott, c'era tutta!
    Con questa dichiarazione, ci continua a prendere in giro, come se la gente non fosse in grado capire le minacce di qualcuno come una multinazionale da milioni di euro nei confronti di una singola persona fisica.

    Vergognatevi!
    non+autenticato
  • CICAP
    Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale

    http://www.cicap.org/omeopatia

    http://www.queryonline.it/tag/omeopatia
    non+autenticato
  • Visto che sopra forse mi avete preso un po' per cogl****... vorrei sapere cosa ne pensate dei commenti presenti sullo stesso forum:

    http://www.blogzero.it/2011/07/13/omeopatia-mito-e.../

    Mi sembra che non siano stati fatti da invasati (a parte che abituato ai fanboy...)
    non+autenticato
  • e' incredibile l'entita del business di questi che vendono
    "acqua trattata con procedimento magico" (direi che questa e' la definizione esatta). Fa incaxxare che vengano sfruttate l'ignoranza delle persone, con la scusa che l'effetto placebo cosi funziona, costringendo pero poi a riti magici i malati, fino ad arrivare a rifiutare rimedi certi per la magia; non dimenticando che l'effetto placebo, cioe' la magia, funziona anche a rovescio, cioe' ti fa star male, o non funziona.
    Date le premesse piu zitti se ne stanno meglio è, devono aver pensato.

    D'altronde 600 euro per il magico ipad , perche no 30 euro per le magiche pillole contro l'influenza?Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: rudy
    >con la scusa che l'effetto placebo cosi
    > funziona, costringendo pero poi a riti magici i
    > malati, fino ad arrivare a rifiutare rimedi certi
    > per la magia; non dimenticando che l'effetto
    > placebo, cioe' la magia, funziona anche a
    > rovescio, cioe' ti fa star male, o non
    > funziona.

    Psicologia = magia?
    P.S.: al rovescio si chiama nocebo
  • tutte cose per i deboli di mente e capienti di portafoglio...
    non+autenticato
  • Non c'è differenza. Veramente nessuna differenza.

    E' scandaloso che soldi del SSN vengano spesi per convegni, consultori omeopatici, pubblicità e campagne informative di una pratica non scientifica e assolutamente inefficace.

    L'ignoranza e/o la malafede degli omeopati non ha nulla da invidaire ai maghi e agli astrologi. Purtroppo diffonde quel latente sentimento di "antiscienza" e ancor più gravemente porta a disastri come il posporre interventi di cura efficaci fino a che non è oramai troppo tardi.

    Veramente vergognoso, queste multinazionali del nulla, come il nulla che vendono andrebbero chiuse immediatamente.
    non+autenticato
  • Dopo "BIG PHARMA" c'è "little pharma", le multinazionali tascabili dell'omeopatia uno scilipoto che presti la sua opera professionale dietro compenso lo trovano sempre.
  • tranquillo appena in italia fallirà il sistema della sanità pubbblica, e bisognerà pagarsi da soli le cure mediche, l'omeopatia sparirà

    oggi è diffusa soprattutto perché i ricconi, essendo per lo più ignoranti, se non spendono mille mila euro anche per farsi curare un raffreddore, non sono contenti, in italia la sanità è pubblica, quindi devono trovare un nuovo modo per elevarsi al di sopra della plebaglia, ecco che l'omeopatia fa scattare la sensazione "io posso permettermelo e questi morti di fame no" da qui la sua diffusione

    sta tranquillo che quando bisognerà pagare 50 euro per una confezione di moment, più o meno quando paghi negli usa i medicinail, nessuno si ricorderà più dell'omeopatia in italiaSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > tranquillo appena in italia fallirà il sistema
    > della sanità pubbblica, e bisognerà pagarsi da
    > soli le cure mediche, l'omeopatia
    > sparirà

    Secondo me si otterrebbe l'effetto opposto: cosa pensi farebbero tutte quelle persone non in grado di sostenere una cura farmacologica a quel prezzo? Cure alternative a basso costo (l'omeopatia per sua natura non ha un alto costo di sintesi, quindi è più facile che si riallinei al nuovo mercato).

    > oggi è diffusa soprattutto perché i ricconi,
    > essendo per lo più ignoranti, se non spendono
    > mille mila euro anche per farsi curare un
    > raffreddore, non sono contenti, in italia la
    > sanità è pubblica, quindi devono trovare un nuovo
    > modo per elevarsi...

    Balle, chi ho conosciuto far uso di omeopatici non era affatto ricco.
    Tra l'altro non esiste solo il raffreddore, pensa invece a quante palate di denaro vengono spesi ogni anno per allergie varie, che in grande percentuale potrebbero essere ricondotte allo psicosomatico.
  • > Secondo me si otterrebbe l'effetto opposto: cosa
    > pensi farebbero tutte quelle persone non in grado
    > di sostenere una cura farmacologica a quel
    > prezzo? Cure alternative a basso costo

    che non sono cure ma semplici placebo, placebo che possono venire prodotti a ifimo costo dallo stato e distribuiti dal SSN in farmacia.

    > (l'omeopatia per sua natura non ha un alto costo
    > di sintesi, quindi è più facile che si riallinei
    > al nuovo
    > mercato).
    >

    veramente gli alti costi del settore farmaceutico son dovuti principalmente agli anni di studio sull'efficacia di una molecola e alle tonnellate di test e verifiche su tossicità ed effetti collaterali imposti dalle commissioni del farmaco prima di dare il via libera alla commercializzazione. L'acqua minerale basta che sia pura.

    > > oggi è diffusa soprattutto perché i ricconi,
    > > essendo per lo più ignoranti, se non spendono
    > > mille mila euro anche per farsi curare un
    > > raffreddore, non sono contenti, in italia la
    > > sanità è pubblica, quindi devono trovare un
    > nuovo
    > > modo per elevarsi...
    >
    > Balle, chi ho conosciuto far uso di omeopatici
    > non era affatto
    > ricco.
    > Tra l'altro non esiste solo il raffreddore, pensa
    > invece a quante palate di denaro vengono spesi
    > ogni anno per allergie varie, che in grande
    > percentuale potrebbero essere ricondotte allo
    > psicosomatico.
  • - Scritto da: shevathas
    > che non sono cure ma semplici placebo

    Scusami ma è dall'altro articolo sull'omeopatia che stento a capire il tuo punto di vista.
    Mi spiegheresti come mai il placebo secondo te non è una cura?

    > placebo che possono venire prodotti a ifimo costo dallo
    > stato e distribuiti dal SSN in
    > farmacia.

    Verissimo!
  • - Scritto da: Lorenzo
    > Non c'è differenza. Veramente nessuna differenza.
    >
    > E' scandaloso che soldi del SSN vengano spesi per
    > convegni, consultori omeopatici, pubblicità e
    > campagne informative di una pratica non
    > scientifica e assolutamente inefficace
    di non provata efficacia.
    >
    > L'ignoranza e/o la malafede degli omeopati non ha
    > nulla da invidaire ai maghi e agli astrologi.
    > Purtroppo diffonde quel latente sentimento di
    > "antiscienza" e ancor più gravemente porta a
    > disastri come il posporre interventi di cura
    > efficaci fino a che non è oramai troppo
    > tardi.
    >
    > Veramente vergognoso, queste multinazionali del
    > nulla, come il nulla che vendono andrebbero
    > chiuse
    > immediatamente.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)