Mauro Vecchio

Di valigie nucleari e fragole marziane

I vertici della NASA pensano ad un piccolo reattore a fissione da preferire all'energia solare per gli ambienti più ostici di Marte. Egli astronauti potranno coltivare verdura e frutta nello spazio

Roma - Hanno unito i rispettivi sforzi progettuali, al lavoro su un reattore nucleare delle dimensioni di una comune valigia. NASA e Department of Energy (DOE) sembrano così decisi ad accantonare momentaneamente l'energia solare, almeno per le prossime spedizioni su Marte come sul suolo lunare.

"La grande differenza tra un reattore solare e uno nucleare è che quest'ultimo può produrre energia in qualsiasi ambiente", ha spiegato James Werner del National Laboratory presso il DOE. L'energia nucleare sembra dunque preferibile per una questione di migliore performance in ambienti bui o cavernosi.

Lo stesso Werner ha sottolineato come un sistema energetico a fissione possa generare almeno 40 kilowatt sul territorio lunare, praticamente la quantità d'energia necessaria ad alimentare un gruppo di 8 abitazioni sulla Terra. Sempre secondo i vertici del DOE, i sistemi a fissione sarebbero attualmente sicuri e convenienti, soprattutto se contenuti in piccoli reattori.
Nel frattempo, i ricercatori NASA presso lo Space Food Systems Laboratory di Houston hanno parlato di astronauti-agricoltori dello spazio, ovvero capaci di coltivare su Marte pomodori e lattuga. Una novità ambiziosa che potrebbe spezzare il problema del razionamento del cibo a bordo di shuttle e stazioni spaziali.

Stando alla visione offerta dal team legato al Johnson Space Center, gli astronauti potranno contare su sistemi biorigeneranti che trasformerebbero gli habitat marziani in campi da seminare a grano o fragole.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • TecnologiaISS, equipaggio appiedato?Gli ultimi tre astronauti a bordo della Stazione Spaziale rientreranno nel prossimo novembre. Come faranno i loro sostituti a venire trasportati dopo la fallimentare esplosione del razzo vettore Soyuz? NASA non è preoccupata
  • AttualitàRifiuti spaziali, l'idea italianaUna ricerca dell'Agenzia Spaziale descrive un sistema robotico in grado di fare piazza pulita dei grossi detriti che infestano l'alta atmosfera. Ma il vero ostacolo è la politica
53 Commenti alla Notizia Di valigie nucleari e fragole marziane
Ordina
  • marte vivibile in 3-4 generazioni? diciamo 40 anni a generazione fanno 120 anni: pochini per dotare di atmosfera un pianeta. senza contare i consumi di carburante per portatci qualche miliardo di esseri umani.... leggi meno Nathan Never e ripigliatiiiiiiiiii!!!!!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: giri di parole
    > marte vivibile in 3-4 generazioni? diciamo 40
    > anni a generazione

    Direi che 25 si avvicina più alla realtà.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: giri di parole
    > > marte vivibile in 3-4 generazioni? diciamo 40
    > > anni a generazione
    >
    > Direi che 25 si avvicina più alla realtà.

    era per allungare e dare "un po piu di tempo" ma anche cosi' 120 anni sono pochissimi per modificare artificialmente un pianeta. sti pischelli dovrebbero leggere meno fanstascienza e piu' libri di fisica/cimica/astronomia....
    non+autenticato
  • come minimo in serre riscaldate e pressurizzate, altrimenti non crescerebbe neache.
    non+autenticato
  • 1) Avete mai letto "le tre stimmate di Palmer Eldritch" di Dick? C'è una descrizione carina di una umanità (ovviamente sempre i derelitti,poveri,o soldati di leva... un po' come avviene oggi per chi va a combattere in Afghanistan per pagarsi il mutuo o un criminale che per rifarsi una vita entra nella legione straniera)chiamata a recarsi su Marte e a rimanervi per tentare di coltivarlo in un ambiente ostile.

    2)la NASA è un covo di geni.Gente con tre lauree in ambito scientifico..le ricadute dei progetti della Nasa sono veramente importanti per l'economia reale.Sono così importanti che 40 milioni di americani a basso reddito riescono a mangiare solo grazie ai food stamps (realtà sottaciuta dai media e che arriverà presto in Europa quando finiranno di smantellare lo stato sociale),che altrettanti (o forse di piu..secondo alcune stime 55milioni)americani non sono coperti da assicurazione sanitaria,nè medicair,nè medicaid (Obama è riuscito a fare poco a causa degli ingenti interessi in gioco)

    3)La NASA viene finanziata con soldi pubblici.Le ricerche della Nasa sono fantastiche.La gente però continua a morire di tumori,di infarto (spesso basterebbe una educazione preventiva per evitare alcune di queste malattie),ci sono milioni di anziani che si ammalano di malattie neurodegenerative...ecc.ecc.
    Non conosco il budget della Nasa e credo che le sue ricerche siano pioneristiche e importanti per l'umanità.
    Credo tuttavia che sia necessario porsi delle priorità nella società... per esempio finanziare pesantemente con soldi pubblici la ricerca su certi tipi di malattie o semplicemente migliorare le condizioni di vita dei meno abbienti.Queste ricerche penso siano piu importanti di una ricerca volta a coltivare fragole su Marte (tanto poi non le mangiate neanche piu le fragole e il sapor di fragola che mettono nello yoghurt o nelle torte è una sostanza che prendono da un albero essiccato morto dell'Australia).
    non+autenticato
  • Il tuo ragionamento è fallace. Se si proseguisse, si giungerebbe alla conclusione che nessuno dovrebbe fare altro nella vita eccetto ciò che è prioritario in quel momento. Utopisticamente parlando, a parte il fatto che non è banale stabilire cosa è prioritario (Le malattie? la fame nel mondo? La sovrappopolazione? O la scarsità di libertà individuali? etc.), una società del genere sarebbe destinata a un rapido fallimento. L'ecletticità della ricerca è una condizione fondamentale nello sviluppo dell'umanità.
    non+autenticato
  • tutte le cose che hai elencato sono piu importanti rispetto ad una missione che costerebbe miliardi e miliardi di dollari per mandare qualche umano su Marte con una centrale a fissione a coltivare delle fragole. Con questo non sto dicendo che si debanno tagliare i fondi alla ricerca in ambito spaziale... sto solo dicendo che bisogna dare piu fondi ad altri enti di ricerca che si occupano di cose piu importanti ( nella mia famiglia mio zio è morto per un tumore del sangue e per "curarlo" gli davano degli agenti alchilanti che derivano dai gas mostarda usati come arma nella prima guerra mondiale....mia nonna a causa di un sarcoma...... forse sarebbe ora di finanziare potentemente la ricerca per avere farmaci che colpiscano in maniera mirata solo le cellule del tumore??!?... come alcuni farmaci che funzionano solo in alcune malattie come il rituximab che è un anticorpo monoclonale...).

    Mentre molti investono nell'oro,gente come Soros investe immense fortune in terreni agricoli sparsi per il mondo (sapendo benissimo che il cibo e la terra diventeranno un bene scarso in un mondo con 10 miliardi di abitanti).

    In un contesto di scarsità si finanziano le cose importanti (..l'elenco è enorme... dalle tematiche che riguardano l'energia e l'ambiente,alle patologie da sconfiggere,all'accesso all'informazione e alla cultura ai poveri del mondo,all'accesso ai macchinari e ai fertilizzanti e alle cure mediche per tutti...ecc.ecc.)

    è come se un padre di famiglia con un lavoro precario da 1000 euro al mese decidesse di comprare dei cerchioni placcati in oro per una fiat Stilo station wagon (qualcosa di anomalo c'è,no?!).

    Tempo fa era uscito un articolo (una mezza cavolata ma divertente...) in cui si affermava che gli alieni avrebbero pensato di sterminarci perchè siamo una razza parassitaria che inquina e distrugge il suo ambiente (onde evitare la nostra diffusione e contaminazione in altri pianeti).Ovviamente è una stupidaggine fantascientifica ma se fossi un alieno ci penserei seriamente... per quale motivo si deve espandere nel sistema solare una civiltà che non è in grado neanche di rispettare l'ambiente in cui vive e di dare un minimo di dignità a tutti gli appartenenti alla sua specie?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno
    > Il tuo ragionamento è fallace. Se si proseguisse,
    > si giungerebbe alla conclusione che nessuno
    > dovrebbe fare altro nella vita eccetto ciò che è
    > prioritario in quel momento. Utopisticamente
    > parlando, a parte il fatto che non è banale
    > stabilire cosa è prioritario (Le malattie? la
    > fame nel mondo? La sovrappopolazione? O la
    > scarsità di libertà individuali? etc.), una
    > società del genere sarebbe destinata a un rapido
    > fallimento. L'ecletticità della ricerca è una
    > condizione fondamentale nello sviluppo
    > dell'umanità.
    la sovrappopolazione e' IL PEGGIORE dei mali: questa massa di gente deve mangiare, scaldarsi mioversi... vedrete che casini soccederanno nei prossimi anni, vedrete...
    non+autenticato
  • comincia tu, no? invece di trollare su PI, segui le tue priorita' e vai in Africa a risolvere il problema della fame nel mondo!
  • > Credo tuttavia che sia necessario porsi delle
    > priorità nella società... per esempio finanziare
    > pesantemente con soldi pubblici la ricerca su
    > certi tipi di malattie o semplicemente migliorare
    > le condizioni di vita dei meno abbienti.

    La ricerca sulle malattie è avanzata, ma l'industria farmaceutica preferisce avere molti malati da curare che consumano.
    Quindi si curano, ma non si vogliono guarire. Anzi se si ammalano tanto meglio.

    Un mio conoscente aveva sintomi di tachicardia.
    Dopo diversi esami i medici si sono accorti che le surrenali non funzionavano bene, causa probabile infiammazione.
    Gliele hanno tolte, adesso deve prendere pastiglie tutti i giorni.
    Ho avuto lo stesso problema, all'insaputa del mio conoscente.
    Sono andato da un naturopata. Mi ha fatto la diagnosi in 15 minuti senza farmi fare altri esami, dicendomi semplicemente che le surrenali erano infiammate. Mi ha dato una dieta, dopo un mese i sintomi sono scomparsi. Non devo prendere pastiglie, e sono tornato ad una dieta normale.
  • io studio medicina. Conosco il fenomeno.
    Proprio per questo,poichè alle case farmaceutiche interessa cronicizzare le malattie in modo da vendere farmaci costosi per anni bisogna finanziare con SOLDI PUBBLICI gli enti di ricerca PUBBLICI che non perseguono fini di lucro o profitto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Palmer Eldritch
    > io studio medicina. Conosco il fenomeno.
    > Proprio per questo,poichè alle case farmaceutiche
    > interessa cronicizzare le malattie in modo da
    > vendere farmaci costosi per anni bisogna
    > finanziare con SOLDI PUBBLICI gli enti di ricerca
    > PUBBLICI che non perseguono fini di lucro o
    > profitto.

    Quoto in peno quello che dici.
    Secondo me in questo settore bisognerebbe copiare in pò dalla Cina e forse anche dal Giappone.
    In Cina esiste l'industria farmaceutica dello stato che produce medicinali a basso costo in confezioni semplici. Poi se uno vuol spendere di più c'è anche il farmaco prodotto da privati.
    In sostanza l'industria dello stato fa da cadmiere a quella privata che cercherà di contenere i costi.
    Su ho citato un naturopata, che è giapponese. La sua laurea è riconoscutiuta, e so che collabora anche con un ospedale qui a Torino.
    Quindi vi è una sanità sana, ma purtroppo alcuni corrotti guastano anche l'immagine degli onesti... purtroppo succede questo in molti settori. Triste
  • io sono d'accordo che bisognerebbe spendere per risolvere la fame nel mondo, guarire le malattie, eccetera, ma cosa c'entra la NASA con tutto questo? La nasa ha un budget annuale di 18-19 miliardi di dollari, decisamente insufficienti per fare qualcosa di serio. Il DoD, per dire, viaggia sui 600-700 miliardi. Allora mi chiedo che senso abbia andare a togliere soldi a una delle poche istituzioni che fanno qualcosa di positivo.
    Sarebbe come se uno che prende 1000€ al mese e ne spende 500 in sigarette dovesse andare a diminuire il budget per il cibo perchè non riesce a pagare le bollette. Che diminuisca quello delle sigarette.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Palmer Eldritch
    > 3)La NASA viene finanziata con soldi pubblici.Le
    > ricerche della Nasa sono fantastiche.La gente
    > però continua a morire di tumori,di infarto
    > (spesso basterebbe una educazione preventiva per
    > evitare alcune di queste malattie),ci sono
    > milioni di anziani che si ammalano di malattie
    > neurodegenerative...ecc.ecc.
    > Non conosco il budget della Nasa e credo che le
    > sue ricerche siano pioneristiche e importanti per
    > l'umanità.
    > Credo tuttavia che sia necessario porsi delle
    > priorità nella società... per esempio finanziare
    > pesantemente con soldi pubblici la ricerca su
    > certi tipi di malattie o semplicemente migliorare
    > le condizioni di vita dei meno abbienti.Queste
    > ricerche penso siano piu importanti di una
    > ricerca volta a coltivare fragole su Marte (tanto
    > poi non le mangiate neanche piu le fragole e il
    > sapor di fragola che mettono nello yoghurt o
    > nelle torte è una sostanza che prendono da un
    > albero essiccato morto
    > dell'Australia).

    Il tuo discorso avrebbe senso se gli USA non spendessero 700 *miliardi di $ all'anno* in difesa, a fronte di pochi miliardi per la NASA.
    Se poi vai a vedere quante ricadute economiche e sociali hanno le tecnologie sviluppate grazie alla NASA, e quante quelle della difesa, ti rendi conto di dove conviene investire.
    Funz
    13017
  • Magari la Nasa non sarà la cosa più efficiente del mondo
    ma almeno è almeno 10 volte più efficiente di qualsiasi
    cosa che facciamo in Italia ... ed almeno 500 volte più
    efficiente del nostro governo ...
    non+autenticato
  • Ma che diamine c'entra? E cosa diavolo vorrebbe dire?

    Ogni scusa è buona per buttarla sul qualunquismo e politica da bar?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno
    > Ma che diamine c'entra? E cosa diavolo vorrebbe
    > dire?
    >
    > Ogni scusa è buona per buttarla sul qualunquismo
    > e politica da bar?

    se non vuoi flame cambia sito.
    non+autenticato
  • ..che usano nello spazio e nell'esplorazione dei pianeti generatori nucleari grandi quanto (spesso piu' piccoli) di una valigetta.

    I generatori RTG (http://it.wikipedia.org/wiki/Generatore_termoelett...) sono usati dalla prima missione nello spazio americana (explorer 1) e continuano ad alimentare le sonde voyager ancora oggi, e dopo 34 anni forniscono ancora 350 watt di corrente l'ora, a 30v.

    Hanno alimentato le missioni Apollo (http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Putting_the...) e gli shuttle. Nell'ultima sonda che manderanno su marte quest'anno (Curiosity) addirittura il generatore e' piccolissimo ed entra nel robottino che fa completamente a meno dei pannelli solari.
    non+autenticato
  • Quelli sono un' altra cosa, sfruttano il calore del decadimento x produrre energia tramite effetto Seebeck. Qui mi fare si parli di fissione, come in un reattore nucleare classico.
    .poz
    206
  • Sono d'accordo. Sono due cose completamente diverse.
    non+autenticato
  • - Scritto da: .poz
    > Quelli sono un' altra cosa, sfruttano il calore
    > del decadimento x produrre energia tramite
    > effetto Seebeck. Qui mi fare si parli di
    > fissione, come in un reattore nucleare
    > classico.

    Grazie del chiarimento.
    Ho realizzato di aver capito male dopo aver letto altre notizie sull'argomento.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)