Mauro Vecchio

Di tracciamento, webcam piccanti e laptop rubati

Vietato tracciare e intercettare i computer, anche se rubati. Le violazioni vanno riportate alla Polizia. Anche perché l'intercettatore può trasformarsi, più o meno suo malgrado, in guardone

Roma - Susan Clements-Jeffrey è vedova e ha 52 anni. Come nei migliori film d'amore, ritrova la sua vecchia cotta dei tempi del liceo, l'ormai adulto cittadino di Boston Carlton Smith. I due iniziano a flirtare a distanza, vicini alle webcam installate sui rispettivi dispositivi portatili.

La coppia continua a flirtare, portando la conversazione su scenari decisamente spinti. Lei addirittura inizia a spogliarsi, ma c'è qualcuno - o meglio, qualcosa - a spiarla. È un programma di tracciamento dei computer rubati, sviluppato negli Stati Uniti dalla società Absolute Software.

Un software di recupero in remoto chiamato LoJack, offerto dai vertici di Absolute ai dirigenti scolastici della Clark County School in Ohio. Un misterioso studente ha infatti rubato nel lontano 2008 un dispositivo portatile appartenente al distretto. Un laptop passato di mano in mano, fino a quelle innocenti di Susan Clements-Jeffrey.
La donna compra infatti il computer da un suo alunno per appena 60 dollari. Il ragazzo assicura che non gli serve più. Da lì, le video-conversazioni spinte con il vecchio compagno di scuola. Ma i vertici di Absolute Software non inviano le prove alle autorità, scegliendo di seguire in tempo reale i movimenti della macchina. E quelli delle gambe della vedova.

La società è stata ora condannata da un giudice locale, che ha sottolineato come il tracciamento di un computer rubato non sia un'attività totalmente diversa dall'intercettazione di comunicazioni private: meglio avrebbero fatto, i tecnici, a rivolgersi alla Polizia. Absolute Software ha dunque commesso un reato federale, pur con la nobile intenzione di restituire un computer rubato ad una scuola.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàScuola spiona, fine della soap opera?I vertici del liceo Lower Merion scendono a patti con i due studenti osservati in remoto dalle webcam integrate nei laptop scolastici. 610mila dollari saranno versati per evitare un costoso processo
  • AttualitàUSA, in manette il voyeur dei MacArrestato un giovane tecnico informatico, che ha aveva installato un software per spiare donne in atteggiamenti intimi. Mentre un altro studente della Lower Merion School sostiene di essere stato spiato a mezzo webcam
24 Commenti alla Notizia Di tracciamento, webcam piccanti e laptop rubati
Ordina
  • In Italia c'è la legge che punisce chi acquista roba rubata...
    L'incauto acquisto probabilmente non è un reato grave a meno che non sia un'abitudine e quindi si va a livello di ricettazione.
    Ed allora aboilamo anche le telecamere nelle banche e negozi (violano la privacy)...Newbie, inesperto
    Ma aboliamo una volta per tutte il SO preinstallato che tutti tengono lì gelosamente perchè se si formatta o si guasta non sanno come porvi rimedio.
    Si parla di utoni naturalmente... Ma almeno se si avverte dei pericoli e vi sono i CD di ripristino già fatti, magari certe "cavolate" non succedono. Ed anche un Utone farà una formattazione seguita da ripristino.
    ...Ma mi domando, quella lì doveva aprire le coscie prorio con la telecamera del Pc? Voleva mandare le foto su FB? Perplesso
  • > ...Ma mi domando, quella lì doveva aprire le
    > coscie prorio con la telecamera del Pc? Voleva
    > mandare le foto su FB?
    >Perplesso

    ma non hai letto l'articolo?!?! la tipa si pastrugnava la patacca per compiacere il suo uomo che guardava in webcam, ma il software "spione" copiava tutto.
    non+autenticato
  • > ma non hai letto l'articolo?!?! la tipa si
    > pastrugnava la patacca per compiacere il suo uomo
    > che guardava in webcam, ma il software "spione"
    > copiava
    > tutto.
    "Un software di recupero in remoto chiamato LoJack, offerto dai vertici di Absolute ai dirigenti scolastici della Clark County School in Ohio. Un misterioso studente ha infatti rubato nel lontano 2008 un dispositivo portatile appartenente al distretto. Un laptop passato di mano in mano, fino a quelle innocenti di Susan Clements-Jeffrey."

    Premetto che la mia ultima frase è puramente ironica...Rotola dal ridere
    Forse sei tu che non hai letto bene.
    Il Pc era stato rubato!
    La tizia ha fatto un "incauto acquisto" in buona fede s'intende.
    La precauzione comunque sia, sarebbe quella di formattare l'HD comunque sia che l'oggetto sia stato rubato o no, anche per non "ereditare" virus vari.
    Poi il fatto che si pastrugnasse la fifi, quello per legge non è reato poichè oltre tutto non lo faceva in pubblico....
    Proibire però un software anti-ladri perchè in certe sitauzioni potrebbe violare la privacy mi sembra una stupidaggine.
    Chi ha violato la privacy non è il software ma gli studenti smanettoni, per di più con un pc rubato e venduto per buono.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 02 settembre 2011 12.44
    -----------------------------------------------------------
  • A dire il vero loro hanno violato la privacy della donne, perchè invece di contattare la polizia, hanno continuato con il tracciamento.
    Sgabbio
    26177
  • 1. la "caliente vedovella" avrebbe dovuto far reistallare da zero il portatile.

    2. i pornomani della ditta, che pensavano di avere una fonte gratuita di autoerotismo, l'hanno presa in quel posto e la ditta uguale.

    3. spero che gli "smanazzoni" del punto 2 siano stati giustamente licenziati.

    4. E' acclarato che se una tecnologia puo' permettere comportamenti deviati, inevitabilmente quei compostamenti deviati si manifesteranno: questo e' un chiaro avviso ai sostenitori del cloud.

    5. come ha fatto "coscie bollenti" ad accorgersi che quando apriva le sopracitate, c'era piu' di uno spettatore?
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > 1. la "caliente vedovella" avrebbe dovuto far
    > reistallare da zero il
    > portatile.

    Ancora meglio, chi glielo ha venduto avrebbe dovuto formattare e reinstallare.

    > 2. i pornomani della ditta, che pensavano di
    > avere una fonte gratuita di autoerotismo, l'hanno
    > presa in quel posto e la ditta
    > uguale.

    Certo che guardare una vedova di 52 anni...
    Se hanno accesso a internet hanno tutto il porno che vogliono e di qualita' sicuramente migliore.

    > 3. spero che gli "smanazzoni" del punto 2 siano
    > stati giustamente licenziati.

    Dove e' avvenuto il fatto? In italia o in america?

    > 4. E' acclarato che se una tecnologia puo'
    > permettere comportamenti deviati, inevitabilmente
    > quei compostamenti deviati si manifesteranno:
    > questo e' un chiaro avviso ai sostenitori del
    > cloud.

    Definisci "deviato"

    > 5. come ha fatto "coscie bollenti" ad accorgersi
    > che quando apriva le sopracitate, c'era piu' di
    > uno spettatore?

    Maggior impegno della rete?
    Pacchetti inviati ad un indirizzo sconosciuto?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: attonito
    > > 1. la "caliente vedovella" avrebbe dovuto far
    > > reistallare da zero il
    > > portatile.
    >
    > Ancora meglio, chi glielo ha venduto avrebbe
    > dovuto formattare e
    > reinstallare.
    io ti vendo il pezzo "cosi' com'e'" a te oneri e onori.

    >
    > > 2. i pornomani della ditta, che pensavano di
    > > avere una fonte gratuita di autoerotismo,
    > l'hanno
    > > presa in quel posto e la ditta
    > > uguale.
    >
    > Certo che guardare una vedova di 52 anni...
    > Se hanno accesso a internet hanno tutto il porno
    > che vogliono e di qualita' sicuramente
    > migliore.

    evidentemente erano estimatori del genere "grenny"Sorride

    >
    > > 3. spero che gli "smanazzoni" del punto 2
    > siano
    > > stati giustamente licenziati.
    >
    > Dove e' avvenuto il fatto? In italia o in america?

    Se "Susan Clements-Jeffrey" non e' solo un soprannome di Maria Esposito e non hanno spostato l'Ohio altrove, si parla di Stati Uniti d'america (vedi articolo).


    > > 4. E' acclarato che se una tecnologia puo'
    > > permettere comportamenti deviati,
    > inevitabilmente
    > > quei compostamenti deviati si manifesteranno:
    > > questo e' un chiaro avviso ai sostenitori del
    > > cloud.
    >
    > Definisci "deviato"

    "mettete i VOSTRI dati nei NOSTRI server, vi promiettiamo che non ci metteremo mai il naso".

    "fate amministrare da remoto i VOSTRI server dai NOSTRI tecnici, vi promettiamo che non guarderanno mai i vostri file"

    io scommetto quello che vuoi che "una guardatina" ogni tanto ce la buttano, indipendentemente da tutte le clausole ed i contratti firmati.

    la regola e': "se possono farlo, prima o poi lo faranno".

    > > 5. come ha fatto "coscie bollenti" ad
    > accorgersi
    > > che quando apriva le sopracitate, c'era piu'
    > di
    > > uno spettatore?
    >
    > Maggior impegno della rete?
    > Pacchetti inviati ad un indirizzo sconosciuto?

    no, ho letto l'articolo originale: la posizia si e' presentata a casa della vedova e aveva le foto (di cui una la ritraeva a cosce spalancate) come prova di possesso del pc rubato. Da li' sono partite denunce contro la Polizia, la ditta del soft spione e cosi' via.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: attonito
    > > > 1. la "caliente vedovella" avrebbe
    > dovuto
    > far
    > > > reistallare da zero il
    > > > portatile.
    > >
    > > Ancora meglio, chi glielo ha venduto avrebbe
    > > dovuto formattare e
    > > reinstallare.
    > io ti vendo il pezzo "cosi' com'e'" a te oneri e
    > onori.

    Se poi pero' ci trovo dentro roba compromettente per te, sono tutti volatili tuoi...

    > >
    > > > 3. spero che gli "smanazzoni" del punto
    > 2
    > > siano
    > > > stati giustamente licenziati.
    > >
    > > Dove e' avvenuto il fatto? In italia o in
    > america?
    >
    > Se "Susan Clements-Jeffrey" non e' solo un
    > soprannome di Maria Esposito e non hanno spostato
    > l'Ohio altrove, si parla di Stati Uniti d'america
    > (vedi
    > articolo).

    Allora verranno messi alla gogna nella pubblica piazza.
    Mica come da noi, dove avrebbero avuto la garanzia di una poltrona alle prossime elezioni.

    > > > 4. E' acclarato che se una tecnologia
    > puo'
    > > > permettere comportamenti deviati,
    > > inevitabilmente
    > > > quei compostamenti deviati si
    > manifesteranno:
    > > > questo e' un chiaro avviso ai
    > sostenitori
    > del
    > > > cloud.
    > >
    > > Definisci "deviato"
    >
    > "mettete i VOSTRI dati nei NOSTRI server, vi
    > promiettiamo che non ci metteremo mai il
    > naso".

    Puoi anche mettercelo il naso: AES-256

    > "fate amministrare da remoto i VOSTRI server dai
    > NOSTRI tecnici, vi promettiamo che non
    > guarderanno mai i vostri
    > file"

    Come si fa ad amministrare un server senza guardare i files?
    Io i files li vedo, talvolta mi tocca aprirli, o guardare i dati in tabelle dei clienti.
    Ci sono dati sensibili, ma rientra tutto nelle specifiche di privacy, che i clienti hanno firmato.

    > io scommetto quello che vuoi che "una guardatina"
    > ogni tanto ce la buttano, indipendentemente da
    > tutte le clausole ed i contratti
    > firmati.

    Generalmente i dati che girano nei database aziendali prevedono date, totali, codici, indirizzi...
    Non c'e' niente di multimediale, e neppure immagini (a parte i fax digitalizzati)

    > la regola e': "se possono farlo, prima o poi lo
    > faranno".

    Ok. Ma non e' un comportamento deviato. E' un comportamento ovvio.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: attonito
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: attonito
    > > > > 1. la "caliente vedovella" avrebbe
    > > dovuto
    > > far
    > > > > reistallare da zero il
    > > > > portatile.
    > > >
    > > > Ancora meglio, chi glielo ha venduto
    > avrebbe
    > > > dovuto formattare e
    > > > reinstallare.
    > > io ti vendo il pezzo "cosi' com'e'" a te
    > oneri
    > e
    > > onori.
    >
    > Se poi pero' ci trovo dentro roba compromettente
    > per te, sono tutti volatili
    > tuoi...

    ovvio. evidentemente il venditore non se ne e' curato.

    > > >
    > > > > 3. spero che gli "smanazzoni" del
    > punto
    > > 2
    > > > siano
    > > > > stati giustamente licenziati.
    > > >
    > > > Dove e' avvenuto il fatto? In italia o
    > in
    > > america?
    > >
    > > Se "Susan Clements-Jeffrey" non e' solo un
    > > soprannome di Maria Esposito e non hanno
    > spostato
    > > l'Ohio altrove, si parla di Stati Uniti
    > d'america
    > > (vedi
    > > articolo).
    >
    > Allora verranno messi alla gogna nella pubblica
    > piazza.
    > Mica come da noi, dove avrebbero avuto la
    > garanzia di una poltrona alle prossime
    > elezioni.
    >
    > > > > 4. E' acclarato che se una
    > tecnologia
    > > puo'
    > > > > permettere comportamenti deviati,
    > > > inevitabilmente
    > > > > quei compostamenti deviati si
    > > manifesteranno:
    > > > > questo e' un chiaro avviso ai
    > > sostenitori
    > > del
    > > > > cloud.
    > > >
    > > > Definisci "deviato"
    > >
    > > "mettete i VOSTRI dati nei NOSTRI server, vi
    > > promiettiamo che non ci metteremo mai il
    > > naso".
    >
    > Puoi anche mettercelo il naso: AES-256

    tu forse, io forse. ma gli altri 9999999998?


    > > "fate amministrare da remoto i VOSTRI server
    > dai
    > > NOSTRI tecnici, vi promettiamo che non
    > > guarderanno mai i vostri
    > > file"
    >
    > Come si fa ad amministrare un server senza
    > guardare i files?

    i files che possono essere guardati sono quelli di configurazione, i servizi, i parametri etc.

    > Io i files li vedo, talvolta mi tocca aprirli, o
    > guardare i dati in tabelle dei
    > clienti.

    Se DEVI aprirli dietro ESPRESSA richiesta scritta tramite ticket di lavoro da parte del cliente e' un conto, se li apri a muzzo "per fare prima" o perche "tanto chi vuoi che se ne accorga" allora saresti da denunciare tu, il tuo capo, la ditta.

    > Ci sono dati sensibili, ma rientra tutto nelle
    > specifiche di privacy, che i clienti hanno
    > firmato.

    tipo "le vostre palle sono nelle nostre mani" firmate qui.... qui.... e due volte li' dove ci sono le clausole vessatorie?

    > > io scommetto quello che vuoi che "una
    > guardatina"
    > > ogni tanto ce la buttano, indipendentemente
    > da
    > > tutte le clausole ed i contratti
    > > firmati.
    >
    > Generalmente i dati che girano nei database
    > aziendali prevedono date, totali, codici,
    > indirizzi...
    > Non c'e' niente di multimediale, e neppure
    > immagini (a parte i fax
    > digitalizzati)
    >
    > > la regola e': "se possono farlo, prima o poi
    > lo
    > > faranno".
    >
    > Ok. Ma non e' un comportamento deviato. E' un
    > comportamento ovvio.

    PREGO? io dico Comportamento criminale! Ti piacerebbe che il postino/portinaio/vicina_di_casa ficcanasasse la tua corrispondenza?
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito

    > > Come si fa ad amministrare un server senza
    > > guardare i files?
    >
    > i files che possono essere guardati sono quelli
    > di configurazione, i servizi, i parametri
    > etc.

    Se devi fare manutenzione dell'applicazione, i files coinvolti (che possono contenere dati sensibili) li devi guardare eccome.

    E anche se devi amministrare il sistema o il db, se capita un file o un record con qualche problema, devi guardarci dentro e leggerne il contenuto.

    > > Io i files li vedo, talvolta mi tocca
    > aprirli,
    > o
    > > guardare i dati in tabelle dei
    > > clienti.
    >
    > Se DEVI aprirli dietro ESPRESSA richiesta scritta
    > tramite ticket di lavoro da parte del cliente e'
    > un conto,

    E' ovvio che il ticket non ti dice "apri il record del sig. Rossi e leggi gli affari suoi".
    Il ticket dira' "non funziona" e siccome i dettagli, quando ti va bene sono "ieri pero' funzionava", il record del sig. Rossi capita di leggerlo.

    > se li apri a muzzo "per fare prima" o
    > perche "tanto chi vuoi che se ne accorga" allora
    > saresti da denunciare tu, il tuo capo, la
    > ditta.

    "per far prima" e' diverso da "per farsi gli affari del sig. Rossi"
    Cerchiamo di capirci: ogni cosa che io faccio sui dati, finalizzata a far andare avanti la baracca, e' lecita; non e' lecito andare a guardare i dati per curiosita' o altre motivazioni che esulano dal far andare avanti la baracca.

    Che poi sia difficile dimostrarlo e' un altro paio di maniche.

    > > Ci sono dati sensibili, ma rientra tutto
    > nelle
    > > specifiche di privacy, che i clienti hanno
    > > firmato.
    >
    > tipo "le vostre palle sono nelle nostre mani"
    > firmate qui.... qui.... e due volte li' dove ci
    > sono le clausole
    > vessatorie?

    Non confondere l'uso che fanno quelli del marketing dall'uso che fanno quelli dell'IT, dei dati del cliente finale.
    A me delle palle del titolare dei dati non frega proprio niente.

    > > > io scommetto quello che vuoi che "una
    > > guardatina"
    > > > ogni tanto ce la buttano,
    > indipendentemente
    > > da
    > > > tutte le clausole ed i contratti
    > > > firmati.
    > >
    > > Generalmente i dati che girano nei database
    > > aziendali prevedono date, totali, codici,
    > > indirizzi...
    > > Non c'e' niente di multimediale, e neppure
    > > immagini (a parte i fax
    > > digitalizzati)
    > >
    > > > la regola e': "se possono farlo, prima
    > o
    > poi
    > > lo
    > > > faranno".
    > >
    > > Ok. Ma non e' un comportamento deviato. E' un
    > > comportamento ovvio.
    >
    > PREGO? io dico Comportamento criminale! Ti
    > piacerebbe che il
    > postino/portinaio/vicina_di_casa ficcanasasse la
    > tua corrispondenza?

    Il postino/portinaio/vicino di casa sa perfettamente che io tutti i giorni ricevo delle lettere in busta rosa e profumata, e non posso impedir loro di sapere questo.
    A quel punto sai che gli frega a loro del contenuto della busta, e' abbastanza esplicito il contenitore.

    O vogliamo parlare di quei pacchi anonimi a forma di VHS che venivano spediti anni fa?
    Vediamo se indovini che cosa contiene un pacco anonimo a forma di VHS, anche in considerazione del fatto che nessun altro spedirebbe pacchi anonimi.
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Il postino/portinaio/vicino di casa sa
    > perfettamente che io tutti i giorni ricevo delle
    > lettere in busta rosa e profumata, e non posso
    > impedir loro di sapere
    > questo.
    > A quel punto sai che gli frega a loro del
    > contenuto della busta, e' abbastanza esplicito il
    > contenitore.
    >
    > O vogliamo parlare di quei pacchi anonimi a forma
    > di VHS che venivano spediti anni
    > fa?
    > Vediamo se indovini che cosa contiene un pacco
    > anonimo a forma di VHS, anche in considerazione
    > del fatto che nessun altro spedirebbe pacchi
    > anonimi.

    Sigh, qualcuno adesso SA cosa contenesse il pacco a forma di scatola di The Witcher 2 che ho ricevuto tempo fa da Zavvi. Purtroppo è posta ordinaria, quindi se arriva quando non sono in casa e non entra nella cassetta, la mettono sul cancelletto del condominio, dove è alla portata di chiunque passi per strada. Però è un supergioco, non mi pesa *troppo* averlo dovuto pagare due volte.
    Izio01
    4531
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > Il postino/portinaio/vicino di casa sa
    > > perfettamente che io tutti i giorni ricevo
    > delle
    > > lettere in busta rosa e profumata, e non
    > posso
    > > impedir loro di sapere
    > > questo.
    > > A quel punto sai che gli frega a loro del
    > > contenuto della busta, e' abbastanza
    > esplicito
    > il
    > > contenitore.
    > >
    > > O vogliamo parlare di quei pacchi anonimi a
    > forma
    > > di VHS che venivano spediti anni
    > > fa?
    > > Vediamo se indovini che cosa contiene un
    > pacco
    > > anonimo a forma di VHS, anche in
    > considerazione
    > > del fatto che nessun altro spedirebbe pacchi
    > > anonimi.
    >
    > Sigh, qualcuno adesso SA cosa contenesse il pacco
    > a forma di scatola di The Witcher 2 che ho
    > ricevuto tempo fa da Zavvi.

    Se arriva da zavvi, non e' anonimo.
    I pacchi anonimi sono quelli in cui non compariva nessun riferimento a Magic America che te lo spediva.
  • bhe, almeno spero che costava meno rispetto all'italia.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > bhe, almeno spero che costava meno rispetto
    > all'italia.

    Sì, di brutto!
    Quando confronto i prezzi nei negozi UK e quelli su Steam, per una volta mi sento avvantaggiato rispetto agli americaniSorride
    Izio01
    4531
  • si! Infatti trovi giochi a meno, rispetto che scaricarlo su steam.

    Però ci sono sempre le stupide protezioni...
    Sgabbio
    26177