Edizioni Master e Libero.it insieme sul Web

Siglato un importante accordo di partnership tra il noto gruppo editoriale e il primo portale Internet italiano

In anteprima, dopo le voci ufficiose degli scorsi giorni, il comunicato stampa ufficiale che annuncia la partnership tra Libero.it ed Edizioni Master.

Roma - Edizioni Master SpA, gruppo editoriale leader in Italia sulla carta stampata e sul Web, e Libero Srl, società nata a maggio a seguito delle spin-off dal gruppo Wind, a cui fa capo Libero.it, primo portale Internet italiano, hanno siglato un importante accordo di partnership editoriale e commerciale.

Tutti i siti Internet di Edizioni Master sono entrati a far parte, dal primo agosto, del network di Libero, che, grazie al know how messo a disposizione dal gruppo editoriale, continua ad arricchire l'offerta di contenuti specialistici proposti agli oltre 12 milioni di utenti che ogni mese visitano il portale. Libero Advertising, la concessionaria interna di Libero Srl, si occuperà della vendita in esclusiva degli spazi pubblicitari dei portali ICT di Edizioni Master, garantendo al gruppo editoriale un impatto di primo piano sul mercato e sugli inserzionisti del settore attraverso Internet.
Edizioni Master include tra i suoi siti e portali Internet alcuni noti brand lifestyle e tecnologici come Più Sani Più Belli, Turisti per Caso, Telefonino.net e Punto Informatico che le conferiscono la leadership nei settori di Salute, Turismo, Telefonia e Tecnologia.

Massimo Sesti, Presidente e Amministratore delegato di Edizioni Master, dichiara: "Sono felice di aver intrapreso un rapporto di collaborazione e partnership così stretto con Libero.it, un portale storico nel panorama italiano che, ne sono certo, saprà valorizzare al meglio gli oltre 7 milioni di utenti che ogni mese visitano i nostri siti e portali verticali. Sono altresì persuaso che i contenuti editoriali delle nostre pubblicazioni - la cui autorevolezza ha determinato la leadership assoluta di molte di esse sulla carta e sul Web - assicureranno a Libero.it un'offerta di contenuti specialistici e di qualità e consentiranno al nostro Gruppo di ottenere un appeal ancora maggiore sul mercato, suscitando un interesse crescente presso inserzionisti e centri media".

Antonio Converti, Amministratore Delegato di Libero Srl, dichiara: "Sono molto soddisfatto dell'accordo con Edizioni Master che si posiziona all'interno della strategia annunciata al momento dello spin off da Wind. Libero srl, punta infatti a raggiungere la leadership sul mercato italiano della pubblicità online "display", anche attraverso la costruzione di un network di siti verticali che possano garantire al mercato una reach of audience sempre più rilevante e un'offerta di contenuti editoriali e servizi specialistici di prima qualità". "Edizioni Master - continua Converti - è un gruppo editoriale autorevole e dinamico che rispecchia perfettamente tali caratteristiche e sono certo che questa partnership consentirà a Libero di raggiungere ancor più rapidamente gli obiettivi strategici che si è posto".

Libero Srl, è una società attiva da maggio 2011, nata dallo spin off da Wind Telecomunicazioni S.p.A., che le ha conferito il ramo d'azienda che comprende le attività del Portale Libero e dell'Internet Service Provider ItNet, due realtà che hanno fatto la storia di Internet. Libero.it, nato il 13 luglio 1999 come primo portale di Internet ed e-mail free in Italia, vanta la più vasta Internet community italiana con oltre 12 milioni di visitatori unici al mese ed è il primo portale convergente in grado di offrire una vasta gamma di servizi e di contenuti tra cui search, news, sport, finanza, intrattenimento, blog, dating online, shopping e canali tematici specializzati. ITnet Srl, fondata nel 1994 come ISP, dal 1999 partecipata al 100% da Wind, è da sempre orientata al mercato aziende, focalizzata nella fornitura di servizi a valore aggiunto e soluzioni basate sui Data Center, con un know-how consolidato nell'ambito delle infrastrutture di rete e delle architetture di computing.

Edizioni Master
Fondata nel 1997 da Massimo Sesti, Edizioni Master è Gruppo Editoriale leader in Italia sia sulla Carta che sul Web in molti settori: Tecnologia, Turismo, Food, Salute & Benessere...áCon oltre 150 dipendenti eácentinaia di collaboratori sparsi sul territorio, Edizioni Master, dopo aver conquistato e consolidato la leadership nell'area editoriale dedicata alla Digital Technology, ha ampliato il proprio portafoglio prodotti con pubblicazioni di assoluto prestigio nei segmenti Turismo, Salute&Benessere, Food, Lifestyle ed Entertainment. Le ultime testate pubblicate in ordine di tempo, edite in stretta collaborazione e partnership con Rai ed Endemol ("Turisti per Caso Magazine", "Più Sani Più Belli Magazine" e "La Prova del Cuoco Magazine") e affidate a testimonial molto noti al grande pubblico (Patrizio Roversi e Syusy Blady, Rosanna Lambertucci, Antonella Clerici), sono divenute in breve dei veri e propri casi editoriali di successo, ottenendo fin dai primi numeri la leadership assoluta nei propri mercati di riferimento.
Inoltre, attraverso la divisione Master New Media, Edizioni Master ha avviato un articolato piano di sviluppo di contenuti, servizi e prodotti anche per Internet e le nuove tecnologie di comunicazione, divenendo in breve uno dei maggiori web player italiani con un'audience mensile di oltre 7 milioni di utenti unici e più di 50 milioni di pagine viste. I portali web pubblicati da Edizioni Master riguardano i più importi settori: dalla Tecnologia (Punto-Informatico.it e Telefonino.net) al Turismo (Turistipercaso.it), dal Business (Pmi-Dome.com) all'Entertainment (Videogame.it e Film-Review.it), dall'Automotive (Newstreet.it) alla Salute & Benessere (Piusanipiubelli.it). Si tratta di brand noti e consolidati che - oltre ad occupare posizioni di prestigio e di leadership nei propri settori di riferimento - rappresentano un punto di riferimento costante per qualità ed autorevolezza nel panorama web italiano.
39 Commenti alla Notizia Edizioni Master e Libero.it insieme sul Web
Ordina
  • Si ma molti siti appaiono decotti o molto poco in forma rispetto a un pò di anni fa.
    Leggere una notizia su Libero.it non è che ti ammazzi di soddisfazione.
    Se son rose.. altrimenti byby !
    non+autenticato
  • Grazie per eliminate i messaggi di critica del vostro operato, voi SI che siete giusti!
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Grazie per eliminate i messaggi di critica del
    > vostro operato, voi SI che siete
    > giusti!

    Per l'appunto.
    E' ora di levare questo articolo dalla home e di parlar d'altro, visto che di libero non si puo' proprio parlare.
  • Già comparsa la striscetta pubblicitaria di libero... argh....
    aaa...i vecchi tempi...
    non+autenticato
  • non è una striscetta pubblicitaria è solo la barretta del brand per indicare la partnership commerciale (Libero) e editoriale (Edizioni Master) già siglatsa come noti dalla striscetta grigia sottoOcchiolino
    non+autenticato
  • prima avevamo quella Tech Network, adesso c'è questa
    non cambia nullaSorride (e se guardi in giro, 'ste barre sono piuttosto comuni su moltissimi siti anche in Italia)Occhiolino
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > prima avevamo quella Tech Network, adesso c'è
    > questa
    > non cambia nullaSorride (e se guardi in giro, 'ste
    > barre sono piuttosto comuni su moltissimi siti
    > anche in Italia)
    >Occhiolino

    Vero.
    E ce ne sono anche di piu' invasive.
    Questa in blu neanche si nota e scompare quando si scorre in giu'.

    In ogni caso basta aggiungere un paio di righe nel foglio di stile custom e la si leva.
    (Per chi ha un browser degno di questo nome e lo sa usare, s'intende).
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > prima avevamo quella Tech Network, adesso c'è
    > questa
    > non cambia nullaSorride (e se guardi in giro, 'ste
    > barre sono piuttosto comuni su moltissimi siti
    > anche in Italia)
    >Occhiolino

    Premesso che della barra me ne frega poco, proprio cambiato nulla no: in quella di Tech Network, se a qualcuno veniva la curiosità, vedeva gli altri siti nella barra, qua invece mi pare che per ora non vi abbiano inseriti neanche in "Altro". Quelli di Technetwork ora linkano tutti Libero, ma al momento Libero non li linka. Ma immagino sia una cosa temporanea (o immagino male?)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Burp
    > - Scritto da: Luca Annunziata
    > > prima avevamo quella Tech Network, adesso c'è
    > > questa
    > > non cambia nullaSorride (e se guardi in giro,
    > 'ste
    > > barre sono piuttosto comuni su moltissimi
    > siti
    > > anche in Italia)
    > >Occhiolino
    >
    > Premesso che della barra me ne frega poco,
    > proprio cambiato nulla no: in quella di Tech
    > Network, se a qualcuno veniva la curiosità,
    > vedeva gli altri siti nella barra, qua invece mi
    > pare che per ora non vi abbiano inseriti neanche
    > in "Altro". Quelli di Technetwork ora linkano
    > tutti Libero, ma al momento Libero non li linka.
    > Ma immagino sia una cosa temporanea (o immagino
    > male?)

    Be, se dal portale di libero non ci sara' neanche un link a PI, la cosa rasenterebbe la presa in giro.

    Per spezzare una lancia in favore di libero, pero', posso ipotizzare che se hanno dato in appalto la gestione del sito ad una societa' esterna e loro gestiscono il tutto tramite un cms, allora l'aggiunta di un link in una posizione non prevista dal cms, potrebbe essere molto onerosa dal punto di vista burocratico.
    Stiamo a vedere.
  • calma e gesso, roma non fu costruita in un giornoSorride
  • concordo con Alan, imho mossa davvero azzeccata e ben piazzata: un editore forte e una concessionaria forte si alleano sul web, mica scema la pensataOcchiolino

    Però, prima di parlare attendo i dettagli economici. Sono abituato a ragionare sui dati di fatto e non sul si dice. Vedrete che tra un po' usciranno i dettagli e capiremo davvero.

    Di base, alan, dici bene: hai letto secondo me bene l'accordo. Ci guadagnano entrambi, diventano un polo fortissimo sul Web.
    Che gli devi dire. Io al psoto loro l'avreio fatto pure. Vediamo se saranno anche bravi a farlo fruttare quest'accordo però eh
    non+autenticato
  • d'accordo ma non su tutto libero deve migliore la qualità dei contenuti se vuole essere vero portale editoriale e deve migliorare non solo sulla tecnologia ma negli altri rami tranne Affari italiani che mi piace il resto deve crescere almeno io la penso così
    non+autenticato
  • - Scritto da: gino
    > d'accordo ma non su tutto libero deve migliore la
    > qualità dei contenuti se vuole essere vero
    > portale editoriale e deve migliorare non solo
    > sulla tecnologia ma negli altri rami tranne
    > Affari italiani che mi piace il resto deve
    > crescere almeno io la penso
    > così


    Un grande gruppo editoriale incontra un colosso dell'advertising.
    Bella furbata, nulla da direOcchiolino)))
    non+autenticato
  • - Scritto da: image
    > - Scritto da: gino
    > > d'accordo ma non su tutto libero deve
    > migliore
    > la
    > > qualità dei contenuti se vuole essere vero
    > > portale editoriale e deve migliorare non solo
    > > sulla tecnologia ma negli altri rami tranne
    > > Affari italiani che mi piace il resto deve
    > > crescere almeno io la penso
    > > così
    >
    >
    > Un grande gruppo editoriale incontra un colosso
    > dell'advertising.
    > Bella furbata, nulla da direOcchiolino)))

    QUOTO operazione ben congengnata almeno sembra
    non+autenticato
  • - Scritto da: filippo
    > - Scritto da: image
    > > - Scritto da: gino
    > > > d'accordo ma non su tutto libero deve
    > > migliore
    > > la
    > > > qualità dei contenuti se vuole essere
    > vero
    > > > portale editoriale e deve migliorare
    > non
    > solo
    > > > sulla tecnologia ma negli altri rami
    > tranne
    > > > Affari italiani che mi piace il resto
    > deve
    > > > crescere almeno io la penso
    > > > così
    > >
    > >
    > > Un grande gruppo editoriale incontra un
    > colosso
    > > dell'advertising.
    > > Bella furbata, nulla da direOcchiolino)))
    >
    > QUOTO operazione ben congengnata almeno sembra


    Sembra anche a me una partnership potenzialmente redditizia per entrambi e quindi buona spero anche per Punto IL MIGLIORE imhoSorride
    non+autenticato
  • E' un portale troppo vecchio e nella testa di molti fa parte del web1.0... campa unicamente per le email il resto sono tutti progetti messi la per fare numero.
    non+autenticato
  • vero, infatti ha cercato un editore vero, la Master Edizioni, per avere un po' cdi contenuti di qualità e specialistici e non solo fuffettina e gossipOcchiolino
    Ma ci sta. Non tutti sono editori. Libero l'editore non lo sa fare, lo fa fare (credo eh d'ora in poi!) a chi è del mestiere. E imho fa pure bene.
    Libero leggo che venderà la pubblicità. Qui leggo che è forte (ed è anche normale, è sul web da sempre e h i contatti giusti)...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)