Roberto Pulito

Xbox 360, reset e libertÓ

Hacker francesi mettono a punto un attacco hardware che destabilizza la sicurezza della console a colpi di reset

Roma - Prosegue il tira e molla tra le misure antipirateria Microsoft e i sistemi escogitati dalla community underground per giocare con homebrew e copie di backup su Xbox 360. La console si sta difendendo con le unghie, aggiornamento dopo aggiornamento, implementando nuovi controlli interni e nuovi firmware per il lettore DVD, ma gli hacker continuano ad aggirare gli ostacoli in maniera "creativa".

L'ultimo exploit diffuso in rete, compatibile con quasi tutti i modelli di Xbox 360, si chiama Reset Glitch Hack. ╚ un sistema che inganna la CPU proprio durante il boot, inviando impulsi di reset per destabilizzare la velocità di clock, senza far ripartire veramente l'hardware. Lo scopo ultimo è quello di intromettersi nel processo di avvio e far interpretare come legittimo un codice non siglato.

La procedura, che richiede comunque il chip di modifica, non funziona al primo colpo ma viene ripetuta fino a quando la console non carica correttamente il disco con il bootloader "personalizzato". Nel video mostrato dagli hacker francesi GliGli e Tyros, la console carica tranquillamente un emulatore del vecchio Nintendo 64 utilizzando il sistema del glitch reset.

Il fatto che il trucco sia basato su un vero e proprio attacco hardware, senza lasciare il tempo di caricare neppure una riga di codice ufficiale, potrebbe rendere impossibile la correzione via patch. A conti fatti la miglior difesa della console Microsoft continua ad essere l'estromissione: gli utenti che violano le condizioni d'uso della console vengono tagliati fuori dal network in modo permanente.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaXbox 360, più spazio ai DVDMicrosoft si preparerebbe a cambiare la struttura interna dei dischi ottici usati dalla console. I giochi di domani sfrutteranno completamente lo spazio del vecchio dual-layer?
  • AttualitàXbox moddate, accuse ritirateUna causa di "modding non autorizzato" della console Microsoft si conclude con la dismissione delle accuse per evidenti errori procedurali. Gli avvocati volevano incastrare il "modder" con testimonianze mai presentate prima
93 Commenti alla Notizia Xbox 360, reset e libertÓ
Ordina
  • Il DRM va eliminato. È una truffa, e nulla di più, oltre ad essere un abominio dal punto di vista tecnologico.

    E dal momento che il DRM è legato a certi modelli commerciali (la vendita delle licenze), modelli PRIVI DI SENSO, perchè fondati sulla creazione di una scarsità artificiale, anche tali modelli devono sparire; e chi lavora con essi, o si evolverà cambiando modello, o si estinguerà (in tal caso, almeno sarà da esempio per gli altri, che eviteranno di imitarlo).
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Il DRM va eliminato. È una truffa, e nulla
    > di più, oltre ad essere un abominio dal punto di
    > vista
    > tecnologico.
    >
    > E dal momento che il DRM è legato a certi modelli
    > commerciali (la vendita delle licenze), modelli
    > PRIVI DI SENSO, perchè fondati sulla creazione di
    > una scarsità artificiale, anche tali modelli
    > devono sparire; e chi lavora con essi, o si
    > evolverà cambiando modello, o si estinguerà (in
    > tal caso, almeno sarà da esempio per gli altri,
    > che eviteranno di
    > imitarlo).

    OT: forse lo avrai letto questo. In caso contrario leggilo.
    http://www.ilpost.it/2011/09/05/le-poste-americane...

    I venditori di ghiaccio sono sempre di piu' in buona compagnia.
  • > OT: forse lo avrai letto questo. In caso
    > contrario
    > leggilo.
    > http://www.ilpost.it/2011/09/05/le-poste-americane
    >
    > I venditori di ghiaccio sono sempre di piu' in
    > buona
    > compagnia.

    il telegrafo?? disse il capo delle regie poste inglesi... un invenzione senza futuro.. in Inghilterra, abbiamo ottimi postini.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Il DRM va eliminato. È una truffa, e nulla
    > di più, oltre ad essere un abominio dal punto di
    > vista
    > tecnologico.

    Il DRM è la RISPOSTA ai pirati. Anzi, è una delle tante risposte.

    > E dal momento che il DRM è legato a certi modelli
    > commerciali (la vendita delle licenze), modelli
    > PRIVI DI SENSO, perchè fondati sulla creazione di
    > una scarsità artificiale, anche tali modelli
    > devono sparire; e chi lavora con essi, o si
    > evolverà cambiando modello, o si estinguerà (in
    > tal caso, almeno sarà da esempio per gli altri,
    > che eviteranno di
    > imitarlo).

    Quelli come te andrebbero rinchiusi. Poi si potrebbe togliere DRM, seriali, attivazioni, leggi repressive, equi contributi e tutto il resto, e vivere tranquilli.

    Ma è un'utopia.
    ruppolo
    33147
  • > Il DRM è la RISPOSTA ai pirati. Anzi, è una delle
    > tante
    > risposte.

    E il crack è una delle tante risposte al DRM



    > Quelli come te andrebbero rinchiusi.

    Se vuoi vedermi dietro le sbarre, non devi fare altro che chiuderti in una gabbia.

    > Poi si
    > potrebbe togliere DRM, seriali, attivazioni,
    > leggi repressive, equi contributi e tutto il
    > resto, e vivere
    > tranquilli.
    >
    > Ma è un'utopia.

    Oppure, si potrebbero togliere subito DRM, attivazioni eccetera, e mandare quelli come te a lavorare davvero.

    E questo è molto più realizzabile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Il DRM è la RISPOSTA ai pirati. Anzi, è una
    > delle
    > > tante
    > > risposte.
    >
    > E il crack è una delle tante risposte al DRM

    A fare botta e risposta con la giustizia, la storia insegna come va a finire.

    > > Quelli come te andrebbero rinchiusi.
    >
    > Se vuoi vedermi dietro le sbarre, non devi fare
    > altro che chiuderti in una
    > gabbia.

    Estremamente logico.

    > > Poi si
    > > potrebbe togliere DRM, seriali, attivazioni,
    > > leggi repressive, equi contributi e tutto il
    > > resto, e vivere
    > > tranquilli.
    > >
    > > Ma è un'utopia.
    >
    > Oppure, si potrebbero togliere subito DRM,
    > attivazioni eccetera, e mandare quelli come te a
    > lavorare
    > davvero.

    E quelli come te, invece, dove vanno mandati?
    ruppolo
    33147
  • > E quelli come te, invece, dove vanno mandati?

    Noi restiamo dove siamo, visto che ci stiamo benissimo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > E quelli come te, invece, dove vanno mandati?
    >
    > Noi restiamo dove siamo, visto che ci stiamo
    > benissimo.

    Finché qualcuno non vi tira già dalle spese.
    ruppolo
    33147
  • > Finché qualcuno non vi tira già dalle spese.

    ???

    Che vorrebbe dire? O hai sbagliato a scrivere?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > > Finché qualcuno non vi tira già dalle spese.
    >
    > ???
    >
    > Che vorrebbe dire? O hai sbagliato a scrivere?

    Ho premuto il tasto a fianco della ù:

    Finché qualcuno non vi tira giù dalle spese.
    ruppolo
    33147
  • > Finché qualcuno non vi tira giù dalle spese.

    E chi sarebbe questo "qualcuno"?
    non+autenticato
  • Appunto! Di che libertà stiamo parlando?
    Libertà di usare sulla console giochi scaricati da Internet???

    Visto che ora 20M di italiani saranno raggiunti da PI, non ritenete il caso di "elevare" la qualità della vostra redazione non solo traducendo articoli di altri ma anche facendo approfondimenti, sondaggi, studi (liberi!!!), che pure la carta stampata invidierebbe?

    In Italia la stampa del settore videoludico non lo fa.

    Ecco uno spunto per voi. Perchè non provare ad approfondire veramente cosa si cela dietro le modifiche delle console?

    Cordialmente
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 settembre 2011 21.49
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Appunto! Di che libertà stiamo parlando?
    > Libertà di usare sulla console giochi scaricati
    > da Internet???


    Fixed. Ficoso

    > Visto che ora 20M di italiani saranno raggiunti
    > da PI,

    Questa affermazione vai a farla sul forum di libero.it
    Se la fai qui, perdi solo di credibilita'.

    > non ritenete il caso di "elevare" la
    > qualità della vostra redazione non solo
    > traducendo articoli di altri ma anche facendo
    > approfondimenti, sondaggi, studi (liberi!!!), che
    > pure la carta stampata
    > invidierebbe?

    Ha detto Annunziata che il forum non cambiera' di una virgola, quindi gli approfondimenti sono garantiti dal forum. Anonimo

    > In Italia la stampa del settore videoludico non
    > lo fa.

    Sbaglio o ho letto una frase dove "Italia", "stampa" e "settore videoludico" stanno vicine vicine?

    > Ecco uno spunto per voi. Perchè non provare ad
    > approfondire veramente cosa si cela dietro le
    > modifiche delle
    > console?

    In due parole: piu' liberta'.
  • Ti accorgi che non stai rispondendo?
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Ti accorgi che non stai rispondendo?

    A me pare che sia tu quello che non ha orecchie per intendere.
  • Entra nel merito.
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Entra nel merito.

    Il merito e' che se compro la console, questa e' mia.
    Se compro il game, questo e' mio.
    Con la roba mia ci faccio quello che mi pare.

    Se c'e' qualcosa che posso fare per migliorare la mia esperienza di gioco (nel caso in questione evitare di mettere e togliere il disco originale che alla lunga si rovina), lo faccio!
  • Vedi che non sai di cosa parli? Per esempio, è da mo' che sull'Xbox puoi installare il gioco sul HDD. Il disco ti serve solo per l'autenticazione, poi lo togli dal lettore.

    Inoltre, in tutti questi anni non mi è mai capitato che il disco si rovinasse per "usura" nel lettore, ma questo vale anche per qualsiasi CD/DVD che ho in casa... altro discorso invece quando hai figli che ci giocano come se fossero frisby.

    Infine, sono più sensati agormentazioni tipo il "cambio" d'utilizzo del ferro che hai comprato (es. cluster server Xbox, etc.) che dell'esperienza di gioco: con l'Xbox modificata, questa viene meno.

    Di che libertà parli, dunque?
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Vedi che non sai di cosa parli? Per esempio, è da
    > mo' che sull'Xbox puoi installare il gioco sul
    > HDD. Il disco ti serve solo per l'autenticazione,
    > poi lo togli dal
    > lettore.

    Se l'autenticazione avviene solo in fase di installazione, e' ancora accettabile.
    Se avviene ogni volta che intendo giocare e' una inutile catena al collo, che deve essere rimossa.

    > Inoltre, in tutti questi anni non mi è mai
    > capitato che il disco si rovinasse per "usura"
    > nel lettore, ma questo vale anche per qualsiasi
    > CD/DVD che ho in casa...

    Non si rovina per "usura" nel lettore.
    Si rovina nel maneggiarlo, toglierlo dalla custodia, inserirlo nel lettore, toglierlo dal lettore, rimetterlo nella custodia.
    Cade per terra, lo trascini per sollevarlo, si riga...

    > altro discorso invece
    > quando hai figli che ci giocano come se fossero
    > frisby.

    No, guarda. Posso assicurarti chei i dischi si possono rovinare anche se non ci giochi a frisby.

    > Infine, sono più sensati agormentazioni tipo il
    > "cambio" d'utilizzo del ferro che hai comprato
    > (es. cluster server Xbox, etc.) che
    > dell'esperienza di gioco: con l'Xbox modificata,
    > questa viene meno.

    Non credo di avere capito che cosa intendi per cambio del ferro.
    Intendi forse se si rompe la console e devo sostituirla?

    > Di che libertà parli, dunque?
    Della liberta che voglio cliccare e il gioco parte, senza dover fare altro.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > Vedi che non sai di cosa parli? Per esempio,
    > è
    > da
    > > mo' che sull'Xbox puoi installare il gioco
    > sul
    > > HDD. Il disco ti serve solo per
    > l'autenticazione,
    > > poi lo togli dal
    > > lettore.
    >
    > Se l'autenticazione avviene solo in fase di
    > installazione, e' ancora
    > accettabile.
    > Se avviene ogni volta che intendo giocare e' una
    > inutile catena al collo, che deve essere
    > rimossa.

    Ah, sei uno di quei giocatori che cambia gioco ogni 3 per 2.
    Beh allora non hai tutti i torti...

    > > Inoltre, in tutti questi anni non mi è mai
    > > capitato che il disco si rovinasse per
    > "usura"
    > > nel lettore, ma questo vale anche per
    > qualsiasi
    > > CD/DVD che ho in casa...
    >
    > Non si rovina per "usura" nel lettore.
    > Si rovina nel maneggiarlo, toglierlo dalla
    > custodia, inserirlo nel lettore, toglierlo dal
    > lettore, rimetterlo nella
    > custodia.
    > Cade per terra, lo trascini per sollevarlo, si
    > riga...

    Ma che maldestro che sei... avrò migliaia di dischi e mai uno si è rovinato per MIA GOFFAGGINE.

    > > altro discorso invece
    > > quando hai figli che ci giocano come se
    > fossero
    > > frisby.
    >
    > No, guarda. Posso assicurarti chei i dischi si
    > possono rovinare anche se non ci giochi a
    > frisby.

    Se li usi come poggia bicchieri, hai ragione.

    > > Infine, sono più sensati agormentazioni tipo
    > il
    > > "cambio" d'utilizzo del ferro che hai
    > comprato
    > > (es. cluster server Xbox, etc.) che
    > > dell'esperienza di gioco: con l'Xbox
    > modificata,
    > > questa viene meno.
    >
    > Non credo di avere capito che cosa intendi per
    > cambio del
    > ferro.

    Cambio d'utilizzo della console (ferro), ossia modificarne il comportamento orginiario imposto dalla casa produttrice.

    > Intendi forse se si rompe la console e devo
    > sostituirla?
    >
    > > Di che libertà parli, dunque?
    > Della liberta che voglio cliccare e il gioco
    > parte, senza dover fare
    > altro.

    Si chiama "comodità" e non "libertà".

    UPDATE REQUIRED!
  • - Scritto da: ThEnOra
    > Ah, sei uno di quei giocatori che cambia gioco
    > ogni 3 per
    > 2.
    > Beh allora non hai tutti i torti...

    Magari non con quella frequenza, ma tengo i miei dischi in un posto fuori dalla portata di mano rispetto alla postazione di gioco, e quindi e' estremamente scomodo andare a recuperare i dischi, soprattutto considerando che non c'e' alcuna motivazione tecnica per farlo.

    > > > Inoltre, in tutti questi anni non mi è
    > mai
    > > > capitato che il disco si rovinasse per
    > > "usura"
    > > > nel lettore, ma questo vale anche per
    > > qualsiasi
    > > > CD/DVD che ho in casa...
    > >
    > > Non si rovina per "usura" nel lettore.
    > > Si rovina nel maneggiarlo, toglierlo dalla
    > > custodia, inserirlo nel lettore, toglierlo
    > dal
    > > lettore, rimetterlo nella
    > > custodia.
    > > Cade per terra, lo trascini per sollevarlo,
    > si
    > > riga...
    >
    > Ma che maldestro che sei... avrò migliaia di
    > dischi e mai uno si è rovinato per MIA
    > GOFFAGGINE.

    Io sono goffo!
    E devo poter tutelare il mio patrimonio digitale dalla mia incapacita' di maneggiarlo.

    > Se li usi come poggia bicchieri, hai ragione.

    Non c'e' mica scritto che usandoli come sottobicchieri si danneggiano.
    In america sono capaci di intentare cause per ogni idiozia...

    > > Non credo di avere capito che cosa intendi
    > per
    > > cambio del
    > > ferro.
    >
    > Cambio d'utilizzo della console (ferro), ossia
    > modificarne il comportamento orginiario imposto
    > dalla casa
    > produttrice.

    La casa produttrice non puo' imporre proprio niente.
    E' mio diritto usare la console come fermaporta, o come server linux, o come player per blue ray, o come cavolo mi pare, senza che la casa produttrice autorizzi o esplicitamente impedisca.

    Sono in casa mia, con oggetti di mia proprieta', e ci faccio quello che mi pare.
    Per entrare in casa mia a vedere che cosa faccio, mi pare che ci sia ancora bisogno del mandato emesso da un magistrato: italia 2011.

    > > Intendi forse se si rompe la console e devo
    > > sostituirla?
    > >
    > > > Di che libertà parli, dunque?
    > > Della liberta che voglio cliccare e il gioco
    > > parte, senza dover fare
    > > altro.
    >
    > Si chiama "comodità" e non "libertà".
    >
    > UPDATE REQUIRED!

    Si chiama comodita', quando e' il produttore a permetterlo.
    Si chiama liberta' quando il produttore lo impedisce ma io conquisto questo mio diritto.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > Ah, sei uno di quei giocatori che cambia
    > gioco
    > > ogni 3 per
    > > 2.
    > > Beh allora non hai tutti i torti...
    >
    > Magari non con quella frequenza, ma tengo i miei
    > dischi in un posto fuori dalla portata di mano
    > rispetto alla postazione di gioco, e quindi e'
    > estremamente scomodo andare a recuperare i
    > dischi, soprattutto considerando che non c'e'
    > alcuna motivazione tecnica per
    > farlo.

    Se lo scopo della modifica è SOLO questo, hai tutto il mio supporto.

    > > > > Inoltre, in tutti questi anni non
    > mi
    > è
    > > mai
    > > > > capitato che il disco si rovinasse
    > per
    > > > "usura"
    > > > > nel lettore, ma questo vale anche
    > per
    > > > qualsiasi
    > > > > CD/DVD che ho in casa...
    > > >
    > > > Non si rovina per "usura" nel lettore.
    > > > Si rovina nel maneggiarlo, toglierlo
    > dalla
    > > > custodia, inserirlo nel lettore,
    > toglierlo
    > > dal
    > > > lettore, rimetterlo nella
    > > > custodia.
    > > > Cade per terra, lo trascini per
    > sollevarlo,
    > > si
    > > > riga...
    > >
    > > Ma che maldestro che sei... avrò migliaia di
    > > dischi e mai uno si è rovinato per MIA
    > > GOFFAGGINE.
    >
    > Io sono goffo!
    > E devo poter tutelare il mio patrimonio digitale
    > dalla mia incapacita' di
    > maneggiarlo.

    Se lo scopo della modifica è ANCHE questo, hai tutto il mio supporto.

    > > Se li usi come poggia bicchieri, hai ragione.
    >
    > Non c'e' mica scritto che usandoli come
    > sottobicchieri si
    > danneggiano.
    > In america sono capaci di intentare cause per
    > ogni
    > idiozia...

    Tu dove vivi?

    > > > Non credo di avere capito che cosa
    > intendi
    > > per
    > > > cambio del
    > > > ferro.
    > >
    > > Cambio d'utilizzo della console (ferro),
    > ossia
    > > modificarne il comportamento orginiario
    > imposto
    > > dalla casa
    > > produttrice.
    >
    > La casa produttrice non puo' imporre proprio
    > niente.

    E' così difficile l'italiano?
    Il verbo "imposto" è riferito alla console e non all'utente, e la casa produttrice può "imporre" il comportamento della console come più gli aggrada, nel rispetto delle norme, ovviamente!

    Tu stai parlando di altro, come sempre.
    Capisci fischi per fiaschi... santa pazienza!

    > E' mio diritto usare la console come fermaporta,
    > o come server linux, o come player per blue ray,
    > o come cavolo mi pare, senza che la casa
    > produttrice autorizzi o esplicitamente
    > impedisca.

    Considerazione personale: se sono QUESTI gli scopi (eccetto per il "come cavolo mi pare), hai tutto il mio supporto.

    > Sono in casa mia, con oggetti di mia proprieta',
    > e ci faccio quello che mi
    > pare.

    Non generalizzare. Rischi di fallire.

    > Per entrare in casa mia a vedere che cosa faccio,
    > mi pare che ci sia ancora bisogno del mandato
    > emesso da un magistrato: italia
    > 2011.

    Ho sostenuto mai il contrario?

    > > > Intendi forse se si rompe la console e
    > devo
    > > > sostituirla?
    > > >
    > > > > Di che libertà parli, dunque?
    > > > Della liberta che voglio cliccare e il
    > gioco
    > > > parte, senza dover fare
    > > > altro.
    > >
    > > Si chiama "comodità" e non "libertà".
    > >
    > > UPDATE REQUIRED!
    >
    > Si chiama comodita', quando e' il produttore a
    > permetterlo.
    > Si chiama liberta' quando il produttore lo
    > impedisce ma io conquisto questo mio
    > diritto.

    Libertà e diritto a giocare a giochi pirata?
    Il mio punto è SOLO questo, il resto passa in secondo piano e per me NON è un problema.
  • La microsoft non estromette l'utente ma la console dal loro servizio.
    Cosa ben diversa.
    Sgabbio
    26177
  • le informazioni "tecniche" sono assai imprecise e rese in maniera raffazzonata; penso che una lettura veloce al documento uffuciale del reset glitch hack sarebbe bastato a rendere edotti non tanto quanto ingegneri ma quanto più come "giornalisti" per svolgere in maniera corretta, verso chi legge, il proprio mestiere.

    una piccola rimostranza perché è un peccato vedere abbassarsi così tanto il livello, per qualche inspiegabile motivo.
    non+autenticato
  • ma non trovo che illustrare un comportamento che costituisce un reato sia serio da parte di una testata.

    Quanto meno farlo presente in modo un po' più incisivo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: xav
    > ma non trovo che illustrare un comportamento che
    > costituisce un reato sia serio da parte di una
    > testata.
    >
    > Quanto meno farlo presente in modo un po' più
    > incisivo...

    "Don't try this at home, school or anywhere!"
  • capisco l'ironia, e capisco anche che visto l'andazzo possa sembrare un po' ridicolo.
    Tuttavia se appoggi la bicicletta fuori dal panificio e quando esci non c'è più... c'è chi pensa che tu sia un fesso e chi te l'ha fregata sia un dritto e vedendola incustodita abbia fatto bene.
    Io faccio ancora parte di quelli che pensano che chi l'ha rubata è un ladro... punto.
    Se ognuno si comportasse da "galantuomo" la società non farebbe così schifo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xav
    > capisco l'ironia, e capisco anche che visto
    > l'andazzo possa sembrare un po'
    > ridicolo.
    > Tuttavia se appoggi la bicicletta fuori dal
    > panificio e quando esci non c'è più... c'è chi
    > pensa che tu sia un fesso e chi te l'ha fregata
    > sia un dritto e vedendola incustodita abbia fatto
    > bene.
    > Io faccio ancora parte di quelli che pensano che
    > chi l'ha rubata è un ladro...
    > punto.
    > Se ognuno si comportasse da "galantuomo" la
    > società non farebbe così
    > schifo.

    Non è che hai torto, anzi...tuttavia non trovo che l'articolo inciti alla pirateria più di quanto potrebbe fare qualsiasi altro blog/forum specializzato, dove si parla solo di metodi per far girare i "backup"...
  • - Scritto da: xav

    > Io faccio ancora parte di quelli che pensano che
    > chi l'ha rubata è un ladro...
    > punto.

    Chi ruba la bicicletta e' un ladro.

    Ma che c'entra con l'argomento in questione?
    Quale sarebbe l'analogia con la bicicletta, sempre ammesso che di analogia si tratti e non di una trollata tanto per trollare?

    Io faccio quella modifica alla mia xbox, e quindi chi e' quello a cui viene sottratta una bicicletta?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: xav
    >
    > > Io faccio ancora parte di quelli che pensano
    > che
    > > chi l'ha rubata è un ladro...
    > > punto.
    >
    > Chi ruba la bicicletta e' un ladro.
    >
    > Ma che c'entra con l'argomento in questione?
    > Quale sarebbe l'analogia con la bicicletta,
    > sempre ammesso che di analogia si tratti e non di
    > una trollata tanto per
    > trollare?
    >
    > Io faccio quella modifica alla mia xbox, e quindi
    > chi e' quello a cui viene sottratta una
    > bicicletta?

    Per qualcuno le multinazionali hanno il potere di legiferare, stabilendo a proprio piacere cosa sia reato e cosa no.
    La cosa è rigorosamente monodirezionale, s'intende: il fatto che ad esempio ti possano obbligare ad accettare un'EULA *dopo* che hai comprato un programma e senza la possibilità di ridarlo indietro e riavere i tuoi soldi, per loro è legittimo e inoppugnabile. Questo anche in caso di giochi venduti sulla base di pubblicità mendace, vedi il recente caso di From Dust, del suo DRM e del rifiuto da parte di Steam di rimborsare gli acquisti (salvo pochissimi all'inizio).
    Io i giochi li compro e non li pirato, ma non ho tutta questa voglia di sottomissione ai produttori. Anzi, se li piratassi, semplicemente me ne fregherei perché non dovrei accettare contratti pieni di clausole vessatorie per poter usufruire di ciò che ho pagato.
    Izio01
    4365
  • concordo al 100%

    - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: xav
    >
    > > Io faccio ancora parte di quelli che pensano
    > che
    > > chi l'ha rubata è un ladro...
    > > punto.
    >
    > Chi ruba la bicicletta e' un ladro.
    >
    > Ma che c'entra con l'argomento in questione?
    > Quale sarebbe l'analogia con la bicicletta,
    > sempre ammesso che di analogia si tratti e non di
    > una trollata tanto per
    > trollare?
    >
    > Io faccio quella modifica alla mia xbox, e quindi
    > chi e' quello a cui viene sottratta una
    > bicicletta?
  • - Scritto da: xav
    > ma non trovo che illustrare un comportamento che
    > costituisce un reato sia serio da parte di una
    > testata.

    Ma quale sarebbe il reato? Sbloccare un hardware regolarmente acquistato?
    Stronzate.
    Che poi venga usato per copiare illegalmente i giochi è un altro discorso.
    Funz
    13000
  • - Scritto da: Funz
    > - Scritto da: xav
    > > ma non trovo che illustrare un comportamento
    > che
    > > costituisce un reato sia serio da parte di
    > una
    > > testata.
    >
    > Ma quale sarebbe il reato? Sbloccare un hardware
    > regolarmente acquistato?
    >
    > Stronzate.

    Precisiamo: rimuovere le protezioni formalmente è reato.

    > Che poi venga usato per copiare illegalmente i
    > giochi è un altro
    > discorso.

    Il verbo corretto è "fruire".
  • - Scritto da: ThEnOra
    > - Scritto da: Funz
    > > - Scritto da: xav
    > > > ma non trovo che illustrare un
    > comportamento
    > > che
    > > > costituisce un reato sia serio da parte
    > di
    > > una
    > > > testata.
    > >
    > > Ma quale sarebbe il reato? Sbloccare un
    > hardware
    > > regolarmente acquistato?
    > >
    > > Stronzate.
    >
    > Precisiamo: rimuovere le protezioni formalmente è
    > reato.

    In quali paesi e in quali epoche?
    Perche' ci sono luoghi e tempi in cui tale pratica non e' reato.

    > > Che poi venga usato per copiare illegalmente
    > i
    > > giochi è un altro
    > > discorso.
    >
    > Il verbo corretto è "fruire".

    Quindi la mera copia non e' illegale se non c'e' fruizione?

    Ma anche la mera fruizione a volte non e' illegale se non si possiede l'originale.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ThEnOra
    > > - Scritto da: Funz
    > > > - Scritto da: xav
    > > > > ma non trovo che illustrare un
    > > comportamento
    > > > che
    > > > > costituisce un reato sia serio da
    > parte
    > > di
    > > > una
    > > > > testata.
    > > >
    > > > Ma quale sarebbe il reato? Sbloccare un
    > > hardware
    > > > regolarmente acquistato?
    > > >
    > > > Stronzate.
    > >
    > > Precisiamo: rimuovere le protezioni
    > formalmente
    > è
    > > reato.
    >
    > In quali paesi e in quali epoche?
    > Perche' ci sono luoghi e tempi in cui tale
    > pratica non e'
    > reato.

    ITALIA, 2011.

    > > > Che poi venga usato per copiare
    > illegalmente
    > > i
    > > > giochi è un altro
    > > > discorso.
    > >
    > > Il verbo corretto è "fruire".
    >
    > Quindi la mera copia non e' illegale se non c'e'
    > fruizione?

    Se non capisci l'italiano, non è una mia colpa.
    Chi è il soggetto della frase di Funz?

    > Ma anche la mera fruizione a volte non e'
    > illegale se non si possiede
    > l'originale.

    Altro discorso.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)