Mauro Vecchio

Messico, l'orrore sui blog anti-droga

Brutale doppio omicidio da parte del cartello locale Zetas. Le vittime sono due ragazzi di appena 20 anni, rei di aver postato contenuti scomodi su forum e blog. Un atto intimidatorio con tanto di firma e minacce

Roma - Due corpi brutalmente mutilati, appesi ad un ponte per il passaggio dei pedoni. L'orrore ha così serpeggiato tra le strade di Nuevo Laredo, città di circa 400mila abitanti al confine tra lo stato statunitense del Texas e il territorio messicano. Due ragazzi di appena 20 anni, massacrati da alcuni membri del noto cartello della droga Zetas.

C'era infatti una lettera Z sui messaggi apposti sui due cadaveri appesi al ponte. "Questo accadrà a tutti gli spioni di Internet - si legge in uno degli avvisi - Fate grande attenzione. I miei occhi sono su di voi". Nel mirino dei criminali era infatti finito Frontera Al Rojo Vivo, popolare forum in cui utenti anonimi inseriscono una serie di dettagli sulle attività del cartello locale.

Uno spazio web di denuncia, ovviamente poco gradito ai signori messicani della droga. Insieme a Frontera Al Rojo Vivo sono stati citati anche il Blog Del Narco e Denuncia Ciudadano. In alcuni è possibile anche visionare crude immagini delle vittime dei vari cartelli operativi al confine col Messico.
Č una vera e propria guerra quella combattuta dai commando governativi contro il cartello noto come Zetas. Gli agenti locali sono riusciti a distruggere una rete radio alimentata ad energia solare, messa in piedi dai criminali per coordinarsi in tutto il paese attraverso conversazioni cifrate.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
25 Commenti alla Notizia Messico, l'orrore sui blog anti-droga
Ordina
  • Il problema della droga è del tutto fittizio, creato ad arte, per consentire a criminalità ed elementi collegati di arricchirsi a dismisura. Se la vendita e il consumo della droga fossero regolamentati, così come già avviene per l'alcol, il tabacco e gli psicofarmaci, allora trafficanti e spacciatori sarebbero tutti disoccupati. Chi ora consuma droga continuerebbe a farlo, ma con sostanze meno nocive perchè prodotte dall'industria farmaceutica, non dai trafficanti messicani, e a un costo ragionevole. Chi ora non consuma droga, continuerebbe a non consumarne - così come chi ora è astemio non corre a comprare bottiglie di vodka solo perchè è legale venderla.

    Attorno al dramma della droga, che è un dramma solo a causa del proibizionismo, proliferano dei business indotti enormi, tra cui quello delle comunità di recupero (basta vedere s. patrignano) e ovviamente protetti e coccolati dalla politica compiacente, che vuole imporre ai cittadini regole da stato etico e poi finanzia allegramente i soliti che fanno beneficenza con i soldi altrui, con la scusa di aiutare i poveri drogati (che sono ridotti in povertà a causa delle leggi proibizioniste).

    Ciò detto, stiano tranquilli tutti coloro che temono un'esplosione dei consumi in caso di liberalizzazione-regolamentazione delle droghe in senso antibroibizionista: l'umanità è troppo stupida per arrivare a fare una cosa così logica e razionale. Continueremo con migliaia di morti ammazzati e di ragazzi torturati dai narcos.

    Personalmente, a 44 anni d'età, posso dire di non aver mai conosciuto nemmeno un drogato, e non mi succede mai di non riuscire a parcheggiare l'auto perchè le strade sono ingombrate da sacchi di cocaina. Francamente, tutto questo problema della droga, lo vedo soltanto in televisione - perlopiù sul TG4.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • in poche righe in un commento è impossibile discutere a fondo del "problema" droga. Sta di fatto, comunque, che nonostante:
    - spese immense in polizia e altri strumenti per combattere la droga;
    - carceri piene di spacciatori/consumatori;
    - decine di migliaia di morti ammazzati dalla criminalità legata alla droga;
    - leggi sempre più severe;
    - innumerevoli casi di persone che hanno avuto la vita rovinata per una canna, ma non dalla canna bensì dalla persecuzione giudiziaria;
    ... eccetera eccetera, NONOSTANTE tutto questo, i risultati della cosiddetta lotta alla droga sono NULLI. Anzi, un risultato è stato ottenuto: la formazione di organizzazioni criminali infinitamente potenti che controllano intere nazioni.
    Allora, dico io, facciamo come per l'alcol: chi lo vuole e non ne può fare a meno, se lo compra in negozio e fine. Poi ovviamente chi, in stato di ubriachezza, causa danno, va punito. Ma finchè (purtroppo) causa danno solo a se stesso, pazienza. Nessuno, oggi, sano di mente, si sogna di proibire l'alcol. Per fare lo stesso ragionamento con la droga, serve però un cervello abbastanza elastico.
    Addio
    non+autenticato
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: Fetente
    > > Il problema della droga è del tutto
    > fittizio[...]
    > boh...
    > potresti avere ragione, ma è comunque una
    > scommessa grossa.

    E' la stessa cosa che sostiene la commissione europea che da 10 anni studia metodi per combattere la droga:
    http://www.sanitaincifre.it/2011/06/droga-commissi.../

    > > Personalmente, a 44 anni d'età, posso
    > > dire di non aver mai conosciuto nemmeno
    > > un drogato, e non mi succede mai di non
    > > riuscire a parcheggiare l'auto perchè le
    > > strade sono ingombrate da sacchi di
    > > cocaina.

    > non so dove tu abbia vissuto.. io in quartieri
    > (quasi) centrali di Milano e fin dai tempi delle
    > elementari vedevo siringhe (tante) nel parchetto
    > dietro scuola, con le maestre che ci urlavano di
    > non avvicinarci.

    Appunto, e non e' che ora c'e' piu' polizia, c'e' piu' cultura e le siringhe sono nettamente diminuite.

    > Più avanti ho avuto due amici che si sono
    > rinco***niti con le pastiglie da discoteca.

    Se le avessero comprate in farmacia, fatte a norma con tanto di bugiardino per le istruzioni e le attenzioni non sarebbe successo.

    > Uno dei due, mandato da uno psichiatra, faceva
    > finta di essere normalissimo ("adesso lo fo**o
    > io" diceva): "il peggior caso che mi sia
    > capitato" gli ha detto lo psichiatra.
    > Certo non siamo ai livello di amsterdam dove al
    > primo passo che fai fuori dalla stazione ti hanno
    > già identificato come italiano e ti propongono
    > ogni genere di roba.

    E questo che c'entra ?

    > > Francamente, tutto questo problema della
    > > droga, lo vedo soltanto in televisione -
    > > perlopiù sul TG4.

    > Francamente, chi cita il TG4 per cercare di darsi
    > ragione con la tecnica del "chi non è d'accordo
    > con me è un de*ente" non merita nessun rispetto.

    E tu cita altre fonti.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 settembre 2011 17.55
    -----------------------------------------------------------
    krane
    22544
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: krane

    > > E' la stessa cosa che sostiene la commissione
    > > europea che da 10 anni studia metodi per
    > > combattere la droga:
    > http://www.sanitaincifre.it/2011/06/droga-commissi

    > una cosa è lo studio, l'altra è l'applicazione.

    Una cosa e' la tua opinione, un'altra e' uno studio che si sta portando avanti da 10 anni.

    > Non dico che sarebbe necessariamente un
    > fallimento, ma la cosa dipende non solo dalle
    > condizioni di accesso legale (che ci sarebbero
    > senza ombra di dubbio, sicuramente col solito
    > giochino della ricetta medica), ma soprattutto
    > dalla cultura ( e gli italiani son diversi dagli
    > olandesi).

    > > Appunto, e non e' che ora c'e' piu'
    > > polizia, c'e' piu' cultura e le siringhe sono
    > > nettamente diminuite.

    > E' cambiata la posologia, non la cultura,
    > ROTFL...

    E' cambiata la cultura: ho amici ex tossicomani che sostengono addirittura che negli anni '70 ci fosse una vera e propria manovra per ricretinire la gente, che ha fatto un bel po' di danni imprevisti. Ora gli eroinomani sono diminuiti in italia, lo dicono le statistiche; se non vogliamo guardare solo all'italia vediamo che aumentano dove la cultura e' bassa e la popolazione allo sbando.

    > > > Più avanti ho avuto due amici che
    > > > si sono rinco***niti con le pastiglie
    > > > da discoteca.
    > > Se le avessero comprate in farmacia, fatte
    > > a norma con tanto di bugiardino per le
    > > istruzioni e le attenzioni non sarebbe
    > > successo.
    > > E questo che c'entra ?

    > magari c'entra qualcosa ocl fatto che il tizio a
    > cui rispondevo aveva affermato "mai visto un
    > drogati in 44 anni"...
    > Mi sembra lo slogan del dentifricio: "mai avuto
    > carie in vita
    > mia".

    Eh, vabbe'... Avra' vissuto in casa tutta la vita, chettedevodi'.

    > > E tu cita altre fonti.

    > le fonti di che? ROTFL... vai in qualsiasi
    > quartiere popolare e te le trovi da solo le fonti
    > dell'esistenza dei drogati in Italia ( "mai visto
    > un drogati in 44 anni" cit.).

    A bhe, se vuoi fare un discorso cosi' su piccola scala basta dirlo, io mi stavo basando su statistiche internazionali.

    > E chiunque abbia fatto il servizio civile nelle
    > comunità di recupero ti può raccontare tutte le
    > storie che vuoi.

    Lo so bene.

    > E se vai ad Amsterdam li trovi anche in centro (e
    > non parlo di gente semplicemente 'fumata').

    E allora ? Qui in qualsiasi bettola trovi degli ubriachi, ma dove vogliamo andare a papare ?

    > Poi se uno tiene chiusi gli occhi per tutta la
    > vita, sì certo, allora può dire senza mentire
    > "mai visto un drogati in 44 anni"

    Czi suoi.
    krane
    22544
  • In un paese come il Messico, dove i narco trafficanti sono riusciti a piegare i media per non far parlar di loro, ora se la prendono con chi informa dal basso.

    Non so come postavano gli affati dei narcos, però è incredibile come questi siano riusciti ad arrivare a tanto per tentare di terrorizzare gli eventuali emuli (li devono uccidere tutti ? ).

    mi domando se usando mezzi anonimi, li avrebbero scoperti.
    Sgabbio
    26177
  • contenuto non disponibile
  • era scontato fra le mie righe. Certo, non immaginavo arrivassero a tanto, ma credo che per i narcos, la questione sarà diversa. Non so il perchè ma penso che TOR e compagna bella saranno molto usati.
    Sgabbio
    26177
  • La droga così come le guerre sono degli efficienti "accumulatori di capitale".
    In poco tempo trafficando sostanze o lucrando sulle speculazioni delle forniture militari e sugli appalti pre e post guerra si accumulano cifre spropositate.
    non+autenticato
  • la droga è un sistema per tenere buono il popolo, in questo modo hanno fregato generazioni di "gente contro il sistema" degli anni '60

    si tende a tenerla illegale perché così se ne incentiva l'uso, se fosse legale, non sarebbe più da fighi usarla quindi le persone inizierebbero a non bruciarsi più i neuroni, e nessuno vuole che ciò accada

    quindi mantenendola illegale, soprattutto i ragazzi più giovani inziano a farne uso da quando hanno 13-14 anni, e questo garantisce che arrivati a 20 si trasformino in delle amebe inoffensive

    per combattere il traffico di droga basterebbe renderla legale e non pagare le spese mediche a chi arriva in ospedale ricoverato per overdose, ma tanto il consumo diminuirebbeSorride

    guardate gli alcolici, più sono proibiti più aumenta il consumo, ma lo sanno benissimo ed è proprio quello che vogliono
    non+autenticato
  • Balle... l'alcool in Italia fa 30000 morti l'anno con stima per difetto (malattie,incidenti stradali ecc.) e non risulta proibito.

    Le benzodiazepine che la gente prende come sonnifero per dormire causano dipendenza e distruggono i neuroni e sono legali.Vi sono milioni di persone con il cervello devastato da questi "farmaci".

    Qualsiasi sostanza che sia legale o meno e che determini dipendenza o agisca sui circuiti del piacere va attentamente monitorata.

    Il traffico di droga in quelle zone del Messico non lo si riesce a sconfiggere perche dietro ci sono gli interessi di politici corrotti e di servizi corrotti (anche e soprattutto americani e non messicani) che riciclano quelle montagne di soldi.Se ci fosse la volonta politica si risolverebbe il tutto in pochi giorni.
    non+autenticato
  • ovviamente salta fuori quello che dice che ci sono droge più pericolose e blablabla...

    l'alcol non è proibito?? ma se è vietato vendere alcolici ai minori, infatti stiamo diventando come l'inghilterra e gli usa, dove iniziano a sfondarsi di alcol a 12 anni perchè è una cosa da adulti, qua finché non era proibito ai minori non beveva nessuno

    non mi risulta che per sballarsi una sera e dimostrare quanto si è grandi la gente si prenda un sonnifero, comunque...mi risulta che vadano tutti a botte di ketamina, cocaina e altre droghe altamente eccitanti, quando potrebbero benissimo prendersi una redbull, che fa male ma non quanto una dose di cocaina almeno
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > non mi risulta che per sballarsi una sera e
    > dimostrare quanto si è grandi la gente si prenda
    > un sonnifero, comunque...mi risulta che vadano
    > tutti a botte di ketamina, cocaina e altre droghe
    > altamente eccitanti, quando potrebbero benissimo
    > prendersi una redbull, che fa male ma non quanto
    > una dose di cocaina
    > almeno

    Si' perche' adesso una RedBull fa lo stesso effetto... Annoiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: volgare
    > - Scritto da: ...
    > > non mi risulta che per sballarsi una sera e
    > > dimostrare quanto si è grandi la gente si
    > prenda
    > > un sonnifero, comunque...mi risulta che
    > vadano
    > > tutti a botte di ketamina, cocaina e altre
    > droghe
    > > altamente eccitanti, quando potrebbero
    > benissimo
    > > prendersi una redbull, che fa male ma non
    > quanto
    > > una dose di cocaina
    > > almeno
    >
    > Si' perche' adesso una RedBull fa lo stesso
    > effetto...
    >Annoiato

    In effetti, d'accordo che Red Bull ti mette le ali, ma non esageriamo.
  • - Scritto da: ...
    > ovviamente salta fuori quello che dice che ci
    > sono droge più pericolose e
    > blablabla...
    >
    > l'alcol non è proibito?? ma se è vietato vendere
    > alcolici ai minori, infatti stiamo diventando
    > come l'inghilterra e gli usa, dove iniziano a
    > sfondarsi di alcol a 12 anni perchè è una cosa da
    > adulti, qua finché non era proibito ai minori non
    > beveva
    > nessuno
    >
    > non mi risulta che per sballarsi una sera e
    > dimostrare quanto si è grandi la gente si prenda
    > un sonnifero, comunque...mi risulta che vadano
    > tutti a botte di ketamina, cocaina e altre droghe
    > altamente eccitanti, quando potrebbero benissimo
    > prendersi una redbull, che fa male ma non quanto
    > una dose di cocaina
    > almeno

    C' è una bella differenza tra illegale e legalmente regolamentato
    La droga è illegale , l' alcol è regolamentato per legge
    non+autenticato
  • si sono accorti che in Messico è in corso una guerra civile?

    e non parlo di 2 morti, ma di migliaia all'anno

    c'è il sito blogdelnarco che posta ogni giorno articoli e foto di gente uccisa, mutilata, bruccicchiata, donne, uomini e bambini

    interessante come si sia fatto tanti casino mediatico sulla Libia e non si parli del Messico

    e badate che non è una banale guerra di mafia, si tratta di una guerra civile in piena regola ( da quelle parti intere città lavorano per i narcos )

    senza contare che i soggetti implicati sono addestrati ( gli zetas sono ex militari e paramilitari ), organizzati, ben finanziati e armati grazie al traffico d'armi dagli USA
    non+autenticato
  • Ok, ma la guerra civile è tutt'altra cosa!
    Di storie di cui parlarne ce n'è tutti i giorni in tutto il mondo, ci han provato qualche mese fa a parlare del Messico, ma nessuno se lo caga!
  • Ovviamente in Libia la rivoluzione si stava per concludere ed ecco che... ZAC!... arrivano gli americani, un bello stallo e c'è un bel Iraq2 la vendetta. La installeranno nuove basi e ci sarà forse qualcosa come un Afganistan2.
    Hanno sotto il sedere il Messico, si lamentano dei messicano che passano la frontiera, spendono miliardi (tanti miliardi) per operazioni militari dove task force di militari incazzatissimi vanno a distruggere le coltivazioni di coca di quattro contadini e tutto quello che c'è è indifferenza.
    Welcome to the real world.
  • - Scritto da: collione
    > si sono accorti che in Messico è in corso una
    > guerra
    > civile?
    >
    > e non parlo di 2 morti, ma di migliaia all'anno

    Ci sono migliaia di morti in Mexico ma proprio nessuno ne parla, anche questa notizia di PI non parla di guerra in Mexico. Cercando con google guerra messico compare un articolo in cui si danno numeri da guerra: 40 mila morti in 5 anni.
  • quale guerra civile? in messico tutti i trafficanti di droga operano con la benedizione del governo, sono paesi ormai irrecuperabili, un po' come tutta l'america del sud, li la gente è impazzita completamente

    l'unica soluzione in quei posti è trasformare tutto in una grande distesa di vetro luccicante salvando solo la foresta amazzonica, ma poi se uno dice ste cose passa per cinico...
    non+autenticato
  • "distesa di vetro luccicante"

    ...?
  • Penso si riferisse alla vetrificazione che succede ad alte temperature come un esplosione nucleare...
    non+autenticato
  • > ma poi se uno dice ste cose passa per cinico...

    o per completo idiota, a scelta.
  • - Scritto da: collione
    > si sono accorti che in Messico è in corso una
    > guerra
    > civile?
    >
    > e non parlo di 2 morti, ma di migliaia all'anno
    >
    > c'è il sito blogdelnarco che posta ogni giorno
    > articoli e foto di gente uccisa, mutilata,
    > bruccicchiata, donne, uomini e
    > bambini
    >
    > interessante come si sia fatto tanti casino
    > mediatico sulla Libia e non si parli del
    > Messico
    >
    > e badate che non è una banale guerra di mafia, si
    > tratta di una guerra civile in piena regola ( da
    > quelle parti intere città lavorano per i narcos )
    >
    >
    > senza contare che i soggetti implicati sono
    > addestrati ( gli zetas sono ex militari e
    > paramilitari ), organizzati, ben finanziati e
    > armati grazie al traffico d'armi dagli
    > USA


    E te pareva che gli USA non centravano...

    cosa suggerisci di fare? Mandare rambo a uccidere tutti i cattivi?
    Vah che dove sono arrivati gli spagnoli si vede...
    non+autenticato