Claudio Tamburrino

Italia, il censimento online

Dal 9 ottobre sarà attiva un'apposita sezione sul sito dell'Istat. La password d'accesso arriverà nella casella di posta

Roma - Quest'anno si svolgerà il quindicesimo Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. E una delle novità è la possibilità di compilare online il questionario.

L'ultima volta che gli Italiani avevano dovuto partecipare al censimento era nel 2001. In questo caso, per agevolare la sua compilazione, sono stati innanzitutto messi a disposizione centri di informazione (che compariranno nelle città in questi giorni), un numero verde gratuito. Inoltre, il cittadino può decidere di compilare il questionario online, oltre che restituendo il cartaceo presso qualsiasi ufficio postale o nei centri di raccolta istituiti nel comune di residenza anagrafica.

Dal 12 settembre è iniziata comunque la spedizione a casa della propria famiglia del questionario e su questi si potrà trovare (oltre alle 84 domande, 35 se si è tra coloro che riceveranno una versione ridotta) una password per accedere all'area del sito dedicata alla compilazione digitale che sarà attiva dal 9 ottobre, data ufficiale del censimento.
L'Istat assicura di adottare tutte le tutele previste dalle norme sulla privacy, mentre non fa accenno a questioni di sicurezza informatica.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàAntiSec, la guerra continuaLulzSec sembra aver attaccato anche il censimento britannico. Ottenendo i dati di tutti i residenti britannici
  • AttualitàCanada, web inaccessibileAlle autorità di Ottawa erano stati dati 15 mesi di tempo per rivedere tutte le sue piattaforme online. Una donna cieca non era riuscita ad usufruire dei principali servizi. Altri metodi, tra cui il telefono, sarebbero efficaci
34 Commenti alla Notizia Italia, il censimento online
Ordina
  • DA QUANTO SI EVINCE SU I MODULI DEL CENSIMENTO 2011 SE CE' QUALCUNO CHE MI PUO' SPIEGARE A COSA SERVE SAPERE QUANDO E DOVE SONO NATI I GENITORI ANCHE SE SONO DEFUNTI IO LA TROVO INGIUSTA,HO PERSO MIA MAMMA NEL 1982 MA CE' TANTA ALTRA GENTE CHE I GENITORI FORSE NON LI HA NEMMENO CONOSCIUTI COSA DEVONO RISPONDERE, A ME STO CENSIMENTO ME SEMBRA UNA CLASSICA ITALIANATA PER NON DIRE ALTRE COSE DI TIPO VOLGARE.
    IL MIO NUCLEO FAMIGLIARE E FORMATO DI 7 COMPONENTI + 1 SOLO RESIDENTE NON DIMORANTE, MA IL MODULO E PER TRE PERSONE DOVE SCRIVO GLI'ALTRI 5 + 1 COMPONENTI, E SE PER SBAGLIO NON RISPONDI A UNA DOMANDA PRENDI UNA MULTA DI CA 2000,00 € SECONDO VOI E GIUSTO?
    non+autenticato
  • Trovo curiosi questi individui che, in vari thread, vengono ad urlare domande "curiose" quando non provocatorie, considerato che sono poste su un forum non connesso ad ISTAT...

    Mi domando anche in effetti da quali fonti si rilevino multe per aver "sbagliato" una domanda e come faccia una persona mediamente alfabetizzata (abbastanza da urlare su un forum, evidentemente) a non capire che i fogli mancanti potrà riceverli recandosi in Comune o direttamente a domicilio... come da istruzioni allegate al censimento.
    non+autenticato
  • Ma lo sapete che tutti i dati del cosidetto censimento sono giá in possesso dei comuni italiani?Questo é un sistema per dare soldi ad aziende controllate da politici e npn servono a NULLA! I dati npn saranno validi in quanto ognuno puó dore quello che vuole! FONIAMOLACON QUESYE CAZZZATE!
    non+autenticato
  • io ci sto provando da due ore ma è completamente inaccassibile la parte di compilazione del questionario.

    dicono "9 ottobre 2011 - Moltissimi cittadini stanno compilando il questionario on line. Ciò potrebbe causare temporanei disservizi. Stiamo provvedendo, ci scusiamo per il disagio."

    che suona come un'ammissione che non avevano previsto una partecipazione così ingente online. Non averlo previsto è un disservizio non accettabile.

    Non abbiamo un reparto informatico NAZIONALE all'altezza dello Stato? Qualcosa che fornisca infrastrutture, ridondanza, backup, failsafe eccetera, servizi alla portata di veri professionisti e necessari in caso di rapporti con una intera nazione.

    Come nel caso di SISTRI anche in questo caso si dimostra che i nostri soldi non sono spesi come si deve e che quindi è chi decide a non saper fare, perché di gente che ha bisogno di lavorare (non di essere pagata il meno possibile!) e che il lavoro lo sa fare, quella ce n'è eccome.

    E se non ce n'è qui, c'è gente da fuori.
    E di quella che viene da fuori, c'è gente che sa anche fare il dirigente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: user32985
    > io ci sto provando da due ore ma è completamente
    > inaccassibile la parte di compilazione del
    > questionario.

    io ho provato in questo momento e funziona, qui https://censimentopopolazione.istat.it/questionari...


    > dicono "9 ottobre 2011 - Moltissimi cittadini
    > stanno compilando il questionario on line. Ciò
    > potrebbe causare temporanei disservizi. Stiamo
    > provvedendo, ci scusiamo per il
    > disagio."
    >
    > che suona come un'ammissione che non avevano
    > previsto una partecipazione così ingente online.
    > Non averlo previsto è un disservizio non
    > accettabile.

    Sono vere entrambe le cose ... oggi alla radio il responsabile ha detto che lo avevano testato per 300.000 (TRECENTOMILA) accessi contemporanei ... mentre sono stati mezzo milione.
    Direi che non sono stati poi così schiappe... ma in effetti in un paese di sessentamila abitanti uno poteva prevedere almeno il 20% della popolazione che la domenica non ha un casio da fareSorride

    > Non abbiamo un reparto informatico NAZIONALE
    > all'altezza dello Stato? Qualcosa che fornisca
    > infrastrutture, ridondanza, backup, failsafe
    > eccetera, servizi alla portata di veri
    > professionisti e necessari in caso di rapporti
    > con una intera
    > nazione.
    >
    > Come nel caso di SISTRI anche in questo caso si
    > dimostra che i nostri soldi non sono spesi come
    > si deve e che quindi è chi decide a non saper
    > fare, perché di gente che ha bisogno di lavorare
    > (non di essere pagata il meno possibile!) e che
    > il lavoro lo sa fare, quella ce n'è
    > eccome.
    >
    > E se non ce n'è qui, c'è gente da fuori.
    > E di quella che viene da fuori, c'è gente che sa
    > anche fare il
    > dirigente.

    Oggi funziona tutto, puoi compilare 'sta sera.
    Comunque c'è molta gente che condivide: su radio24 ne hanno parlato.
    Ora va.
    Sicuramente la prossima volta andrà ancora meglio, se non saremo alla guerra civile (sai, tra 10 anni... per come va il paese... compilare online un questionario non sarà un problema prioritario...)
    non+autenticato
  • Non c'è niente da fare in questo paese.
    Nella Pubblica Amministrazione, in molti procedimenti, agli adempimenti cartacei si sono AGGIUNTI quelli informatici.
    La cosa va ormai avanti da almeno dieci anni e non mi sembra che vi sia un mutamento di rotta in tal senso.
    Brunetta può dire quello che vuole ma è inutile che venga a parlare di produttività quando uno dei nodi è quello che ho illustrato sopra: il raddoppio degli adempimenti.
    Con questo censimento si sono almeno divise le due metodiche anche se si dovrà comunque procedere poi all'implementazione nel sistema dei dati cartacei.
    Non invidio chi dovrà gestire in prima persona queste operazioni.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 settembre 2011 15.03
    -----------------------------------------------------------
  • in ItaGlia scommetto che faranno così: prima raccoglieranno il cartaceo, poi aspetteranno che tutti abbiano compliato il restante on-line, poi stamperanno su carta con stampantine ink-jet tutto l'on-line e lo trascriverano a penna sul cartaceo prestampato come quello arrivato a casa, poi daranno tutto quanto fuori in outsourcing per farlo digitare nel computer A bocca aperta
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 settembre 2011 15.32
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Stever
    > in ItaGlia scommetto che faranno così: prima
    > raccoglieranno il cartaceo, poi aspetteranno che
    > tutti abbiano compliato il restante on-line, poi
    > stamperanno su carta con stampantine ink-jet
    > tutto l'on-line e lo trascriverano a penna sul
    > cartaceo prestampato come quello arrivato a casa,
    > poi daranno tutto quanto fuori in outsourcing per
    > farlo digitare nel computer
    > A bocca aperta

    credo invece che tu possa rispettare il lavoro di altri.
    di sicuro non hanno previsto ridondanza, lo sto vedendo.
    ma naturalmente chi fa un lavoro del genere desidera veder immettere i dati direttamente.
    Puoi ironizzare, possiamo riderne: ma è solo questo: umorismo, non realtà.
    non+autenticato
  • Hai ragione la mia infatti era solo ironia, tanto per scherzare; è invece la pura verità accertata che sono veri incompetenti (come al solito: vedi la cappellata della Pec) : oggi pomeriggio ho cercato per ore di accedere al sito inutilemnte, poi il sospetto : ho aperto un quotidiano on-line e scopro che già sta stamattina (e di domenica !) è tutto bloccato perchè non hanno previsto un afflusso così grande di utenti ! non l'hanno previsto ? il solito paese delle banane !!
    non+autenticato
  • allora questi commenti dovrebbero essree solo di ironici buontemponi esterofili come me...non credo:
    http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=165839&...
  • - Scritto da: Stever
    > Hai ragione la mia infatti era solo ironia, tanto
    > per scherzare; è invece la pura verità accertata
    > che sono veri incompetenti (come al solito: vedi
    > la cappellata della Pec) : oggi pomeriggio ho
    > cercato per ore di accedere al sito inutilemnte,
    > poi il sospetto : ho aperto un quotidiano on-line
    > e scopro che già sta stamattina (e di domenica !)
    > è tutto bloccato perchè non hanno previsto un
    > afflusso così grande di utenti ! non l'hanno
    > previsto ? il solito paese delle banane
    > !!

    Ora capisco il tuo altro commento dove dici AGLI ALTRI di "stare calmo e leggere"...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 199gm457499
    > Non c'è niente da fare in questo paese.
    > Nella Pubblica Amministrazione, in molti
    > procedimenti, agli adempimenti cartacei si sono
    > AGGIUNTI quelli
    > informatici.

    il che mi pare assolutamente sensato.
    non puoi obbligare la gente ad avere un pc e a saperlo usare.
    tra le domande del censimento ce ne sono tantissime la cui SPIEGAZIONE non è comprensibile a molta gente che ho interrogato per curiosità.
    E quelli sono i tuoi concittadini, sono la realtà, che tu la voglia biasimare o meno.
    E sono loro, con te, i paganti le tasse che fanno andare avanti il paese. E' questo che deve adeguarsi a loro, non il contrario.
    Dato che internet è presente nella vita del paese, lo sia anche nel censimento.
    Di mezzo, in tutto quel che dici, ci sarà solo della gente IN MENO che trascriverà dati cartacei. Quelli che lo facevano ieri lo faranno anche oggi, quelli che non dovranno essere trascritti perché già immessi via internet, sono tutti dati in meno da trascrivere.

    Il punto di immissione di quelli che, dopo un parsing, confluiranno da internet, sarà lo stesso di quelli che confluiranno dalla trascrizione di quelli cartacei da parte del personale dell'istat, previo contrassegno per indicare la trascrizione.

    Fai tanto casino perché vorresti che tutto si adattasse al tuo desiderio, ma invece tutto si deve adattare alla realtà complessa e sfaccettata di TUTTI I CITTADINI, che usino internet o meno.
    C'è gente che il computer non ce l'ha, che non lo sa usare, che non ha la connessione sia che voglia sia che non voglia averla... ci sono un sacco di realtà.
    O siamo apolidi, oppure una dimora l'abbiamo: lì il censimento arriva e funziona, da tempo.

    tutta questa tecnofilia a-prescindere non è progresso.

    AGGIUNGERE è progresso, sostituire è violenza e moda.
    non+autenticato
  • user32985 ha scritto:
    il che mi pare assolutamente sensato (ecc.).

    Ehi, amico, sta calmo e leggi bene quello che ho scritto.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 09 ottobre 2011 23.02
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: 199gm457499
    > user32985 ha scritto:
    > il che mi pare assolutamente sensato (ecc.).
    >
    > Ehi, amico, sta calmo e leggi bene quello che ho
    > scritto.

    Ciao, io sono passato, ho letto quello che hai scritto, ho letto quello che ha scritto lui e quello che dici ora non mi pare abbia senso.
    Hai letto quello che ha scritto lui? Non mi pare che non fosse calmo.
    A parte questo, sono d'accordo: si aggiunge un metodo. E meno male che si aggiunge.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fender Stratocasp iter
    > - Scritto da: 199gm457499
    > > user32985 ha scritto:
    > > il che mi pare assolutamente sensato (ecc.).
    > >
    > > Ehi, amico, sta calmo e leggi bene quello
    > che
    > ho
    > > scritto.
    >
    > Ciao, io sono passato, ho letto quello che hai
    > scritto, ho letto quello che ha scritto lui e
    > quello che dici ora non mi pare abbia
    > senso.
    > Hai letto quello che ha scritto lui? Non mi pare
    > che non fosse calmo.
    >
    > A parte questo, sono d'accordo: si aggiunge un
    > metodo. E meno male che si
    > aggiunge.

    Ha ragione user32985 quando afferma che:
    C'è gente che il computer non ce l'ha, che non lo sa usare, che non ha la connessione sia che voglia sia che non voglia averla... ci sono un sacco di realtà.
    E infine, quando conclude: tutta questa tecnofilia a-prescindere non è progresso.
    Concordo.
    Ma basta intendersi:
    che dire quando la tua amministrazione ti obbliga ad utilizzare programmi che, oltre a fare il solito, ti costringono anche a qualche adempimento aggiuntivo? Insomma, invece di togliere aggiungono.
    O ti obbliga a compilare a mano modulistica dove la maggior parte dei dati sono già memorizzati a sistema?
    Io li vedo, i colleghi, ormai sono assuefatti a questo andazzo e non ci fanno neanche più caso.
    Ecco cosa intendevo e scusatemi se forse mi sono spiegato male.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)