Claudio Tamburrino

Kindle Fire, concorrente per iPad o per Android?

Amazon si permette un lusso impensabile per altri contendenti. Perde sui device per guadagnare nella vendita dei contenuti. E spiazzare così la concorrenza Android

Kindle Fire, concorrente per iPad o per Android?Roma - Con un prezzo altamente competitivo associato con i ricchi e vari contenuti a sua disposizione, Amazon può sparigliare il mercato dei tablet: se riuscirà a tenere i ritmi di produzione della domanda (e di Apple) e se gli atri produttori Android non troveranno le contromisure adatte.

Secondo le stime dell'analista Gene Munster di Piper Jaffray, per arrivare sul mercato a certe cifre Amazon ha per il momento rinunciato ai suoi introiti: per ogni Kindle Fire venduto a 199 dollari, addirittura, perderebbe 50 dollari a differenza di Apple che ha un margine lordo del 30 per cento su ogni iPad.

Amazon, insomma, ha puntato a rappresentare un'alternativa ad iPad offrendo un dispositivo innanzitutto ad un prezzo altamente competitivo: per farlo ha naturalmente dovuto cedere sul lato delle specifiche tecniche, e così ha deciso per uno schermo di 7 pollici invece dei 10 di iPad, una capacità di 8GB (la metà del modello base del tablet con la Mela) e senza fotocamera (né frontalmente, né posteriormente) o opzione 3G.
Il paragone sarebbe più giusto farlo con il Nook Color di Barnes&Noble e non con iPad: a favore di Kindle Fire vi sono la capacità distributiva e i contenuti a disposizione di Amazon, nonché il browsing. E proprio sulle capacità di navigazione, e di distribuzione dei vari contenuti a sua disposizione, Amazon conta di competere con il tablet che per il momento domina incontrastato il settore.

Dalla sua, d'altronde, sia i contenuti editoriali (libri e riviste) già consolidati con la piattaforma di Kindle, sia quelli televisivi e video disponibili nei servizi cloud: per quanto riguarda giornali e riviste, peraltro, con i nuovi dispositivi Kindle ha esordito una nuova edicola di Amazon, che raccoglierà tutte le offerte di abbonamento a disposizione.

Anche la strategia adottata da Amazon con i media ha giocato su questo livello di equilibrio tra il tablet di fascia alta di Apple e un prodotto più di base come Nook Color: le prime indiscrezioni hanno creato attesa e cercato, al contempo, di abbassare le aspettative sul prodotto finale, il nome Kindle Fire ha ulteriormente acceso la curiosità e il prodotto poi presentato, le sue performance, la velocità di caricamento, l'interazione con i cloud di Amazon e soprattutto il prezzo hanno stupito positivamente gli osservatori ed il mercato.

Accanto al prodotto di punto è poi apparso anche Kindle Touch, ereader con touchscreen che arriva sugli scaffali a 99 dollari con advertising o 139 senza.

Gli analisti per il 2012 prevedono che il market share di iPad passi dal 90 per cento di oggi al 60 e che i dispositivi Android salgano dal 10 al 30 per cento: in questo trend Kindle Fire potrebbe insomma ritagliarsi un ruolo importante, anche se monta una versione di Android pensata per smatphone e non per tablet (come d'altronde Nook Color), e sempre che le capacità produttive di Amazon riescano a sostenere la domanda soprattutto nel periodo delle festività.

Se riuscirà in questo, allora, Kindle Fire potrebbe rappresentare un'asticella di riferimento per gli altri dispositivi androidi che potrebbero di conseguenza essere costretti a rivedere sia le performance sia il prezzo. Il primo che sarà costretto a ripensare la sua strategia sarà d'altronde Barnes&Noble: al momento il suo Nook Color costa 50 dollari in più di Kindle Fire, e il Nook con e-paper 60 dollari in più del modello base (con advertising) di Kindle.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
257 Commenti alla Notizia Kindle Fire, concorrente per iPad o per Android?
Ordina
  • Tu hai dimostrato in molte occasioni di non sapere assolutamente che cosa sia l'open.

    Faresti meglio a tacere.
    non+autenticato
  • MeX, hai un Android? Hai intenzione di comprarne uno?

    Com'è che vi incazzate quando parlano male del vostro aggeggino e poi state a rompere i cogli0ni e a cercare la lite a tutti i costi?
    Sull'apertura di Android ti ho risposto qui http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3286292&m=328... hai farfugliato due parole e senza portare fatti. Adesso alleghi un post di un tizio che dice in sostanza "eeeehh ma Android non ha ancora pubblicato il codice di Honeycomb e poi senza le applicazioni Google Android non è bello". Ma che razza di argomentazione è? Dov'è il passaggio logico tra "Android è open" e "Android te lo puoi rivendere come ti pare"?
    non+autenticato
  • chiedilo a Stallman… lui forse ne sa un po' di più di me di OPEN
    MeX
    16878
  • Stallman ha ragione nel suo ambito, che è quello più di avanguardia. Ancora una volta, che c'azzecca?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Piero
    > Stallman ha ragione nel suo ambito

    ma anche in altri ambiti…

    L'ultima versione di Android e honeycomb no?

    Mi mandi il link al sorgente? visto che HTC fa uscire tablet honeycomb il sorgente è disponibile no?
    MeX
    16878
  • Il sorgente di honeycomb è su source.android.com, tag attuale android-3.1_r1

    http://source.android.com/source/build-numbers.htm...

    Per scaricarli si fa come ti spiegano qua

    http://source.android.com/source/downloading.html
    non+autenticato
  • - Scritto da: Piero
    > Il sorgente di honeycomb è su source.android.com,
    > tag attuale
    > android-3.1_r1
    >
    > http://source.android.com/source/build-numbers.htm
    >
    > Per scaricarli si fa come ti spiegano qua
    >
    > http://source.android.com/source/downloading.html

    Strano che non risponda...
    Funz
    11917
  • - Scritto da: MeX
    > chiedilo a Stallman… lui forse ne sa un po' di
    > più di me di
    > OPEN

    confondi open source con free software, per stallman non va bene neanche ubuntu ma non c'entra nulla col fatto di essere open source, infatti lui parla di seguire l'ideologia free software, se leggi quello che ha scritto torvalds su android dichiarandolo pienamente appartenente all'open source ti renderai conto della castroneria che hai scritto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Piero
    > MeX, hai un Android? Hai intenzione di comprarne
    > uno?

    No, è solo un troll.

    Non si prende nemmeno la briga di leggere quello che gli rispondono. L'unico modo di avere un dialogo costruttivo con lui è cacciarlo via.
    non+autenticato
  • e che ne sai che non leggo? mica ho tempo di rispondere a tutte le cagate che mi scrivono...
    MeX
    16878
  • Sembra che vogliano comprarsi PalmOS da HP. Beh, forse loro saprebbero cosa farsene.

    http://venturebeat.com/2011/09/29/amazon-buy-palm/
    FDG
    10697
  • speriamo! così il bel webos non muore...
    MeX
    16878
  • - Scritto da: MeX
    > speriamo! così il bel webos non muore...

    Prevedo un bel merge di Android custom di Amazon con webOs, roba ha va molto di moda, insomma....
    non+autenticato
  • di fatto è così: Microsoft prende royalties da htc e samsung per ogni prodotto android venduto, e dunque è un po' come se google lavorasse per microsoft. Gratis.

    Lo scrivo solo per dire che a Microsoft potrebbe fare molto piacere l'ingresso di Amazon nel mondo Android.
    non+autenticato
  • Bah scrivere post cosí e poi lamentarsi del tenore del forum...
    non+autenticato
  • Bah scrivere post cosí e poi lamentarsi del tenore del forum...
    non+autenticato
  • Bah scrivere post cosí e poi lamentarsi del tenore del forum...
    non+autenticato
  • Scusate i post multipli la pagina dava errore e mi chiedeva di riprovare dopo un po'...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rogerdodger TM SU TWITTER
    > di fatto è così: Microsoft prende royalties da
    > htc e samsung per ogni prodotto android venduto,
    > e dunque è un po' come se google lavorasse per
    > microsoft.
    > Gratis.

    tu ne sei sicuro? come fai a saperlo visto che si è trattato di un accordo privato senza che i player in campo abbiano rilasciato dichiarazioni in merito agli accordi commerciali? senza contare che quelli che leggi sono solo rumors in cui si presume che le suddette aziende paghino microsoft ma di fatto non si sa se abbiano veramente violato qualche brevetto e non si sa se lo abbiano fatto solo per poter avere parte nello sviluppo di un sistema operativo che con nokia come partner privilegiato avrà sicuramente la sua parte nel mondo mobile

    >
    > Lo scrivo solo per dire che a Microsoft potrebbe
    > fare molto piacere l'ingresso di Amazon nel mondo
    > Android.

    a microsoft ad oggi non fa certo piacere un nuovo player, soprattutto se utilizza un sistema operativo non suo, si tratta di dover scalare lo share e in questo modo sarà ancora piu dura per lei, troppi avversari con knowhow valido
    non+autenticato
  • Per tutto il resto, è volutamente castrato.
    Funz
    11917
  • A parte che vorrei capire cosa significa castrato, ma che sia un mezzo per Amazon per vendere i propri prodotti mi sembra che non lo abbia mai nascosto nessuno...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Deus Ex
    > A parte che vorrei capire cosa significa
    > castrato, ma che sia un mezzo per Amazon per
    > vendere i propri prodotti mi sembra che non lo
    > abbia mai nascosto
    > nessuno...

    Castrato vuol dire che buona parte delle funzionalità incluse in Android sono state eliminate, in favore di quelle che interessano ad Amazon.
    Poi era ovvio, si, ma ci tenevo a farlo notare.
    Funz
    11917
  • Per quelli che qua sopra lo chiedono: i prezzi base di ogni modello sono quelli con pubblicità (che appaiono nello screensaver o nella home quando non si usa). Se si vuole il prodotto senza le pubblicità si deve spendere 20/40/40 dollari in più.
    Kindle: 79/109$.
    Kindle touch (solo Wi-Fi): 99/139$.
    Kindle touch 3G: 149/189$.
    Kindle Fire: 199$.
    Sul KF non ho ancora capito se a 199$ non ci sarà la pubblicità o se come per gli altri quello è il prezzo senza pubblicità.

    Per quanto riguarda iPad, iPad può sostituire Kindle Fire ma dubito che KF possa sostituire iPad.
    Un mesetto fa scrivevo del fatto di come Apple potrebbe approfittare dell’evento autunnale per abbassare il prezzo di iPad di 100$. Ora, seppur non credo che iPad risentirà molto della concorrenza del Kindle Fire, forse l’ipotesi potrebbe essere più probabile. Un iPad a partire da 399$ sarebbe una mazzata non per il KF ma per tutto il resto della concorrenza.


    Amazon ha detto che Kindle fire NON viene da amazon visto come un tablet, ma come un servizio. Infatti ad amazon non interessa fare profitti dal kindle, interessa farli dai contenuti.

    Google non sa vendere contenuti, Apple e Amazon (che ne hanno anche di più) sì. E non a caso il fire non arriverà subito in europa, perché prima devono fare accordi per i contenuti.

    It's all about contents: Apple lo ha capito da anni e ha indicato la via. L'unica che lo ha capito è Amazon il cui KF venderà non per il fatto del flash, ininfluente, ma per il prezzo (in perdita e c'è da capire se 199 è per la versione con o senza pubblicità) e per i contenuti.


    Il KF è una cosa positiva sia per Microsoft (royalties) che per Apple (si spinge la gente a volere un tablet). Negativa per Google che vede Android utilizzato contro di lei.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rogerdodger TM SU TWITTER
    > Un mesetto fa scrivevo del fatto di come Apple
    > potrebbe approfittare dell’evento autunnale per
    > abbassare il prezzo di iPad di 100$. Ora, seppur
    > non credo che iPad risentirà molto della
    > concorrenza del Kindle Fire, forse l’ipotesi
    > potrebbe essere più probabile. Un iPad a partire
    > da 399$ sarebbe una mazzata non per il KF ma per
    > tutto il resto della
    > concorrenza.

    La concorrenza in questo momento è già "mazzata": il 90% del mercato tablet è in mano ad Apple.

    > Amazon ha detto che Kindle fire NON viene da
    > amazon visto come un tablet, ma come un servizio.
    > Infatti ad amazon non interessa fare profitti dal
    > kindle, interessa farli dai
    > contenuti.

    La stessa strategia commerciale delle console ludiche.

    > Il KF è una cosa positiva sia per Microsoft
    > (royalties) che per Apple (si spinge la gente a
    > volere un tablet). Negativa per Google che vede
    > Android utilizzato contro di
    > lei.

    A Google non frega una cippa di Android, ciò che vede di negativo nei nuovi tablet Amazon è la pubblicità delle versioni relative, i cui proventi se li intasca Amazon. Google vive di pubblicità, è il 99% del suo business. Android è funzionale alla pubblicità e a far incetta dei dati dei clienti Android, da vendere agli inserzionisti.
    ruppolo
    33053
  • A Google frega di Android, perché se iniziano a farsi la propria versione fork eliminando tutti i servizi che a Google portano pubblicità, per Google inizia a diventare un problema.

    Google vive di pubblicità, e lo so benissimo, ed è proprio per quello che la mossa di Amazon non deve piacere così tanto a Mountain View.
    non+autenticato
  • Non è detto, a Google potrebbe anche fare comodo che la piattaforma in sè si diffonda. Dopotutto rilasciando il core con licenza Apache l'hanno praticamente chiesto loro...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Piero
    > Non è detto, a Google potrebbe anche fare comodo
    > che la piattaforma in sè si diffonda. Dopotutto
    > rilasciando il core con licenza Apache l'hanno
    > praticamente chiesto
    > loro...
    shht...
    hey psssst
    Non glielo dire è un ragionamento troppo complesso per loro!
    Occhiolino
    non+autenticato
  • Piero, certo, e apprezzo la tua voglia di discutere, a differenza di qualche altro poveraccio, ma intendo proprio il fatto di come Amazon in molti modi stia cercando di sostituirsi a Google (vedi tutti i servizi relativi al Kindle e basati sul web introdotti ultimamente. Inoltre meno app dall'androide market meno click pubblicitari per google. Meno servizi google sul tablet = uso più ridotto dei servizi google).
    non+autenticato
  • Sì capisco il punto di vista, però non mi quadra la scelta iniziale di Google. Se avessero temuto un fork di Android, non avrebbero scelto quel tipo di licenza, o perlomeno l'avrebbera castrata con qualche cavillo.
    Le strategie di aziende così grosse non sono mai banali, o improvvisate in un giorno. Probabilmente (e dico probabilmente perchè non conosco comunicati ufficiali sulla posizione di Google), la licenza è stata scelta per un effetto virale nell'industria. Non una GPL o una LGPL, ma proprio una licenza business-friendly.
    Google, che sulla condivisione ne sa + di chiunque altro (ammettiamolo), può aver pensato: usatelo come volete ma usatelo. Ha senso, IMHO
    non+autenticato
  • a google serve essere open per due motivi:
    - babbiare gli openfags
    - spemplificare l'implementazione di Android ai produttori HW

    Poi Google di fatto "obbliga" i produttori a fare le cose come dice lei, se vuoi il market e la app google.

    Per chi fa smartphone non avere il market e google apps significa la morte cerca, per Amazon il discorso cambia perché hanno anche loro contenuti e pubblicità e di Google se ne sbattono.
    MeX
    16878
  • Veramente finora é stato il contrario, i partner hanno fatto come hanno voluto
    Cmq quella di Amazon é una "verticalizzazione", che non vogliano farlo diventare un tablet generico ci sta. Basta non comprarloSorride
    non+autenticato
  • una par de balle… se vuoi accesso al market e le google apps fai come dice redmond!
    MeX
    16878
  • Non ti seguo
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)