Claudio Tamburrino

Se ne va il portavoce del #TunnelGelmini

Dopo la gaffe sui neutrini, il portavoce del Ministro rassegna le dimissioni da quel ruolo. Rimanendo comunque dirigente del ministero. Ma è davvero lui il responsabile dell'accaduto?

Roma - La gaffe del Ministero dell'istruzione di Mariastella Gelmini, che per congratularsi della scoperta scientifica sui neutrini fatta nei giorni scorsi ha dato per esistente un tunnel "tra il Cern e i laboratori del Gran Sasso", miete (almeno in parte) la prima vittima: Massimo Zennaro, dirigente del Ministero, ha dato le sue "irrevocabili" dimissioni dal ruolo di portavoce del Ministro.

Il suo nome era circolato tra quelli indicati come responsabili dell'imbarazzante comunicato.

Difficile stabilire se si tratti realmente del responsabile dell'accaduto. Difficile anche comprendere quale sia stato il processo che ha portato a questa decisione. In ogni caso, da quanto si apprende da fonti giornalistiche, Zennaro lascia il suo incarico di portavoce ma non la qualifica di dirigente (e lo stipendio) del Ministero. (C.T.)
Notizie collegate
  • TecnologiaNeutrini più veloci della luce?I risultati di un esperimento italo-svizzero generano sussulti nella comunità scientifica internazionale: i neutrini sarebbero in grado di viaggiare più veloce della luce. Una scoperta che, qualora confermata, avrebbe una portata storica
  • AttualitàTwitter e il #TunnelGelminiDopo la moschea di Sucate, la politica torna protagonista di una gaffe che scatena l'ironia del Web. Hashtag, polemiche, risposte piccate dal Ministero dell'Istruzione
71 Commenti alla Notizia Se ne va il portavoce del #TunnelGelmini
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)