Eutelia: stop alla numerazione Skype

La società lo comunica con una nota. La decisione, viene ribadito, è conseguenza del mancato adeguamento del servizio VoIP alla normativa italiana

Roma - Qualche grattacapo si prospetta per quanti hanno fino a oggi fruito del servizio di numerazione geografica abbinato al proprio account Skype. Con una nota, Eutelia ha infatti confermato che da oggi procederà alla sospensione del servizio fin qui erogato.

"Eutelia S.p.A. in a.s. (ai sensi del D.lgs. 270/99) comunica che, in ottemperanza al provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico (prot. 59624 del 14 luglio 2011) e successive proroghe, ha provveduto alla disattivazione delle numerazioni geografiche di cui essa è titolare ed attraverso le quali Skype ha fino ad oggi potuto erogare i servizi agli utenti finali" recita la nota diffusa nel pomeriggio di oggi, che riprende i contenuti di quanto illustrato nel mese di agosto.

Nonostante Eutelia ribadisca "la propria volontà di limitare al massimo i disagi per gli utenti del servizio in oggetto, continuando a garantire come fatto finora la massima assistenza attraverso la propria infrastruttura ed i propri servizi", al momento non risulta possibile acquistare un numero SkypeIN con numerazione geografica italiana. Ad agosto Skype aveva annunciato di stare cercando soluzioni per ovviare al problema, soluzioni che al momento evidentemente non sono ancora operative visto che non appare alcun riferimento ad esse tra le FAQ nella sezione assistenza del sito, né alcuna comunicazione è stata data tramite il blog aziendale che resta fermo ai primi di settembre.
30 Commenti alla Notizia Eutelia: stop alla numerazione Skype
Ordina
  • Come al solito gli utenti sono quelli calpestati!Ma l'AGCOM dov'è!
    Io per fortuna sono riuscito a salvare il mio numero portandolo verso Messagenet.it che devo ringraziare per l'ottimo servizio e assistenza.
    non+autenticato
  • e' solo la punta dell'iceberg, mai come ora "cui prodest", queste sono le trombe che annunciano l'inculata da parte delle societa' telecom, aspettate e poi ricordatevi di questo commento quando succedera'
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max
    > Come al solito gli utenti sono quelli
    > calpestati!

    Si, quelli sprovveduti.

    > Ma l'AGCOM
    > dov'è!

    Pisola.

    > Io per fortuna sono riuscito a salvare il mio
    > numero portandolo verso Messagenet.it che devo
    > ringraziare per l'ottimo servizio e
    > assistenza.

    Io sto con Messagenet da molti anni e mi trovo bene, soprattutto perché è un VoIP standard che mi permette di usare normali cordless VoIP, oltre che l'iPhone.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: Mela avvelenata
    > Stop alle telefonate!

    Esatto stop alle telefonate, esistono altri modi per comunicare, tutti migliori del telefono sia dal punto di vista della qualità che della riservatezza!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: bah
    > - Scritto da: Mela avvelenata
    > > Stop alle telefonate!
    >
    > Esatto stop alle telefonate, esistono altri modi
    > per comunicare, tutti migliori del telefono sia
    > dal punto di vista della qualità che della
    > riservatezza!!!
    Il tam tam?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Che baggianata
    > - Scritto da: bah
    > > - Scritto da: Mela avvelenata
    > > > Stop alle telefonate!
    > >
    > > Esatto stop alle telefonate, esistono altri
    > modi
    > > per comunicare, tutti migliori del telefono
    > sia
    > > dal punto di vista della qualità che della
    > > riservatezza!!!
    > Il tam tam?

    No. I segnali di fumoA bocca aperta
    non+autenticato
  • Nè il tam tam nè i segnali di fumo garantiscono riservatezza
    non+autenticato
  • - Scritto da: iii
    > Nè il tam tam nè i segnali di fumo garantiscono
    > riservatezza

    si, se oppportunamente codificati!
    Basta che entrambe le persone abbiano una chiave privata ed è fatta!
    Certo potresti provare con le chiavi pubbliche ma è un po' complicata come cosa...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Microsoft Rotola dal ridere
    :D:D:D:D
  • Per una volta Microsoft non c'entra. Se ben ricordo, il problema di Skype e' dato dalla cifratura delle comunicazioni e la difficolta' di poterne intercettare il contenuto da parte degli organi predisposti: Skype aveva promesso di collaborare per ovviare al problema, ma forse ci sara' stato qualche "ritardo".

    In tutta onesta', se questa fosse la causa del problema, siamo davanti ad una realta' "angosciante": perche' se da un lato e' sacrosanto e inviolabile il diritto dei cittadini di comunicare come piu' gli pare, anche in modo "cifrato", dall'altro va riconosciuto che se queste tecniche fossero alla portata di tutti, i gia' miseri e scarsissimi risultati ottenuti dalla magistratura inquirente si polverizzerebbero. Oggi la stragrande maggioranza dei processi importanti e' basata sulle intercettazioni telefoniche, senza le quali certi crimini rimarrebbero irrisolti. L'"angoscia" di cui sopra e' data dal fatto che, se da un lato vorrei e dovrei irridere la politica perche' mette paletti alla tecnologia VoIP cifrata (che, per inciso, continuera' ad esistere anche senza lo skypein), dall'altro decreterei la fine di quel barlume di giustizia che, in Italia piu' che nel resto dell'Occidente, e' l'unica speranza per un mondo piu' giusto.
  • Quoto completamente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: an0nim0
    > Per una volta Microsoft non c'entra. Se ben
    > ricordo, il problema di Skype e' dato dalla
    > cifratura delle comunicazioni e la difficolta' di
    > poterne intercettare il contenuto da parte degli
    > organi predisposti: Skype aveva promesso di
    > collaborare per ovviare al problema, ma forse ci
    > sara' stato qualche
    > "ritardo".


    >
    > In tutta onesta', se questa fosse la causa del
    > problema, siamo davanti ad una realta'
    > "angosciante": perche' se da un lato e'
    > sacrosanto e inviolabile il diritto dei cittadini
    > di comunicare come piu' gli pare, anche in modo
    > "cifrato", dall'altro va riconosciuto che se
    > queste tecniche fossero alla portata di tutti, i
    > gia' miseri e scarsissimi risultati ottenuti
    > dalla magistratura inquirente si
    > polverizzerebbero. Oggi la stragrande maggioranza
    > dei processi importanti e' basata sulle
    > intercettazioni telefoniche, senza le quali certi
    > crimini rimarrebbero irrisolti. L'"angoscia" di
    > cui sopra e' data dal fatto che, se da un lato
    > vorrei e dovrei irridere la politica perche'
    > mette paletti alla tecnologia VoIP cifrata (che,
    > per inciso, continuera' ad esistere anche senza
    > lo skypein), dall'altro decreterei la fine di
    > quel barlume di giustizia che, in Italia piu' che
    > nel resto dell'Occidente, e' l'unica speranza per
    > un mondo piu'
    > giusto.

    basata un par di palle. L'unica cosa che è basata sulle intercettazioni è il bordello televisivo sul primo ministro italiano che sinceramente è ormai diventata la cosa meno importante della mia vita. Ci hanno ormai dilaniato i testicoli con queste intercettazioni e la maggiorparte dei processi va in prescrizione per via di giudici che rimandano le udienze continuamente senza motivo(anche perchè possono farlo e senza alcun tipo di sanzione).

    Un mondo più giusto si ha quando tu hai tempo un anno per decidere se sono colpevole oppure no, se non ci riesci vai a quel paese che non ho tempo di stare al tuo servizio. Qua in italia le sentenze o vanno in prescrizione o durano decine d'anni(quando già uno è anhe troppo!) e non è da pase giusto bensí da terzo mondo. Leggi qualsiasi mass media, le principali notizie sono di indagini in corso mentre le sentenze(che sono quelle che contano in un paese civile e che determinano lo stato di colpevolezza o meno) le trovi col lumicino.
    non+autenticato
  • > Ci hanno ormai dilaniato i testicoli con
    > queste intercettazioni e la maggiorparte dei
    > processi va in prescrizione per via di giudici
    > che rimandano le udienze continuamente senza
    > motivo(anche perchè possono farlo e senza alcun
    > tipo di sanzione).
    >
    >
    > Un mondo più giusto si ha quando tu hai tempo un
    > anno per decidere se sono colpevole oppure no, se
    > non ci riesci vai a quel paese che non ho tempo
    > di stare al tuo servizio. Qua in italia le
    > sentenze o vanno in prescrizione o durano decine
    > d'anni(quando già uno è anhe troppo!) e non è da
    > pase giusto bensí da terzo mondo. Leggi
    > qualsiasi mass media, le principali notizie sono
    > di indagini in corso mentre le sentenze(che sono
    > quelle che contano in un paese civile e che
    > determinano lo stato di colpevolezza o meno) le
    > trovi col
    > lumicino.
    Un lettore fedele de Il Giornale e Libero, presumo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    >> > Ci hanno ormai dilaniato i testicoli con
    > Un lettore fedele de Il Giornale e Libero,
    > presumo...
    O "coda di paglia" ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pinco pallino
    Ci hanno ormai dilaniato i testicoli con
    > queste intercettazioni e la maggiorparte dei
    > processi va in prescrizione per via di giudici
    > che rimandano le udienze continuamente senza
    > motivo(anche perchè possono farlo e senza alcun
    > tipo di sanzione).

    Non è il giudice a rimandare, o meglio, lui rimanda perché glie lo chiedono gli avvocati (mancata presenza dell'imputato [ti dice nulla la parola "legittimo impedimento"?], mancanza di una o più persone a testimoniare, ecc ecc) sta di fatto che, per far si che il processo abbia un seguito, viene rimandato (e si allungano i tempi). Questa cosa non è un problema dei giudici, ma è causata dagli avvocati che prendono tempo per vincere la causa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Martyn
    > - Scritto da: pinco pallino
    > Ci hanno ormai dilaniato i testicoli con
    > > queste intercettazioni e la maggiorparte dei
    > > processi va in prescrizione per via di
    > giudici
    > > che rimandano le udienze continuamente senza
    > > motivo(anche perchè possono farlo e senza
    > alcun
    > > tipo di sanzione).
    >
    > Non è il giudice a rimandare, o meglio, lui
    > rimanda perché glie lo chiedono gli avvocati
    > (mancata presenza dell'imputato [ti dice nulla la
    > parola "legittimo impedimento"?], mancanza di una
    > o più persone a testimoniare, ecc ecc) sta di
    > fatto che, per far si che il processo abbia un
    > seguito, viene rimandato (e si allungano i
    > tempi). Questa cosa non è un problema dei
    > giudici, ma è causata dagli avvocati che prendono
    > tempo per vincere la
    > causa.
    Solo se hai sufficente capitale per pagare quel tipo di avvocati, altrimenti ti pigli qualceh "novellino" e tutto si risolve in 20 minuti ...
    non+autenticato
  • @Pinco Pallino
    Si vede che non sai nulla della giustizia italiana.
    Ti faccio un esempio, Tribunale di Treviso, uno dei più efficenti.
    Il "bacino di utenza" è di circa 800.000 persone, i magistrati sono 28, i procedimenti in un anno sono 30.000.
    Significa che un giudice, secondo il ministero (Alfano e Castelli per capirci) che ha definito il tribunale come "non critico" deve fare le udienze, studiare il procedimentoi, verificare le leggi, ascoltare le parti ed emettere 5 sentenze al giorno.
    Cosa OVVIAEMNTE impossibile.
    Allora mi chiedo, dove sta il problema?
    Anche avessimo un terzo delle leggi in ogni caso solo sentire i testimoni implica giorni di udienze, scrittura dei verbali, rilettura, elaborazione degli atti da aprte degli avvocati e poi altra udienza.
    E così via...
    Forse, ma dico FORSE non è che sarebbe il caso di avere MOLTI più giudici?
    non+autenticato
  • I giudici italiani non sono pochi, il rapporto tra magistrati ed abitanti è in linea con quello di molti grandi paese europei.

    In termini assoluti la giustizia italiana è la più costosa d'Europa.

    Pesa negativamente il numero di procedumenti aperto ogni anno, estremamente elevato, frutto forse di una nostra litigiosità congenita quando si parla di civile, del fatto che riarrestano sempre i soliti quando si parla di penale.

    Ma come vengono spesi questi soldi? Ci sei mai stato ad una causa civile? La disorganizzazione e la confuzione sono palapbili nell'aria, ma giammai mettere un manager, non si tocca la libertà della magistratura!

    L'ultimo cancelliere con cui ho avuto a che fare si è VANTATO di non utilizzare il computer, lui lavora a mano.

    Avevamo un excel con un elenco lungo tre pagine, se lo è preso stampato lo ha controllato e poi l'ha ricopiato a mano infilandoci due errori. In un paese civile questa persona sarebbe a fare il guardiano allo zoo (non do la colpa a lui, ma al sistema).
    non+autenticato