Roberto Pulito

Caricabatterie universale, Apple si adatta

In arrivo un accessorio compatibile per utilizzare i caricatori Micro-USB imposti dall'Unione Europea con gli attuali connettori di iPhone e iPad

Roma - A partire da quest'anno il caricabatterie dei dispositivi di comunicazione mobile deve diventare unico in Europa. La Mela Morsicata risolve a modo suo il problema degli standard europei, commercializzando un adattatore ad hoc per i suoi device.

Ogni produttore di smartphone o tablet che non si sia ancora adeguato alla novità, si ritrova del resto allo stesso bivio: abbandonare il design proprietario scelto per trasformatori e connettori, o commercializzare dongle compatibili in grado di convergere verso il nuovo standard universale Micro-USB.

Apple ha (momentaneamente?) scelto la seconda via anche perché sul famoso connettore 30 pin utilizzato da iPhone e iPad si basa ormai un vero e proprio mondo di accessori, ufficiali e non. Gadget che spaziano dalle dock-station musicali ai car kit, che non servono solamente ad alimentare il device.
La legge sul caricabatterie unico è entrata in gioco principalmente per limitare l'inquinamento tecnologico. L'azienda di Cupertino ha elegantemente "accontentato" l'Unione Europea con questo piccolo accessorio, probabilmente incluso nella scatola del prossimo iPhone 4S. L'adattatore verrà commercializzato dal 14 ottobre al prezzo di 9 euro.

Roberto Pulito
Notizie collegate
91 Commenti alla Notizia Caricabatterie universale, Apple si adatta
Ordina
  • Fantastico, quando la realtà supera ogni sfrenata fantasia: nato con lo scopo di ridurre la quantità di oggetti prodotti per effettuare la medesima operazione, Apple è riuscita a sovvertire lo scopo della manovra producendo un pezzo in più da inserire tra apparecchio e alimentatore... Così tra qualche tempo, anziché smaltire il solo alimentatore, dovremo smaltire anche gli adattatori, nel frattempo diventati inutili perché integrati nei device di nuova generazione.

    Gli uomini sono proprio pazzi.
    non+autenticato
  • quelli che dicevano che siccome l'ali era usb allora apple era in regola. Spiegateci questa.
    non+autenticato
  • se l'alimentatore ha una porta usb, bastava il cavo DOCK per collegarla.

    In questo caso con quell'accessorio, puoi collegare un alimentatore che ha un cavo miniusb all'iphone.
    Sgabbio
    26177
  • E ovvio è vero, ma il problema è che molti qui non capisco una cosa cosi semplice, solo perchè si parla di apple.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: il solito bene informato
    > [img]http://imgs.xkcd.com/comics/standards.png[/im
    gli standards non sono "competing" altrimenti non sono standards o non funzionano come tali.
    Un esempio pratico?
    Quelli che ti permettono di essere in rete!
    E sono trai i pochi che funzionano realmente proprio perchè non sono "competing".
    Fai una cosa se vuoi essere davvero "bene informato"....
    Studiati (e bene) quello che ha fatto l'uomo in questa foto:
    http://it.wikiquote.org/wiki/File:Jon_Postel.jpg
    non+autenticato
  • Siamo sicuri che scegliere l'USB per l'alimentazione sia stata una buona scelta ?
    Mi spiego. Se in futuro uscisse una nuova interfaccia che comprende   sia il trasporto dei dati che l'alimentazione con caratteristiche nettamente migliori di USB.
    Come dovrebbe comportarsi un produttore di smartphone che vuole adottarla ?
    Dovrebbe inserire nello smartphone sia l'interfaccia USB, perche' costretto, che quella nuova.
    La tendenza attuale (e spero anche futura) è quella di ridurre al minimo i connettori e soprattutto i cavi.
    Forse era meglio adottare uno standard diverso solo per l'alimentazione ovvero connettore comune a tutti.
    E' vero che si ha sempre un connettore in più però così si garantisce una "portabilità" dell'alimentatore anche alle generazioni future di smartphone che dell'USB magari non ne vogliono sapere.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 11.37
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: ginfitz69
    > Siamo sicuri che scegliere l'USB per
    > l'alimentazione sia stata una buona scelta ?

    > Mi spiego. Se in futuro uscisse una nuova
    > interfaccia che comprende sia il trasporto dei
    > dati che l'alimentazione con caratteristiche
    > nettamente migliori di USB.

    Tipo USB 3 ??? E' compatibile con il 2.

    > Come dovrebbe comportarsi un produttore di
    > smartphone che vuole adottarla ?
    > Dovrebbe inserire nello smartphone sia
    > l'interfaccia USB, perche' costretto, che
    > quella nuova.
    > La tendenza attuale (e spero anche futura) è
    > quella di ridurre al minimo i connettori e
    > soprattutto i cavi.
    > Forse era meglio adottare uno standard diverso
    > solo per l'alimentazione ovvero connettore comune
    > a tutti.

    E perche' mai ???
    Spiegaci cosa non va nell'USB.

    > E' vero che si ha sempre un connettore in più
    > però così si garantisce una "portabilità"
    > dell'alimentatore anche alle generazioni future
    > di smartphone che dell'USB magari non ne vogliono
    > sapere.

    Perche' ti e' antipatico l'Universal serial bus ? E perche' il tuo ipotetico connettore dovrebbe essere piu' simpatico ? Parlo di simpatico / antipatico perche' di tecnico non hai detto niente.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > E perche' il tuo ipotetico connettore dovrebbe
    > essere piu' simpatico ?

    Magari ha i contatti disposti a smileSorride
    come le prese elettriche in Danimarca (http://it.wikipedia.org/wiki/File:K_plug.jpg)
    non+autenticato
  • SIIIIIII Propongo all'unione europea di chiedere al USB group di modificare il connettore per dargli la forma a smile!!! xD
    non+autenticato
  • Hai appena assistito a come un apple fanboy rosichi del fatto che non abbiano scelto lo steveconnector come standard universale...
    non+autenticato
  • credo che l'imposizione di uno standard
    per ricaricare da parte dell'ue abbia lo scopo
    di limitare gli alimentatori.

    poi l'usb è stato scelto perché di maggiore diffusione,
    e soprattutto perché standard.

    se poi un domani dovessero cambiare le cose,
    ben vengano gli adattatori passivi,
    l'importante è che i caricatori da parete
    (o da presa accendisigari, ecc)
    continuino a fornire i 5v da presa usb "grande femmina"
    (scusate, a, b, non mi ricordo il nome e non mi va di...),
    poi da lì al dispositivo ci si mette un cavetto
    che è sicuramente più ecologico e di più facile
    riciclo/smaltimento rispetto all'elettronica ac/dc.

    in quest'ottica, quindi, meglio un adattatore che niente,
    l'importante è che i dispositivi si ricarichino con i 5v.
    non+autenticato
  • > E perche' mai ???
    > Spiegaci cosa non va nell'USB.
    L'USB 2 Fornisce al massimo 2,5 watt, pochi per certi apparecchi.
    L'USB 2 Può fornire solo 5 V (+-5%).


    > Perche' ti e' antipatico l'Universal serial bus ?
    > E perche' il tuo ipotetico connettore dovrebbe
    > essere piu' simpatico ? Parlo di simpatico /
    > antipatico perche' di tecnico non hai detto
    > niente.

    Quando è stato progettato l'USB non aveva come importanza primaria quella di ricaricare uno smartphone.
    Semplicemente si potrebbe progettare uno standard apposito che offre molte features in più e con abbia i limiti di cui parlavo sopra.

    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 17.21
    -----------------------------------------------------------
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 17.29
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: ginfitz69
    > > E perche' mai ???
    > > Spiegaci cosa non va nell'USB.
    > L'USB 2 Fornisce al massimo 2,5 watt, pochi per
    > certi
    > apparecchi.
    > L'USB 2 Può fornire solo 5 V (+-5%).

    non è esatto, può arrivare fino a 125v, dipende sempre dalla scelta del costruttore, ad esempio nella usb dei pc apple passa 10 v

    >
    >
    > > Perche' ti e' antipatico l'Universal serial
    > bus
    > ?
    > > E perche' il tuo ipotetico connettore
    > dovrebbe
    > > essere piu' simpatico ? Parlo di simpatico /
    > > antipatico perche' di tecnico non hai detto
    > > niente.
    >
    > Quando è stato progettato l'USB non aveva come
    > importanza primaria quella di ricaricare uno
    > smartphone.
    > Semplicemente si potrebbe progettare uno standard
    > apposito che offre molte features in più e con
    > abbia i limiti di cui parlavo
    > sopra.

    non hai un limite, se il costruttore dcide di far passare più volt lo puo fare

    >
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 17.21
    > --------------------------------------------------
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 17.29
    > --------------------------------------------------
    non+autenticato
  • > non è esatto, può arrivare fino a 125v, dipende
    > sempre dalla scelta del costruttore, ad esempio
    > nella usb dei pc apple passa 10 v

    Ma non diciamo cazzate. Do hai letto questa cosa ?
    Allora se nei pc apple ci attacco una penna USB (che funziona a 5v) mi si brucia perche' il pc sputa fuori un voltaggio doppio ?
  • Anche il mac sta a 5 volt, ma ha una limitazione in corrente minore.
    Ammette il doppio dello standard, 5 watt (vado a memoria)
    E comunque la limitazione standard di corrente c'è solo sulle porte di alcuni modelli di PC di alcuni brand.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > Anche il mac sta a 5 volt, ma ha una limitazione
    > in corrente
    > minore.
    > Ammette il doppio dello standard, 5 watt (vado a
    > memoria)

    Dillo a Generale che non conosce la differenza tra volt e ampere.

    > E comunque la limitazione standard di corrente
    > c'è solo sulle porte di alcuni modelli di PC di
    > alcuni
    > brand.

    Quindi ?
  • Apple che "è Magica" sarebbe stata la prima
    azienda a commercializzare la pedana universale,
    con presa micro-usb dunque, per ricaricare i
    propri i-cosi semplicemente lasciandoceli
    sopra.
    Pensavo che la docking-universal-recharger
    l'avrebbero presentata nella conferenza per il lancio
    dell'i-Phone4s, così prendevano tre piccioni
    con una fava(UE, i-Phone4s, e Pedana) tutti
    assieme con una scia di Magia. Ma così non è stato!
    Uhmmm mi sa che la mancanza di steve comincia
    già a farsi sentire.

    Sara mica Samsung a presentarla per prima Uhm ?
    Sorride
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 ottobre 2011 10.00
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: eleirbag
    > Apple che "è Magica" sarebbe stata la prima
    > azienda a commercializzare la pedana universale,
    > con presa micro-usb dunque, per ricaricare i
    > propri i-cosi semplicemente lasciandoceli
    > sopra.

    Se l'avessero presentata, certamente sarebbe stata la "magica e incredibile innovazione di Apple"... e tutti i fanboy dietro a sbavare e ad elogiarla Rotola dal ridere Rotola dal ridere

    In realtà il Palm Pre ce l'ha già da anni il suo "touchstone" che è esattamente quello da te descrittoA bocca aperta
    Questo video è di metà 2009:
    non+autenticato
  • Si but "it's not magic" A bocca apertaRotola dal ridere

    A parte gli scherzi è stata sicuramente un'occasione
    persa perchè Apple per certi versi, e mi costa
    propio ammetterlo, è come il mitico re Mida della Bibbia;
    Tutto quello che tocca, e che esiste già dunque, lo
    trasforma in Oro!
  • Dici i tappetini ad induzione? Non sono una soluzione elegante, hanno un'efficienza piuttosto bassa e aggravano l'impatto energetico invece di ridurlo.
    non+autenticato
  • Invece sono propio eleganti, perchè
    sono senza fili e si integrano nell'ambiente
    domestico senza alcun impatto, anzi il
    contrario lo valorizzano.

    Per quanto riguarda l'efficienza energentica,
    a pochi millimetri di distanza e con le attuali
    tecnologie sono diventanti sufficientemente
    efficientid apoter essere impiegati nella
    carica delle batterie al litio.

    Se poi uno preferisce il classico switching
    USB con cavo non vedo il problema.

    Ciao
  • >> hanno un'efficienza piuttosto bassa
    >> e aggravano l'impatto energetico
    >> invece di ridurlo.

    - Scritto da: eleirbag
    > bla, bla, bla
    ............................................
    > bla, bla, bla
    ............................................


    hanno un'efficienza piuttosto bassa e aggravano l'impatto energetico invece di ridurlo.
    non+autenticato
  • C'è molta documentazione in Internet
    forse è il caso che ti informi meglio
    evitando i bla bla bla.
  • Ancora cerchi di rigirare la frittata?
    non+autenticato
  • No figurati mi hai Tecnicamente convinto.
    Mi inchino alla tua conoscenza in materia
    figurati.
    Ciao Ciao
  • Al 98% di cui si parla non credo neppure se vedo.
    Poi occorre vedere l'inquinamento E.M.
    Io avrei un'idea migliore: caricare i telefoni con l'energia prodotta internamente captando i campi a RF.
    La brevetto? Basta l'idea, poi il primo che la commercializza lo trascino in tribunale....
    non+autenticato
  • Beh se fosse vero quel valore saremmo
    tutti a posto.

    In ogni caso già esiste il caricabatterie
    che sfrutta le RF captate nell'aria per
    caricare gli accumulatori, il problema è
    che le RF sono così basse in termini di
    potenza che ci vuole una vita per ricaricare
    le pile.
    Già provato e stava giorni per ricaricare due
    semplici accumulatori 1,2V 600Mh.
    Comuque funziona. L'efficienza è veramente pessima
    ma comunque anche se bassa è gratis e ad impatto
    ambientale quasi 0.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)