Mauro Vecchio

Anonymous, il DDoS spara a salve

La cyberoffensiva contro il sito del New York Stock Exchange è riuscita solo a rallentarlo per appena 2 minuti. Nessuna transazione compromessa. Una branca degli Anonimi non era d'accordo. Ora ci saranno dimostrazioni nel Regno Unito

Roma - In principio era il minaccioso video apparso tra i meandri di YouTube, ad avviare con tono metallico la grande operazione Invade Wall Street. I colossi della finanza mondiale sarebbero dovuti finire nelle grinfie del celebre collettivo Anonymous. Il New York Stock Exchange, il cuore pulsante dell'economia statunitense, avrebbe dovuto sparire dal web in un terribile lunedì d'ottobre.

La fatidica data del 10 ottobre è ormai alle spalle. Il sito ufficiale NYSE.com è ancora in vita, fatto barcollare per soli 2 minuti. Dalle 3.35 alle 3.37 di un lunedì pomeriggio sulla costa est degli Stati Uniti. Rallentato, probabilmente vittima di un DDoS non andato a buon fine. Gli Anonimi non sono riusciti a far breccia nella roccaforte digitale della finanza mondiale.

A confermarlo sono stati gli stessi vertici del New York Stock Exchange: nessuna transazione è stata compromessa, nessun segno evidente di un pericoloso cyberattacco. Il sito è andato in tilt per due minuti due. Che il collettivo hacker abbia toppato? In realtà, l'attacco annunciato contro il sito NYSE.com non avrebbe trovato favori unanimi, con una branca degli Anonymous convinta della sua inutilità.
Cattiva pubblicità per lo stesso movimento Invade Wall Street, che ora pare trovare il suo corrispettivo in terra britannica. "Insieme potete inviare un potente messaggio al vostro governo - si ascolta in un video apparso sul Tubo - voi siete il popolo britannico e la vostra voce verrà ascoltata". Secondo il filmato, ci saranno dimostrazioni pacifiche in alcune città d'Albione il prossimo 15 ottobre.



Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàAnonymous, mezzogiorno di vendettaIl collettivo tornerà a colpire il prossimo 24 settembre, quando nuove persone mascherate scenderanno per le strade in maniera pacifica. Meno amichevoli i prossimi attacchi contro istituzioni bancarie e la polizia di New York
  • AttualitàAnonymous, tra manette e tribunali14 persone apparentemente collegate al celebre collettivo si sono dichiarate innocenti nel processo avviato dopo gli attacchi a PayPal. Nel Regno Unito, altri due arresti legati all'offensiva contro HBGary
  • AttualitàLulzSec, avvertimenti alle bancheIl collettivo hacker si è intrufolato tra i meandri di vari istituti del Belpaese. Pubblicato su Pastebin un solo account a scopo dimostrativo. Nessun attacco è stato lanciato, ma gli interessati sono stati allertati
3 Commenti alla Notizia Anonymous, il DDoS spara a salve
Ordina