Mauro Vecchio

Google e le precauzioni del search

Tutti gli utenti registrati ai servizi di BigG potranno navigare al riparo, grazie all'adozione generalizzata del protocollo SSL. Contro hacker e altri spioni del web

Roma - Ad annunciarla è stato un recente post apparso sul blog ufficiale di Google. Una strategia di rafforzamento delle esperienze di ricerca sul web, ora tutelate con l'adozione generalizzata del protocollo di sicurezza noto come Secure Sockets Layer (SSL). Tutti gli utenti registrati ai servizi di BigG verranno così indirizzati verso un indirizzo protetto in HTTPS.

Una decisione applaudita da organizzazioni non-profit come Electronic Frontier Foundation (EFF). Google aveva già predisposto il protocollo SSL per le impostazioni di default del servizio di posta elettronica Gmail, lanciando inoltre una feature per la ricerca cifrata all'indirizzo https://encrypted.google.com.

Il product manager di Google Evelyn Kao ha dunque sottolineato come la protezione dei risultati di ricerca rappresenti una questione fondamentale in un search sempre più personalizzato. La protezione in HTTPS sarebbe particolarmente utile per tutti quegli utenti che sfruttano connessioni in WiFi o nei vari Internet Cafè.
La navigazione degli account di BigG sarà così al riparo da occhi indiscreti, che non riusciranno ad accedere a risultati ottenuti e pagine visitate. Una significativa vittoria per gli utenti, almeno secondo i rappresentanti di EFF. L'utilizzo delle connessioni sicure in HTTPS garantirà maggiori protezioni contro hacker, società pubblicitarie e governi orwelliani.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • SicurezzaGoogle vittima di un falso certificato SSLMountain View viene ancora una volta presa di mira da ignoti con la compromissione di un certificato SSL regolarmente rilasciato e validato online. Teoricamente a rischio le comunicazioni via Gmail
  • SicurezzaSSL, problemi bestialiDue ricercatori sostengono di aver realizzato un attacco in grado di mandare gambe all'aria le comunicazioni cifrate su protocolli SSL e TLS. Una faccenda seria, avvertono, che si risolve solo con un aggiornamento complessivo del software in uso
  • SicurezzaUSA, l'appello del senatore per HTTPSAppello del democratico Charles Schumer ai principali protagonisti del web. Bisognerebbe seguire il buon esempio di Facebook e adottare protocolli pių sicuri di navigazione. Il WiFi pubblico non č mai sicuro, dice
12 Commenti alla Notizia Google e le precauzioni del search
Ordina