Alfonso Maruccia

Antitrust, Novell scomoda Bill Gates

La lunghissima vicenda legale che coinvolge Microsoft e lo spettro di Novell si avvicina alla sua prossima e probabilmente ultima tappa, vale a dire il processo di appello. Chiamato a testimoniare anche Bill Gates

Roma - Il fantasma senza corpo di Novell - marchio registrato di proprietà di Attachmate che una volta vendeva sistemi operativi, hardware e software di produttività - ha fatto suo il diritto, riaffermato da una corte di appello, di poter chiamare in causa Microsoft per presunte pratiche monopolistiche, e ora il processo si avvicina alla sua fase dibattimentale dopo la selezione della giuria popolare.

L'ennesima querelle che coinvolge Microsoft e il suo ruolo nel settore del software si trascina da oltre tre lustri, e richiama alla memoria un periodo antico (anni '90) in cui Novell dice di essere stata tagliata fuori dal mercato dei software di produttività a causa dei comportamenti anti-concorrenziali di Redmond.

Il nuovo dibattimento richiama alla memoria marchi e prodotti defunti o sorpassati come il sistema operativo Windows 95, il word processor WordPerfect e l'applicazione per fogli di calcolo Quattro Pro. Novell intende far pagare il conto a Microsoft per le sue presunte pratiche monopoliste, e per chiarire le idee ai giurati chiamerà a deporre anche il presidente di Microsoft - e pensionato di lusso con vocazione alla filantropia miliardaria - William H. Gates III.
Bill Gates dovrà in particolare dare conto di certe email di cui Novell è venuta in possesso, messaggi spediti ai dipendenti Microsoft in cui si diceva chiaramente che occorreva sfruttare un "maggiore livello di integrazione" tra Windows e i software di produttività di Redmond per fornire a Office un livello di vantaggio "molto più difficile da ottenere" per le applicazioni Novell.

In passato Gates ha già spiegato che la sua email serviva come parte di una discussione interna sull'importanza di ottenere la suddetta integrazione fra Windows e Office, ma naturalmente Novell non è affatto d'accordo con questa versione dei fatti. Spetterà ora alla giuria stabilire di che morte siano morti WorfPerfect e Quattro Pro.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessIl futuro di Bill, 33 anni dopoWilliam H. Gates III lascia Microsoft per la sua Foundation. Non mancherà di tenere d'occhio i suoi progetti preferiti e resterà proprietario di una fetta importante dell'azienda che ha fondato. E che non ha mancato di frustare quando necessario
  • BusinessAttachmate-Novell, firmato l'accordoFinalizzata anzitempo l'acquisizione dello storico marchio da parte di Attachmate. Il management di Novell lascia mentre la nuova proprietà si accaparra SUSE Linux per gestirlo in proprio
  • BusinessL'antitrust, Novell e il fantasma di WordPerfectNovell vuole denunciare Microsoft per concorrenza sleale su un prodotto morto da decenni. La corte dà ragione allo spettro di Novell
4 Commenti alla Notizia Antitrust, Novell scomoda Bill Gates
Ordina