Mauro Vecchio

UE, in pressing per la neutralitÓ

Approvata all'unanimitÓ la proposta di risoluzione per spingere il Parlamento ad implementare nuove misure a tutela della net neutrality. Mentre il commissario all'Agenda Digitale Neelie Kroes bacchetta l'Olanda per la troppa fretta

Roma - A pronunciarsi all'unanimità sono stati i rappresentanti della Commissione Europea per l'industria, la ricerca e l'energia (ITRE). Hanno approvato la proposta di risoluzione "sull'apertura e la neutralità della rete Internet in Europa", che ha chiesto al Parlamento del Vecchio Continente di implementare al più presto nuovi contesti legislativi.

Misure a tutela dei principi di net neutrality, che impediscano ai vari provider di discriminare applicazioni e servizi web. La risoluzione costituisce di fatto una prova di forza da parte dei commissari d'Europa, visibilmente contrari a quello che è stato descritto come un approccio attendista.

╚ stato lo stesso commissario all'Agenda Digitale Neelie Kroes a bacchettare le autorità olandesi, ormai pronte a trasformare i principi della neutralità in legge. Kroes ha così parlato di misure unilaterali, dettate dalla passione e non dalla capacità di ragionare con calma sui vari fattori in ballo.
Un approccio descritto dagli osservatori come attendista, in contrasto con quanto sbandierato dalla stessa Kroes agli inizi dello scorso anno. Secondo il Commissario europeo, le iniziative legislative in ambito comunitario dovrebbero risultare coordinate tra i vari stati. Cercando innanzitutto di capire come si muoveranno i singoli provider per implementare i principi della neutralità.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàNet neutrality, FCC sotto assedioAnche i pi¨ strenui difensori della neutralitÓ della rete contro la commissione di Genachowski. Che avrebbe escluso arbitrariamente il settore mobile dal pacchetto di regole in arrivo a novembre
  • AttualitàUE, utenti uniti per la neutralitàUna piattaforma per raccogliere informazioni su quegli operatori TLC che discriminano determinati contenuti o servizi web. I netizen si trasformeranno in cani da guardia, a difesa di una Internet aperta e neutrale
  • AttualitàFCC, l'alba della neutralitàUfficializzato il pacchetto di regole voluto dalla commissione di Genachowski per preservare la natura aperta di Internet. La net neutrality sbarcherÓ alla fine di novembre in terra statunitense. Ma Verizon tornerÓ all'attacco
7 Commenti alla Notizia UE, in pressing per la neutralitÓ
Ordina
  • Mi pare strano che la commissione lavori per fare qualche cosa di positivo per la Rete e poi mi pare strano che il parlamento non abbia sopravanzato la commissione per la net neutrality.

    Dov'è il trucco? Cosa intende la commissione per neutralità della Rete? Cosa ha intenzione di metterci dentro facendola passare come direttiva per la neutralità?
  • Quoto totalmente. Affinchè la rete resti veramente neutrale è non fare nulla. A meno che non si tratti di imporre ai provider come Vodafone di sbloccare il P2P, l'accesso ad alcuni siti di hosting, in quanto ad altri ne permette l'accesso. (domanda: che cosa avrà da guadagnarci a dirigire i suoi utenti verso alcuni siti di hosting in particolare?) per provare quello che ho detto è sufficiente utilizzare una qualsiasi internet key. Se la neutralità significa proibire in forma scritta questi comportamenti, allora sono d'accordo!
    non+autenticato
  • Comunque se c'è un "addetto ai lavori" che si trova a leggere questo thread, chiedo di fare la prova di utilizzo della internet key VODAFONE con MEGAUPLOAD (max 5-6 Kb/s con banda 200 Kb/s in download) e FILESERVE (200 Kb/s con banda 200 kb/b in download). Che vantaggio ne trae Vodafone? Si può considerare istigazione alla pirateria? Mi sono preso la briga di chiederlo ai supporti tecnici e call center Vodafone, ma o non hanno risposto o hanno menato il can per l'aia ... alla faccia della neutralità della rete. Spero che se ci sarà una legge Europea si inizierà ad uscire da questi comportamenti quantomeno ambigui. Io ho fatto l'esempio Vodafone, perchè facilmente verificabile ma non è l'unica ... soprattutto per il P2P che come i siti di hosting non significano pirateria. Professionisti ICT utilizzano i siti di hosting per la comodità di non doversi portare con sè CD/DVD/HD di documentazione, manuali e drivers. Risultato con chiavette internet "bloccate" in questo modo, non è possibile farlo. E poi si parla di diffondere l'utilizzo dell'ADSL ... questa è l'Italia.
    non+autenticato
  • Con questa logica da domani chiudiamo le autostrade e blocchiamo tutte le comunicazioni telefoniche perchè le usano i ladri ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > Comunque se c'è un "addetto ai lavori" che si
    > trova a leggere questo thread, chiedo di fare la
    > prova di utilizzo della internet key VODAFONE con
    > MEGAUPLOAD (max 5-6 Kb/s con banda 200 Kb/s in
    > download) e FILESERVE (200 Kb/s con banda 200
    > kb/b in download). Che vantaggio ne trae
    > Vodafone? Si può considerare istigazione alla
    > pirateria? Mi sono preso la briga di chiederlo
    > ai supporti tecnici e call center Vodafone, ma o
    > non hanno risposto o hanno menato il can per
    > l'aia ... alla faccia della neutralità della
    > rete. Spero che se ci sarà una legge Europea si
    > inizierà ad uscire da questi comportamenti
    > quantomeno ambigui. Io ho fatto l'esempio
    > Vodafone, perchè facilmente verificabile ma non è
    > l'unica ... soprattutto per il P2P che come i
    > siti di hosting non significano pirateria.
    > Professionisti ICT utilizzano i siti di hosting
    > per la comodità di non doversi portare con sè
    > CD/DVD/HD di documentazione, manuali e drivers.
    > Risultato con chiavette internet "bloccate" in
    > questo modo, non è possibile farlo. E poi si
    > parla di diffondere l'utilizzo dell'ADSL ...
    > questa è
    > l'Italia.
    Sei certo che il "cap" sia dovuto al provider e non al server?

    Scusa la domanda "a bruciapelo", ma mi occorre sapere come hai effettuato i test.

    Ciao
    GT
  • Prima uso la chiavetta Vodafone: risultato 5 Kb/s.
    Poi uso la chiavetta 3: banda disponibile normale.
    Poi uso nuovamente la chiavetta Vodafone: risultato 5 Kb/s.

    Questo l'ho fatto in giorni diversi con lo stesso risultato.
    non+autenticato
  • Inoltre dallo stesso identico computer nella stessa identica posizione. La chiavetta internet Vodafone quando ha il cap ad esempio su megaupload, permette invece l'accesso ad altri siti di hosting a banda piena.
    non+autenticato