Claudio Tamburrino

Google Plus addiziona altre app

Photo editing, strumenti per l'analisi dei trend e per la raccolta dei post più popolari e le app di Mountain View integrate con la nuova piattaforma di BigG

Roma - Google ha rilasciato tre nuove funzionalità per Google Plus ed ha aperto le porte del suo ultimo tentativo di social network alle aziende che utilizzano Google Apps.

Innanzitutto, con l'obiettivo di mettere in evidenza i post più interessanti postati pubblicamente sulla piattaforma, Google ha messo a disposizione una funzione chiamata "What's Hot on Google+" (Temi Caldi su Google+): i contenuti più rilevanti condivisi da utenti anche fuori dalla propria cerchia vengono messi in luce.

Inoltre, tramite la funzione sperimentale chiamata "Ripple", Mountain View offre ora uno strumento (destinato, anche questo, ai post pubblici) per la loro analisi e per visualizzare chi ha condiviso i propri post e come sono circolati su Google+.
Google inoltre, per quanto riguarda la condivisione fotografica che grazie al caricamento automatico delle foto scattate dagli smartphone Android ha un ruolo rilevante sulla piattaforma, ha introdotto un strumento di photo editing chiamato Google+ Creative Kit che esordirà con una special edition limitata a Halloween.



Mountain View, infine, permette ora l'iscrizione ai clienti di Google App: oltre a poter condividere contenuti con le loro cerchie, questi utenti potranno scambiare materiale anche con utenti appartenenti alla propria organizzazione.
Questo passo, soprattutto, va nella direzione di aprire all'integrazione tra Google Apps e la piattaforma social di Mountain View, che era una delle principali critiche mosse nell'intervento del dipendente scontento di come Google Plus si stesse sviluppando.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia Google Plus addiziona altre app
Ordina
  • hanno praticamente inserito Picnik in Google+! Bella mossa, ma Facebook copierà anche questo.
  • Se si scrive qualcosa e si mette un hashtag, questo diverrà un link e clickandoci sopra, appariranno tutti i post pubblici o delle cerchie estese, contenenti la parola.
    Il problema però, è che m'aspettavo che il "What's hot" presentasse una lista stile Trending Topics di Twitter. Così l'impatto sarebbe stato decisamente molto meglio. Il fatto di usare G+, con la possibilità di post molto più lunghi di twitter, ed ordinati secondo la logica di Facebook, agganciato agli hashtags e ai "trending topics", credo sarebbe il giusto connubio perchè il servizio diventi utile, almeno più di quanto lo sia ora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonymous
    > Se si scrive qualcosa e si mette un hashtag,
    > questo diverrà un link e clickandoci sopra,
    > appariranno tutti i post pubblici o delle cerchie
    > estese, contenenti la
    > parola.
    > Il problema però, è che m'aspettavo che il
    > "What's hot" presentasse una lista stile Trending
    > Topics di Twitter. Così l'impatto sarebbe stato
    > decisamente molto meglio. Il fatto di usare G+,
    > con la possibilità di post molto più lunghi di
    > twitter, ed ordinati secondo la logica di
    > Facebook, agganciato agli hashtags e ai "trending
    > topics", credo sarebbe il giusto connubio perchè
    > il servizio diventi utile, almeno più di quanto
    > lo sia
    > ora.


    Vero. Ottimo.