Roberto Pulito

ARM passa a 64bit

Il chipmaker britannico svela la nuova architettura ARMv8 che entro un paio d'anni metterà 64bit al servizio di server e computer

Roma - Per il momento chi intende scommettere sui server ARM, in alternativa alla classica architettura x86, deve accontentarsi di soluzioni che lavorano soltanto a 32bit. Il chipmaker britannico si prepara però a correggere il tiro, aggiungendo il supporto alla virtualizzazione per sistemi operativi e software che sfruttano i 64bit.

La nuova architettura ARMv8 introdurrà un nuovo set d'istruzioni (AArch64) dedicato a questo tipo di elaborazione, ma continuerà a supportare anche l'attuale set. La possibilità di lavorare in due modalità assicurerà la retrocompatibilità e aiuterà la migrazione del software già esistente.

Tralasciando un momento il discorso server, è ovvio che con una soluzione di questo tipo ARM potrà corteggiare meglio anche i computer tradizionali e i tablet equipaggiati con il sistema operativo Windows 8, già compatibile con il set AArch64. In ogni caso bisognerà attendere fino al 2014 per vedere gli ARMv8 in azione. Periodo in cui, potrebbe addirittura affacciarsi sul mercato Windows 9.
Il comunicato riferisce che i partner ARM come Nvidia, Calxeda e Marvell, sono comunque già al lavoro per mettere in moto il cambiamento e sviluppare software, lato server, che sia in grado di sfruttare pienamente queste nuove preziose istruzioni.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaMarvell mette un ARM nei serverDa oggi il cloud computing potrà contare anche sull'Armada XP, il primo SoC quad-core basato su architettura ARM. Chi scommetterà su questa alternativa?
  • TecnologiaHP si butta sui server ARM?Hewlett-Packard avrebbe stretto un accordo per realizzare server di fascia bassa con i chip ARM, specializzati nel tenere a bada i consumi energetici. Ma mancano tutte le conferme del caso
34 Commenti alla Notizia ARM passa a 64bit
Ordina
  • x86 è al tramonto - dal 2012 tutti pazzi per x64
    non+autenticato
  • e poi, è da scemi usare x86 sui nuovi pc che hanno 8 giga di ram

    sul mio 2core a 4 giga di ram, windows 7 x86 ne vede solo 3.50 giga di ram
    non+autenticato
  • - Scritto da: dalek
    > e poi, è da scemi usare x86 sui nuovi pc che
    > hanno 8 giga di
    > ram
    >
    > sul mio 2core a 4 giga di ram, windows 7 x86 ne
    > vede solo 3.50 giga di
    > ram

    Se metti Linux invece lì vede, chissà come mai.
    non+autenticato
  • - Scritto da: dalek
    > e poi, è da scemi usare x86 sui nuovi pc che
    > hanno 8 giga di
    > ram
    >
    > sul mio 2core a 4 giga di ram, windows 7 x86 ne
    > vede solo 3.50 giga di ram

    A dire il vero è un limite imposto da microsoft per farti comprare le versioni 64bit dei suoi sistemi operativi (e relative macchine che lo supportino) dato che i processori intel dal pentium pro in poi supportano l'indirizzamento opzionale fino a 64gb di memoria tramite l'estensione PAE che nelle versioni client di windows è bellamente disattivato.
    mura
    1709
  • cmq installare win7 a 32 bit è un po da rinco....
    non+autenticato
  • - Scritto da: gnammolo
    > cmq installare win7 a 32 bit è un po da rinco....

    Dipende che devi farci, a mio fratello, ad esempio, serviva un nuovo computer in ufficio perchè quello vecchio stava tirando gli ultimi ma doveva far girare un vecchio gestionalino scritto per dos che, ovviamente, su win7 64 non gira manco a pagarlo e di macchine virtuali non ne voleva sapere per cui format e reinstall win7 32 e tutto girava alla perfezione.
    mura
    1709
  • - Scritto da: mura
    > - Scritto da: gnammolo
    > > cmq installare win7 a 32 bit è un po da
    > rinco....
    >
    > Dipende che devi farci, a mio fratello, ad
    > esempio, serviva un nuovo computer in ufficio
    > perchè quello vecchio stava tirando gli ultimi ma
    > doveva far girare un vecchio gestionalino scritto
    > per dos che, ovviamente, su win7 64 non gira
    > manco a pagarlo e di macchine virtuali non ne
    > voleva sapere per cui format e reinstall win7 32
    > e tutto girava alla
    > perfezione.
    ovviamente questi non li sapevi:
    http://windows.microsoft.com/en-US/windows7/Make-o...
    non+autenticato
  • - Scritto da: malto
    > ovviamente questi non li sapevi:
    > http://windows.microsoft.com/en-US/windows7/Make-o

    No mi sono fermato al fatto che in tutte le versioni di windows a 64 bit è stata rimossa la compatibilità nativa (ergo senza l'ausilio di macchine virtuali) con le applicazioni a 16 bit come quella in questione e se leggi bene ho anche specificato che non se ne parlava di XP mode o altri accrocchi con virtual machine.
    mura
    1709
  • Windows non c'entra un tubo. Anche se facessero una versione che gira su ARM, come pensano di far andare il software esistente?

    Se mai è interessante per Apple, che sa come fare queste migrazioni. Sganciarsi da quella palla al piede di x86 sarebbe veramente un ritorno agli allori.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Windows non c'entra un tubo. Anche se facessero
    > una versione che gira su ARM, come pensano di far
    > andare il software
    > esistente?

    Forse è per questo che hanno studiato .NET
    non+autenticato
  • Stanno già facendo una versione per ARM ma non so se arriverà contemporaneamente alla versione x86 o più tardi.

    E' chiaro che le vecchie applicazioni compilate x86 non gireranno su ARM, ma questa potrebbe rivelarsi una opportunità di alleggerire Windows di quegli strati di software che assicurano la compatibilità con il passato (bugs inclusi); d'altra parte se vogliono farlo girare su ARM alla velocità di un iPad2 (questo è il loro riferimento di progetto) dovranno alleggerirlo non poco.

    E' chiaro che su Windows per ARM i dubbi ci sono, ma se Microsoft può forse permettersi di perdere il mercato degli smartphone non può farlo per i tablet, quindi non mi stupirei che lavorassero più alacremente su ARM che su X86 per Windows 8.
  • - Scritto da: ruppolo
    > Se mai è interessante per Apple, che sa come fare
    > queste migrazioni. Sganciarsi da quella palla al
    > piede di x86 sarebbe veramente un ritorno agli
    > allori.
    Già questa Apple che è sempre perfetta e poi cade in basso con il passaggio a x86. Perchè gli attuali Mac non funzionano bene?
    non+autenticato
  • anzi, per molti sviluppatori c'è stata una facilitazione visto che se fanno un software sia per OSX, che per windows, non devono tener conto della variabile dei processori diversi.

    Con buona pace di chi usa ancora diligentemente i mac powerpc.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: ruttolo
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Se mai è interessante per Apple, che sa come
    > fare
    > > queste migrazioni. Sganciarsi da quella palla al
    > > piede di x86 sarebbe veramente un ritorno agli
    > > allori.
    > Già questa Apple che è sempre perfetta e poi cade
    > in basso con il passaggio a x86. Perchè gli
    > attuali Mac non funzionano
    > bene?

    +1 per il nickA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: sbrotfl
    > - Scritto da: ruttolo
    > > - Scritto da: ruppolo
    > > > Se mai è interessante per Apple, che sa
    > come
    > > fare
    > > > queste migrazioni. Sganciarsi da quella
    > palla
    > al
    > > > piede di x86 sarebbe veramente un
    > ritorno
    > agli
    > > > allori.
    > > Già questa Apple che è sempre perfetta e poi
    > cade
    > > in basso con il passaggio a x86. Perchè gli
    > > attuali Mac non funzionano
    > > bene?
    >
    > +1 per il nickA bocca aperta
    io sono il clone cineseOcchiolino
    non+autenticato
  • Però stantificavi i processori intell quando apple fece la migrazione dai power pc (forzatamente).
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: ruppolo
    > Windows non c'entra un tubo. Anche se facessero
    > una versione che gira su ARM, come pensano di far
    > andare il software
    > esistente?
    Microsoft .net ti dice niente?
    Darwin
    5126
  • - Scritto da: gnammolo
    > http://www.arm.com/community/software-enablement/m

    windows embedded non c'entra nulla con ciò di cui stiamo parlando, è un OS dedicato, appunto, ad applicazioni che girano su sistemi embedded

    http://it.wikipedia.org/wiki/Embedded
    non+autenticato
  • Ma sará un'architettura dedicata ai server o per tutti i futuri ARM ?
    Perché mi chiedo per un telefono o un tablet quando diventerá utile poter indirizzare piú di 4GB di memoria ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: yup
    > Ma sará un'architettura dedicata ai server o per
    > tutti i futuri ARM
    > ?
    > Perché mi chiedo per un telefono o un tablet
    > quando diventerá utile poter indirizzare piú di
    > 4GB di memoria
    > ?

    Sarà un'architettura destinata a tutti i futuri ARM, che potrebbero trovare posto anche in una nuova generazione di computer desktop.
  • - Scritto da: yup
    > Ma sará un'architettura dedicata ai server o per
    > tutti i futuri ARM
    > ?
    > Perché mi chiedo per un telefono o un tablet
    > quando diventerá utile poter indirizzare piú di
    > 4GB di memoria
    > ?


    senza dubbio dal 2015 in avanti avremo anche smartphone e tablet a 64 bit... probabilmente non avranno più di 4 giga di memoria, ma i vantaggi dei 64 bit non sono riducibili allo sfruttamento di più RAM
    non+autenticato
  • - Scritto da: max
    > senza dubbio dal 2015 in avanti avremo anche
    > smartphone e tablet a 64 bit... probabilmente
    > non avranno più di 4 giga di memoria, ma i
    > vantaggi dei 64 bit non sono riducibili allo
    > sfruttamento di più RAM

    Sì invece. Anzi, a parte quello sono penalizzanti in genere (doppio del tempo di accesso alla Ram, soprattutto). Puoi avere vantaggi computazionali in operazioni a 64 bit sugli interi, ma non sono certo la norma.

    Sono gli x86 che sono strani, perché passando a 64 bit hanno corretto un po' di magagne originarie così, in genere, sono più veloci dei rispettivi processori a 32 bit. Ma non c'entra niente con i 64bit. Quella è stata una scusa per fare un po' di pulizia (non troppa!) in un'architettura nata MOLTO male.
    non+autenticato
  • scusa ma intel e il primo processore al mondo e tu mi dici che e nata male ?
    non+autenticato
  • Intel non è il primo processore al mondo.
    Sgabbio
    26178
  • Mi sa che ha ragione lui, il primo prodotto su larga scala è stato il 4004 di Intel.

    - Scritto da: Sgabbio
    > Intel non è il primo processore al mondo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacGeek
    > Puoi avere vantaggi computazionali
    > in operazioni a 64 bit sugli interi, ma non sono
    > certo la
    > norma.
    Veramente il vantaggio principale delle istruzioni EM64T/AMD64 è che riescono a mappare meglio i dati in memoria specie in dimensioni medio/grandi (1GB in su) rispetto agli i?86.
    L'uso di 4GB+ di RAM è un parametro superfluo (in ambiente domestico).
    Darwin
    5126
  • > L'uso di 4GB+ di RAM è un parametro superfluo (in
    > ambiente
    > domestico).

    Mica tanto. Stiamo parlando di spazio di indirizzamento.
    Ogni singolo componente che comunica col bus vuole la sua fetta di indirizzi per l' I/O.
    Anche con solo 3 giga di ram e una scheda video dove ormai anche la più scarsa ha 1 GB di memoria, sei già fuori.
    non+autenticato