Google è dentro alle vetrine

Interni dei negozi mostrati con foto panoramiche. Per dare a Street View una nuova dimensione, per dare ai commercianti visibilità nelle esplorazioni cittadine mediate dalle mappe in rete

Roma - Per soddisfare la curiosità dei netizen a passeggio in rete per sbirciare nei negozi di mezzo mondo, per potenziare l'attrattiva dei commercianti che vogliono fare della rete una seconda vetrina per i propri punti vendita fisici: Google è pronta ad offrire immagini panoramiche e navigabili dell'interno dei negozi, e lo sta facendo con la tecnologia e l'esperienza affinate attraverso il progetto Street View.

La possibilità di navigare i negozi a mezzo mappe di Google era già stato oggetto di chiacchiericci in passato: all'inizio del 2010 le prime indiscrezioni, poi la conferma da parte di Mountain View rispetto all'avvio di alcune prime sperimentazioni. Ora il progetto sta assumendo una forma, pronto per acquisire la sistematicità di un servizio vero e proprio.

Non Store View, ma Google Business Photo: questo il nome scelto dalla Grande G per presentare un servizio che, più che sul fascino dell'esplorazione degli intrichi urbani a favore dei cittadini della rete, punta ad allettare i commercianti offrendo loro una vetrina in più per i loro locali. Si tratta di immagini panoramiche ad alta qualità, scattate da fotografi locali reclutati da Google e sguinzagliati presso le attività commerciali di alcune città di Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Francia e Regno Unito. Le attività commerciali che lo desiderano potranno fare richiesta per ottenere un servizio fotografico, pronto per essere integrato lungo le vie mostrate da Street View, e pronto per fare da corredo alle pagine di Google Places dedicate.


Ristoranti e alberghi, negozi di quartiere e store specializzati: tutte le attività possono mettere a disposizione delle foto dei propri interni o richiedere che l'occhio di Google punti su di loro per travasarsi in rete e far indicizzare la propria fisicità. Tutte le attività commerciali, a patto che non abbiano una pesante impronta monomarca, che non coinvolgano aspetti sensibili della vita dei cittadini come studi legali o cliniche.

Proprio l'aspetto della privacy degli avventori è stato affrontato da Google con chiarezza fin dal principio: sarà responsabilità del gestore dell'attività commerciale avvisare i propri clienti e i propri dipendenti degli scatti in corso, affinché possano scegliere di non comparire nelle immagini. E se un gelato troppo gustoso distraesse un avventore intento in un inopportuno, vorace consumo in loco? Google assicura che verrà in ogni caso impiegata la tecnologia di offuscamento già adottata per Street View, e che sarà possibile fare richiesta di rimozione dell'immagine della propria persona. In modo che a testimoniare il peccato di gola sia solo la macchia di cioccolato sulla camicia, una volta rientrati a casa.
Notizie collegate
  • BusinessGoogle, a cena con ZagatBigG conferma l'acquisizione del colosso delle recensioni legate alla ristorazione. La cifra non dovrebbe essere superiore ai 66 milioni di dollari. I nuovi servizi faranno parte delle feature Maps e Places. Per muovere guerra a Yelp
  • AttualitàUSA, la grande serrata su Google PlacesNumerosi esercizi commerciali sono stati dichiarati chiusi dal servizio del colosso di Mountain View. Colpa di etichette sbagliate, frutto di segnalazioni fasulle al servizio. BigG indagherà
  • Digital LifeStreet View torna in Svizzera. In trenoIl servizio di mappatura fotografica di Google torna tra le Alpi dopo il contenzioso protrattosi per anni. Per documentare il panorama da una ferrovia patrimonio dell'UNESCO
6 Commenti alla Notizia Google è dentro alle vetrine
Ordina
  • era ben chiaro che street view contava di svilupparsi con la pubblicita localizzata, ma ben venga! street view e' un regalo per chiunque, permette di girarsi il mondo standosene seduti davanti al pc!
    non vedo (su questo)grossi problemi per la privacy: se la sbrigheranno i gestori dei negozi, e' ovvio che saranno loro a consentire le foto interne, e immagino che i clienti saranno avvisati, perche seno' potranno prendersela col gestore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: sandrox
    > era ben chiaro che street view contava di
    > svilupparsi con la pubblicita localizzata, ma ben
    > venga! street view e' un regalo per chiunque,
    > permette di girarsi il mondo standosene seduti
    > davanti al
    > pc!

    Sai che gusto...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > - Scritto da: sandrox
    > > era ben chiaro che street view contava di
    > > svilupparsi con la pubblicita localizzata,
    > > ma ben venga! street view e' un regalo per
    > > chiunque, permette di girarsi il mondo
    > > standosene seduti davanti al pc!

    > Sai che gusto...

    Meglio che senza no ? Soprattutto per chi e' bloccato a letto o non puo' permettersi viaggi per vari motivi.
    krane
    22544
  • altro che offuscamento ... io adotterei una regola "estrema" niente persone nelle foto di interni

    più che alla privacy (di cui francamente ...) io vorrei evitare tutti i casi di funboysmo che ci sono stati su google street view

    gente che si faceva fotografare con maschere da coniglio, cartelloni pubblicitari e altro

    al di là delle fedi (io spesso confesso di essere un google funboy) a me sembra veramente di cattivo gusto!

    una cosa è lo street view per gli esterni, in genere non si sa dove e quando passa la google car, e potrei anche avere un pizzico di ammirazione ed invidia per chi è riuscito ad organizzarsi al volo ed apparire in maschera su google street

    ma per un interno, come descritto nell'articolo, occorre che google prenda appuntamento con il proprietario del locale
    già immagino cose del tipo "google party sabato alle 16 alla gelateria "da franco": vuoi apparire su google ? scegli un costume buffo e presentati da noi, ingresso limitato (o peggio a pagamento)"

    sostituite gelateria, con discoteca, e/o locali vari, e avrete un idea della situazione ...
    non+autenticato
  • a parte il FU(a)NBOY, concordo. I locali andrebbero vuoti, volete immaginare dover girare in un negozio affollato pure al pc? xD
    non+autenticato
  • - Scritto da: hp fiasco
    > altro che offuscamento ... io adotterei una
    > regola "estrema" niente persone nelle foto di
    > interni
    >
    > più che alla privacy (di cui francamente ...) io
    > vorrei evitare tutti i casi di funboysmo che ci
    > sono stati su google street
    > view
    >
    > gente che si faceva fotografare con maschere da
    > coniglio, cartelloni pubblicitari e
    > altro
    >
    > al di là delle fedi (io spesso confesso di essere
    > un google funboy) a me sembra veramente di
    > cattivo
    > gusto!
    >
    > una cosa è lo street view per gli esterni, in
    > genere non si sa dove e quando passa la google
    > car, e potrei anche avere un pizzico di
    > ammirazione ed invidia per chi è riuscito ad
    > organizzarsi al volo ed apparire in maschera su
    > google
    > street
    >
    > ma per un interno, come descritto nell'articolo,
    > occorre che google prenda appuntamento con il
    > proprietario del
    > locale
    > già immagino cose del tipo "google party sabato
    > alle 16 alla gelateria "da franco": vuoi apparire
    > su google ? scegli un costume buffo e presentati
    > da noi, ingresso limitato (o peggio a
    > pagamento)"
    >
    > sostituite gelateria, con discoteca, e/o locali
    > vari, e avrete un idea della situazione
    > ...

    Sono d'accordo sullo squallore, ma che vuoi fare, vietare alla gente di chiamare il fotografo e di mettere le immagini su gmaps?
    Ti puoi limitare a non andare al party demente, e a non visitare il negozio né dal vivo né online...
    Funz
    12979