Claudio Tamburrino

Gli ebook e il peso della cultura

La riflessione teorica di un professore di Berkeley sul peso dei bit: tutta questione di energia e di massa

Roma - John D. Kubiatowicz, professore di informatica dell'Università di Berkeley, California, ha calcolato il peso dei libri elettronici.

Anche se si sta parlando di misure realmente infinitesimali, lo studioso parla curiosamente dell'aumento di peso di un dispositivo e-reader carico di migliaia di libri elettronici: si tratta di "una quantità davvero piccola", dal momento che è impercettibile, essendo nell'ordine di un grammo-atomo, corrispondente a 10 -18 grammi (0,000000000000000001 grammi) e dunque una variazione davvero non misurabile, dal momento che le bilance più sensibili rilevano al massimo filo a 10-9 grammi. Oltretutto corrisponde ad una minima parte della fluttuazione causata dalla condizione carica o scarica della batteria del dispositivo.

La curiosa variazione di energia è determinata dal sistema di memorizzazione degli ebook: i transistor della memoria flash (nel caso in esame quella impiegato da un Kindle) intrappolano un elettrone per il controllo di ogni bit e per distinguere tra un 1 e uno 0. E nella condizione "intrappolata" conservano maggiore energia di quelli non attivati (una differenza dell'ordine di 10-15 joule per bit).
Il prof Kubiatowicz, dunque, ha assunto che tutti i bit contenuti in un Kindle da 4 gigabyte siano in uno stato debole di energia e che la metà siano invece ad un'energia maggiore in un Kindle pieno: in questo modo ha calcolato la differenza di energia tra dispositivo vuoto e quello pieno. In base all'equazione E=mc2, si tratterebbe di un peso pari a 10-18 grammi.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia Gli ebook e il peso della cultura
Ordina
  • che un elettrone corrisponde a un bit?
    ogni transistor "occupato" è un bit, non ogni elettrone "intrappolato".
    ma insomma...
    non+autenticato
  • Il professore dice che il bit 1 pesa più del bit 0.
    Bene, e chi ha detto che la memoria flash prima di ospitare il libro o i libri avesse tutti i bit a 0?
    ruppolo
    33147
  • Infatti: poteva averli tutti a 1, o anche con valori casuali. Perchè risulti vuota deve solo essere formattata: se è stato creato il descrittore di file system, e il file system segna che non ci sono files, la scheda risulterà vuota; per un computer sovrascrivere dati vecchi o spazio vuoto è esattamente uguale: il file system serve a indicare che una parte della memoria è già usata, e non bisogna scrivere lì (e per cancellare un file, basta segnare la sua zona come vuota: lo spazio torna libero, e appena c'è bisogno di scrivere qualcosa lo si può sovrascrivere)

    Ricordo, tra l'altro, che il file system serve solo per le memorie con accesso casuale: le memorie ad accesso sequenziale (i nastri magnetici, ad esempio) non ne hanno bisogno, perchè la scelta della parte di nastro da usare è effettuata manualmente dall'utente (ho usato anche io le cassette sul commodore 64)
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Infatti: poteva averli tutti a 1, o anche con
    > valori casuali. Perchè risulti vuota deve solo
    > essere formattata: se è stato creato il
    > descrittore di file system, e il file system
    > segna che non ci sono files, la scheda risulterà
    > vuota; per un computer sovrascrivere dati vecchi
    > o spazio vuoto è esattamente uguale: il file
    > system serve a indicare che una parte della
    > memoria è già usata, e non bisogna scrivere lì (e
    > per cancellare un file, basta segnare la sua zona
    > come vuota: lo spazio torna libero, e appena c'è
    > bisogno di scrivere qualcosa lo si può
    > sovrascrivere)

    Andiamo... ruppolo e' un famoso consulente informatico.
    E tu gli vai a spiegare queste cose? Le sa!




    Le sa? Newbie, inesperto
  • Guarda, le rare volte in cui ruppolo non parla nè di apple, nè di copyright, fa dei discorsi interessanti. Per questo merita più considerazione rispetto ad altri troll macachi: ruppolo, per lo meno, ha dimostrato che se vuole può fare un discorso intelligente e valido.
    non+autenticato
  • Se dovete proprio dovete tradurre da altri articoli (vedi http://www.nytimes.com/2011/10/25/science/25qna.ht...) ricordatevi che "scales" si traduce "bilance" e non scale
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pippo Calo
    > Se dovete proprio dovete tradurre da altri
    > articoli (vedi
    > http://www.nytimes.com/2011/10/25/science/25qna.ht

    Abbi pazienza, qui sono ancora al pesce di babele. Loro non traducono, pigiano pulsanti col mouse.
    non+autenticato
  • A chi interessa il peso degli elettroni in un dispositivo (se ho capito bene)...Non capisco il senso di questo articolo, poche righe per capire,
    Basta dire che un libro cartaceo pesa di più di un dispositivo pad..boh

    Posso capire un piccolo blog che cerca di salire nei motori di ricerca facendo brevi post con parole chiavi da fare leggere al motore di ricerca ma non Punto Informatico che una testata giornalistica.
    non+autenticato
  • Secondo me invece è interessante. Per quanto la ricerca non abbia alcuna utilità pratica, ringrazio l'autore per avermi fatto riflettere sul fatto che anche un ebook ha una sua "massa" seppure infinitesimale e non misurabile. È una considerazione che trovo, per lo meno, curiosa e stimolante.

    In ogni caso leggo P.I. da 5 o 6 anni e trovo l'articolo perfettamente in linea con il passato. Sono sicuramente altri i post contro cui mi schiererei...
    non+autenticato
  • - Scritto da: enriker
    > A chi interessa il peso degli elettroni in un
    > dispositivo (se ho capito bene)...Non capisco il
    > senso di questo articolo, poche righe per capire,
    >
    > Basta dire che un libro cartaceo pesa di più di
    > un dispositivo
    > pad..boh

    Ha molto senso invece.
    Qualcuno ha mai provato a calcolare la differenza di massa tra un libro con le pagine tutte bianche, e il medesimo libro col testo scritto sopra?

    La differenza di peso e' il peso del contenuto.
  • Qualcuno ha calcolato il costo energetico del visualizzare sta puttanata di post sui nostri pc??!A bocca aperta
    non+autenticato
  • guarda che siamo in Italia, non suggerire alle istituzioni che sia possibile avere libri più leggeri per gli zaini dei pargoli, solo risparmiando sull'inchiostro (tutto)... e alla fine ne risulterebbe un prodotto editoriale migliore degli schifi di testi proposti e fatti pagare oro..
    Insomma, tutti a scuola coi libri vuoti... meno peso, salvaguardia delle sanguisughe editrici
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: enriker
    > > A chi interessa il peso degli elettroni in un
    > > dispositivo (se ho capito bene)...Non
    > capisco
    > il
    > > senso di questo articolo, poche righe per
    > capire,
    > >
    > > Basta dire che un libro cartaceo pesa di più
    > di
    > > un dispositivo
    > > pad..boh
    >
    > Ha molto senso invece.
    > Qualcuno ha mai provato a calcolare la differenza
    > di massa tra un libro con le pagine tutte
    > bianche, e il medesimo libro col testo scritto
    > sopra?
    >
    > La differenza di peso e' il peso del contenuto.

    Si chiama inchiostro.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: enriker
    > > > A chi interessa il peso degli elettroni
    > in
    > un
    > > > dispositivo (se ho capito bene)...Non
    > > capisco
    > > il
    > > > senso di questo articolo, poche righe
    > per
    > > capire,
    > > >
    > > > Basta dire che un libro cartaceo pesa
    > di
    > più
    > > di
    > > > un dispositivo
    > > > pad..boh
    > >
    > > Ha molto senso invece.
    > > Qualcuno ha mai provato a calcolare la
    > differenza
    > > di massa tra un libro con le pagine tutte
    > > bianche, e il medesimo libro col testo
    > scritto
    > > sopra?
    > >
    > > La differenza di peso e' il peso del
    > contenuto.
    >
    > Si chiama inchiostro.

    Che costa pochi centesimi la boccetta...
  • - Scritto da: enriker
    > A chi interessa il peso degli elettroni in un
    > dispositivo (se ho capito bene)...

    Interessa... e se fosse l'elettrone che spezza la schiena dell'asino?Occhiolino
    Funz
    12992