Elsa Pili

Messico, postare costa la vita

Quarto assassinio in due mesi ad opera del gruppo di narcotrafficanti Los Zetas. Anche questa volta la vittima è un attivista che lavorava in Rete per denunciare le loro attività criminali

Roma - Dopo i blogger uccisi all'inizio di settembre e dopo il presunto rapimento di un membro di Anonymous che ha comportato le minacce del gruppo di hacktivisti, Los Zetas tornano a colpire.

Giovedì Anonymous IberoAmerica aveva dichiarato di voler abbandonare l'operazione antinarcos OpCartel poiché il fantomatico membro rapito sarebbe stato rilasciato, accompagnato da un messaggio: "10 persone saranno assassinate per ogni nome di collaboratore di Los Zetas rivelato". La "guerra" tra i nacrotrafficanti e gli attivisti del web sembrava essersi placata e invece mercoledì 9 novembre il gruppo criminale ha compiuto un altro assassinio.

Pare si tratti di un collaboratore - e co-moderatore - di Nuevo Laredo en Vivo, lo stesso network dove lavorava Marisol Macias Castaneda, anche lei brutalmente assassinata poco più di un mese fa. Il corpo di "Rascatripas" - questo il suo nickname sul sito - è stato trovato senza vita e decapitato dietro una statua di Cristoforo Colombo a un miglio dal confine col Texas. Accanto al corpo un messaggio: "Ciao, sono Rascatripas e questo mi è accaduto perché non avevo capito che non avrei dovuto pubblicare cose sui social network".
Nuevo Laredo en vivo, in un tweet di risposta all'Associated Press che chiedeva un commento, ha dichiarato che non c'è modo di confermare che "Rascatripas" sia effettivamente la persona assassinata, perché gli utenti del sito sono tutti completamente anonimi. E, nonostante il tentativo di intimidazione, i membri di Nuevo Laredo hanno votato per continuare a fornire informazioni sui criminali alle autorità.

Elsa Pili
Notizie collegate
  • AttualitàMessico, Anonymous contro i narcosAnonymous ha dichiarato guerra a un gruppo di narcotrafficanti messicano, Los Zetas. L'operazione implicherebbe forti rischi e probabili spargimenti di sangue: gli anonimi si dividono
  • AttualitàMessico, l'orrore sui blog anti-drogaBrutale doppio omicidio da parte del cartello locale Zetas. Le vittime sono due ragazzi di appena 20 anni, rei di aver postato contenuti scomodi su forum e blog. Un atto intimidatorio con tanto di firma e minacce
7 Commenti alla Notizia Messico, postare costa la vita
Ordina
  • basterebbe mettere la pena di morte per chiunque si macchi di crimini legati al traffico di stupefacenti e appartenenza ai cartelli della droga in messico.

    E' in atto una guerra, i cartelli della droga non si fanno problemi ad ammazzare chiunque gli si mette in mezzo, e o si usano sistemi drastici e veramente dissuasivi oppure non se ne viene a capo, perche' il fatto di finire in prigione non gli fa ne caldo ne freddo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: trullo
    > basterebbe mettere la pena di morte per chiunque
    > si macchi di crimini legati al traffico di
    > stupefacenti e appartenenza ai cartelli della
    > droga in
    > messico.
    >
    > E' in atto una guerra, i cartelli della droga non
    > si fanno problemi ad ammazzare chiunque gli si
    > mette in mezzo, e o si usano sistemi drastici e
    > veramente dissuasivi oppure non se ne viene a
    > capo, perche' il fatto di finire in prigione non
    > gli fa ne caldo ne
    > freddo.

    Si vede come funziona, la pena di morte negli USA... altroché se funziona...
    Funz
    13017
  • - Scritto da: trullo
    > basterebbe mettere la pena di morte per chiunque
    > si macchi di crimini legati al traffico di
    > stupefacenti e appartenenza ai cartelli della
    > droga in messico.

    Basterebbe quindi togliere i cocainomani dal governo quindi ?
    krane
    22544
  • Non condivido per niente questi omicidi
    Anonymus non sono pero' degli stinchi di santi
    E lo sappiamo tutti
    Gia' il fatto che non dicono chi siano...
    Poi si scopre che ne fanno parte pervertiti che praticano l'esibizionismo o la pedofilia come Mark Fisher....
    Ma! Caino contro Caino
    non+autenticato
  • - Scritto da: antonella passero
    > Non condivido per niente questi omicidi

    meno male

    > Anonymus non sono pero' degli stinchi di santi
    > E lo sappiamo tutti
    > Gia' il fatto che non dicono chi siano...

    poiché fanno azioni dimostrative, durerebbero poco
    con nomi e cognomi pubblici.

    > Poi si scopre che ne fanno parte pervertiti che
    > praticano l'esibizionismo o la pedofilia come
    > Mark
    > Fisher....

    una persona discutibile non necessariamente rende
    tutto il gruppo o le loro motivazioni discutibili

    > Ma! Caino contro Caino
    non+autenticato
  • ...E come per magia il problema SCOMPARE in una notte!
    non+autenticato
  • - Scritto da: malto
    > ...E come per magia il problema SCOMPARE in
    > una notte!

    Quoto...
    Lo dice ogni studio disponibile ormai...
    krane
    22544