Alfonso Maruccia

Marte: Russia alla deriva, NASA in partenza

La nuova missione spaziale russa si avvia verso un triste epilogo con il ritorno della sonda marziana nell'atmosfera terrestre. Nel mentre NASA si prepara a lanciare Curiosity: studierà la vita sul Pianeta Rosso

Roma - Doveva rilanciare le ambizioni della Russia nell'esplorazione dello spazio, e invece la missione Fobos-Grunt sembra essere destinata a concludersi con un epilogo che sa di fallimento e di speranze interrotte. I tentativi di Roscosmos di comunicare con la sonda non hanno avuto esito, e il tempo disponibile per nuovi sforzi sembra volgere al termine.

Indirizzata verso il satellite roccioso di Marte noto come Phobos, la sonda si è "persa" in orbita intorno alla Terra subito dopo il lancio: gli scienziati dell'agenzia spaziale russa hanno provato a contattarla istruendola con nuovi ordini durante i molteplici passaggi nei punti di comunicazione presenti sulla superficie, ma ogni tentativo si è rivelato inutile.

Le batterie presenti a bordo della sonda forniscono a Roscosmos margini di manovra estremamente limitati: alcune stime parlano di pochissime ore ancora a disposizione degli scienziati per contattare la sonda e accendere i booster che la portino fuori atmosfera verso la sua destinazione naturale.
Il destino di Fobos-Grunt potrebbe insomma essere il fatale ritorno nell'atmosfera terrestre entro i primi giorni di dicembre, e a quel punto assieme al milione abbondante di rubli che è costata la sonda potrebbero andare in pezzi anche le ambizioni e il prestigio residuo di Roscosmos.

In attesa di conoscere il destino di Fobos-Grunt, dall'altra parte dell'Atlantico la NASA completa i preparativi per l'avvio della sua nuova missione marziana: Mars Science Laboratory, il rover ripieno di strumentazione scientifica anche noto con il nomignolo informale di Curiosity, è atteso al lancio entro il 25 novembre. Obiettivo: bissare lo strepitoso successo della coppia Spirit+Opportunity e scoprire la vita. Se vita esiste o è mai esistita sul Pianeta Rosso.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàNASA, Marte non sarà in 3DL'agenzia spaziale statunitense accantona il progetto di filmare il Pianeta Rosso con le telecamere personalizzate create da James Cameron. E' una tecnologia che verrà sfruttata in futuro
  • AttualitàRussia, missione verso la luna di MarteL'agenzia spaziale russa ha lanciato la sua nuova sonda spaziale: destinazione Phobos, la misteriosa luna di Marte. Ma dei problemi costringono la missione nell'orbita terrestre
13 Commenti alla Notizia Marte: Russia alla deriva, NASA in partenza
Ordina
  • Circa metà delle missioni che hanno mandato verso Marte sono fallite miseramente. Saranno i poteri psi degli indigeni a portare sfiga?Con la lingua fuori
    Funz
    13032
  • sì la ricerca, sì il puntare in alto per arrivare lontatno, si quello che vi pare, ma con tutti i sistemi economici dei paesi sviluppati che convergono al fallimento perché defective-by-design penso che sarebbe meglio fermarsi un attimo e sistemare le cose qua, pittosto che sprecare risorse per andare a cercare batteri fossili su un sasso nello spazio no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gibbo
    > sì la ricerca, sì il puntare in alto per arrivare
    > lontatno, si quello che vi pare, ma con tutti i
    > sistemi economici dei paesi sviluppati che
    > convergono al fallimento perché
    > defective-by-design penso che sarebbe meglio
    > fermarsi un attimo e sistemare le cose qua,
    > pittosto che sprecare risorse per andare a
    > cercare batteri fossili su un sasso nello spazio
    > no?

    No.
    Tanto, se dobbiamo andare in bancarotta e i soldi sono destinati a non valere più niente, allora molto meglio spenderli per aumentare la conoscenza.
    Poi questo solito discorso è fallato in partenza, visto che la ricerca di base (NASA compresa con tutte le sue attività) ha sempre generato ricchezza pari a molte volte gli investimenti.
    Funz
    13032
  • mah sta quantificazione andrebbe un attimino contestualizzata eh..

    Comunque il quadro è questo: tu fai ricerca, ottieni tecnologia, efficienti processi, risparmi risorse. NON generi risorse. Limiti un pò gli sprechi, aumenti il livello della vita. Questo al prezzo delle risorse iniziali + gli interessi con le banche (che esistono a prescindere se esistono le risorse equivalenti). A questo mi riferivo. I bilanci questo dicono: il livello di vita occidentale (adesso tralascio quello orientale e gli altri) si basa su debito.

    Quindi ripeto, sì ricerca e quello che ti pare proprio per i motivi che dici tu, ma stop un attimo, recuperiamo il disastro economico CHE PEGGIORA CONTINUAMENTE ed inevitabilmente, poi alla via i cannoni protonici infraquantistici prodotti dalle fabbrice marziane.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gibbo
    > Quindi ripeto, sì ricerca e quello che ti pare
    > proprio per i motivi che dici tu, ma stop un
    > attimo, recuperiamo il disastro economico CHE
    > PEGGIORA CONTINUAMENTE ed inevitabilmente, poi
    > alla via i cannoni protonici infraquantistici
    > prodotti dalle fabbrice
    > marziane.

    Di certo la crisi terminale dell'economia capitalistica non è causata dalla scienza, che produce ricchezza, ma dal fatto che l'economia è basata interamente sulla crescita esponenziale del consumo delle risorse naturali di un pianeta finito.
    Tutto qui. La scienza l'aveva già capito da molto tempo (v. I limiti dello sviluppo). L'economia e la politica non hanno capito, o hanno fatto finta di nulla. Adesso ne paghiamo le conseguenze.
    Funz
    13032
  • Mi "Auguro" che la sonda sia ripristinata delle scienziati al più presto possibile e che la conoscenza "Spaziale" sia oggetto di scienza e no di concorrenza.-
    non+autenticato
  • Speriamo che gli scienziati possano ripristinare fino al ultimo momento questa sonda inviata al satellite "Photo". Ma della nostra "Luna", quando ne sapremo di più...? e poi, quanti scienziati cercano il origine della nostra terra... Non ci sarà le risposte nel nostro satellite, che ancora è rimasto vergine. Se ogni uovo che fa una gallina riconosce la sua madre: che cosa stiamo aspettando??? Magari c'è la vita nella nostra casa e noi la andiamo a cercare de un'altra parte. Mi Auguro che tutte queste missione facciano un passo avanti nelle nostre incertezze e non siano oggetto de concorrenza.-
    non+autenticato
  • Ma tu non sei italiano, vero?
  • Seriamente? 1 milione di rubli sono 25 mila euro, la sonda costa 25 mila euro? Volete dire che posso finanziare il programma spaziale russo?
    non+autenticato
  • Ma noooooooooo!!! Sono solo 23928 euro. Posso finanziarli anche io!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Matteo Ferrara
    > Seriamente? 1 milione di rubli sono 25 mila euro,
    > la sonda costa 25 mila euro? Volete dire che
    > posso finanziare il programma spaziale
    > russo?

    Ci sono leggi che obbligano ad assumere una certa quota di diversamente abili e PI non credo faccia eccezione. E' ormai assodato il fatto che maruccia ha problemi quando si tratta di numeri, formule, e' tutto cio' che e' in qualche modo legato al concetto di "numero". Mi sembra infantile continuare ad insistere sulle carenze di chi e' meno fortunato di te. (io pero' lo avrei lasciato al reparto fotocopie.)
    non+autenticato
  • The craft is insured for 1.2 billion roubles (£24.7m)

    ciao!
    non+autenticato
  • ah ecco! è tutta una frode assicurativa alloraSorride
    non+autenticato