Free Play Club, un sequestro a sorpresa

Parla l'admin del sito sequestrato insieme a Italianshare. Era tutto perfettamente legale, spiega a Punto Informatico, nessun avvertimento da parte delle autoritÓ

Riceviamo e pubblichiamo una lettera da parte dell'amministratore di freeplayclub.org, sito colpito nella seconda tornata di sequestri collegati al caso Italianshare.net. Free Play Club, spiega, è perfettamente legale, ospita solamente link a giochi da scaricare legalmente e gratuitamente dai siti dei rispettivi autori.

Sono uno degli amministratori del sito http://www.freeplayclub.org che non ha mai ospitato link illegali o software warez, crack ecc.
Sul nostro sito non sono indicizzati link a file pirata ma solo link a software e giochi per computer esclusivamente gratuiti e di libero download che noi recensiamo e pubblichiamo linkando direttamente i download dai loro rispettivi produttori o autori.
Materiali che non sono assolutamente gratuiti non vengono neanche presi in considerazione dal nostro sito.

Se viene pubblicato qualche contenuto che riteniamo illegale o anche semplicemente shareware (quindi a pagamento) e persino se qualche autore ci chiede di rimuovere per qualsiasi ragione un suo materiale dal sito, noi rimuoviamo immediatamente tutto il contenuto.
Pensavamo di avere un problema coi DNS e fino alla pubblicazione dell'articolo su Punto Informatico ignoravamo che fosse stato preso qualsiasi provvedimento nei confronti di Free Play Club. Attualmente non abbiamo ricevuto nessuna notifica ufficiale al riguardo e quindi non sappiamo a chi rivolgerci per far valere le nostre ragioni e dimostrare che il nostro sito è perfettamente legale.

Pensiamo che il tutto sia frutto di un malinteso derivato dal fatto che un link che pubblicizzava il nostro sito fosse ancora presente sul sito Italianshare. Questo link fu messo anni fa proprio dal loro admin P.G. (alias Tex Willer) perché loro non avevano una sezione di giochi flash (arcade) per il gioco online e quindi chi voleva veniva indirizzato a noi, senza però avere alcun altro legame se non la conoscenza diretta tra me e lo stesso loro admin per ragioni di amicizia.

Ora senza neanche guardare il contenuto del sito che per le autorità preposte è sempre a disposizione per qualsiasi controllo sia sul server che sul database ma solo perché su un sito ritenuto illegale hanno trovato un nostro biglietto da visita, dobbiamo subire la chiusura preventiva del nostro sito nonostante sia tutto in piena regola e siccome sappiamo come vanno in Italia certe cose già ci aspettiamo tempi lunghi perché possano affermarsi le nostre ragioni, con danno in termini di utenza e immagine che non potremo recuperare probabilmente mai.
Notizie collegate
  • AttualitàItalianshare, sigilli tricoloriSequestrati 5 siti appartenenti al newtork multipiattaforma. Nei guai il misterioso Tex Willer, 49enne di Agropoli (SA). Scovate 31mila opere illecite condivise a mezzo link. Sono al vaglio anche le donazioni degli utenti
  • AttualitàItalianshare.net, parola a Tex WillerLa versione dell'admin del network sequestrato. La visita delle Fiamme Gialle, la consegna delle password di accesso al server, la collaborazione con le autoritÓ. Pensieri sparsi su indicizzazione, condivisione, libertÓ
  • AttualitàItalianshare, sequestrati altri due sitiTrattasi dei domini Italianstylewebsite.net e FreePlayClub.org. Aggiunti dalle Fiamme Gialle di Agropoli alla lista dei 5 siti legati al network gestito da Tex Willer. Chiesto ai provider il blocco a mezzo DNS
  • AttualitàSigilli online, spiega Tex WillerI due nuovi siti oscurati dalla Guardia di Finanza di Agropoli non indicizzerebbero file in violazione del diritto d'autore. E non sarebbero collegati con Italianshare. Se non per uno scambio di banner
126 Commenti alla Notizia Free Play Club, un sequestro a sorpresa
Ordina
  • Salve a tutti, ero un lurkatore abituale del sito in questione.
    Ho letto un po' dei commenti e mi dispiace dirlo, ma secondo me il sito non tornerà disponibile nei DNS italiani a breve.
    Mi ricordo di quando fu oscurato il server 3 o 5 di imageshack per "pedofilia", ci vollero diversi mesi perché il server fu riabilitato, e stiamo parlando di imageshack, non di una famiglia di italiani comuni. Di conseguenza occorrerà tanta pazienza, e praticamente ripartire da zero, considerando che l'utenza media del sito non era così esperta di informatica.

    Secondo me questa storia dell'oscuramento preventivo è l'ennesima porcata, per il semplice motivo che non è prassi normale in tutti i paesi del mondo, per cui basterebbe usare anche i server DNS della papuasia per poter accedere ai contenuti che in italia cercano di bloccare.
    Facendo un paragone, è come voler bloccare l'accesso ad un condominio sequestrato bloccando solo una delle tante vie d'accesso e lasciando il portone completamente spalancato.

    E la colpa di chi è? Non è certo né della destra né della sinistra, ma della nostra classe dirigente.

    Tempo fa ho visto su blob una giornalista che intervistava una parlamentare chiedendo "ma lo spread cos'è?" e quella "mi sta disturbando.. via se ne vada!" "ok ma lo spread cos'é?" "E la differenza... il differenziale... se ne vada o le rompo la telecamera!"

    A parte che a me sembra un comportamento "da bambini", ma poi vogliono risolvere la questione del default, del debito pubblico, senza neanche sapere su cosa stanno legiferando.

    Solidarietà a Lady G ed Enzo, però secondo me ci vorranno diversi mesi per rivedere il sito usando i DNS italiani.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 novembre 2011 01.06
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: numerone
    > Salve a tutti, ero un lurkatore abituale del sito
    > in questione.
    > Ho letto un po' dei commenti e mi dispiace dirlo,
    > ma secondo me il sito non tornerà disponibile nei
    > DNS italiani a breve.

    Ti sei sbagliato, e ne siamo contenti Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: numerone
    > Salve a tutti, ero un lurkatore abituale del sito
    > in
    > questione.
    > Ho letto un po' dei commenti e mi dispiace dirlo,
    > ma secondo me il sito non tornerà disponibile nei
    > DNS italiani a
    > breve.

    Previsione azzeccata. Evvai!
  • Allo stato attuale ancora non risulta disponibile nei dns del mio provider, ad ogni modo se avete info più aggiornate delle mie ne son solo felice.Sorride
  • - Scritto da: numerone
    > Allo stato attuale ancora non risulta disponibile
    > nei dns del mio provider, ad ogni modo se avete
    > info più aggiornate delle mie ne son solo felice.
    >Sorride

    Io ho NGI e da stamattina è tornato online
  • Ci sono novita' sulla vicenda di Free Play Club ????
    Grazie
    non+autenticato
  • - Scritto da: benhur69
    > Ci sono novita' sulla vicenda di Free Play Club
    > ????
    > Grazie
    No ben nessuna novità, siamo ancora oscurati e in attesa che ci sblocchino cmq si può entrare cambiando i DNS, mettendo gli open dns oppure quelli di google.
  • Ciao lady, avete provato a rivolgervi alle associazioni di consumatori
    di solito loro su queste faccende si danno da fare.........
    a presto ciao
    non+autenticato
  • Ma cosa volete?
    Vi esaltate per Travaglio, leggete il Fallo Quotidiano, magari votate pure per Tonino di Montenero di Bisaccia e poi vi lamentate per le manette facili e sequestri alla carlona?
    Guardate che in italia va di moda il giustizialismo spicciolo, adeguatevi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Klaud iory2
    > Ma cosa volete?
    > Vi esaltate per Travaglio,

    E' divertente

    > leggete il Fallo Quotidiano,

    Poco.

    > magari votate pure per Tonino di
    > Montenero di Bisaccia

    Mai fatto e non ho intenzione di farlo manco se mi paga. E non ho mai dato il voto a chi era alleato con lui. E non ho mai votato qualcuno che fosse un suo alleato così come non ho mai votato né il nano né uno dei suoi alleati (né presenti né passati).
    Sono uno di quelli che vota quelli che non vincono ma almeno so che ho dato il mio voto a persone per bene. Quindi sono esclusi mafiosi, razzisti, corrotti e magistrati (o ex tali). E sono esclusi ex comici poco coerenti.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 25 novembre 2011 01.48
    -----------------------------------------------------------
  • Di fronte a questa cosa mi immagino cosa possa succedere se mai sarà aprrovato il regolamento voluto dall'agcom,da loro,uhm nn proprio da loroCon la lingua fuori.
    non+autenticato
  • Mi fa piacere che qualcuno abbia fatto le pulci al sito trovando vecchi articoli di Maruccia (con link alla fonte e non modificati. Come vuole la licenza creative commons), il nostro proposito di mettere filmati streaming subito stoppato dai nostri stessi utenti che ci informarono che era illegale e i giochi a premio in cui promettevamo una ricarica telefonica da 10 euro a chi seguiva il nostro gioco per un anno intero. Ricarica che ci veniva puntualmente restituita dagli utenti sotto forma di donazione.
    Forse se ci avessero contestato queste cose almeno potevamo farcene una ragione, invece qui è stato fatto un sequestro preventivo (ho otuto leggere il decreto di sequestro preventivo n. 220/11/21 R.G.N.R. Mod 21 - 1173/2011 R.G.G.J.P. datato 11 novembre 2011.) in cui si oscuravano i siti del network italianshare e tra questi c'era anche il nostro che con italianshare non ha nulla a che vedere. La notifica del sequestro non l'abbiamo avuta perchè semplicemente non si sono preoccupati di vedere a chi appartenesse Free Play club. Per loro era di G.P (alias tex Willer) e ce lo hanno chiuso notificando a lui stesso la chiusura di un sito non suo.
    Quindi altro che cantonata, qui si tratta di giustizia sommaria e senza appello. E' come se mentre passeggi con un amico, questo venga arrestato per motivi suoi e solo perchè ti trovavi con lui ti fanno passare qualche giorno in carcere finchè non dimostri che non centri nulla. Amici, se passa questa cultura, come ho scritto anche prima, siamo veramente nei guai, basta essere amici dello zoppo perchè si sia considerati zoppi e questo in uno stato libero non ci può essere.
  • - Scritto da: Enzo De Biase
    > Mi fa piacere che qualcuno abbia fatto le pulci
    > al sito trovando vecchi articoli di Maruccia (con
    > link alla fonte e non modificati. Come vuole la
    > licenza creative commons), il nostro proposito di
    > mettere filmati streaming subito stoppato dai
    > nostri stessi utenti che ci informarono che era
    > illegale e i giochi a premio in cui promettevamo
    > una ricarica telefonica da 10 euro a chi seguiva
    > il nostro gioco per un anno intero. Ricarica che
    > ci veniva puntualmente restituita dagli utenti
    > sotto forma di
    > donazione.
    > Forse se ci avessero contestato queste cose
    > almeno potevamo farcene una ragione, invece qui è
    > stato fatto un sequestro preventivo (ho otuto
    > leggere il decreto di sequestro preventivo n.
    > 220/11/21 R.G.N.R. Mod 21 - 1173/2011 R.G.G.J.P.
    > datato 11 novembre 2011.) in cui si oscuravano i
    > siti del network italianshare e tra questi c'era
    > anche il nostro che con italianshare non ha nulla
    > a che vedere. La notifica del sequestro non
    > l'abbiamo avuta perchè semplicemente non si sono
    > preoccupati di vedere a chi appartenesse Free
    > Play club. Per loro era di G.P (alias tex Willer)
    > e ce lo hanno chiuso notificando a lui stesso la
    > chiusura di un sito non
    > suo.
    > Quindi altro che cantonata, qui si tratta di
    > giustizia sommaria e senza appello. E' come se
    > mentre passeggi con un amico, questo venga
    > arrestato per motivi suoi e solo perchè ti
    > trovavi con lui ti fanno passare qualche giorno
    > in carcere finchè non dimostri che non centri
    > nulla. Amici, se passa questa cultura, come ho
    > scritto anche prima, siamo veramente nei guai,
    > basta essere amici dello zoppo perchè si sia
    > considerati zoppi e questo in uno stato libero
    > non ci può essere.

    Credo che l'unico modo per non farla passare sia controdenunciare potentemente e chiedere fior di danni morali.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Credo che l'unico modo per non farla passare sia
    > controdenunciare potentemente e chiedere fior di
    > danni morali.

    Sono d'accordo ma temo che il PM e gli agenti della GDF, che hanno tutti agito illegalmente abusando dei loro poteri, non cacceranno un centesimo di tasca propria e non si faranno neanche un minuto di galera...
  • Anzi adirittura la cosa piu assurda,che se mai chiederanno i danni per il sequestro ingiusto,pagherà lo stato italiano con le ns belle tasse,di cui lo stesso che avra giustizia,avra partecipato a pagare.Discorso contorto ma spero di essere riuscito a spiegarmi...Ma conoscendo come funziona la giustizia italiana,sono sicuro che pure di addebitarli qualcosa troveranno sicuramente un pretesto,infatti è proprio per questo motivo che sempre piu persone per avere giustizia si rivolgano sempre di piu all'europa..con un aumento sempre crescente di casi dove l'italica giustizia soccombe...
    non+autenticato
  • beh i sequesti portano firme precise l'abuso di potere è nominale non coinvolge tutti i giudici e tutti i pm.
    Anche in questo paese si può ottenere giustizia soltanto che bisogna faticare un pò...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enzo De Biase
    > Amici, se passa questa cultura, come ho
    > scritto anche prima, siamo veramente nei guai,
    > basta essere amici dello zoppo perchè si sia
    > considerati zoppi e questo in uno stato libero
    > non ci può
    > essere.

    http://www.video.mediaset.it/video/iene/puntata/25...
    8080
    1236
  • - Scritto da: Enzo De Biase
    > Mi fa piacere che...

    ciao. Non ci conosciamo, comunque se le cose stanno come hai descritto, hai la mia solidarietà. Dopodiché, venendo al concreto, direi:
    - per il modo di funzionamento di Internet (link, "fumosità" di attribuzione del chi/cosa, possibilità di utilizzare server "fisici" dislocati in tutto il mondo), queste cose "possono succedere", anche se non dovrebbero (non dovrebbe nemmeno succedere che gente venga pestata in carcere, ma pare succeda... Triste )
    - nel tuo caso, capisco i tuoi dubbi sulle lungaggini della giustizia italiana, tuttavia ritengo che dovrebbe essere possibile ricorrere ad una "procedura d'urgenza" per ottenere il dissequestro del tuo sito, non dovrebbe essere molto complicato dimostrare quello che affermi e quindi ottenere di farti riaprire per evitare un "danno ingiusto". Ovviamente dovrai spendere per l'avvocato, purtroppo.

    Riguardo il possibile danno futuro, a mio parere potresti invece trarne alla fine un beneficio (e te lo auguro), vista la "pubblicità" che la vicenda darà al tuo sito (per dire io non lo conoscevo). Alla fine, parlate bene o male, ma parlate di me. ciao

    > Forse se ci avessero contestato queste cose
    > almeno potevamo farcene una ragione, invece qui è
    > stato fatto un sequestro preventivo

    il sequestro è "preventivo" proprio perché mira ad "impedire il ripetersi del reato", altrimenti sarebbe definitivo Sorride, se il reato non c'è secondo me te la sbrigherai a breve

    > Quindi altro che cantonata, qui si tratta di
    > giustizia sommaria e senza appello.

    Beh no, non è senza appello Occhiolino, per ora in Italia puoi ancora fare sentire le tue ragioni
    non+autenticato
  • Naturalmente la mia espressione: Senza appello è più da riferirsi al mancato controllo effettuato prima di procedere. Ci mancherebbe anche che non ci si potesse appellare, lo fanno quando il torto è marcio figuriamoci quando la ragione è palese. Il discorso della procedura d'urgenza con spese legali è quello che non possiamo permetterci, per un sito amatoriale nel quale mettiamo da anni oltre che il nostro impegno quotidiano anche una piccola cifra sottratta al nostro bilancio familiare, sarebbe la goccia che fa traboccare il vaso e ci porterebbe alla rinuncia al nostro hobby. E' quindi un discorso che non vogliamo proprio essere costretti ad intraprendere da soli. Infatti Penso che quello che ci è successo possa costituire un precedente pericoloso. Non si è mai visto che quando arrestano qualcuno e gli trovano dei biglietti da visita in tasca, vadano ad arrestare anche tutti quelli dei biglietti. Fatte le dovute proporzioni è proprio quello che è capitato a noi. E' stata fatta di tutta l'erba un fascio senza neanche controllare cosa si stesse facendo e ciò dimostra che non sono state fatte indagini sul sito perchè bastava aprire qualche pagina per rendersi conto che non si faceva nessuna attività illecita e bastava fare una ricerca sul sito stesso per poter trovare i nomi e i recapiti degli amministratori del sito che non sono mai stati nascosti ai nostri utenti.
    Quello che cerco di dire è che se troviamo qualcuno che ci possa aiutare a far si che questi episodi non abbiano più a ripetersi, seguiremo volentieri i consigli e la strada per ottenere piena giustizia combattendo per i nostri diritti, in caso contrario penso che siamo troppo piccoli per combattere contro il sistema, rimarremo schiacciati e non otterremo nulla.
  • - Scritto da: Enzo De Biase

    > Il discorso della procedura d'urgenza con spese
    > legali è quello che non possiamo permetterci

    provate per partire con un semplice esposto,
    la questione sta avendo anche una eco "mediatica" notevole per cui magari ci mettono una pezza.
    Potreste anche provare a contattare, invece del PM, che la vedo più dura, qualcuno degli investigatori, magari può ricevervi più facilmente ed una volta compresa la questione, ha la strada migliore per provvedere.

    > Fatte le dovute proporzioni è proprio quello che
    > è capitato a noi. E' stata fatta di tutta l'erba
    > un fascio senza neanche controllare cosa si
    > stesse facendo

    Quello che è stato fatto non lo puoi sapere, perfino la Gazzetta Ufficiale talvolta sbaglia, può succedere in un Provvedimento Giudiziario di sbagliare un copia/incolla e zacchete ci va a finire il vostro link

    > perchè bastava aprire
    > qualche pagina per rendersi conto che non si
    > faceva nessuna attività illecita e bastava fare
    > una ricerca sul sito stesso per poter trovare i
    > nomi e i recapiti degli amministratori del sito
    > che non sono mai stati nascosti ai nostri utenti.

    Come non darti ragione. Sono comunque convinto che la questione si risolverà a breve.

    > Quello che cerco di dire è che se troviamo
    > qualcuno che ci possa aiutare a far si che questi
    > episodi non abbiano più a ripetersi

    Questo è un obiettivo complicato.. richiede leggi, regolamenti.. per il momento potete ottenere giustizia per voi.

    Credo che anche PI, in qualità di giornalisti, possano fare la loro parte nel portare all'attenzione degli investigatori il vostro problema.
    Se fossi un avvocato ti darei una mano gratis, comunque ripeto che secondo me entro la prossima settimana siete già online. ciao
    non+autenticato
  • Non so se stai facendo la scelta giusta a non prendere ora l'avvocato. C'è un tempo molto breve per presentare istanza e poi essere scagionati perché il fatto non sussiste. Ma se aspetti poi devi affrontare il processo penale che dura anni e lì l'avvocato lo dovrai prendere, ti costerà anche di più nel lungo periodo.
    Al massimo informati su che tipo di domanda devi presentare e la compili tu, probabilmente è un'istanza di dissequestro, su Internet ci sono già i moduli.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gian
    > Non so se stai facendo la scelta giusta a non
    > prendere ora l'avvocato. C'è un tempo molto breve
    > per presentare istanza e poi essere scagionati
    > perché il fatto non sussiste.

    Si, però precisiamo: al momento loro (se ho capito) "non ne sanno niente", perché il sequestro è stato fatto nel presupposto che il sito fosse di "Tex", quindi loro non devono essere scagionati di niente, al momento non è a loro che è stato contestato qualcosa
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)