Italianstylewebsite, altro sequestro a sorpresa

Anche il gestore di Italianstylewebsite fa sentire la sua voce: sul suo sito, nessun link a contenuti caricati online illegalmente. L'unica connessione con Italianshare era un banner

Riceviamo e pubblichiamo una lettera da parte dell'amministratore di www.italianstylewebsite.net, sito che insieme a www.freeplayclub.org è stato investito dalla seconda tornata di sequestri collegati al caso Italianshare.net.

Cara redazione di Punto Informatico, vi scrivo queste due righe per farvi presente la situazione di ItalianStyleWebSite. Come vi ha anche sottolineato Tex Willer, il mio sito è un sito prettamente di discussione generica, senza alcun link verso materiale protetto da copyright, l'unico legame con ItalianShare era il bannerino che rimandava a ISWS e la sezione di supporto quando Italianshare non funzionava.

Non riesco a comprendere il perché di questo oscuramento dei dns visto che il sito è legale. Ora è diventato impossibile prendere un caffè con una persona che abbia qualche problema con la legge che subito ti considerano delinquente? Non perché Tex sia un delinquente, anzi non ha mai preso un centesimo per il bannerino che ospitava. Perché non hanno visto prima che cosa c'era sul mio sito? Sicuramente avrebbero visto che non aveva nulla a che vedere con ItalianShare, del resto bastava fare un semplice whois e verificare sia che ISWS non è sul server di Italianshare, e verificare che non che ci sono link a materiale protetto da copyright.
Quindi chiedo PERCH╔? Nemmeno mi è giunta comunicazione del sequestro, come agli amici di Freeplayclub, anche loro completamente legali, ma davvero non si può più parlare in Italia? In effetti la legge italiana dice che prima ti crea un danno sequestrandoti le cose, e poi se hai ragione dopo mesi e mesi te li dissequestra senza darti nulla in cambio. Scusate, ma da persona poco istruita sono avvilito, completamente avvilito da questi modi di fare da parte della legge italiana.
Notizie collegate
  • Diritto & InternetFree Play Club, un sequestro a sorpresaParla l'admin del sito sequestrato insieme a Italianshare. Era tutto perfettamente legale, spiega a Punto Informatico, nessun avvertimento da parte delle autoritÓ
  • AttualitàItalianshare, sigilli tricoloriSequestrati 5 siti appartenenti al newtork multipiattaforma. Nei guai il misterioso Tex Willer, 49enne di Agropoli (SA). Scovate 31mila opere illecite condivise a mezzo link. Sono al vaglio anche le donazioni degli utenti
  • AttualitàItalianshare.net, parola a Tex WillerLa versione dell'admin del network sequestrato. La visita delle Fiamme Gialle, la consegna delle password di accesso al server, la collaborazione con le autoritÓ. Pensieri sparsi su indicizzazione, condivisione, libertÓ
  • AttualitàItalianshare, sequestrati altri due sitiTrattasi dei domini Italianstylewebsite.net e FreePlayClub.org. Aggiunti dalle Fiamme Gialle di Agropoli alla lista dei 5 siti legati al network gestito da Tex Willer. Chiesto ai provider il blocco a mezzo DNS
  • AttualitàSigilli online, spiega Tex WillerI due nuovi siti oscurati dalla Guardia di Finanza di Agropoli non indicizzerebbero file in violazione del diritto d'autore. E non sarebbero collegati con Italianshare. Se non per uno scambio di banner
3 Commenti alla Notizia Italianstylewebsite, altro sequestro a sorpresa
Ordina
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > Se il tuo sito è davvero completamente legale, la
    > vinci di sicuro e ti verranno pagati i danni (che
    > a mio avviso dovrebbe pagare l'omino che ha
    > ordinato la censura senza nemmeno mettere naso
    > nel tuo
    > sito).

    Il quale dovrebbe potersi rivalere a sua volta sul denunciante e confiscargli TUTTI i suoi beni personali.
    Questa gente schifosa capisce solo i soldi, e allora bisogna punirla togliendogli quelli.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: unaDuraLezione
    > > Se il tuo sito è davvero completamente
    > legale,
    > la
    > > vinci di sicuro e ti verranno pagati i danni
    > (che
    > > a mio avviso dovrebbe pagare l'omino che ha
    > > ordinato la censura senza nemmeno mettere
    > naso
    > > nel tuo
    > > sito).
    >
    > Il quale dovrebbe potersi rivalere a sua volta
    > sul denunciante e confiscargli TUTTI i suoi beni
    > personali.
    > Questa gente schifosa capisce solo i soldi, e
    > allora bisogna punirla togliendogli
    > quelli.
    "questa gente schifosa che capisce solo i soldi" chi? perche' la Postale avra' fatto le sue indagini (imbarazzanti, ma tralasciamo) e avra' riferito/autorizzata da un P.M.(giudice).... di certo non hanno molto ne da guadagnare o da perdere da questo lavorio... ma forse ti riferivi ai MANDANTI ...PURTROPPO quelli si che "capiscono solo i soldi", e legiferano pure spacciando le loro cagate "in nome del popolo italiano".
    Le cagate scritte da Urbani ,bondi, Univideo (detta Carlucci) ,siae e amici NON SONO certo scritte in nome del popolo italiano purtroppo ma sono perfettamente legaliCon la lingua fuori
    non+autenticato