Roberto Pulito

Intel e il supercomputer x86

Santa Clara torna sull'argomento mainframe puntando sui 50 core del chip Knights Corner prodotto a 22 nanometri. ExaFLOPs come se piovessero

Roma - Per i cervelloni modulari con prestazioni davvero competitive bisogna utilizzare i Knights Corner, co-processori con architettura MIC (Many Integrated Core) a 22 nanometri Tri-Gate, espressamente rivolta al super-computing.

Dal palco della conferenza SC2011, Intel risponde ai competitor come AMD o Nvidia che stanno provando a creare mainframe con altre soluzioni e illustra un futuro prossimo fatto di prestazioni calcolate in ExaFLOPs unità di misura che si traduce in 1018 operazioni al secondo.

Il colosso di Santa Clara insiste sul calcolo parallelo via CPU, a differenza delle soluzioni che si appoggiano al processore video per gestire più compiti contemporaneamente. Ma i risultati da record raggiunti sul campo parlano chiaro: ogni singolo Knights Corner è in grado di masticare 1 TeraFLOPs tutto da solo.
Il co-processore con architettura alternativo è contemporaneamente in grado di garantire la compatibilità con le attuali applicazioni x86. Caratteristica che farà risparmiare tempo, costi e risorse quando arriverà il momento di entrare davvero in gioco. Al momento però non c'è ancora una data effettiva per l'inizio della commercializzazione, sebbene siano iniziate le sperimentazioni sul campo.

Roberto Pulito
Notizie collegate
18 Commenti alla Notizia Intel e il supercomputer x86
Ordina
  • amd il primo trimetre 2012 a gia in cantiere cpu 34 core fisici intel stali aguadare ???????????????????????? pereto eletronic0 aqua aqua
    non+autenticato
  • devono comercializare subito i cpu 50 core devono (amd) da un messeto mette a tutticpu a 16 core
    non+autenticato
  • I mainframe sono questi: http://www-03.ibm.com/systems/z/index.html
    Quelli di intel sono supercomputer paralleli, molto potenti ma NON sono mainframe.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lina Acciderbo
    > I mainframe sono questi:
    > http://www-03.ibm.com/systems/z/index.html
    > Quelli di intel sono supercomputer paralleli,
    > molto potenti ma NON sono
    > mainframe.
    In senso stretto non lo sono più neppure quelli.
    La architettura 360/370 cui sono "ispirate" le macchine di cui al tuo link è una architettura che risale agli anni 60 ampiamente obsoleta e che è "simulata" per compatibilità (pacchi di microcodice) sui computer di serie Z che sono in realtà costituiti su una architettura fisica che ormai è tutt'altro che mainframe.
    Nel supercalcolo invece la architettura mainframe (in senso stretto) è stata praticamente abbandonata nella seconda metà degli anni 80 si può dire che gli ultimi mainframe da supercalcolo furono quelli prodotti da CDC con la serie Cyber (cyber 72 cyber 76 e cyber 205) e progettati da seymur cray.
    Già quelli progettati successivamente dallo stesso cray (una volta fondata la cray stessa) non erano più architetture "mainframe" nel senso stretto del termine.
    Oggi i mainframe sono sostanzialmente scomparsi (o sono nei musei).
    Occhiolino
    non+autenticato
  • Ma daiii!! Questi sono giochini!! computerini giusto per fare funzionare una calcolatrice!! Ma ve lo dico io qual'è il computer più veloce che c'è!! Altro che sti giochettini!!! La nuova era, la vera frontiera innovativa è Il PICO-FLOP del SuperComputer RoobinHooudddd Bersani, 1 picoFliop di vera potenza di calcolo!! Ma che dico!! Qui si arriva al femtoFlop!! Ohhh!! Mica ho scritto noccioline!!! ^_________^
    non+autenticato
  • - Scritto da: GDDEEEE
    > Ma daiii!! Questi sono giochini!! computerini
    > giusto per fare funzionare una calcolatrice!! Ma
    > ve lo dico io qual'è il computer più veloce che
    > c'è!! Altro che sti giochettini!!! La nuova era,
    > la vera frontiera innovativa è Il PICO-FLOP del
    > SuperComputer RoobinHooudddd Bersani, 1 picoFliop
    > di vera potenza di calcolo!! Ma che dico!! Qui si
    > arriva al femtoFlop!! Ohhh!! Mica ho scritto
    > noccioline!!!
    > ^_________^

    Azz...deve essere grave...
    non+autenticato
  • sarà... ma.... mi pare complicato e a prescindere da questo... con 50 core da 1 teraflop mi pare ancora più complicato arrivare agli exaflops...
    Mi sa che c'è qualcuno che ha fatto un "flop" (matematicamente parlando).
    non+autenticato
  • perché? Scusa, ma un supercomputer con 25000 cpu, 50 core ognuna, X 1 teraflop, non fa un exaflop?
    non+autenticato
  • - Scritto da: dexter
    > perché? Scusa, ma un supercomputer con 25000 cpu,
    > 50 core ognuna, X 1 teraflop, non fa un
    > exaflop?
    Intanto cominciamo a vedere il fantomatico "core" da 1 teraflop (10 con 15 zeri accanto) mettiamone 50 in un unico chip e vediamo come dissipa... e poi ne riparliamo....
    Sui (20000) tanti ne basterebbero se una cpu ha 50 core vediamo dopo.... e vediamo se proprio "piovono" con così grande facilità
    Occhiolino
    non+autenticato
  • no, scusa, ne bastano 20000..
    non+autenticato
  • no ho sbagliato.. ciascuna cpu raggiunge il teraflop, quindi ne occorrerebbero 200000, troppe, però se uno c'ha una cantina spaziosa...
    non+autenticato
  • ce ne vorrebe un milione, stamattina a far la spesa non ci vado, se no mi fregano i soldi... non so contare
    non+autenticato
  • - Scritto da: dexter
    > ce ne vorrebe un milione, stamattina a far la
    > spesa non ci vado, se no mi fregano i soldi...
    > non so
    > contare

    E' la tua risposta definitiva? L'accendiamo?
    non+autenticato
  • Lo so che lo sapete, ma giusto per non far fare confusione agli altriOcchiolino

    tera = 10^12
    peta = 10^15
    exa = 10^18

    1 exaflop è pari a un milione di teraflop, quindi servirebbero ventimila cpu, 50 core da un tera ognuna...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pignolo
    > Lo so che lo sapete, ma giusto per non far fare
    > confusione agli altri
    >Occhiolino
    >
    > tera = 10^12
    > peta = 10^15
    > exa = 10^18
    >
    > 1 exaflop è pari a un milione di teraflop, quindi
    > servirebbero ventimila cpu, 50 core da un tera
    > ognuna...

    Sempre a fare il pignolo teOcchiolino
    non+autenticato
  • Considerato che il supercomputer più potente del pianeta oggi si aggira sui 10 petaflop (10 alla 16), vedo difficile anch'io parlare di exaflop (10 alla 18) "come se piovessero"... speriamo che volesse essere un'iperbole...
    non+autenticato
  • - Scritto da: logicamente non loggato
    > Considerato che il supercomputer più potente del
    > pianeta oggi si aggira sui 10 petaflop (10 alla
    > 16), vedo difficile anch'io parlare di exaflop
    > (10 alla 18) "come se piovessero"... speriamo che
    > volesse essere
    > un'iperbole...
    Appunto..... altrimenti (ripeto) mi pare a dire poco complicato!
    non+autenticato