massimo mantellini

Contrappunti/ La giacca di Monti

di M. Mantellini - Sarà il Governo Monti quello della svolta per la banda larga? Forse no. Forse quello che serve a Internet in Italia è una svolta della popolazione, più che dei suoi governanti

Roma - Uno dei pochi vantaggi di essere Mario Monti oggi è quello di poter vantare una giacca perfettamente stirata. Sono tali e tanti gli stimoli che il nuovo Premier ha ricevuto in queste prime ore di mandato da parte del mondo imprenditoriale, dei servizi, dai sindacati, da parte di gruppi di cittadini, associazioni e movimenti, da creare una sorta di effetto nuvola assordante e caotico. Centinaia di tirature di giacchetta che se da un lato fanno risparmiare sulla lavanderia dall'altro trasformano ogni istanza in una lamentazione del tipo: "ora però, finalmente, si occupi di questo".

Il comparto digitale è uno dei più attivi in tal senso, vuoi per il fatto che la comunicazione elettronica vola a velocità superiori a quella dei fax e delle lettere ai giornali, vuoi perché il tema della agenda digitale del Paese è stato in questi anni uno dei più ignorati da parte del governo Berlusconi il cui approccio televisivocentrico alla comunicazione escludeva, già in partenza, qualsiasi entusiasmo al riguardo.

Così la rete Internet italiana è piena di accorati inviti a SuperMario scoccati dall'arco dei supporter del digitale ben prima della sua nomina ufficiale a Primo Ministro. "C'è bisogno di un Ministro per Internet - hanno scritto in molti - il Web è ormai il 2 per cento del nostro PIL e quella è la strada della crescita" hanno sostenuto altri e, mano a mano che la giacchetta del Premier diventava sempre più stirata, si andava concretizzando da un lato la forte impazienza di un comparto che esce da un decennio nel quale è stato sostanzialmente ignorato, dall'altro la tendenza molto italiana di cercare un posto sufficientemente illuminato all'alba del nuovo giorno che finalmente stava arrivando.
Appena uscita la lista dei Ministri (niente Ministro per Internet, sorry) in molti si sono armati di calcolatrice per informarci che l'età media dei componenti del governo è 63 anni e che gli ambiti da cui provengono sono per lo più accademici e imprenditoriali. Gente - come ha scritto qualcuno sarcasticamente in Rete - che è abituata a farsi stampare le mail dalla segretaria. Ipotesi, aggiungo io, cattivella ma non del tutto peregrina.

Durante il discorso di investitura del nuovo governo era purtroppo in viaggio e non ho potuto ascoltare Monti mentre tracciava le linee generale della sua azione nei prossimi mesi. Però un amico mi ha scritto su Twitter che il Premier aveva appena pronunciato al Senato la fatidica parola "banda larga". Così oggi sono andato a recuperare le parole esatte:
"Occorre operare per raggiungere gli obiettivi fissati in sede europea con l'Agenda digitale e promuovere la diffusione della banda larga"
Si tratta di una citazione doverosa e generica. Non le attribuirei alcun valore di indirizzo particolarmente rivoluzionario.

Io credo che Mario Monti non abbia bisogno di essere stimolato sulla necessità di una svolta digitale del Paese, per la semplice ragione che un simile percorso è abbondantemente tracciato a livello europeo: quella italiana è stata, fino ad oggi, una eccezione di indirizzo tanto fastidiosa quanto autolesionista. E temo che Monti sappia esattamente, come lo sanno un po' tutti gli addetti ai lavori, che gli obiettivi della Agenda Europea per il 2020 in Italia sarà molto difficile raggiungerli, a testimonianza di una arretratezza digitale nota e profonda. Ma se non avremo la metà delle nostre case collegate a più di 100Mbit nel 2020, questo non sarà perché non abbiamo un Ministro ad hoc ad occuparsi della materia, a meno che non si decida di fornirlo anche di costumino luccicante, cappello a punta e bacchetta magica, ma sarà perché l'idea stessa di sviluppo tecnologico non ha ancora fatto breccia, non solo nei ministeri, ma anche nelle amministrazioni, nelle scuole e nelle Università. Così come gode di cattiva, immeritata fama anche dal salumiere, dall'idraulico e dal lattaio.

E non mi sto riferendo a necessità didattiche o formative di cui questo paese ha certamente bisogno, ma a banali quotidiani utilizzi di tecnologie capaci, senza grandi sottolineature, di cambiarci in meglio la vita. Al lavoro certo, che il PIL per carità è importante, ma anche e soprattutto nelle nostre case. Perché è da lì che partirà, se e quando partirà, la troppe volte auspicata rivoluzione digitale del Paese.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo
224 Commenti alla Notizia Contrappunti/ La giacca di Monti
Ordina
  • PRIMO SuperMario scrivetelo sulle fanzine di videogiochi, che probabilmente vi si confacciono di più.

    SECONDO Monti è stato messo lì dalla BCE, e ignorare questo significa non essere legittimati a esprimersi pubblicamente (io, almeno, mi sentirei un verme a scrivere un articolo su un argomento senza averci mai riflettuto)

    TERZO Un ministro di internet, qualora ci fosse, si occuperebbe solo di censura e di leggi oscene sul copyright. Mi sembra che i governi, in questi anni, abbiano fatto abbastanza danni per far sperare qualsiasi persona intelligente che la piantino di occuparsi di internet.

    QUARTO Forse non ve ne siete accorti, ma la gente sta perdendo il lavoro e la casa. Certo, internet è accessibile anche in biblioteca, ma le persone adulte sanno che il problema della casa viene prima della banda larga. Andate a giocare, mocciosi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno nessuno
    > PRIMO SuperMario scrivetelo sulle fanzine di
    > videogiochi, che probabilmente vi si confacciono
    > di
    > più.
    >
    > SECONDO Monti è stato messo lì dalla BCE, e
    > ignorare questo significa non essere legittimati
    > a esprimersi pubblicamente (io, almeno, mi
    > sentirei un verme a scrivere un articolo su un
    > argomento senza averci mai
    > riflettuto)
    >
    > TERZO Un ministro di internet, qualora ci fosse,
    > si occuperebbe solo di censura e di leggi oscene
    > sul copyright. Mi sembra che i governi, in questi
    > anni, abbiano fatto abbastanza danni per far
    > sperare qualsiasi persona intelligente che la
    > piantino di occuparsi di
    > internet.
    >
    > QUARTO Forse non ve ne siete accorti, ma la gente
    > sta perdendo il lavoro e la casa. Certo, internet
    > è accessibile anche in biblioteca, ma le persone
    > adulte sanno che il problema della casa viene
    > prima della banda larga. Andate a giocare,
    > mocciosi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno nessuno

    > QUARTO Forse non ve ne siete accorti, ma la gente
    > sta perdendo il lavoro e la casa. Certo, internet
    > è accessibile anche in biblioteca, ma le persone
    > adulte sanno che il problema della casa viene
    > prima della banda larga. Andate a giocare,
    > mocciosi.

    non vedo come internet possa essere di intralcio al lavoro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mcmcmcmcmc
    > - Scritto da: uno nessuno

    > > QUARTO Forse non ve ne siete accorti, ma
    > > la gente sta perdendo il lavoro e la casa.
    > > Certo, internet è accessibile anche in
    > > biblioteca, ma le persone adulte sanno che
    > > il problema della casa viene prima della
    > > banda larga. Andate a giocare, mocciosi.

    > non vedo come internet possa essere di
    > intralcio al lavoro.

    Ne' vedo cosa faccia lui "grande" riguardo al problema delle banche mentre manda i mocciosi a giocare.
    krane
    22544
  • tra l'altro potrei essere più vecchio di lui.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mcmcmcmcmc
    > tra l'altro potrei essere più vecchio di lui.

    No, ti prego, dimmi che sei un giovane nerd... che puoi ancora crescere e renderti conto che la vita non è un allacciamento a internet ma ben altri problemi...
    non+autenticato
  • ti rispondo qui anche per il commento sotto.
    Non sono un giovane nerd, ma nemmeno un vecchio rimbambito sia chiaro. O almeno non vecchio. Abbastanza "esperto" da sapere o pensare di sapere quali sono i problemi della vita. Nonostante questo non sto tutto il giorno a pensare ai problemi. E a quanto pare nemmeno tu, visto che sei qui a commentare e scommentare.
    Il fatto che ci siano ben altri problemi (come ad esempio il traffico!) non è un buon motivo per non parlare di allacciamento a internet (vallo a dire a chi con internet ci campa che l'allacciamento a internet non è un problema), di donne e motori, di calcio o grande fratello. Si può non condividere l'oggetto della discussione senza pensare che chi discute sia un moccioso rimbambito. Non interessa l'oggetto della discussione? Cercare una discussione più consona ai propri interessi, futili o no che siano.

    Un mio hobby è la cucina (e i vini). Il fatto che ci sia chi muore di fame non è un buon motivo per accontentarsi di sfamarsi e bere acqua. Si può mangiare e bere bene, anche cose non necessarie alla sopravvivenza.
    non+autenticato
  • Certo che non lo vedi: non mi conosci.
    E comunque, se vuoi che questo spazio serva a qualcosa, parla dei contenuti. Io non faccio ipotesi su chi tu sia: puoi essere la persona che stimo di più al mondo o un perfetto imbecille. Ma giudico i contenuti.
    Fare diversamente è stupido anche se conosci il tuo interlocutore.
    Se poi non lo conosci... mamma mia, che livello...
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno nessuno
    > Certo che non lo vedi: non mi conosci.

    Sei uno che ha un sacco di problemi che gli pesano, a vedere il punto 4, e che manda i mocciosi a giocare. Chissa' mai che farai tu mentre i mocciosi giocano ?!?!

    > E comunque, se vuoi che questo spazio serva a
    > qualcosa, parla dei contenuti. Io non faccio
    > ipotesi su chi tu sia: puoi essere la persona che
    > stimo di più al mondo o un perfetto imbecille. Ma
    > giudico i contenuti.

    Esattamente come ho fatto io con te, e quindi ? Non hai ancora risposto alla mia domanda, mentre i mocciosi giocano tu ??

    > Fare diversamente è stupido anche se conosci il
    > tuo interlocutore.
    > Se poi non lo conosci... mamma mia, che livello...

    Sai che c'e'... Vado a giocare a qualcosa, vediamo se il mondo migliora mentre la gente seria come te e' al lavoro.
    krane
    22544
  • Ti do uno scoop se non ci fosse chi lavora tu non avresti una consolle con cui giocare.
    Che piaccia o no il mondo va avanti grazie a chi lavora.Qualsiasi lavoro faccia e' di sicuro piu' utile alla societa' di una partita al tuo videogioco preferito
    non+autenticato
  • - Scritto da: soul
    > Ti do uno scoop se non ci fosse chi lavora tu non
    > avresti una consolle con cui giocare.
    > Che piaccia o no il mondo va avanti grazie a chi
    > lavora. Qualsiasi lavoro faccia e' di sicuro piu'
    > utile alla societa' di una partita al tuo
    > videogioco preferito

    Si, ma il tizio sopra non ha risposto: che fa lui riguardo al problema del 4' punto mentre manda gli altri a giocare ?
    krane
    22544
  • Condivido l'appello Mantellini. La mia azienda fornisce servizi e sistemi e-learning e pensi che l'Italia sta facendo delle norme per VIETARE l'utilizzo dei sistemi e-learning invece che promuoverli (settore sicurezza). Questa cosa comporterà inoltre costi elevatissimi per le imprese e, udite udite, PER LO STATO dato che obbligherà a mandare a fare corsi (obbligatori per legge) esclusivaente IN AULA per TUTTI i dipendenti pubblici e privati. più che innovazione questa è involuzione
    non+autenticato
  • - Scritto da: matteo meroni
    > Condivido l'appello Mantellini. La mia azienda
    > fornisce servizi e sistemi e-learning e pensi che
    > l'Italia sta facendo delle norme per VIETARE
    > l'utilizzo dei sistemi e-learning invece che
    > promuoverli (settore sicurezza).
    Esattamente quali norme vietano l'elerning?
    Qui da noi l'elerning è quotidiano e nessuno ci ha vietato nulla...
    non+autenticato
  • accordi stato-regione che riguardano la formazione sui temi della sicurezza. Il primo divieto è arrivato a Gennaio 2006, secondo il quale i corsi per gli RSPP non possono essere fatti in FAD o e-learnign (adducendo alla eccessiva complessità di progettazione i motivi... ma pensa te...) e ora sono già diffusi in bozza nuovi accordi stato-regioni (che hanno valore di legge in quanto le regioni hanno competenza in materia di formazione) vieteranno la formazione dei lavoratori sulla sicurezza e quella di altre figure in modalità e-learning.
    Ovvio che un corso di inglese o marketing lo si possa fare non essendo normato...
    non+autenticato
  • "Forse quello che serve a Internet in Italia è una svolta della popolazione, più che dei suoi governanti"

    sante parole
    non+autenticato
  • Intanto tiro un rutto da bevanda gassata visto il premier siede nel Consiglio di amministrazione europeo della società. Dopo averla messa sotto inchiesta nel 2005 accettò una poltrona gentilmente offerta nel board e ancora vi siede.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bibbo
    > Intanto tiro un rutto da bevanda gassata visto il
    > premier siede nel Consiglio di amministrazione
    > europeo della società. Dopo averla messa sotto
    > inchiesta nel 2005 accettò una poltrona
    > gentilmente offerta nel board e ancora vi
    > siede.

    Eh?
    non+autenticato
  • - Scritto da: jack
    > "Forse quello che serve a Internet in Italia è
    > una svolta della popolazione, più che dei suoi
    > governanti"
    >
    > sante parole

    Un po' vuote però. Le condivido anch'io, anche se magari la pensiamo diversamente su tutto il resto. Quindi, cosa significano??
    non+autenticato
  • Io mi collego via ADSL Alice da 1Mb usando un piccì di 6 anni fa... ed incredibilmente, oltre a lavorare più che decentemente, riesco anche a cazzeggiare su FB e scaricare/vedere video.   Detto questo a che servirebbe a me, ed al 99,99% della popolazione la cosiddetta "banda larga"?   Ma per piacere, piuttosto parliamo di come "imparare ad usare" la rete...
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome cognome
    > Io mi collego via ADSL Alice da 1Mb usando un
    > piccì di 6 anni fa... ed incredibilmente, oltre a
    > lavorare più che decentemente

    probabilmente non lavori con internet

    > cazzeggiare su FB e scaricare/vedere video.

    IPTV?

    > Detto questo a che servirebbe a me, ed al 99,99%
    > della popolazione la cosiddetta "banda larga"?

    a quanto dici a te non interessa.
    Pare però che ad altri sì. Pare anche che incida positivamente sull'economia.

    > Ma per piacere, piuttosto parliamo di come
    > "imparare ad usare" la
    > rete...

    e allora perchè abbiamo costruito le autostrade?
    non+autenticato
  • - Scritto da: mcmcmcmcmc
    > - Scritto da: nome cognome
    > > Io mi collego via ADSL Alice da 1Mb usando un
    > > piccì di 6 anni fa... ed incredibilmente,
    > oltre
    > a
    > > lavorare più che decentemente
    >
    > probabilmente non lavori con internet
    >
    > > cazzeggiare su FB e scaricare/vedere video.
    >
    > IPTV?

    Hai presente il digitale terrestre?
    Prova a guardare il servizio di Mediaset e poi ti renderai conto di quanto il semplice DTT (qui spesso canzonato) possa fare oggi, senza la necessità della banda larga.
    non+autenticato
  • già! io ho guardato il servizio digitale terrestre di mediaset rai e compagnia bella. Altissima qualità dei programmi, e apparte dragonball è difficile che io la tenga accesa durante la settimana. poi volendo vedere i programmi dall'estero in lingua originale, nella tv "grauita" non mi sembra ci siano. poi finora un solo film ho trovato disponibile in italiano e id inglese, premendo il bottone rosso.

    Forse non ho guardto abbastanza bene, ma la tv mi ha deluso. per me ormai è solo uno schermo più grande al quale collegare il portatile (con internet)
    non+autenticato
  • parli di quella tecnologia nata vecchia, che un giorno va e l'altro no? Quella che invece di incentivare la pluralità ha favorito i soliti noti?
    Quella che invece di promuovere l'attività dell'utente favorisce birra e rutto libero mentre ci si rimbabisce sul divano?
    No, non ce l'ho presente.

    E se la banda larga fosse utilizzata per vedere quello che adesso vediamo in tv, allora sì sarebbe uno spreco.
    non+autenticato
  • Il punto e' che almeno la meta' della gente non solo sul pc vede le stesse cose di merda che vede in tv,ma si sbatte pure a vederle in inglese pur di vederle prima.
    Pensala come vuoi ma togli faccialibro,xbox live,psn,download vari di materiale piu' o meno protetto,poker online et similia e poi vediamo a quanti SERVE INTERNET PER LAVORARE!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: soul
    > Il punto e' che almeno la meta' della gente non
    > solo sul pc vede le stesse cose di merda che vede
    > in tv,ma si sbatte pure a vederle in inglese pur
    > di vederle
    > prima.
    > Pensala come vuoi ma togli faccialibro,xbox
    > live,psn,download vari di materiale piu' o meno
    > protetto,poker online et similia e poi vediamo a
    > quanti SERVE INTERNET PER
    > LAVORARE!!!

    Ti sorprendera', ma quasi tutto il terziario avanzato NECESSITA della rete.
    Quindi evita di scrivere simili idiozie che non fanno altro che manifestare la tua immensa ignoranza, e questo gia' lo sappiamo, senza che tu lo ribadisca ogni volta.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: soul
    > > Il punto e' che almeno la meta' della gente
    > non
    > > solo sul pc vede le stesse cose di merda che
    > vede
    > > in tv,ma si sbatte pure a vederle in inglese
    > pur
    > > di vederle
    > > prima.
    > > Pensala come vuoi ma togli faccialibro,xbox
    > > live,psn,download vari di materiale piu' o
    > meno
    > > protetto,poker online et similia e poi
    > vediamo
    > a
    > > quanti SERVE INTERNET PER
    > > LAVORARE!!!
    >
    > Ti sorprendera', ma quasi tutto il terziario
    > avanzato NECESSITA della
    > rete.
    > Quindi evita di scrivere simili idiozie che non
    > fanno altro che manifestare la tua immensa
    > ignoranza, e questo gia' lo sappiamo, senza che
    > tu lo ribadisca ogni
    > volta.

    poi cosa c'è di male in servizi come Xbox live (a parte il pagare per giocare on line), PSN e il gaming on line in generale ? Oo
    Sgabbio
    26177
  • Non c'e' niente di male non ho detto questo io sono abbonato a xbox live,che e' il motivo per cui circa 5 anni fa mi sono messo l'adsl,ma ripeto togli dalla rete bimbiminchia e scariconi poi vediamo il reale bisogno di sti 100 mega.
    non+autenticato
  • - Scritto da: soul

    > ripeto togli dalla rete bimbiminchia e scariconi
    > poi vediamo il reale bisogno di sti 100
    > mega.

    Infatti! A che servono le autostrade? Eliminiamo i camion e poi vedrai che il problema del traffico sarà risolto...
    non+autenticato
  • 1-Le autostrade i mezzi pesanti li elimina OGNI FINE SETTIMANA

    2-In citta' il limite orario e' di 30/50 kmh in autostrada dovrebbe essere 130(dico dovrebbe perche' onestamente non avendo la patente non ricordo se e' 110,130 o 150)

    poi se vuoi continua a fare esempi che non c'entrano.
    non+autenticato
  • Ok...sembra quasi sistemato il problema dei captcha... ma ora ogni volta che invio un messaggio mi dice "Riprova tra qualche secondo." a forza di premere invia lo spedisce comunque...
    non+autenticato
  • ci stanno lavorando, grazie per la pazienza
  • - Scritto da: Luca Annunziata
    > ci stanno lavorando, grazie per la pazienza

    PerfettoSorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)