Mauro Vecchio

Se la menzogna dilaga via email

Uno studio sul rapporto tra bugie e nuovi contesti di conversazione tra studenti. Il livello medio di dichiarazioni mendaci si alzerebbe grazie alle modalità asincrone di comunicazione garantite dalla posta elettronica

Roma - A rivelarlo è un nuovo studio pubblicato tra le pagine del Journal of Applied Social Psychology, condotto da un gruppo di ricercatori della University of Massachusetts. La comunicazione mediata dal computer sarebbe decisamente più soggetta alla menzogna, almeno se comparata alle conversazioni tenute quotidianamente nella vita reale.

I ricercatori statunitensi hanno cercato di capire come i nuovi contesti mediali - in particolare i client per la messaggistica istantanea e i servizi di posta elettronica - vadano ad influenzare i comportamenti medi legati alle bugie. Lo studio è così partito da un campione formato da 110 coppie di studenti dello stesso sesso.

I risultati dello studio - visibili nel dettaglio tra le pagine della rivista - sono emersi dall'analisi di sessioni di conversazione della durata di 15 minuti. In modalità face-to-face, attraverso servizi di messaggistica e posta elettronica. Proprio per email si avrebbe un picco nel livello medio di asserzioni menzognere.
Secondo i ricercatori, la posta elettronica favorirebbe le bugie per la sua natura asincrona, non in tempo reale come la messaggistica e le conversazioni faccia a faccia. Gli utenti si sentirebbero decisamente più liberi di mentire in assenza di una effettiva interazione con il proprio interlocutore.

Lo studio si abbina bene con quello condotto anni fa da un gruppo di tre atenei a stelle e strisce. Il 92 per cento di coloro che avevano comunicato via email si era impelagato in dichiarazioni fasulle. A fronte di un 62 per cento che invece aveva sfruttato la carta.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • Digital LifeA Fake is a Fake, il falso dov'è?Nuova aggressione allo status quo dell'informazione, del blogging e dell'immaginario digitale da parte di Les Liens Invibles. Un sito, un network, un grimaldello Internet per restituire fluidità alla realtà
  • AttualitàSkype ha la sua macchina della veritàUn componente aggiuntivo del software VoIP è in grado di trasformare ogni client Skype in un potenziale delatore delle bugie dell'interlocutore dall'altra parte della connessione
2 Commenti alla Notizia Se la menzogna dilaga via email
Ordina