Alfonso Maruccia

Smartphone, una spia al supermercato

I centri commerciali statunitensi adottano un sistema di tracciamento degli spostamenti basato sul semplice possesso di un cellulare. Per meglio conoscere le abitudini di shopping dei clienti, ma non solo

Roma - Giusto in tempo per il Black Friday e le vacanze natalizie, alcuni centri commerciali statunitensi hanno pensato bene di installare una nuova tecnologia ideata allo scopo di tenere traccia degli spostamenti dei potenziali clienti. Basta avere un cellulare acceso e si finisce per diventare parte (volontaria o meno) di un sistema di tecnocontrollo di massa con ben pochi precedenti.

L'idea di "sorvegliare" le abitudini di shopping dei clienti dei centri commerciali non è affatto originale, ma il nuovo sistema noto come FootPath Technology promette di adottare un approccio passivo e teoricamente meno intrusivo per la privacy degli avventori.

Già usato in Europa e Australia e solo recentemente approdato in qualche grosso "mall" statunitense - Short Pump Town Center a Richmond in Virginia e Promenade Temecula nella California del sud - il sistema FootPath prevede l'installazione "discreta" di ricevitori attaccati alle pareti a cui viene deputato il compito di tracciare ogni singolo cliente dotato di cellulare acceso e di seguirne il percorso attraverso i vari negozi del centro.
Il sistema è naturalmente capace di "discernere" i singoli clienti tracciati all'interno della folla vociante e scalpitante, e i dati raccolti dai sensori possono mettere in evidenzia preziosi trend di acquisto, la popolarità di uno store rispetto a un altro e le aree che tendono ad attirare un maggior numero di clienti.

Non bastasse il tracciamento delle abitudini di shopping, in futuro FootPath potrebbe essere usata per veicolare advertising a tema ai clienti-passanti: una delle aziende responsabili della tecnologia - la britannica Path Intelligence - ha recentemente annunciato l'avvio di una partnership con un'azienda specializzata in distribuzione di advertising via firma digitale. E per chi non volesse farsi seguire per ogni passo al centro commerciale? Basta spegnere il cellulare e FootPath non sarà più un problema.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàSe il supermercato sa cosa guardiLa più importante catena di distribuzione americana lancia la sperimentazione di un apparato che traccia i comportamenti dei clienti dentro ai supermercati. E ne compara i movimenti con gli acquisti
  • AttualitàLa pubblicità che ti ipnotizzaLe reclame intelligenti monitorano gli avventori dei supermercati per capire se le pubblicità vengono osservate. Ed agiscono di conseguenza, finché non abbiano catturato l'attenzione della propria vittima
45 Commenti alla Notizia Smartphone, una spia al supermercato
Ordina
  • Non ho proprio capito come possa funzionare.
    Un cellulare, di norma non trasmette.
    Aggiorna periodicamente la cella da cui riceve il segnale con la sua posizione ad intervalli, mi sembra, di un'ora ciascuno.
    Come fa allora un sistema "passivo" a capire che vi é un cellulare in attesa di ricezione, e che non sta trasmettendo nulla?
    non+autenticato
  • - Scritto da: umby
    > Non ho proprio capito come possa funzionare.
    > Un cellulare, di norma non trasmette.
    > Aggiorna periodicamente la cella da cui riceve il
    > segnale con la sua posizione ad intervalli, mi
    > sembra, di un'ora
    > ciascuno.
    > Come fa allora un sistema "passivo" a capire che
    > vi é un cellulare in attesa di ricezione, e che
    > non sta trasmettendo
    > nulla?

    Sinceramente non è molto chiaro nemmeno a me...sul sito dell'azienda che ha sviluppato FoothPath si può leggere qualcosa di interessante, purtroppo non scende troppo nel tecnico:
    http://www.pathintelligence.com/en/products/footpa...
  • - Scritto da: umby
    > Non ho proprio capito come possa funzionare.
    Hai presente l'aggeggio che tieni sempre in tasca, sempre acceso?

    > Un cellulare, di norma non trasmette.
    Un cellulare di norma trasmette pacchetti di dati per mantenere la connessione attiva con la cella. L'unico modo che hai per farlo smettere è spegnerlo, ma in quel caso hai solo chiuso la connessione con la cella.
    Rimane acceso e puo' essere perfino riattivato diventando una sorta di microfono.

    > Aggiorna periodicamente la cella da cui riceve il
    > segnale con la sua posizione ad intervalli, mi
    > sembra, di un'ora
    > ciascuno.
    Ti sembra male.
    http://www.tutorialspoint.com/gsm/index.htm
    buona lettura.

    > Come fa allora un sistema "passivo" a capire che
    > vi é un cellulare in attesa di ricezione, e che
    > non sta trasmettendo
    > nulla?
    Ammesso che sia solo "passivo" capta i segnali che i vari cellulari inviano periodicamente alle celle. Le onde elettromagnetiche non vanno solo dalla trasmittente all'antenna.

    Vi sono poi cose simpatiche chiamate "femtocelle", ovvero una sorta di mini-ripetitori da posizionare negli interni così da offrire un segnale sempre "al massimo" ed evitare che i cellulari all'interno di un edificio debbano friggere le proprie batterie per trasmettere a "piena potenza".

    Se piazzi abbastanza ripetitori all'interno di uno spazio e utilizzi un software costruito in modo opportuno, puoi localizzare tutti i cellulari che vuoi con una precisione da far invidia al GPS.

    Baci, abbracci & cotillons
    GT
    non+autenticato
  • - Scritto da: Guybrush Fuorisede

    > > Un cellulare, di norma non trasmette.
    > Un cellulare di norma trasmette pacchetti di dati
    > per mantenere la connessione attiva con la cella.
    > L'unico modo che hai per farlo smettere è
    > spegnerlo, ma in quel caso hai solo chiuso la
    > connessione con la
    > cella.
    > Rimane acceso e puo' essere perfino riattivato
    > diventando una sorta di
    > microfono.

    BUM!

    Se mi parli di un i-pleistescion, probabile, anzi certo!
    Ma un cellulare normale, un GSM, a meno che non abbia installato un software spia (e mi domando come cacchio lo riesci ad installare su un GT-E1190 Samsung, che telefona&basta...) dubito che da spento, anche solo tramite il tasto ON/OFF, possa trasformarsi in quello che dici....


    > > Aggiorna periodicamente la cella da cui riceve
    > il
    > > segnale con la sua posizione ad intervalli, mi
    > > sembra, di un'ora
    > > ciascuno.
    > Ti sembra male.
    > http://www.tutorialspoint.com/gsm/index.htm
    > buona lettura.

    Letto, ma non ho trovato il riferimento.
    Gli ultimi 2 cellulari che ho avuto, e che tengo accesi 24/24 ore, hanno vicino a dove sono appoggiati, un rilevatore che lampeggia quando sono in trasmissione. Se non ricevo chiamate, vedo il lampeggio a distanza di circa 1 ora (grosso modo, non ho mai cronometrato).

    > > Come fa allora un sistema "passivo" a capire che
    > > vi é un cellulare in attesa di ricezione, e che
    > > non sta trasmettendo
    > > nulla?
    > Ammesso che sia solo "passivo" capta i segnali
    > che i vari cellulari inviano periodicamente alle
    > celle. Le onde elettromagnetiche non vanno solo
    > dalla trasmittente
    > all'antenna.
    >
    > Vi sono poi cose simpatiche chiamate
    > "femtocelle", ovvero una sorta di mini-ripetitori

    So cosa sono!

    > da posizionare negli interni così da offrire un
    > segnale sempre "al massimo" ed evitare che i
    > cellulari all'interno di un edificio debbano
    > friggere le proprie batterie per trasmettere a
    > "piena
    > potenza".
    >
    > Se piazzi abbastanza ripetitori all'interno di
    > uno spazio e utilizzi un software costruito in
    > modo opportuno, puoi localizzare tutti i
    > cellulari che vuoi con una precisione da far
    > invidia al
    > GPS.

    Implica comunque che il cellulare trasmetta, o che sia "invogliato" a farlo.
    Parlo, del classico GSM, escludendo i sistemi GPRS, EDGE, UMTS che sono connessi continuamente.

    E mi viene in mente un posto schermato ai segnali esterni, ma che i cellulari possano accedere all'esterno solo tramite questi ripetitori. Se hanno una portata di pochi metri, ovvio che spostandoti da un reparto all'altro, il cellulare trova celle diverse, e torna a rinegoziare la connessione, col risultato di poter realmente localizzare i cellulari nel supermarket, e se ci giri per ore, ti consuma anche la batteria!
    non+autenticato
  • Potrebbe esserci una relazione tra questi 2 paragrafi...

    Tratto dal sito dell'accrocchio:

    FootPath™ works by detecting a randomly generated, frequently changing signal from your mobile phone. This random signal is detected by a number of our units within the premises. We combine the information detected from the mobile phone signal with a proprietary mathematical algorithm developed by us. This allows us to determine your path through premises equipped with our receiver units.



    Sembrerebbe proprio riferirsi alla rinegoziazione dal protocollo GSM:

    Mobile Station Authentication:

    The GSM network authenticates the identity of the subscriber through the use of a challenge-response mechanism. A 128-bit random number (RAND) is sent to the MS. The MS computes the 32-bit signed response (SRES) based on the encryption of the random number (RAND) with the authentication algorithm (A3) using the individual subscriber authentication key (Ki). Upon receiving the signed response (SRES) from the subscriber, the GSM network repeats the calculation to verify the identity of the subscriber.

    Note that the individual subscriber authentication key (Ki) is never transmitted over the radio channel. It is present in the subscriber's SIM, as well as the AUC, HLR, and VLR databases as previously described. If the received SRES agrees with the calculated value, the MS has been successfully authenticated and may continue. If the values do not match, the connection is terminated and an authentication failure indicated to the MS.

    The calculation of the signed response is processed within the SIM. This provides enhanced security, because the confidential subscriber information such as the IMSI or the individual subscriber authentication key (Ki) is never released from the SIM during the authentication process.
    non+autenticato
  • - Scritto da: umby
    > Non ho proprio capito come possa funzionare.
    > Un cellulare, di norma non trasmette.
    > Aggiorna periodicamente la cella da cui riceve il
    > segnale con la sua posizione ad intervalli, mi
    > sembra, di un'ora
    > ciascuno.
    > Come fa allora un sistema "passivo" a capire che
    > vi é un cellulare in attesa di ricezione, e che
    > non sta trasmettendo
    > nulla?
    beata ingenuità!
    Se fosse come dici tu non funzionerebbe!
    non+autenticato
  • sarebbe bello poi anche misurare l'efficacia di tutte queste seghe mentali che questi strateghi del marketing si fanno, io devo ancora vedere uno che, dati alla mano, mi dimostri che ho comprato una certa cosa solo grazie a tutto questo spreco di intelligenza "artificiosa".
    Ma in fondo non importa, l'importante è che ci creda il proprietario della catena di supermercati che pagherà fior di quattrini per installare 'sta ciofeca, ovviamente senza chiedersi se gli verrà a costare di più tutto il baraccone o quattro confezioni di yogurt.

    Comunque, siamo agnostici, qualcuno porti dei dati misurabili, poi se ne discute di tutta questa bella materia che assomiglia così tanto alla fuffa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Oracle Guru
    > sarebbe bello poi anche misurare l'efficacia di
    > tutte queste seghe mentali che questi strateghi
    > del marketing si fanno, io devo ancora vedere uno
    > che, dati alla mano, mi dimostri che ho comprato
    > una certa cosa solo grazie a tutto questo spreco
    > di intelligenza "artificiosa".
    >
    > Ma in fondo non importa, l'importante è che ci
    > creda il proprietario della catena di
    > supermercati che pagherà fior di quattrini per
    > installare 'sta ciofeca, ovviamente senza
    > chiedersi se gli verrà a costare di più tutto il
    > baraccone o quattro confezioni di
    > yogurt.
    >
    > Comunque, siamo agnostici, qualcuno porti dei
    > dati misurabili, poi se ne discute di tutta
    > questa bella materia che assomiglia così tanto
    > alla
    > fuffa.

    Il fatto che a TE SEMBRA di non aver acquistato per posizionamento dei prodotti fa intuire quanto siano sottili queste leve e quanto tu sia ignaro.
    Come dato misurabile ti do di controllare un'azienda korenana entrata nell'elettronica che tu magari ti trovi in casa.
    10 anni fa non la voleva nessuno e siccome faceva nero pagava bustarelle ai centri commerciali, i posti dove i polli in batteria amano farsi spennare, per farsi mettere nei punti salienti:
    centro scaffale, altezza occhi, punti in cui la gente si sofferma.
    Oggi alcune delle aziende che pensavano che nessuno era cosi idiota di comprare un tv dal salumiere o pensavano che la loro alta qualita' si sarebbe venduta comunque se non hanno chiuso hanno preso grandi batoste.
    Qualcuno sa che fine hanno fatto mostri come telefunken, saba, grundig, blaupunkt o persino la perdita di quote di sony.
    Tutta gente che vendeva roba assai meglio di quella che circola oggi.
    il consumatore e' cosi': un pollo da batteria.
    non e' certo un cliente.
    http://allarovescia.blogspot.com/2008/07/consumato...
    non+autenticato
  • si va beh adesso abbiamo cliccato sul tuo blog...

    comunque è ovvio che se un prodotto è messo all'altezza degli occhi sia più facile vederlo, e quindi considerarne l'acquisto...

    ma da qui a dire che siamo comandati dal marketing ce ne passa...

    io quando compro qualcosa la compro solo se è veramente (per me) migliore delle altre, non perché l'ha detto la pubblicità...
    non+autenticato
  • - Scritto da: dimmi chi sei
    > si va beh adesso abbiamo cliccato sul tuo blog...
    >
    > comunque è ovvio che se un prodotto è messo
    > all'altezza degli occhi sia più facile vederlo, e
    > quindi considerarne
    > l'acquisto...

    > ma da qui a dire che siamo comandati dal
    > marketing ce ne
    > passa...

    Lo siamo più di quanto ci piaccia ammettere

    > io quando compro qualcosa la compro solo se è
    > veramente (per me) migliore delle altre, non
    > perché l'ha detto la
    > pubblicità...

    Ti sembra, ma non è così. Sei condizionato fin dal profondo. La gente *crede* di scegliere razionalmente.
    Funz
    13032
  • - Scritto da: claudio

    > Come dato misurabile ti do di controllare
    > un'azienda korenana entrata nell'elettronica che
    > tu magari ti trovi in
    > casa. 10 anni fa non la voleva

    Questo discorso va bene per i prodotti da supermercato.
    Per uno smartphone in genere il discorso è diverso, il cliente sa già che vuole l'iphone od il galaxy o "quello dell' offerta tutto compreso a 20€/mese)". Oppure per un monitor da PC ad esempio il cliente o sa già che vuole quel modello (e lo compra online) o si fa fare la supercazzola dal commesso che li vende quello che vuole...

    C'è anche da dire che una certa azienda koreana ha fatto passi da gigante nelle qualità rispetto a 10 anni fa.....
    .poz
    206
  • - Scritto da: .poz
    > - Scritto da: claudio
    >
    > > Come dato misurabile ti do di controllare
    > > un'azienda korenana entrata nell'elettronica che
    > > tu magari ti trovi in
    > > casa. 10 anni fa non la voleva
    >
    > Questo discorso va bene per i prodotti da
    > supermercato.
    > Per uno smartphone in genere il discorso è
    > diverso, il cliente sa già che vuole l'iphone od
    > il galaxy o "quello dell' offerta tutto compreso
    > a 20€/mese)".

    Questa e' la solita opininione di chi e' pilotato:
    Le macchine fotografiche digitali sono un esempio LAMPANTE.
    Se guardi il design esso si oppone alla qualita' della foto (dove si trova il flash?) o all'inquadratura stessa all'aperto (dove e' il mirino?) ma sono assolutamente a prova di scaffale!
    MOLTO carine!!!!!
    Il consumatore acquista prodotti GUASTI
    Stessa cosa (ma piu' complessa) con un tuoi smartphone.

    >
    > C'è anche da dire che una certa azienda koreana
    > ha fatto passi da gigante nelle qualità rispetto
    > a 10 anni
    > fa.....

    Da dire che le aziende serie sono sparite perche' offrivano qualita' e non bugie rispetto ai cinocoreani. Per esempio ad oggi l'unico TV HD e PAL mai venduto e' un nordmende di 20 anni fa... Quindi e' tecnicamente superiore nella visione di contenuti misti (quelli di oggi) di tutti i TV odierni.
    Che passi sono stati fatti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: .poz
    > Questo discorso va bene per i prodotti da
    > supermercato.
    > Per uno smartphone in genere il discorso è
    > diverso, il cliente sa già che vuole l'iphone od
    > il galaxy o "quello dell' offerta tutto compreso
    > a 20€/mese)". Oppure per un monitor da PC ad
    > esempio il cliente o sa già che vuole quel
    > modello (e lo compra online) o si fa fare la
    > supercazzola dal commesso che li vende quello che
    > vuole...

    Il discorso non è molto diverso. Come credi che la Apple ha fatto per conquistare il suo pubblico? Marketing.
    Come credi che gli operatori fanno per sapere che è l'offerta da 20€/mese che sarà la più quotata? Marketing e pubblicità alla TV.
    In fondo anche tu, per sapere che esiste un nuovo telefono o un'offerta di abbonamento o tutt'altra cosa ti basi sulla pubblicità. Pubblicità che vai a cercare tu stesso se vuoi comperarti un nuovo telefono, ma anche quella che ti arriva "gratuitamente" in casa grazie alla TV.

    Tutto questo è pilotato dal marketing.

    Siamo tutti influenzati purtroppo, chi meno e chi più, ma lo siamo tutti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Oracle Guru
    > sarebbe bello poi anche misurare l'efficacia di
    > tutte queste seghe mentali che questi strateghi
    > del marketing si fanno, io devo ancora vedere uno
    > che, dati alla mano, mi dimostri che ho comprato
    > una certa cosa solo grazie a tutto questo spreco
    > di intelligenza "artificiosa".

    Hai presente il detto non c'è peggior stupido di chi si crede furbo?

    Ecco, fidati, i condizionamenti sono tanti e forti ed il bello è che tu nemmeno te ne accorgi anzi, sei convinto di agire per il meglio grazie al tuo libero arbitrio.

    Posso farti una domanda? Tu bevi solo acqua del rubinetto o compri la minerale al supermercato?

    Conosci quali manipolazioni ci sono dietro l'acqua che ti fa fare plim plim o quella che ti fa dimagrire?




    Se in vita tua hai comprato anche solo una bottiglia d'acqua da consumare a casa durante i pasti sei solo un pollo inconsapevole in batteria... e ti credi pure furbo...

    Fan AppleFan Linux
  • Se sicuro che l'acqua di rubinetto e quella in bottiglia
    siano esattamente uguali, redisuo fisso in primis e
    sensazioni organolettiche a seguire ?
  • - Scritto da: eleirbag
    > Se sicuro che l'acqua di rubinetto e quella in
    > bottiglia
    > siano esattamente uguali, redisuo fisso in primis
    > e
    > sensazioni organolettiche a seguire ?

    Certo che no... figurati se s'è messo ad analizzarla... e poi parla di polli...
    non+autenticato
  • - Scritto da: io muro vacche
    > - Scritto da: eleirbag
    > > Se sicuro che l'acqua di rubinetto e quella in
    > > bottiglia
    > > siano esattamente uguali, redisuo fisso in primis e
    > > sensazioni organolettiche a seguire ?
    >
    > Certo che no... figurati se s'è messo ad
    > analizzarla... e poi parla di
    > polli...

    Certo che la si analizza e con frequenza....

    L'acqua dei nostri rubinetti è ottima:
    http://www.altroconsumo.it/alimentazione/nc/comuni...

    http://www.confconsumatori.com/news.asp?id=875

    http://www.dissapore.com/primo-piano/lacqua-di-cas.../

    http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/Content...

    A voi non piace perché sa di cloro? La Gabbanelli a Report denunciò che alcuni politici corrotti sorvolavano sull'incremento di cloro nell'acqua potabile quel tanto da rovinarne il sapore a favore dell'acqua in bottiglia... comunque il cloro è volatile a contatto dell’aria svanisce quindi basta imbottigliare l'acqua del rubinetto e dopo un po è buonissima...

    Gli italiani sono i maggiori consumatori di acqua minerale in bottiglia del mondo... eppure la nostra acqua è la migliore al mondo grazie ai nostri monti.

    Siamo il più grosso popolo di polli... chissà perché non mi stupisce...

    A quanto pare qui l'unico che sa di cosa si sta parlando sono io, tu e il tizio qui sopra che vi credete scienziati non siete altro che polli in batteria....

    Coccode... Occhiolino

    Fan LinuxFan Apple
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 novembre 2011 19.37
    -----------------------------------------------------------
  • ... siamo sempre a riscoprirla ciclicamente nella storia.

    Se siamo al punto che l'utente medio della fonia mobile non
    sa che sta andando in giro con una radio digitale che trasmette
    sempre la sua posizione, beh allora siamo messi peggio di come
    pensavo. A bocca storta
  • e' un segnale sempre acceso anche a livello di microfono ed e' possibile dai nostri servizi ascoltare le nostre conversazioni......
    non+autenticato