Roberto Pulito

Linux Mint 12, tutte le novità

Versione finale per la distribuzione che compete con Ubuntu puntando su GNOME. E proponendo un cocktail per il desktop personalizzato

Roma - Momento d'oro per la distribuzione Linux Mint, sempre più popolare tra i fan del Pinguino. La nuova release disponibile, Mint 12, è basata sull'ultima versione del software Canonical, Ubuntu 11.10 Oneiric Ocelot, ma continua ad utilizzare l'ambiente desktop GNOME al posto della discussa Unity.

La versione finale di Linux Mint 12, nome in codice "Lisa", utilizza in modo predefinito il moderno GNOME 3.2 ma include anche la possibilità di tornare indietro nel tempo. Sarà infatti possibile installare in parallelo il MATE Desktop Environment, un fork di GNOME 2.32 che consente di ripristinare anche certe funzioni presenti nella vecchia versione, decisamente più sobria.

Grazie alle speciali estensioni MGSE (Mint Gnome Shell Extensions) Mint 12 permette poi attivare e disattivare componenti a piacere, per progettare un desktop ancora più personalizzato. Sarà quindi possibile lavorare con uno GNOME 3 "puro" o modificare l'aspetto della scrivania mescolando diversi temi per un effetto ibrido.
Tra i programmi inclusi nella distro ci sono i player multimediali VLC 1.1.12 e Totem 3.0.1, il software per la produttività LibreOffice 3.4.3, il programma di posta elettronica Thunderbird 7.0.1 e il browser web Firefox 7.0.1. Il motore di ricerca predefinito è DuckDuckGo: un search engine intelligente, particolarmente attento alla privacy degli utenti, specializzato nel filtrare risultati inutili.

Il changelog segnala che la release scaricabile comprende nuovi codec e migliora il supporto Java, ma non include il plugin Moonlight perché il clone open-source di Microsoft Silverlight entrava in conflitto con Firefox. Il bug è stato successivamente risolto dal team Mono ed ora è possibile installare di nuovo Moonlight passando dal sito ufficiale del progetto.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • AttualitàUbuntu 11.10, il Felino OniricoNuova release per la celebre distro Linux sviluppata da Canonical.Novità per l'interfaccia, il marketplace, le applicazioni FOSS integrate e le architetture supportate. C'è anche un nuovo client Windows per la sincronizzazione remota
  • BusinessUbuntu, crollo di popolaritàLa distro Linux più chiacchierata deve fronteggiare un grande calo. Ubuntu non tira più, al contrario di Mint, distro derivata dall'OS di Canonical ma con Gnome al posto di Unity
168 Commenti alla Notizia Linux Mint 12, tutte le novità
Ordina
  • Non è molto che sono passato a Linux Ubuntu, anche se avevo provato in passato molte distribuzioni, oggi utilizzo sia per lavoro che per uso domestico Ubuntu (ora ho la 12.04), penso che Ubuntu abbia fatto passi da gigante negli ultimi anni. La nuova Shell Unity finalmente da la possibilità a tutti di avere un'ambiente pronto per l'uso, senza dovere mettere le mani in mille configurazioni per avere qualcosa di decente. Unity è quello che in Linux occorreva, chi vuole interfacce ultra personalizzabili ha solo l'imbarazzo della scelta, ma quando installo Ubuntu, Unity è pronta per un utilizzo ottimale del sistema, era ora !!!
    Mint non so lo provata da live cd e offre un specie di ritorno al passato, sicuramente avranno molti utenti, anche XP continua ad avere molti utenti malgrado sia obsoleto, ma Ubuntu rimane la distribuzione più utilizzata di Linux, questo è un dato di fatto.
  • Scusate, ma qui si parla di cambiare distro per non abbandonare GNOME (posso ben capire che non vogliate usare Unity) o addirittura il fork MATE per non avere i presunti abbellimenti di GNOME 3.
    Ma a questo punto, non sarebbe molto meglio passare a KDE (solido e potente, anche se leggermente meno user-friendly) o Xfce (leggerissimo, stabile e iperconfigurabile)?
    Anche perchè MATE potrebbe durare poco o finire per prendere la strada di gNOME 3, e pure GNOME potrebbe prendere la strada di Unity nel tentativo di accattivarsi un certo tipo di utenti... mentre gli altri DE, semplicemente, sono fatti con filosofie diverse. Se un programmatore ha progettato Xfce, potete star certi che degli orpelli grafici traslucidi non gliene frega una beata cippa e non le implementerà nella prossima versione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno nessuno
    > Se un
    > programmatore ha progettato Xfce, potete star
    > certi che degli orpelli grafici traslucidi non
    > gliene frega una beata cippa e non le
    > implementerà nella prossima
    > versione.

    Anche se rimane degno di nota il fatto che sia stato uno di primi desktop a fornire compositing integratoA bocca aperta
    Shiba
    3922
  • Guarda, a mio personale parere anche nelle versioni più recenti Kde sconta quel look "ingegneristico" un po' sgraziato che ha dalle origini. Niente a che vedere con l'elegante semplicità di Gnome. Almeno prima che, con la versione 3, lo trasformassero in un ambiente bello ma oggettivamente inusabile.

    Io ho provato la Mint 12 con MATE, ma mi sembra che si limiti a riproporre Gnome 2 con un bloatware che pesa sul sitema come Gnome 3. Il mio eeepc ne esce decisamente rallentato.

    Al momento utilizzo Xfce, leggera e graficamente accettabile, ma sarebbe bello se gli sviluppatori di Gnome tornassero sui loro passi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario Tessuto
    > Guarda, a mio personale parere anche nelle
    > versioni più recenti Kde sconta quel look
    > "ingegneristico" un po' sgraziato che ha dalle
    > origini. Niente a che vedere con l'elegante
    > semplicità di Gnome.

    Rotola dal ridere
    De gustibus... Gnome faceva proprio pena come look, dall'aria a dir poco amatoriale. KDE era già molto meglio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: DEChe
    > - Scritto da: Mario Tessuto
    > > Guarda, a mio personale parere anche nelle
    > > versioni più recenti Kde sconta quel look
    > > "ingegneristico" un po' sgraziato che ha dalle
    > > origini. Niente a che vedere con l'elegante
    > > semplicità di Gnome.
    >
    > Rotola dal ridere
    > De gustibus... Gnome faceva proprio pena come
    > look, dall'aria a dir poco amatoriale. KDE era
    > già molto
    > meglio.

    Oddio, se non sembra(va) amatoriale KDE...
    Shiba
    3922
  • - Scritto da: uno nessuno
    > Ma a questo punto, non sarebbe molto meglio
    > passare a KDE (solido e potente, anche se
    > leggermente meno user-friendly) o Xfce
    > (leggerissimo, stabile e
    > iperconfigurabile)?

    Anche LXDE merita. E poi che KDE sia poco user friendly dipende: per fare le stesse cose su Gnome, devo smanettare coi file di configurazione...
    non+autenticato
  • vero, a me kde sembra molto solido e completo

    forse è questo il problema per molti, cioè che è full optional e per niente minimalista

    però per gente che viene da windows, l'esperienza utente è praticamente la stessa

    pure 7 ha un desktop molto ricco di voci, tool e aggeggi vari, sicuramente non somiglia per niente a gnome2 o gnome3
    non+autenticato
  • - Scritto da: DEChe
    > - Scritto da: uno nessuno
    > > Ma a questo punto, non sarebbe molto meglio
    > > passare a KDE (solido e potente, anche se
    > > leggermente meno user-friendly) o Xfce
    > > (leggerissimo, stabile e
    > > iperconfigurabile)?
    >
    > Anche LXDE merita. E poi che KDE sia poco user
    > friendly dipende: per fare le stesse cose su
    > Gnome, devo smanettare coi file di
    > configurazione...

    KDE è (era? sono un paio di versioni che non lo uso) poco user friendly. Ricordo che ai tempi del 3 avevo lasciato ogni speranza di cambiare le configurazioni di Konqueror come file manager perché ogni volta mi perdevo nella finestra delle impostazioni. Konqueror così come quasi ogni altro programma di KDE.
    Shiba
    3922
  • Io lo stò provando su un portatile e sinceramante non lo trovo deludente, anzi non è male.Sono sicuro che in un futuro prossimo picerà a molti con voglia di cambiamento.
    Si do un voto positivo a questa ditribuzione.
    Cia a tutti.
    non+autenticato
  • Ma Mint 12 è una derivata di Ubuntu e siamo da capo, ok che mantiene il vecchio desktop ma già ora lo gnome panel sulla ubuntu funziona abbastanza male, immagino che per l'anno prossimo con l'impegno che ci stanno mettendo, sarà meramente il dump di debian SID senza modifiche.

    Ora considerato che l'impegno di gnome panel va scemando in favore di Gnome 3 che non è molto diverso da Unity, la vedo comunque abbastanza duretta ripartire da MINT.

    Se parliamo della Mint LMDE è diverso ma dal feel degli utenti, è diversa anche la distribuzione.

    A proposito ... pare che stessero sviluppando una distro LMDE con interfaccia KDE, da uno dei post sul sito era data per uscente ad agosto ma poi non se ne è sentito più parlare.

    Sarebbe interessante una debian testing costantemente usabile con KDE e customizzata dai ragazzi di MINT.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ill Informer
    > A proposito ... pare che stessero sviluppando una
    > distro LMDE con interfaccia KDE, da uno dei post
    > sul sito era data per uscente ad agosto ma poi
    > non se ne è sentito più parlare.
    >
    >
    > Sarebbe interessante una debian testing
    > costantemente usabile con KDE e customizzata dai
    > ragazzi di
    > MINT.

    Mi unisco alla speranza.
    Funz
    12989
  • Come da titolo, farete una prova di questa distrio, vero ?
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Come da titolo, farete una prova di questa
    > distrio, vero
    > ?

    Come no! La stanno già scaricando.A bocca aperta
    Shiba
    3922
  • Certo, Mariuccia è già lì che scrive una sua guida per l'installazione in italiano!A bocca aperta
    (se mai facesse una cosa simile, pagherei per averla!!!)
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno nessuno
    > Certo, Mariuccia è già lì che scrive una sua
    > guida per l'installazione in italiano!
    >A bocca aperta
    > (se mai facesse una cosa simile, pagherei per
    > averla!!!)

    Non per dire, ma maint e banale da installare, come ubuntu.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Come da titolo, farete una prova di questa
    > distrio, vero
    > ?

    Si hanno deciso di provare tutte quelle elencate da distrowatch, cominceranno dalla penultima, RIPLinux perché il nome è curiosamente appropriato. Andando in ordine la prova di linux mint sarà pubblicata più o meno nel 2050 ovvero l'anno di linux.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > Come da titolo, farete una prova di questa
    > > distrio, vero
    > > ?
    >
    > Si hanno deciso di provare tutte quelle elencate
    > da distrowatch, cominceranno dalla penultima,
    > RIPLinux perché il nome è curiosamente
    > appropriato. Andando in ordine la prova di linux
    > mint sarà pubblicata più o meno nel 2050 ovvero
    > l'anno di
    > linux.

    trollata scarsa che cerca di coprire le lacune della redazione di punto informatico.
    Sgabbio
    26178
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)