Claudio Tamburrino

UE, 400 pagine contro Google

Secondo indiscrezioni Bruxelles sarebbe pronta a formalizzare le accuse antitrust nei confronti di Mountain View

Roma - Secondo indiscrezioni l'Unione Europea avrebbe preparato un dossier da 400 pagine per formalizzare le accuse antitrust nei confronti di Google.

L'indagine nei confronti di Mountain View dovrebbe concludersi nei primi mesi del prossimo anno e Google rischia una multa del 10 per cento del suo fatturato annuale.

A questo documento Google potrà cercare di rispondere ribattendo alle osservazioni di Bruxelles, e nel caso trovare un accordo per risolvere la questione. (C.T.)
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia UE, 400 pagine contro Google
Ordina
  • Segnalo questo libro:
    http://www.ippolita.net/google

    Purtroppo è invecchiato in fretta; allora Google non era nemmeno un quarto di ciò che è oggi, ma è comunque interessante.

    (ho segnalato una risorsa: se stai leggendo questo post per fare polemica, da qualunque parte tu stia non ho voglia di risponderti; non ho più 12 anni)
    non+autenticato
  • Sono proprio curioso di sentire le motivazioni... Chrome non lo preinstalla nessuno, così come nessuno obbliga a usare google come motore di ricerca, nessuno obbliga a usare android e via dicendo.
    Ad ora, non mi viene in mente nessun motivo per cui l'antitrust dovrebbe intervenire, chi usa google lo fa per scelta, per ogni prodotto google ci sono alternative, il fatto è che nella maggior parte dei casi sono fatte peggio e in molti scelgono google: dove sta l'abuso di posizione dominante?
    Non è che google sta facendo troppo bene e comincia a dar fastidio a qualcuno che ha adeguatamente oliato gli ingranaggi? Vedo molte posizioni più dominanti di google, a partire da microsoft stessa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: il signor rossi
    > Sono proprio curioso di sentire le motivazioni...
    > Chrome non lo preinstalla nessuno, così come
    > nessuno obbliga a usare google come motore di
    > ricerca, nessuno obbliga a usare android e via
    > dicendo.

    In linea di massima si può essere d'accordo, aggiugendo che google, con il suo motre, si è guadagnato onestamente la sua posizione dominande, anche perchè ai tempi era veramente rivoluzionario.
    Però devo dire che Chorme, si non te lo trovi preinstallato, ma però google lo spamma assai nei suoi serivizi, affermando che si ha una esperienza migliore, usandolo.
    Per non citare, poi che molti software, cercano di fartelo installare a tradimento.

    Per quanto riguarda android, mi stupisce che non dicono nulla sulle azioni di microsoft intraprese contro antroid, li si che è al limite del legale.

    Comunque credo che il problema princiapale, sia la sua attuale posizione dominante, che può in qualche modo ostacolare in maniera "poco trasparente" l'ascesa di qualche nuovo attore, nel settore.


    > Ad ora, non mi viene in mente nessun motivo per
    > cui l'antitrust dovrebbe intervenire, chi usa
    > google lo fa per scelta, per ogni prodotto google
    > ci sono alternative, il fatto è che nella maggior
    > parte dei casi sono fatte peggio e in molti
    > scelgono google: dove sta l'abuso di posizione
    > dominante?

    Se non erro molti accusavano che il motore di ricerca di google favoriva gli altri suoi servizi a discapito dei concorrenti, negli indici di ricerca.

    > Non è che google sta facendo troppo bene e
    > comincia a dar fastidio a qualcuno che ha
    > adeguatamente oliato gli ingranaggi? Vedo molte
    > posizioni più dominanti di google, a partire da
    > microsoft
    > stessa.

    Microsoft e da anni che ha sempre rosicato del successo di google, sopratutto nei servizi nella quale microsoft è sempre stato poco brillante, anzi qualsiasi cosa metteva mano, la devastava (vedi hotmail).
    Tanto che i suoi vari tentativi di espugnare google, si son sempre finiti male, forse bing, può essere un'alternativa.
    Va anche detto comunque che la posizione dominande di una sola azienda, in un settore già poco popolato, come quelli dei motori di ricerca, può essere pericoloso.
    Sgabbio
    26178
  • Se è pericoloso il dominio dei motori di ricerca, che dire di quello dei sistemi operativi? Nessuno, poi, ha accesso al codice sorgente di Windows, quindi, nemmeno si sa cosa faccia davvero.
    La diatriba sul monopolio Microsoft è vecchia e sembrava risolta, nel 2000, con l'intervento dell'antitrust che doveva smembrarla. Non è stato un caso che, proprio quell'anno, rientrò in Microsoft Steve Ballmer. Un uomo di Goldman & Sachs. La stessa banca d'affari che curò la sua quotazione in borsa e che, ancora oggi, amministra il 36% del suo capitale azionario. E da quel momento Bill Gates ha avuto sempre meno potere, fino al suo ridicolo pensionamento. Credo che a Google stiano dacendo lo stesso giochetto. Non mi meraviglierei se, prima o poi, nominassero un CEO tra gli ex collaboratori di Goldman & Sachs e, in seguito, sia Brin che Page andassero in pensione.
    non+autenticato
  • Ovviamente, se ciò accadesse, come per Microsoft, ogni causa con le varie Antitrust, cesserebbero per magia...
    non+autenticato
  • Questa cosa non la sapevo!
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Questa cosa non la sapevo!

    Quasi sicuramente perché è una razzata... non mi risulta che Ballmerd sia mai uscito da M$ per poi rientrarci, men che meno che abbia avuto rapporti lavorativi con Goldman & Sachs e che sia un "loro uomo".

    Aoh, non che voglia difendere moneky boy in qualche maniera... a mio avviso sta facendo un ottimo lavoro come CEO di M$, altri 5 anni di governance e la farà fallire... Occhiolino

    Fan LinuxFan Apple
  • Perchè è una cazzata colossale. Ballmer è a Microsoft dal '80.
    non+autenticato