Mauro Vecchio

Liguria, prof e studenti divisi su Facebook

Una scuola media di Albisola Superiore ha diramato una circolare che vieta a tutti gli insegnanti di "fare amicizia" con gli studenti. Questione di privacy o di autorevolezza?

Roma - La notizia ha fatto subito il giro del web: i vertici della scuola media di Albisola Superiore - borgo ligure sulla Riviera di Ponente - hanno diramato una circolare che vieta a tutti i professori di stringere amicizie virtuali con i propri alunni. Con particolare riferimento al gigantesco social network Facebook.

"I professori non possono dare l'amicizia su Facebook ai loro studenti". Così si legge nella sbrigativa circolare diramata dall'istituto ligure. La decisione ha prontamente scatenato una girandola di polemiche e varie riflessioni sul delicato rapporto tra insegnanti e allievi.

Da un lato, i docenti non potrebbero perdere la propria presa autoritaria sui ragazzi. Chi giudica e snocciola voti non dovrebbe rimanere invischiato nelle vicende personali degli alunni. Sarebbe anche una questione di privacy per tutti i soggetti coinvolti. Dall'altro, gli studenti temono di finire dentro un regime di controllo a mezzo elettronico.
Il piccolo borgo di Albisola superiore ha seguito a ruota il grande stato statunitense del Missouri, dove la scorsa estate è stata approvata una legge che appunto vieta simili relazioni sulle principali piattaforme social. Ma c'è chi le vede come un potente mezzo di comunicazione: si cita il caso di un preside torinese che avrebbe quasi mille amici tra i suoi studenti.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
5 Commenti alla Notizia Liguria, prof e studenti divisi su Facebook
Ordina
  • Nella scuola non c'è una legge di buon senso come questa:

    "Face Book: se lo conosci lo eviti"?

    Ovviamente non lo conoscono, quindi si infettano! Triste
  • Non ne capisco il senso, sta al buon senso del docente e/o dello studente accettare o meno l'amicizia del prof/studente. L'unica nota che potrei capire sarebbe quella di invitare i professori a non chiedere per primi l'amicizia dello studente.
  • dovesse succedere ad un insegnante di avere il figlio di un amico?

    devono litigare e picchiarsi per dare il buon esempio?
  • - Scritto da: pippo75
    > dovesse succedere ad un insegnante di avere il
    > figlio di un
    > amico?
    >
    > devono litigare e picchiarsi per dare il buon
    > esempio?


    Che poi mi sembra una ca...ta.
    Vedo molti miei ex insegnanti che hanno su facebook vari alunni ed ex alunni tra gli amici.
    Si organizzano partite a pallone ma si approfitta anche per chiedere al professore delucidazioni sull'ultima lezione. Non ci vedo nulla di male in questo.
    Come al solito la scarsa conoscenza del mezzo da parte delle dirigenze scolastiche fa si che si diramino certi obbrobri di circolari.

    Nicola
  • > Che poi mi sembra una ca...ta.
    > Vedo molti miei ex insegnanti che hanno su
    > facebook vari alunni ed ex alunni tra gli
    > amici.

    avere un insegnante non come nemico ma come amico ha dei grossi rischi, potrebbe poi piacerti la metria, potresti cominciare a studiare e diventare meno ignorante.

    Per capirci meglio, hai in mente il film "patch adams", prendo spunto da lui: si potrebbe migliorare la qualità della scuola. Purtroppo i cambiamenti danno fastidio ai dinosauri.

    > Come al solito la scarsa conoscenza del mezzo da
    > parte delle dirigenze scolastiche fa si che si
    > diramino certi obbrobri di
    > circolari.

    Scarsa, non è che forse sei ottimista?

    > Nicola