Claudio Tamburrino

Frequenze TV, beauty contest contestato

Assoprovider, Altroconsumo, Femi, e alcuni partiti intervengono per a favore dell'asta. I miliardi guadagnati sarebbero una panacea per i conti dello stato

Roma - Con la nuova manovra finanziaria torna a far discutere la decisione di affidare le nuove frequenze televisive in via gratuita. Mentre i contribuenti italiani si sentono chiamati a ulteriori sacrifici in nome di una crisi che minaccia di metter in ginocchio l'Europa e l'Italia, a qualcuno è sembrato uno schiaffo la rinuncia agli introiti di un'asta di un bene in possesso dello Stato, bene per cui si decide invece l'affido a privati sulla base di non meglio specificati requisiti tecnici e commerciali.

Se dal momento della prima decisione in materia si è passato dal Governo Berlusconi a quello tecnico guidato da Mario Monti, la questione sembra d'altronde rimanere del tutto partitica: ne è convinto in particolare Antonio Di Pietro, che ha insinuato che il Beauty Contest al posto dell'asta al rialzo per l'assegnazione dei multiplex digitali rappresenti una sorta di prezzo pagato a Berlusconi prima delle sue dimissioni.

Per il leader dell'Italia dei Valori "non ha senso non mettere a gara lo spettro tv, salvo che queste non siano il corrispettivo a Berlusconi per dimettersi e votare la fiducia". Di Pietro parla di "corruzione politica", così come aveva già fatto quando una serie di parlamentari sono passati alla maggioranza in occasione di votazioni sulla fiducia del Governo. Nel caso specifico ad essere corrotto sarebbe però l'ex capo del Governo Silvio Berlusconi, la cui azienda Mediaset è tra le interessate alle frequenze sul piatto. Anche la Lega, parte del precedente esecutivo, ha ora fatto attraverso il Parlamento richiesta di cancellazione del beauty contest.
Sulla stessa linea anche l'Associazione di operatori del settore media e delle telecomunicazioni ASSOPROVIDER, che ha depositato un esposto alla Procura regionale del Lazio della Corte dei Conti in cui parla di un possibile danno alle casse dello Stato derivante dall'assegnazione gratuita delle frequenze, che in caso di asta potrebbero fruttare una somma stimata intorno ai 2,4 miliardi di euro.

Concretamente si sono mossi anche Altroconsumo e la Federazione Media Digitali Indipendenti (FEMI): hanno scritto al neo Ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, chiedendo al Governo di cambiare completamente rotta sulla procedura del beauty contest, annullandola e avviando un'asta pubblica. L'iniziativa congiunta può essere peraltro supportata firmando una petizione.

Presentando la manovra finanziaria, peraltro, Passera si era già visto chiedere della questione dei multiplex televisivi e aveva risposto spiegando genericamente che non tutte le questioni potevano essere trattate subito. A difesa del concorso di bellezza, invece, Franco Bernabé, presidente esecutivo di Telecom Italia, secondo cui un'eventuale asta in materia "andrebbe deserta".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
31 Commenti alla Notizia Frequenze TV, beauty contest contestato
Ordina
  • La barca affonda e questi si mettono a regalare le frequenze? Il vero problema è: chi controlla i padroni che si auto-regalano beni pubblici per ingrassare i conti delle proprie società? Noi no di certo!!

    Se solo avessero voluto, con pochissimo sforzo e grande guadagno i soldi per le finanziarie li avrebbero recuperati da quel famoso debito delle società di slot machines (e si parla di miliardi di euro), dai soldi della TAV inutile, dai soldi che spenderanno per prendere non so quanti caccia da guerra di ultima generazione (alla faccia della costituzione italiana).. E tanto altro (evasione fiscale, missioni "di pace" all'estero, mafia).

    Sarà un nuovo medioevo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: volgare
    > La barca affonda e questi si mettono a regalare
    > le frequenze? Il vero problema è: chi controlla i
    > padroni che si auto-regalano beni pubblici per
    > ingrassare i conti delle proprie società? Noi no
    > di
    > certo!!

    Hai votato Berlusconi? E ora eccoti servito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: volgare
    > > La barca affonda e questi si mettono
    > > a regalare le frequenze? Il vero
    > > problema è: chi controlla i padroni che
    > > si auto-regalano beni pubblici per
    > > ingrassare i conti delle proprie
    > > società?

    > Noi no di certo!!

    > Hai votato Berlusconi? E ora eccoti servito.

    Ma tu sei sicuro ci sia relazione tra il numero di voti che ha ricevuto dal popolo ed il fatto che sia stato eletto ed ora sia ancora la ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Ma tu sei sicuro ci sia relazione tra il numero
    > di voti che ha ricevuto dal popolo ed il fatto
    > che sia stato eletto ed ora sia ancora la
    > ?

    Cos'è credi che le elezioni siano truccate? Già Deaglio fece una brutta figura.
    Al massimo c'è compravendita di voti, ma per come la vedo io quella è una scelta del cittadino.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: krane
    > > Ma tu sei sicuro ci sia relazione tra il
    > numero
    > > di voti che ha ricevuto dal popolo ed il
    > fatto
    > > che sia stato eletto ed ora sia ancora la
    > > ?
    >
    > Cos'è credi che le elezioni siano truccate? Già
    > Deaglio fece una brutta
    > figura.
    > Al massimo c'è compravendita di voti, ma per come
    > la vedo io quella è una scelta del
    > cittadino.
    e a giudicare da quanti ancora lo difendono, direi che sono TANTI! In lacrime
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: krane
    > > Ma tu sei sicuro ci sia relazione
    > > tra il numero di voti che ha ricevuto
    > > dal popolo ed il fatto che sia stato
    > > eletto ed ora sia ancora la ?

    > Cos'è credi che le elezioni siano truccate? Già
    > Deaglio fece una brutta figura.
    > Al massimo c'è compravendita di voti, ma per come
    > la vedo io quella è una scelta del cittadino.

    Definisci "scelta del cittadino". Intendi che la gente ricattata dai mafiosi dovrebbe sostituire polizia e stato nella lotta alla mafia ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Dottor Stranamore
    > > - Scritto da: krane
    > > > Ma tu sei sicuro ci sia relazione
    > > > tra il numero di voti che ha ricevuto
    > > > dal popolo ed il fatto che sia stato
    > > > eletto ed ora sia ancora la ?
    >
    > > Cos'è credi che le elezioni siano truccate?
    > Già
    > > Deaglio fece una brutta figura.
    > > Al massimo c'è compravendita di voti, ma per
    > come
    > > la vedo io quella è una scelta del cittadino.
    >
    > Definisci "scelta del cittadino". Intendi che la
    > gente ricattata dai mafiosi dovrebbe sostituire
    > polizia e stato nella lotta alla mafia
    > ?

    Questo lo credi tu, sei andato là in quelle zone a parlare con le persone? Non credo proprio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: krane
    > > - Scritto da: Dottor Stranamore
    > > > - Scritto da: krane
    > > > > Ma tu sei sicuro ci sia relazione
    > > > > tra il numero di voti che ha
    > ricevuto

    > > > > dal popolo ed il fatto che sia
    > > > > stato

    > > > > eletto ed ora sia ancora la ?
    > > > Cos'è credi che le elezioni siano
    > > > truccate?
    > > > Già
    > > > Deaglio fece una brutta figura.
    > > > Al massimo c'è compravendita di voti,
    > > > ma per come la vedo io quella è una scelta
    > > > del cittadino.
    > > Definisci "scelta del cittadino". Intendi
    > > che la gente ricattata dai mafiosi dovrebbe
    > > sostituire polizia e stato nella lotta alla
    > > mafia ?

    > Questo lo credi tu, sei andato là in quelle zone
    > a parlare con le persone? Non credo proprio.

    Dicci, allora, tu che ci sei stato: come mai la mafia e' cosi' radicata in quei luoghi ? Da qui somiglia a uno di quei posti in cui lo stato e' praticamente inesistente e quindi la gente si rivolge ad altre forze per essere protetta; tu che sai non e' cosi' ?
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > Dicci, allora, tu che ci sei stato: come mai la
    > mafia e' cosi' radicata in quei luoghi ? Da qui
    > somiglia a uno di quei posti in cui lo stato e'
    > praticamente inesistente e quindi la gente si
    > rivolge ad altre forze per essere protetta; tu
    > che sai non e' cosi'
    > ?

    Mi quale stato assente. Là semplicemente girano meno soldi. Al nord c'è la mafia come al sud. Fatti un giro per i ristoranti di Milano e apri gli occhi, lo vedi da solo. Spacciatori al nord non ci sono? Prostituzione?
    La mafia c'è in tutta Italia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dottor Stranamore
    > - Scritto da: krane
    > > Dicci, allora, tu che ci sei stato: come
    > > mai la mafia e' cosi' radicata in quei
    > > luoghi ? Da qui somiglia a uno di quei posti
    > > in cui lo stato e' praticamente inesistente
    > > e quindi la gente si rivolge ad altre forze
    > > per essere protetta; tu che sai non e' cosi' ?

    > Mi quale stato assente. Là semplicemente girano
    > meno soldi. Al nord c'è la mafia come al sud.

    Soldi, infrastrutture, in pratica: stato...
    Comunque un motivo ci sara' se le regioni vengono comprate a blocchi nel sud, almeno a quanto si evince da quello che si legge.

    > Fatti un giro per i ristoranti di Milano e apri
    > gli occhi, lo vedi da solo. Spacciatori al nord
    > non ci sono?
    > Prostituzione?
    > La mafia c'è in tutta Italia.

    Si ma in alcuni posti ha maggior potere che in altri.
    krane
    22544
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: Dottor Stranamore
    > > Fatti un giro per i ristoranti di Milano e
    > apri
    > > gli occhi, lo vedi da solo. Spacciatori al
    > nord
    > > non ci sono?
    > > Prostituzione?
    > > La mafia c'è in tutta Italia.
    >
    > Si ma in alcuni posti ha maggior potere che in
    > altri.
    in parlamento?A bocca aperta
    non+autenticato
  • Se tutti quelli che dovrebbero pagare sostengono questa tesi, allora è da FARE sicuramente!
    non+autenticato
  • è ceto che se dovrebbero dovrebbero... Un saltino a scuola??
    non+autenticato
  • - Scritto da: gullio
    > è ceto che se dovrebbero dovrebbero... Un saltino
    > a
    > scuola??
    all'asta delle consonanti...A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ci ho sperato un pochino, rigore, equità, sviluppo. Come commentano i più è rimasto solo il rigore, no nemmeno quello (rigore è in fondo essere precisi e seri), diciamo la severità nei confronti del solito popolo bue.

    Chi ha di più non deve pagare un centesimo in aggiunta, la crisi l'hanno fatta loro e dobbiamo pagarla noi per intero e sarà inutile perchè chiedono altra benzina per una macchina con il serbatoio bucato e non hanno nessuna intenzione di turare le falle del serbatoio perchè quel buco, enorme, porta direttamente la benzina nelle loro capienti taniche.

    L'episodio delle frequenze regalate è un aspetto di questa vicenda, molto significativo, anche se si riuscisse, e dubito, a fargli cambiare idea ciò dimostra che queste persone pensano agli interessi collettivi solo se costrette a forza e non in via naturale. E' una classe politica da spazzare via completamente. Monti compreso anche se è un piccolo passo avanti rispetto a quelli di prima, almeno non si comporta come un buffone.
    non+autenticato
  • Bella l'idea della petizione .... peccato che per parteciparvi si sia costretti ad accettare le condizioni sulla privacy che consentono ad altroconsumo di inviarci qualsiasi forma di SPAM.
    non+autenticato
  • Le frequenze servono per i dispositivi in movimento.
    Per la TV in casa adsl o fibra ottica.

    I decoder in commercio attualmente permettono la tv su ip a pagamento, le emittenti locali dovrebbero buttarsi su questa piattaforma e i venditori di decoder farli funzionare per la tv gratuita non solo per chi acquista carte ricaricabili.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)